Recensione di Killing Floor 2

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     PS4
  • Genere:

     Sparatutto
  • Data uscita:

     18 novembre 2016
- Impegnativo...
- Buon numero di armi e classi giocabili
- Blood & gore come se piovesse
- La musica metal di sottofondo inneggia degnamente alla carneficina
- ...pure troppo se non giocate in un team affiatato
- Poche modalità
- Riscontrati blocchi nelle schermate di caricamenteo
Loading the player ...
A cura di (Forla) del
Se c'è qualcosa di dannatamente divertente e adrenalinico è massacrare orde di orribili mostri imbracciando le armi più disparate. L'unico modo per rendere la carneficina ancor più entusiasmante è affrontarla spalleggiati da un gruppo di amici, magari abbaiando qualche tattica dalla dubbia utilità nel microfono delle cuffie. Killing  Floor 2 è esattamente questo: un FPS cooperativo che ha seguito la strada tracciata dal fortunato Left 4 Dead e che dopo un lungo tempo trascorso come esclusiva PC è approdato sulla console casalinga di Sony. Non aspettatevi una campagna singolo giocatore o un competitivo bilanciato, qui è necessario unire le forze per far fronte a frotte di nemici aggressivi e brutali, meglio cercare di andare d'accordo!


Lo stampino per cloni si è rotto!
L'esercito di cloni difettosi andato fuori controllo, che nel primo capitolo infestava principalmente Londra e dintorni, dilaga in tutta Europa. State pure tranquilli, anche se vi siete presi il titolo originale la narrativa ricopre un ruolo che definire marginale sarebbe un complimento, ma noi il riassuntino ve lo facciamo lo stesso. La Horzine Biotech, tipica compagnia senza scrupoli che vede negli investimenti militari grosse possibilità di guadagno, decide che il modo migliore per fare soldi facili è clonare le persone per farci eserciti con operativi a basso costo. Come il crollo della Repubblica Starwarsiana insegna però le cose vanno per il verso sbagliato e, invece che mercenari pronti ad obbedire agli ordini dalle incubatrici, saltano fuori aberranti mostruosità il cui unico scopo  è ammazzare tutto quello che vedono. Il giocatore fa parte di una quelle squadre di coraggiosi che hanno deciso di affrontare di petto gli Zed (questo il nome dei cloni malriusciti) e porre fine alla loro esistenza attraverso l'uso di un folto arsenale di bocche da fuoco. Prima di buttarci in battaglia è possibile affrontare un breve tutorial, che spiega le meccaniche di gioco e permette di valutare le potenzialità della classe prescelta. Nel titolo infatti possiamo unirci al massacro vestendo i panni di diversi professionisti, ognuno con un loadout iniziale e delle abitità specifiche che si sbloccano quando si sale di livello. Non che sia una scelta definitiva, in quanto guadagneremo punti esperienza in base al tipo di arma utilizzata nel gioco (sarà possibile cambiare in corsa), facendo salire la classe ad essa legata in modo indipendente. Vi facciamo un esempio per essere più chiari: se si sceglie il Berserker si parte con una grossa pala come arma principale, e giocando con essa per tutta la partita si guadagnano punti per quella classe. Se durante il match invece decidiamo di voler spargere morte con una coppia di revolver basterà acquistarli allo store e sforacchiarci un po' di Zed per acquisire punti come Pistolero. Le abilità del personaggio restano comunque quelle della classe selezionata ad inizio partita, quindi è meglio non fare troppo i fantasisti e attenersi alla qualità migliori del nostro alter ego. Oltre che dal punto di vista delle specializzazioni è possibile modificare anche l'aspetto estetico del personaggio, scegliendo tra un buon numero di modelli e agghindandoli con una serie di cosmetici che si sbloccano giocando partite su partite o mettendo mano al portafogli e acquistando un pack skin dal mercato.


Uno per tutti e tutti per uno!
Il gioco può contare su due sole modalità estremamente simili tra loro, una esclusivamente cooperativa e l'altra che aggiunge alla formula anche una componente competitiva. Nella prima un massimo di sei giocatori affrontano dalle quattro alle dieci ondate di Zed per poi giungere alla resa dei conti finale con il boss. Le orribili aberrazioni diventano più numerose e infoltiscono i propri ranghi con tipologie di nemici sempre più pericolose man mano che la fine del match si avvicina. La difficoltà è tarata verso l'alto ed è necessaria, oltre alla skill personale, anche una buona dose di cooperazione per riuscire ad abbattere il pericoloso boss di fine livello. Ogni mostruosità dispone di tipi di attacco e debolezze ben precise, ed è meglio imparare a gestire lo scontro nel modo giusto il prima possibile per evitare di essere fatti a pezzi. Tra un'ondata e l'altra inoltre è possibile recarsi al negozio, in cui è caldamente raccomandato attrezzarsi con le armi appropriate, verificare che il caricatore sia sempre pieno e l'armatura non abbia bisogno di un rattoppo. La seconda modalità invece vede due squadre fronteggiarsi: una vestirà come al solito i panni dei superstiti, mentre l'altra prenderà le parti degli Zed, il player più fortunato potrà inoltre fare la parte del boss a fine match, sperimentando una sensazione di onnipotenza e inscenando veri e propri massacri. Se questa modalità ci è sembrata divertente e capace di spezzare la monotonia che sopraggiunge dopo vari match nella versione cooperativa, va bocciata completamente dal punto di vista del bilanciamento. 

Dando un occhiata al versante tecnico del titolo possiamo dirci soddisfatti: il colpo d'occhio non manca di soddisfare la maggioranza dei palati, con modelli degli Zed ispirati e armi con un buon feeling, ottime per mandarli al creatore. Cosa più importante di tutte, possiamo elogiare la stabilità dei match affrontati, in cui non abbiamo incontrato nessuna problematica legata al net code. L'unica pecca riguarda alcuni blocchi in cui siamo incorsi durante il caricamento delle partite e che ci hanno costretto a riavviare il gioco, una bella rottura che però non ha inficiato sui match in corso, rovinando l'esperienza anche ad altri giocatori. Ultima nota personale va fatta al comparto sonoro che sicuramente sarà apprezzata dagli amanti del metallo pesante: massacrare orde di abomini al ritmo frenetico di musica inneggiante alla carneficina è sempre un gradevole valore aggiunto.
Recensione Videogioco KILLING FLOOR 2 scritta da FORLA Killing Floor 2 è una gradita sorpresa che non mancherà di soddisfare gli amanti di altri FPS cooperativi come Left 4 Dead. L'immenso numero di armi e la voglia di far salire di livello le varie classi per giocare al massimo del potenziale potrebbe tenervi impegnati per molto tempo. Purtroppo le sole due modalità disponibili ci sembrano troppo poche per riuscire da sole a mantenere l'interesse alto per un periodo di tempo prolungato. Survival infatti è divertente ma la sua formula si ripete sempre senza troppe variazioni sul tema, mentre VS è poco bilanciata per poter rappresentare un competitivo "serio". Tolto questo, se avete un gruppo di amici affiatati con cui organizzare massacri da manuale vi consigliamo caldamente di provarlo, non ne rimarrete di certo delusi.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Commenti: 18 - Visualizza sul forum
  • Titanox2
    Titanox2
    Livello: 0
    Post: 708
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    poche modalità non lo considererei un difetto, è un gioco nato per quella modalità e venduto a 30 euro in meno rispetto a un gioco normale. I giochi di questo genere sono così
  • Furlakkio
    Furlakkio
    Livello: 3
    Post: 182
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Voklesh

    Parto dicendo che io ero un amante dello split , giocavo ai tempi che furono i primi capitoli della saga Dinasty warriors 2 (2,3,4,5ecc) con il mio migliore amico non che' ex vicino di casa e mi divertivo da pazzi. Detto questo salvo giochi come Fifa e sportivi vari ormai lo spit e' morto e sepolto. La grafica domina sovrana e compromessi di quel genere sono da escludere , vedi che putiferio esce fuori ogni volta che un gioco disattende , anche solo graficamente , "gli impegni presi" in campagna di lancio , figurati farne di ulteriori per utilizzare lo split Secondo luogo molti giochi escono anche per PC e dello stesso Borderlands , Dinasty ed altri su PC non e' quasi mai esistito lo spit salvo vecchissimi titoli che giocavo sul mio pentium 133 quindi andrebbe sviluppato ad hoc. Ormai se vuoi giocare con gli amici nella maggior parte dei casi lo fai ognuno da casa sua oppure crei una piu' difficoltosa LAN party come faccio spesso io con i miei di amici anche per giocare a Heroes of the storm , Titanfall2 ecc. Anche a me dispiace , sopratutto per il mondo console dove avevo spesso usato lo split ma ormai con le connessioni ad internet che ci sono (o ci dovrebbero essere ) non investono tempo e quindi soldi per una piccolissima fascia di utenza.
    Siamo d'accordo sul fatto che sia comunque un bel dispiacere?
  • Voklesh
    Voklesh
    Livello: 0
    Post: 8
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Furlakkio

    Ok, alcuni giochi trovano senso nel multi grazie all'online, ma non credo di essere l'unico che trova nel multi in locale a splitscreen un buon motivo d'acquisto. Per il gioco in questione, ad esempio, l'avrei considerato se avesse avuto lo split. Sul serio giochi come Army of Two, Borderlands e anche lo stesso Diablo (visto comunque per le nuove generazioni) sono così infattibili per le nuove console per questioni di hardware? Non posso non pensare che un contributo lo dia anche il fatto che per giocare allo stesso gioco in 2 sia più conveniente per un venditore che entrambi i giocatori se ne stiano a casa propria con la loro personale copia: si raddoppiano le vendite. Normalissimo commercio. Però questo significa sacrificare la socialità (quella delle sgomitata e faccia a faccia) inneggiando il "social" (quello di nickname e insulti in cuffia). Personalmente, questa deriva verso l'isolamento social mi intristisce, siamo pieni di amici che non abbiamo mai visto in faccia...
    Parto dicendo che io ero un amante dello split , giocavo ai tempi che furono i primi capitoli della saga Dinasty warriors 2 (2,3,4,5ecc) con il mio migliore amico non che' ex vicino di casa e mi divertivo da pazzi. Detto questo salvo giochi come Fifa e sportivi vari ormai lo spit e' morto e sepolto. La grafica domina sovrana e compromessi di quel genere sono da escludere , vedi che putiferio esce fuori ogni volta che un gioco disattende , anche solo graficamente , "gli impegni presi" in campagna di lancio , figurati farne di ulteriori per utilizzare lo split Secondo luogo molti giochi escono anche per PC e dello stesso Borderlands , Dinasty ed altri su PC non e' quasi mai esistito lo spit salvo vecchissimi titoli che giocavo sul mio pentium 133 quindi andrebbe sviluppato ad hoc. Ormai se vuoi giocare con gli amici nella maggior parte dei casi lo fai ognuno da casa sua oppure crei una piu' difficoltosa LAN party come faccio spesso io con i miei di amici anche per giocare a Heroes of the storm , Titanfall2 ecc. Anche a me dispiace , sopratutto per il mondo console dove avevo spesso usato lo split ma ormai con le connessioni ad internet che ci sono (o ci dovrebbero essere ) non investono tempo e quindi soldi per una piccolissima fascia di utenza.
  • Furlakkio
    Furlakkio
    Livello: 3
    Post: 182
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Forla

    Non è questione di preferire o meno, il punto è che lo split screen è sempre meno diffuso. Conta che ha il suo peso sull'hardware, e le console attuali non è che siano dei mostri di potenza. Io capisco benissimo il tuo punto di vista e posso dirti che con mio fratello ho fatto nottate INTERE a giocare in split a Rocket League divertendoci come i pazzi. Però tu devi anche accettare che in giochi come i moba o gli FPS a squadre è molto più semplice stare ognuno a casa sua con le cuffie. Fino a qualche tempo fa giocavo assiduamente a DOTA e avevo un team di persone sparse per tutta Italia, mi spieghi come avremmo fatto per giocare insieme? Mica le persone possono prendere l'aereo tutte le sere per venire a nerdare a casa mia!
    Ok, alcuni giochi trovano senso nel multi grazie all'online, ma non credo di essere l'unico che trova nel multi in locale a splitscreen un buon motivo d'acquisto. Per il gioco in questione, ad esempio, l'avrei considerato se avesse avuto lo split. Sul serio giochi come Army of Two, Borderlands e anche lo stesso Diablo (visto comunque per le nuove generazioni) sono così infattibili per le nuove console per questioni di hardware? Non posso non pensare che un contributo lo dia anche il fatto che per giocare allo stesso gioco in 2 sia più conveniente per un venditore che entrambi i giocatori se ne stiano a casa propria con la loro personale copia: si raddoppiano le vendite. Normalissimo commercio. Però questo significa sacrificare la socialità (quella delle sgomitata e faccia a faccia) inneggiando il "social" (quello di nickname e insulti in cuffia). Personalmente, questa deriva verso l'isolamento social mi intristisce, siamo pieni di amici che non abbiamo mai visto in faccia...
  • Forla
    Forla
    Redattore
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da lupo900

    THIS. THIS. THIS. THIS. What the holy ****!!!! Ragazzi io non capisco sti depressi con le cuffiette online!! IO VOGLIO GIOCARE CON AMICI , DIVANO E BIRRETTA. Ma perché non vogliono darci i giochi da compagnia e ci vogliono obbligare a diventare asociali (e social)?? BASTA non se ne può più. Ma veramente voi altri preferite stare al centro di una stanza buia da soli anziché cazzeggiare con gli amici mentre vi sciacallate a castle crashers o tetris? Ma che generazione stiamo vivendo!?!? /rant
    Non è questione di preferire o meno, il punto è che lo split screen è sempre meno diffuso. Conta che ha il suo peso sull'hardware, e le console attuali non è che siano dei mostri di potenza. Io capisco benissimo il tuo punto di vista e posso dirti che con mio fratello ho fatto nottate INTERE a giocare in split a Rocket League divertendoci come i pazzi. Però tu devi anche accettare che in giochi come i moba o gli FPS a squadre è molto più semplice stare ognuno a casa sua con le cuffie. Fino a qualche tempo fa giocavo assiduamente a DOTA e avevo un team di persone sparse per tutta Italia, mi spieghi come avremmo fatto per giocare insieme? Mica le persone possono prendere l'aereo tutte le sere per venire a nerdare a casa mia!
  • lupo900
    lupo900
    Livello: 3
    Post: 12
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Forla

    Uso come pretesto il tuo post per rispondere anche ad altri. Anche a me spiace per la fine che sta facendo lo split screen, e anche io sono amante delle serate sul divano con gli amici. Purtroppo alcuni giochi (pochi) permettono ancora di farlo, la maggior parte invece no. Mi sembra inutile condannare a prescindere e bisogna cercare di godersi le produzioni per quello che sono. Purtroppo l'online ora sta spopolando e risulta essere il modo migliore per giocare con amici, basta armarsi di cuffie, microfono e una connessione decente. Sul discorso single player è impossibile vincere: il gioco è pensato per squadre da 6 giocatori, da solo non solo perdi tutto il tatticismo e il bello del coordinarsi con il resto del team, ma è proprio difficilissimo avere la meglio sulle orde di Zed, sono troppi!
    THIS. THIS. THIS. THIS. What the holy ****!!!! Ragazzi io non capisco sti depressi con le cuffiette online!! IO VOGLIO GIOCARE CON AMICI , DIVANO E BIRRETTA. Ma perché non vogliono darci i giochi da compagnia e ci vogliono obbligare a diventare asociali (e social)?? BASTA non se ne può più. Ma veramente voi altri preferite stare al centro di una stanza buia da soli anziché cazzeggiare con gli amici mentre vi sciacallate a castle crashers o tetris? Ma che generazione stiamo vivendo!?!? /rant
  • Forla
    Forla
    Redattore
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da LukeSaian

    Peccato, avrei voluto giocarlo in coop con un amico. Perchè invece sconsigli il singolo off-line? Chiedo perchè non è la prima volta che mi viene sconsigliato di giocare un titolo in singolo e poi invece mi diverto lo stesso (Borderlands 2, Destiny, Zombi Army Trilogy...)
    Uso come pretesto il tuo post per rispondere anche ad altri. Anche a me spiace per la fine che sta facendo lo split screen, e anche io sono amante delle serate sul divano con gli amici. Purtroppo alcuni giochi (pochi) permettono ancora di farlo, la maggior parte invece no. Mi sembra inutile condannare a prescindere e bisogna cercare di godersi le produzioni per quello che sono. Purtroppo l'online ora sta spopolando e risulta essere il modo migliore per giocare con amici, basta armarsi di cuffie, microfono e una connessione decente. Sul discorso single player è impossibile vincere: il gioco è pensato per squadre da 6 giocatori, da solo non solo perdi tutto il tatticismo e il bello del coordinarsi con il resto del team, ma è proprio difficilissimo avere la meglio sulle orde di Zed, sono troppi!
  • ministro
    ministro
    Livello: 6
    Post: 897
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da LukeSaian

    Peccato, avrei voluto giocarlo in coop con un amico. Perchè invece sconsigli il singolo off-line? Chiedo perchè non è la prima volta che mi viene sconsigliato di giocare un titolo in singolo e poi invece mi diverto lo stesso (Borderlands 2, Destiny, Zombi Army Trilogy...)
    Puoi giocarlo tranquillamente, ma non è la modalità per cui è stato pensato, l'offline l'ho sempre usato per fare delle prove e basta, questo gioco è nato per essere giocato in 6 altrimenti perde di significato e divertimento. Qualche consiglio: fate un bel mix di perk, essere tutti demolitori non serve a nulla; se scegliete il medico fate il medico, non Rambo, curate i compagni (darete anche dei vantaggi extra con le vostre siringhe); se avete perk quali pistolero commando o swat cercate di eliminare i nemici più piccoli così che cecchini e demolitori siano liberi di sparare a scrake e flashpound; aiutatevi in ogni modo, curatevi a vicenda così il tempo di ricarica della siringa si dimezza, date soldi ai compagni appena arrivati o che non hanno superato l'ondata, un compagno senza armi è solo un peso (ogni giocatore in più in partita fa aumentare il numero e l'energia degli zed); lasciate le armi che raccogliete vicino al negozio così che chi le ha perse possa recuperarle; entrate nelle giuste partite a seconda del livello del vostro perk (0-5norm 5-10hard 10-15suicid 20+hell); abbiate molta pazienza
  • LukeSaian
    LukeSaian
    Livello: 5
    Post: 1047
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Forla

    Coop solo on-line, niente sliptscreen. Se vuoi puoi giocare in singolo offline, ma te lo sconsiglio vivamente
    Peccato, avrei voluto giocarlo in coop con un amico. Perchè invece sconsigli il singolo off-line? Chiedo perchè non è la prima volta che mi viene sconsigliato di giocare un titolo in singolo e poi invece mi diverto lo stesso (Borderlands 2, Destiny, Zombi Army Trilogy...)
  • Furlakkio
    Furlakkio
    Livello: 3
    Post: 182
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Forla

    Coop solo on-line, niente sliptscreen. Se vuoi puoi giocare in singolo offline, ma te lo sconsiglio vivamente
    Sono solo nostalgico della birretta e patatine sul divano con amici a sparacchiare e bestemmiare...
  • DonMachete95
    DonMachete95
    Livello: 0
    Post: 0
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Forla

    La prossima volta mandagli una letterina agli sviluppatori con scritto come vuoi che sia fatto il gioco, sono certo che lo svilupperanno esattamente su misura per te
    Hai vinto ahahahahaha😂😂
  • Albus Snape
    Albus Snape
    Livello: 3
    Post: 1030
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Shane90

    C'è fatemi capire, io dovrei pagare €39,99 per un gioco che deve essere giocato solamente online perché in off è sprecato? Ok, quindi oltre a fare il dito medio agli sviluppatori vorrei offendere pesantemente chi compra il gioco! No, veramente, un gioco simile che non si può giocare a schermo condiviso sarebbe da bruciare.
    Anche per me i giochi solo multi online sono lam*erda, ma non puoi condannare se li fanno, non sei costretto a comprarlo come io non lo comprerò neanche a 5€.
  • Forla
    Forla
    Redattore
    Mi piace 7 Non mi piace -2
    Originariamente scritto da Shane90

    C'è fatemi capire, io dovrei pagare €39,99 per un gioco che deve essere giocato solamente online perché in off è sprecato? Ok, quindi oltre a fare il dito medio agli sviluppatori vorrei offendere pesantemente chi compra il gioco! No, veramente, un gioco simile che non si può giocare a schermo condiviso sarebbe da bruciare.
    La prossima volta mandagli una letterina agli sviluppatori con scritto come vuoi che sia fatto il gioco, sono certo che lo svilupperanno esattamente su misura per te
  • Forla
    Forla
    Redattore
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Furlakkio

    Solita domanda: coop solo online, non è previsto un coop offline a schermo condiviso?
    Coop solo on-line, niente sliptscreen. Se vuoi puoi giocare in singolo offline, ma te lo sconsiglio vivamente
  • ministro
    ministro
    Livello: 6
    Post: 897
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Senza troppe pretese, lo scopo del gioco è arrivare vivi in fondo alla battaglia. Così era il primo così è questo secondo capitolo. Ho giocato molto al primo e partecipo al programma early access dal day one. In realtà confrontato al primo, allo stato attuale delle cose, questo è più caciarone, forse meno tecnico, ma il fulcro resta il teamplay, come è giusto che sia e come pochi altri giochi sanno offrire. Organizzare un team di 6 persone e vincere 10 ondate a difficoltà hell on earth, questo è estremamente difficile, ma dannatamente appagante. Non so come si comporti la versione PS4, da giocatore PC lo consiglio vivamente! Ultima nota, chi si lamenta delle troppe mappe, sappia che sono circa un terzo rispetto al primo capitolo, e lo zed time è proprio il cardine sul quale ruotano le abilità delle classi, o lo si sa sfruttare o si muore
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.