Anteprima di Ni-Oh

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     PS4
  • Genere:

     Azione
  • Sviluppatore:

     Team Ninja
  • Lingua:

     Italiano (testi)
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     8 febbraio 2017
ASPETTATIVE
-Combat System complesso e profondo
-Personalizzazione estrema del personaggio
-Piacevolmente difficile
-Ambientazione con un gran potenziale
A cura di (Buddybar) del
Ni-Oh è uno di quei giochi dallo sviluppo assai travagliato, messo da parte per un periodo sin troppo lungo, al punto che tutti ne avevano ormai perso le tracce. Presentato all’E3 2005, questo titolo veniva ormai considerato un vaporware fino a quando, nel settembre scorso, è tornato di nuovo alla ribalta come un fulmine a ciel sereno.
Il gioco mostrato durante la SCEJA, nonostante rimanesse fedele all'ambientazione originale, ha mostrato un deciso cambio di rotta sotto molti altri aspetti e, smesso di essere un semplice action, ha assunto sempre di più le sembianze di un souls-like. Proprio da quel genere hanno preso spunto la componente ruolistica, l'affinato combat-system e le complesse meccaniche di gioco. Ora, a ben dodici anni dall’annuncio, il Team Ninja ci dà la possibilità di mettere le mani su una versione alpha del gioco. Sperando che la lunga attesa non sia stata vana, ci addentriamo senza ulteriori indugi nel mondo di Ni-Oh.


Gameplay Made in Japan
Appena fatto partire il gioco si ha subito la sensazione di aver a che fare con un prodotto proveniente dalla terra del Sol Levante. La strada intrapresa dalla direzione artistica, ispirata alla pittura nipponica, appare evidente già dalla schermata iniziale.
Cominciata quindi una nuova partita, ci siamo ritrovati nel Giappone del periodo Sengoku ad impersonare William, uno spadaccino che dovrà difendere il proprio villaggio dall’attacco di creature demoniache, gli yokai, e da altri samurai.
La prima sensazione che si ha pad alla mano è la grande difficoltà di progressione lungo questa prima sezione di gioco presentata in alpha. Si percepisce subito un livello di sfida quasi eccessivo, dato che servono parecchi colpi per sconfiggere un nemico di base, mentre per loro sarà facile ucciderci con un fendente ben assestato. All'inizio è addirittura impossibile pensare di risolvere contese contro più nemici senza incombere nell’insperata morte. 
Il combattimento poggia le basi su quelle solide dei souls-like, ma non si ferma qui. Senza dilungarci sugli aspetti comuni ai due franchise, passiamo subito ad elencarne le diversità. Tutto gira attorno ad un sistema di impugnature molto simile a quelle del primo The Witcher dove, a seconda di quella scelta, possiamo eseguire attacchi veloci, normali o pesanti. Per eseguire gli attacchi si utilizza la stamina, in questo caso chiamata Ki, che può essere ricaricata o aspettando qualche secondo oppure, dopo una combo, schiacciando il tasto relativo con il giusto tempismo. Nel caso in cui finissimo il Ki viene avviato un breve countdown durante il quale si è costretti a rimanere fermi in attesa del ripristino di questa risorsa. L’attenzione rivolta all’utilizzo del Ki durante la partita è sempre altissima e basta la minima disattenzione per rimanerne senza.
Le armi presenti nell’alpha si dividono in tre categorie principali: katane, asce e lance. Hanno caratteristiche e moveset completamente diversi fra loro, che mutano a loro volta a seconda dell’impugnatura con cui le utilizziamo. Ogni arma inoltre può parare il 100% del danno subito, a patto di consumare una considerevole quantità di Ki. A tutto questo è da aggiungere la possibilità di modificare le combo stesse, potenziandole con nuove abilità ottenute tramite pergamene sbloccabili durante lo sviluppo del personaggio. Il risultato è un combat-system profondo e innovativo, ma al contempo molto difficile da padroneggiare. 
Un appunto va fatto all’arco che, dotato di un danno critico eccessivo, semplifica troppo alcune sezioni ed è quindi da rivedere.
Una volta raggiunta la giusta dimestichezza, il feeling e il controllo sui movimenti del giocatore sono risultati davvero buoni, anche se il targeting del nemico non è sempre perfetto.


Un "soul-like" un po' diverso
Ni-Oh risulta estremamente complesso anche per quanto riguarda lo sviluppo del personaggio e la gestione del suo equipaggiamento. 
Sconfiggendo nemici e distruggendo elementi del mondo di gioco è possibile ottenere le Amrita: la "valuta" del gioco in grado di farci salire di livello una volta raggiunto uno dei santuari sparsi per la mappa. Ai santuari potremo anche vendere oggetti, ottenere dei bonus una volta ritrovati dei piccoli e simpatici spiritelli nella mappa, chiedere aiuto ad altri giocatori online e infine cambiare il nostro spirito guardiano.
Questi sono impersonati da un animale, garantiscono perks passivi diversi a seconda di quello scelto e possono salire di livello sbloccando potenziamenti aggiuntivi. Una volta riempita la barra combattendo contro i nemici, potremo usare la mossa speciale corrispettiva e scatenare la forza di questi spiriti. La loro compagnia dura fino alla morte del giocatore; dopo di ciò, possono essere riattivati al Santuario o tornando sul punto in cui siamo morti, dove troveremo anche le Amrita precedentemente perse.
Le morti dei personaggi degli altri giocatori sono anche segnalate sulla mappa con delle katane conficcate nel terreno. In questi punti possiamo sfidare il personaggio morto controllato dalla CPU (un po’ come succedeva in Dragon’s Dogma con le pedine). Una volta sconfitto, questo ci darà un Ochoko, strumento con cui potremo chiedere l’aiuto di un giocatore online. 
La meccanica della morte è centrale in Ni-Oh, data la sua natura basata sul trial & error. Si parte sprovvisti di un’armatura adeguata ed è estremamente complesso affrontare alcune sezioni senza conoscere i pattern nemici e senza un equipaggiamento decente. 
A proposito dell’equipaggiamento, bisogna dire che i nemici droppano continuamente oggetti necessari per formare un set per il protagonista. Le possibilità sono tantissime e si può creare un guerriero dotato di una difesa formidabile ma molto lento, oppure uno estremamente veloce ma non particolarmente resistente. 
Bisogna tenere a mente che ogni oggetto richiede dei valori minimi in determinate caratteristiche, relegando l’utilizzo di alcuni di questi a personaggi con build particolari. Ogni oggetto, come in molti RPG, ha un grado di rarità e un livello. Quest’ultimo determina la forza bruta dell’arma, mentre il livello di rarità, contraddistinto dal colore, garantisce bonus aggiuntivi sia in difesa che in attacco.
La mappa di gioco che possiamo esplorare in questa demo si rifa a quelle dei Souls; divisa in piccole microsezioni, tutte collegate fra loro, dà al giocatore un percorso ben definito in attesa di trovare una scorciatoia in grado di ricollegarci ad un santuario e così via. 


Annunciato per PS2 con grafica da PS3, in uscita su PS4
Dal punto di vista tecnico il gioco non brilla. C’è ancora molto da lavorare su questo aspetto e probabilmente quelli del Team Ninja lo sanno bene. Tra le opzioni del menù di gioco abbiamo la possibilità di scegliere tra una modalità cinematografica più dettagliata con un frame-rate ballerino o una più stabile con una qualità inferiore. Senza perdersi in tecnicismi, il risultato è un tentativo di 1080p a 30fps nel primo caso e di 720p a 60fps nel secondo. 
Dopo una prova di entrambe le configurazioni sembra preferibile puntare sulla fluidità piuttosto che sulla resa visiva. 
L’ottimizzazione comunque non sembra impossibile, data la scarsità di poligoni dei vari modelli e la bassa risoluzione di texture e sprite. Nonostante ciò, sono già presenti alcuni dettagli di contorno riscontrabili nella diversificazione dell’aspetto delle armature e nella comparsa delle macchie di sangue sui vestiti una volta completato un combattimento. Il rimpianto maggiore è per l’illuminazione che, a causa delle tecniche basilari utilizzate, non riesce a riportare su schermo l’effetto di buio volutamente ricercato in questa location.
Per fortuna la direzione artistica, prendendo a piene mani dalla tradizione pittorica nipponica, riesce a mantenersi su livelli molto alti, con un’ottima realizzazione degli spiriti combattenti e dei mostri nemici, in questa demo purtroppo non molto vari.
La componente audio è già a buon punto, con un doppiaggio giapponese che funziona anche senza far gridare al miracolo e con tutta la campionatura dei suoni già portata a termine senza grosse sbavature. 
Il gioco è completamente sottotitolato in italiano, per cui sarà accessibile anche a coloro che non masticano l’inglese.

Recensione Videogioco NI-OH scritta da BUDDYBAR L’alpha di Ni-Oh riesce a farci ben sperare per il prodotto finale. Il Team Ninja, recuperate le basi solide del gameplay dei Souls, le rimescola con nuovi elementi action e meccaniche ancora più complesse. Molto si è visto con questa demo ma molto c’è ancora da mostrare con abilità di vario tipo appena abbozzate e una varietà delle armi sicuramente destinata a crescere. Tecnicamente grossi problemi non ce ne sono, ma si può fare di più. Per fortuna il tempo non manca, dato che il gioco dovrebbe giungere sugli scaffali solo a fine anno.
Considerato tutto, le premesse per un gran gioco ci sono e se il prodotto dovesse essere accompagnato da una narrativa all’altezza allora potrebbe davvero convincere tutti gli appassionati del genere.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Commenti: 49 - Visualizza sul forum
  • toky91
    toky91
    Livello: 6
    Post: 5961
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Non è che il gioco è brutto, è che ci sono cose da sistemare e bilanciare perchè questo livello di alpha è esagerato, non puoi dare un colpo e essere gia stanchissimo da farti ammazzare in 1 secondo, il lock si disattiva appena indietreggi un po dal nemico e così poi dai colpi all'aria, e ti fanno partire troppo svantaggiato secondo me anche dai banditi iniziali che dovrebbero fare da allenamento per capire come funziona almeno.
    Anche la scelta della risuoluzione, a gioco finito non ci deve essere la scelta dei 1080p ma che ti abbassa il frame rate o il contrario devono essere una cosa sola.
    Ma come cazzarola si usano gli spiriti? io quando li ho al massimo non me li fa con triangolo+cerchio
  • Solid-SteBro
    Solid-SteBro
    Livello: 7
    Post: 2845
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Storm-Danno
    Non dimentochiampci che è possibile personalizzare la sequenza delle combo nell'apposito Menù! Il Team Ninja in queste cose ci sa fare fin troppo, i Souls Fag adesso romperanno moltissimo, ma se non si approfondisce quest'Alpha non si capisce proprio NULLA!


    la terminologia souls fag starebbe a dire "souls fanboy"? beh sono un grande fan della serie, questo sistema di combattmento potrebbe stranire anche il più navigato, ho scoperto che dopo la fine della prima parte la demo continua in una locazione 10 volte più bella della prima!
  • Storm-Danno
    Storm-Danno
    Livello: 6
    Post: 4540
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Ando

    Se lo dici tu proverò, non ci ho giocato ancora abbastanza ma la prima impressione non è stata delle migliori.
    La prima impressione, se negativa, è sbagliata, per questo gioco! L'unico motivo per criticare quest'Alpha è che a uno non piace e basta
  • Ando
    Ando
    Livello: 8
    Post: 1099
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Choco

    I nemici non tolgono tantissimo, bisogna solo equipaggiarsi un minimo. La parata inutile e legnosa? Ma se ci sono tantissimi tipi di parry con skill a seguire? Il targeting fa schifo se non sai nemmeno tenere in mano un gamepad. Ma avete imparato a recuperare il KI con R1 dopo ogni combo fatta? O state spammando il tasto fino a che il nemico non crolla? Se il gioco ha delle meccaniche simili a Dark Souls non significa che dovete giocarci come se fosse lo stesso gameplay.
    Se lo dici tu proverò, non ci ho giocato ancora abbastanza ma la prima impressione non è stata delle migliori.
  • SandokanM...
    SandokanM...
    Livello: 4
    Post: 991
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Erik369

    Dopo averlo provato a fondo sono in disaccordo con chi dice che non è bilanciato. L'inizio è volutamente estremo, anche perché la statistica di difesa è davvero molto importante e l'armatura base è praticamente inutile in tal senso. Ci vuole tempo per prenderci la mano, ma una volta giunto alla fine della demo ero entusiasta. Il combat system è pieno di finezze, come per esempio il respiro Ki, che non solo si può attivare con R1, ma anche schivando dopo una combo. Adottando uno stile mordi e fuggi si è in grado di fronteggiare praticamente ogni ostacolo, boss inclusi. Con un personaggio con così tante possibilità e così versatile non è affatto impossibile, anzi. Ci vuole solo pazienza per prenderci la mano.
    Non avevo notato che si potesse ricaricare il ki anche usando le schivate! Ma dimmi un attimo, i due metodi differiscono solamente per il tasto da premere diciamo od ha tutt'altra meccanica?
  • 0van
    0van
    Livello: 8
    Post: 158
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Superspriz

    Anche secondo me non è sbilanciato. Andate a vedere qualche video sul tubo di "kenseiden", i più vecchi probabilmente si ricorderanno ancora i danni di nemici e boss
    Basta anche pensare al tanto snobbato GodHand danni bestiali e combattimento orientato verso l'uno contro uno ma combattimenti spettacolari come pochi.
  • Superspriz
    Superspriz
    Livello: 1
    Post: 168
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Anche secondo me non è sbilanciato. Andate a vedere qualche video sul tubo di "kenseiden", i più vecchi probabilmente si ricorderanno ancora i danni di nemici e boss
  • Choco
    Choco
    Livello: 0
    Post: 3
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Il KI si può anche recuperare dopo la combo (soprattutto se aumentate la stats corrispondente) cliccando R1 con il giusto tempismo o cambiando posa. Addirittura, se fate una buona schivata dopo la combo, questa si collega e sarà più veloce consumando meno KI. Non è gioco per tutti, già.
  • 0van
    0van
    Livello: 8
    Post: 158
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Non penso che i danni siano sbilanciati, ci sono quei colpi che ti tolgono veramente poco anche se eseguiti da dei demoni e poi ci sono quelli che ti tolgono il 90% se non addirittura di oneshottano ma sono cose tipo un fulmine dritto in testa, chiaramente se un nemico ti colpisce mentre stavi premendo un tasto conta come counter e ti fa più danno, la difficoltà sta nel fatto che devi controllare tante piccole cose. Per chi non sa come combattere contro più nemici, bisogna usare la lancia con impugnatura alta e le skill che permetto di eseguire delle spazzate e invece per quanto riguarda il fatto della stamina, il pg non si ferma quando la finisci ma da quanto ho visto succede se vai in negativo, diciamo che non conviene premere il tasto di attacco a raffica.
  • Choco
    Choco
    Livello: 0
    Post: 3
    Mi piace 2 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Ando

    Per me é sbilanciato. Non é possibile che i nemici tolgano così tanto. In più la parata é inutile e legnosa perché anche parando non puoi contrattaccare subito dopo. E il targeting fa schifo.
    I nemici non tolgono tantissimo, bisogna solo equipaggiarsi un minimo. La parata inutile e legnosa? Ma se ci sono tantissimi tipi di parry con skill a seguire? Il targeting fa schifo se non sai nemmeno tenere in mano un gamepad. Ma avete imparato a recuperare il KI con R1 dopo ogni combo fatta? O state spammando il tasto fino a che il nemico non crolla? Se il gioco ha delle meccaniche simili a Dark Souls non significa che dovete giocarci come se fosse lo stesso gameplay.
  • Ando
    Ando
    Livello: 8
    Post: 1099
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Per me é sbilanciato. Non é possibile che i nemici tolgano così tanto. In più la parata é inutile e legnosa perché anche parando non puoi contrattaccare subito dopo. E il targeting fa schifo.
  • ghejoxx
    ghejoxx
    Livello: 3
    Post: 72
    Mi piace 1 Non mi piace -2
    Da quello che ho visto in giro ha sicuramente molto da migliorare, sopratutto vanno riequilibrati i danni e la difficoltà che rasenta la frustrazione. Qui non si parla di gioco punitivo o impegnativo.. qui si parla di masochismo e sadismo allo stato puro che porta alla follia. Il gioco ha del potenziale, ma sarà da vedere come si sviluppera, in particolare per la storia. Sinceramente avrei preferito un gameplay alla Ninja Gaiden, difficile sì, ma non impossibile e così complesso, così mi sembra che si è esagerato un po' troppo. (tra l'altro mi mancano i combattimenti frenetici) Io comunque spero vivamente che questa moda dei giochi alla DS passi presto. Ho paura ha pensare che in futuro ogni gioco action/action GDR segua questa strada (solo perché è di moda), che personalmente mi ha un po' stancato. Mi va bene, il tecnicismo (che poi sono gusti, sinecramente preferisco i combattimenti frenetici), mi va bene il gusto della sfida, ma diamine, i livelli di difficoltà esistono per quello. Ci manca solo che levano pure i salvataggi e poi stiamo a posto.
  • Ruffy90
    Ruffy90
    Livello: 2
    Post: 24
    Mi piace 2 Non mi piace -2
    finalmente un titolo che sembri minimamente stimolante! mi sono stufato di dove settare tutti i giochi alla massima difficoltà per poi scoprire che restano cmq una barzelletta! (e purtroppo mi duole ammettere che i soul non fanno eccezione)..sarò io che sono cresciuto con castlevania,bayonetta, devil may cry, ninja gaiden, viewtiful joe, God hand,kingdom hears e compagnia bella ma i giochi d'oggi sono troppo semplici! Forse l'ultimo titolo che ho giocato che aveva un minimo di sfida è stato Metal Gear Rising
  • Superspriz
    Superspriz
    Livello: 1
    Post: 168
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da mattfeb
    Scusate la domanda, ma come si fa a riparare le armi e le armature? Sempre se si può...
    Devi trovare la cote per le armi, e un altro oggetto per le armature. Entrambi riparano tutte le armi e armature di una certa percentuale.
  • Choco
    Choco
    Livello: 0
    Post: 3
    Mi piace 3 Non mi piace -1
    Ma tutti a lamentarsi della difficoltà? Ahahah che vergogna ragazzi. Hanno semplicemente unito la velocità dei Gaiden e le meccaniche dei Souls, non cosi assurdo. Sono arrivato a livello 40 (katana che scala 250) e oneshotto i primi nemici, finite tutt'è due le missioni e battuti entrambi i boss. Se non avete capito il sistema di combattimento articolato con il KI (pose, ricarica ki, andare out of stamina) evidentemente non fa per voi, potete pure tornare su DS dove ritroverete lo spam party dell'R1. Dark Souls uno si, era difficile... il resto della serie bellissimo, non c'è dubbio, ma anche molto facile per i gamer più esperti. Nioh è una perla, va semplicemente capito.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.