Speciale PlayStation 4 All Access - Recap

A cura di (Valthiel) del
Nel momento in cui state leggendo questo articolo, per gli utenti americani PlayStation 4 è già realtà. In occasione del lancio della nuova console sul suolo a stelle e strisce, mentre noi europei attendiamo fino al 29 novembre con un pizzico di invidia per i giocatori d'oltreoceano, Spike TV ha dedicato un evento completamente dedicato all’uscita della nuova console Sony. Nonostante i proclami e i rumor che serpeggiavano prima della trasmissione, capaci di generare una buona dose di hype legato soprattutto a un fantomatico annuncio bomba di Kojima e ad altre sorprese, in realtà c’è stata pochissima carne al fuoco, comunque sufficiente a stuzzicare l’appetito dei consumatori in vista dei primi importanti titoli in arrivo durante il 2014.

Tra trollaggio e solide realtà
Kojima ce l’ha fatta ancora una volta sotto al naso: ha attirato su di sé tutta l’attenzione, ha fatto in modo che si discutesse su eventuali ritorni di vecchie glorie e poi ha infine promesso di annunciare qualcosa di clamoroso senza che fosse vero. Anche in questo, il caro Hideo si è da sempre dimostrato un gran maestro; d’altra parte, basta solo sentire il suo nome per far drizzare le antenne anche al giocatore più snob del globo. Alla fine della fiera, però, l’annuncio ha riguardato solamente dei contenuti esclusivi per PlayStation 3 e PlayStation 4 legati a Metal Gear Solid V: Ground Zeroes, il prologo di The Phantom Pain che uscirà nella primavera del 2014. Si tratta di “MGS1 Déjà Vu”, una missione speciale ispirata agli eventi narrati nel primo capitolo uscito su PSOne che riprodurrà alcune scene originali di questo immortale classico in stile flashback, con grafica poligonale vintage, condizioni meteorologiche dell’epoca e nemici in veste rigorosamente originale. Ed è davvero tutto qui. Nonostante in molti si aspettassero un colpo di scena finale subito dopo un annuncio che fa indubbiamente piacere agli amanti della saga ma che non ha il potenziale per far gridare di gioia nessuno, è silenziosamente calato il sipario su Kojima, lasciando un po’ tutti con l’amaro in bocca. Ma siamo certi che in seguito, le sorprese - quelle vere - non tarderanno ad arrivare.
L’altra grande previsione era invece legata al nuovo progetto di Naughty Dog su PS4, e stavolta i bookmaker e i soliti ben informati della rete avevano in effetti visto giusto, anche se fino all’ultimo la software house californiana è stata abile nel provare a gettare acqua sul fuoco e smentire tutto per rendere la sorpresa ancora più inaspettata. È però bastato un attimo per capire che si trattava di qualcosa di grosso, tant’è che erano presenti i co-presidenti di Naughty Dog - Evan Wells e Christophe Balestra – a mostrare il primo misterioso teaser di quello che sarà ufficialmente il primo capitolo di Uncharted a essere sviluppato su PlayStation 4. Le informazioni sul nuovo gioco sono pressoché nulle, mentre le supposizioni sono destinate a crescere fino al momento del primo video gameplay che potrebbe arrivare, forse, durante i VGA di dicembre. Innanzitutto, non è stata nemmeno confermata la presenza del prode Nathan, e potrebbe addirittura trattarsi di un episodio completamente incentrato su Sir Francis Drake. Forse a tema piratesco. Ma lo ripetiamo ancora una volta: si tratta di voci, discussioni tra addetti ai lavori, e chiacchiericcio da web, che di ufficiale non hanno assolutamente nulla. Se non altro, Wells ha voluto informare che qualche indizio è rintracciabile proprio attraverso il teaser, accompagnato dalla profonda (e sconosciuta) voce di Todd Stashwick, che interpreterà un personaggio del gioco. L’obiettivo di Naughty Dog, come dichiarato, è naturalmente quello di proseguire la tradizione della serie, segnando un ulteriore passo in avanti a livello di innovazione tecnologica, performance capture e narrazione.

Don’t “Left Behind” your “Second Son”
Prima ancora di mostrare il brevissimo teaser del nuovo Uncharted, Naughty Dog si è concentrata sul DLC story del magnifico The Last of Us. Contrariamente a quanto accade nostro malgrado con le recenti produzioni, questo contenuto aggiuntivo andrà realmente ad arricchire la già splendida trama del gioco, svelando alcuni retroscena sulla vita di Ellie prima che incontrasse Joel durante l’avventura che abbiamo affrontato nella campagna in singolo. In questo DLC chiamato Left Behind, impersoneremo dall’inizio alla fine Ellie durante il periodo della sua permanenza presso il collegio militare della zona di quarantena di Boston. La vispa ragazzina sarà assieme alla sua compagna Riley e la narrazione si focalizzerà in particolar modo sul forte legame che si verrà a creare tra le due, mettendo in luce una serie di eventi che daranno una svolta totale alle loro esistenze. Tutto certamente molto interessante, ma per potercelo gustare, dovremo purtroppo attendere fino alla primavera del 2014.
Non poteva poi mancare un altro dei titoli di punta di PS4, incaricato di essere il motore trainante della seconda ondata di titoli post lancio della console, ossia inFAMOUS: Second Son. Tra gli sviluppatori first party di Sony, Sucker Punch dimostra di essere assolutamente in grandissima forma e il loro gioco è uno di quelli che più di tutti, al momento, dà un reale assaggio del divario generazionale che intercorre tra PS3 e PS4. Ovviamente si parla in riferimento al prossimo futuro, perché è chiaro che nell’ombra, in gran segreto, ci sono dei progetti non ancora annunciati che non vediamo l’ora di scoprire. Intanto, il nuovo protagonista Delsin Rowe, con la sua aria da ragazzotto strafottente, sembra essere il personaggio giusto per sobbarcarsi questo peso sulle spalle. Peso che graverà ulteriormente su di lui quando scoprirà di poter manipolare, dirigere e persino trasformarsi in fumo… e di essere l’obiettivo dell’agenzia governativa DUP. La buona notizia è rappresentata dall’annuncio della data di uscita ufficiale del gioco, che arriverà esattamente il 21 marzo del prossimo anno.
Chiudiamo questo speciale con una notizia che favorisce gli utenti Sony e con una curiosità che riaccende una speranza mai sopita. La notizia è che Bungie ha deciso di far uscire la beta di Destiny su PS3 e PS4 prima di tutte le altre piattaforme - previo pre-ordine del gioco presso uno dei diversi rivenditori che abbracciano l’iniziativa. La curiosità è che Shuhei Yoshida ha affermato di aver giocato a The Last Guardian, pertanto possiamo affermare con un certo margine di sicurezza che il gioco non è affatto un vaporware e che prima o poi (non sappiamo però in quali condizioni) potremo metterci sopra le nostre avide mani. Quando il conduttore ha chiesto a Yoshida con quale pad avesse provato il titolo – “Dualshock 3 o Dualshock 4?” -, il pacioso volto del presidente di Sony si è illuminato con uno sguardo furbesco. Glissando abilmente sull’argomento, la risposta è stata accompagnata con un sorriso divertito: “Non me lo ricordo”. La sensazione, che sta ormai diventando giorno dopo giorno una certezza, è che il titolo sia stato spostato definitivamente su PlayStation 4.
Recensione Videogioco PLAYSTATION 4 ALL ACCESS - RECAP scritta da VALTHIEL L’evento pre-lancio di PlayStation 4 negli Stati Uniti, organizzato da Spike Tv, è stato in verità piuttosto avaro di sorprese. Oltre all’importante annuncio di un nuovo capitolo di Uncharted su PS4 e davvero poco altro di realmente significativo o che potesse spostare gli equilibri in vista di un 2014 che si preannuncia infuocato, si è assistito a un piccolo antipasto prima della scorpacciata dei prossimi eventi. Ai VGA del 6 dicembre, forse, sarà già il momento di vedere qualche world premiere veramente di peso. Hype awaits.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2017 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.