Anteprima di Uncharted 2: Among Thieves

Copertina Videogioco Uncharted 2
  • Piattaforme:

     PS3
  • Genere:

     Action-Adventure
  • Sviluppatore:

     Naughty Dog
  • Data uscita:

     Disponibile
ASPETTATIVE
- Ottimo potenziale tecnico
- Gameplay ottimizzato
- Finalmente giocabile in multiplayer
Loading the player ...
A cura di (Krauron) del
Tralasciando per un attimo gli effetti speciali, gli invitati d’onore e le numerose novità che hanno contribuito alla rifioritura di un E3 per molti dato ormai per spacciato da almeno un paio di edizioni, la questione principale ha riguardato il costante (quanto pericoloso) avvicinamento del videogioco alle pellicole cinematografiche. L’esempio più eclatante è stato indubbiamente Heavy Rain da molti definito un “film interattivo” a tutto tondo, ma un discorso analogo può essere fatto con il seguito di Uncharted, titolo che, elogiato e premiato come uno dei migliori della recente manifestazione losangelina, strizza ancor di più l’occhio alle classiche produzioni hollywoodiane. Questo non è per forza un demerito, intendiamoci, tuttavia si avverte una maggiore propensione alle dinamiche action che va di pari passo con un ridimensionamento di quelle platoform ed esplorative. Insomma, se prima il signor Drake era paragonabile alla celebre Miss. Croft, ora sembra giocarsela alla pari con Mr. Fenix. Scopriamo insieme cosa ci riserverà il futuro.

Born to kill
Per definire meglio i contenuti di questo secondo capitolo basta notare, giusto come esempio, la volontà degli sviluppatori di articolare determinate sequenze in maniera profondamente diversa rispetto alla filosofia di base che si respirava nel primo episodio. Ora non ci troviamo in una foresta selvaggia e incontaminata, disseminata di numerosi segreti, bensì in un ambiente urbano caratterizzato da continui conflitti di fuoco. Ovviamente non si può giudicare un titolo dalle poche sequenze mostrate, ma è innegabile che, già dal primo impatto, i cambiamenti risultino quantomeno evidenti.
Cambiamenti che acquistano consistenza davanti gli occhi estasiati della pletora di addetti del settore, e non, di fronte alla riproduzione di alcune scene di gameplay in cui Nathan appare in forma smagliante. Un livello grafico così eccelso in ogni sua sfaccettatura non è così semplice da riscontrare nei titoli attuali, considerando non solo la promettente qualità delle texture implementate ma anche i bilanciati giochi di chiaroscuro che conferiscono maggiore plasticità e realismo ad ogni singolo oggetto o persona riprodotta. Inoltre, forse con una punta eccessiva di orgoglio, un rappresentante di Naughty Dog ha voluto catalizzare l’attenzione dei presenti sulla vastità e la cura dell’orizzonte visivo, dimostrando che nessuno può vantare di avere l’esclusiva quando si parla di scenografie di prim’ordine e cura per i dettagli. La classica quiete prima della tempesta che si interrompe drammaticamente quando, in compagnia della bella Chloe, saremo presi di mira da un elicottero armato di tutto punto che intende crivellarci di colpi. Sono in questi momenti che si denota la bontà del motore grafico, che si lascia apprezzare per le routine di danneggiamento degli edifici e di tutti gli altri elementi poligonali; il tutto mentre tentiamo, a tambur battente, di fuggire dal fuoco aereo e, al contempo, di essere più rapidi possibili nel saltare da appoggio ad appoggio prima che questi vengano a cedere. Come se non bastasse saremo anche costretti a far fuoco a nostra volta su alcuni avversari che occuperanno aree chiave del tetto di un edificio. Il ronzio dell’aria attraversata da un nugolo di proiettili è insostenibile, così come il vento delle pale dell’elicottero che fa ondeggiare oggetti ed alcune piante nelle immediate vicinanze. Decidiamo così di infilarci in un palazzo vicino, ma è una mossa avventata che ci proietta nella classica situazione del topo in trappola.

Mordi e fuggi
Corriamo in un corridoio, ma ecco che una parete salta letteralmente in aria e noi con essa. A terra riusciamo a rotolare su noi stessi evitando l’ennesimo attacco di quella ferraglia volante che proprio non ne vuole sapere di lasciarci in pace. Arriviamo così in una stanza tappezzata di uomini pronti a trasformare il nostro corpo in cenere, così decidiamo di proteggerci dietro a tutto ciò di utile che troviamo sul nostro cammino. La situazione sembra volgere per il peggio fino al momento in cui l’elicottero non distrugge una facciata del nostro palazzo, coinvolgendo in un turbine di morte gli stessi avversari. Ringraziamo questo inaspettato deus ex machina e ci gettiamo al piano inferiore pregando per un altro colpo di fortuna. Purtroppo l’elicottero non gradisce questa mossa e decide di passare così alle maniere forti, sganciando un paio di missili. Le strutture portanti non reggono l’impatto e l’intero edificio collassa portando a conseguenze ben più gravi. L’effetto scaturito lascia a bocca aperta, con tutti gli orpelli di contorno che precipitano, mentre noi approfittiamo dell’inclinazione dell’abitazione per gettarci nell’altro palazzo interessato dalle esplosioni. La scena si conclude con i due eroi baciati dalla dea bendata che riprendono fiato in un climax di fiamme e fumo.
Come è possibile constare dalla descrizione di queste sequenze mozzafiato, sembra davvero di stare comodamente al cinema, ammirando una delle classiche produzioni hollywoodiane ricche di effetti speciali. Affermazione non molto distante dalla realtà che, riproposta in chiave videoludica, si traduce anche in tutta una serie di piccoli dettagli che a una visione superficiale possono sfuggire. Uno di questi è la presenza di uccisioni stile stealth, con Nathan che di soppiatto si avvicina alla preda e la finisce con pochi colpi. Utile quando non si vuole creare troppo baccano oppure quando non si hanno i mezzi a disposizione per rispondere ai distruttivi attacchi ricevuti. Migliorato, inoltre, il sistema di lancio delle granate, probabilmente (e definitivamente si spera) deputato ad un sistema di controllo più affidabile, mentre dal lato delle “guest star” non mancano il loquace Sully e la temeraria Elena, quasi certamente rivale d’amore dell’affascinante Chloe. Personaggi che dovrebbero far parte anche della sessione multiplayer, vero fiore all’occhiello di questa produzione.
Alla fiera si è potuta ammirare la classica modalità “tutti contro tutti”, dove sarà di fondamentale importanza assumere atteggiamenti guardinghi per non essere colti di sorpresa e quella “competitiva” che sottolinea la necessità di collaborare con i compagni in rete per arrivare al reperimento di un particolare tesoro da sottrarre ai rivali. In questi frangenti si deve sempre stare accorti a rianimare in tempo gli alleati caduti e a ragionare come squadra piuttosto che come singolo. Ovviamente è prematuro parlare di lag ed affini, anche se siamo certi che nei prossimi mesi ogni aspetto tecnico potrà essere ampiamente ottimizzato e corretto ove necessario.
Recensione Videogioco UNCHARTED 2: AMONG THIEVES scritta da KRAURON Uncharted 2 rappresenta, a tutti gli effetti, la quintessenza della categoria action: nessun attimo di respiro e sparatorie senza sosta. Siamo curiosi di scoprire quanto la natura di sparatutto influirà sul risultato finale e quanto (o se) andrà ad abbracciare momenti più riflessivi. Per ora possiamo rassicurarvi sull’effettiva solidità del progetto e sul suo livello qualitativo che appare considerevole. In attesa di approfondire meglio gli elementi che contraddistinguono questa produzione ludica vi invitiamo a restare sintonizzati su Spaziogames per tutti i futuri aggiornamenti.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.