Recensione di Flower

Copertina Videogioco Flower
  • Piattaforme:

     PS3
  • Genere:

     Simulazione
  • Sviluppatore:

     Thatgamecompany
  • Costo:

     € 7,99
  • Data uscita:

     Disponibile - 29 Novembre 2013 (PS4)
- Stilisticamente eccellente
- Concept originale...
- Sonoro d'atmosfera
- Troppo semplice
- ...non adatto a tutti
- Longevità molto limitata
Loading the player ...
A cura di (Star Platinum) del
I videogames ed i diversi generi che compongono il mercato videoludico sono sempre più soggetti ad una sorta di omologazione. Eppure esistono ancora degli sviluppatori costantemente alla ricerca di nuove soluzioni e concept, capaci di percorrere strade innovative, originali, certe volte anche rischiose, atte a proporre al grande pubblico esperienze ludiche coinvolgenti che, anziché riproporre in modo stantio qualcosa di già visto, provano a sperimentare soluzioni inedite capaci acnora una volta di stupire il giocatore.
A questo obbiettivo si può giungere puntando tutto sulle potenzialità tecniche di una console, oppure decidendo di sperimentare meccaniche di gioco originali e, a tratti, addirittura capaci di disorientare il giocatore abituato a cliché ormai consolidfati. E' probabilmente seguendo questo input che i geniali sviluppatori di thatgamecompany si sono messi nuovamente all'opera pubblicando per PlayStation Network Flower, titolo che irrompe sui nostri schermi con prepotenza e, allo stesso tempo, con l'eleganza "del vento", pronto a regalare ore di sano divertimento a tutti i possessori di PS3. Siete pronti a provare delle emozioni?

Dal mio soffio nascerà la vita
Rispetto a molti giochi, in Flower non vi ritroverete a controllare direttamente un soggetto ben identificato, ma impersonerete qualcosa di ben più astratto: il vento. Attraverso questo enorme potere dovrete cercare di portare un po' di colore dove l'uomo ha di fatto reso sterile il territorio. Per compiere la "missione" sarà sufficiente che, inizialmente, riusciate a trasportare di zona in zona un unico petalo, attraverso il quale sarete in grado di risvegliare dal torpore numerose altre specie di fiori dando origine ad una fioritura sempre più intensa. Il tutto visitando sei ambientazioni che rappresentano altrettante zone dalle caratteristiche sempre più difficili e dove l'opera della natura avrà sempre maggior bisogno del vostro aiuto. Un ruolo determinante in tal senso è stato affidato alle caratteristiche del Sixaxis, grazie al quale potrete seguire la corrente e spingervi nelle zone più difficili attraverso dolci e semplici traiettorie in piena autonomia. In base ai punti in cui transiterete sarà possibile risvegliare differenti tipologie di fiori che saranno in grado di accompagnarvi supportandovi con un contributo più o meno consistente in base alle caratteristiche di cui essi disporranno. Il gameplay così raccontato potrebbe rsultare di difficile interpretzione, tuttavia è bene precisare che lo stesso gioco non accompagna l'utente attraverso alcun tipo di tutorial, ma lo spingerà subito al centro di un'atmosfera particolare in cui come e cosa fare risulterà chiaro solo con il trascorrere dei minuti, di pari passo con un ritmo che crescerà sempre più d'intensità risultando elevato ma allo stesso tempo rilassante, come. Non lasciatevi ingannare però dalle apparenze, perché Flower sconvolgerà il vostro modo di concepire i videogames e vi sorprenderà mostrandovi come il tutto possa diventare immediatamente semplice. Il gioco si traduce quindi in un insieme di "suggestioni sensoriali" che andranno a toccare vette di giocabilità pura. Peccato per il livello di difficoltà praticamente inesistente, che di fatto limita la longevità in modo evidente.

Uno stile che si fonde con la natura
Gli sviluppatori, nel definire una meccanica così fluida e aperta, riescono con grande maestria a rendere ogni aspetto scorrevole e assolutamente piacevole in quanto a ritmo, senza l'ansia di giungere alla fine ma anzi con il timore che il tutto giunga troppo presto a compimento. Questo è probabilmente il principio base che regola questo prodotto, facendone un titolo a tratti imperdibile. Dal punto di vista della longevità, come già accennato in precedenza, non si può non valutare Flower con il giusto distacco critico, neppure prendendo in considerazione i quattordici premi da ottenere a parziale consolazione delle sole sei aree visitabili. Eppure nonostante questo difetti limitino in parte il giudizio finale, abbiamo ammirato tutto il resto ad iniziare dal valido comparto tecnico di cui il gioco è dotato, non tanto in termini di pura potenza espressa quanto di fascino.
Lo stile attraverso cui vengono presentate alcune ambientazioni porta il giocatore ad interpretarle quasi come reali, come se appartenessero ad una concreta esperienza sensoriale fatta di immagini e suoni. Attraverso il sottile filo che lega ogni elemento, dal design agli effetti grafici, dalla palette cromatica alle animazioni legate all'ottimo supporto del controller della PS3, il tutto regala un'immersione quasi magnetica che, a gioco concluso, porta il giocatore a riflettere sul vero significato di divertimento.
Ancora una volta gli sviluppatori dimostrano di saper andare oltre quegli schemi statici imposti da marketing e politiche commerciali, proponendo un titolo divertente ed originale che riesce ad appassionare descrivendo con personalità e qualità tecniche ogni dettaglio, soffio di vento, sfumatura di colore. Si tratta indubbiamente di uno dei migliori giochi disponibili su PlayStation Network, dotato di una carica di coinvolgimento che si potrebbe definire quasi poetica e in grado di far riflettere ben oltre il tempo di una semplice sessione in game. Se tutto ciò si fosse accompagnato anche un livello di sfida più elevato il giudizio finale sarebbe potuto essere ancor migliore, ma a conti fatti non è il tempo a decretare il successo di un titolo, ma ciò che questi riesce a trasmettere. E in tal senso Flower compie pienamente il proprio dovere.
Recensione Videogioco FLOWER scritta da STAR PLATINUM Non si può dare un giudizio su Flower senza rischiare d'essere riduttivi o di interpretare in maniera sbagliata le peculiarità che lo caratterizzano in maniera così originale. Un titolo indubbiamente fuori dagli schemi, che ha saputo affacciarsi in un mercato videoludico sempre più popolato da produzioni fin troppo simili tra loro, lasciando un segno chiaro e distintivo, tanto che risulta quasi impossibile racchiuderlo all'interno di un qualsivoglia genere. Interessanti e numerosi appaiono gli spunti che, attraverso la particolare meccanica di gioco adottata, saranno proposti al giocatore, mescolando elementi così innovativi da risultare, a prima vista, quasi spiazzanti.
La realizzazione tecnica, splendida per design e musiche, concede poco alla normalità, proponendo uno spettacolo d'alto livello che risulta ridimensionato solo da una longevità davvero modesta e da un gameplay che potrebbe non riuscire ad offrire in maniera uniforme i giusti stimoli.
Si tratta indubbiamente di un gioco interessante: lasciate che per una volta siano le vostre sensazioni a scegliere e forse potrete godere di una delle più belle esperienze videoludiche degli ultimi tempi.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.