Recensione di LittleBigPlanet

Copertina Videogioco LittleBigPlanet
  • Piattaforme:

     PS3
  • Genere:

     Platform
  • Sviluppatore:

     Media Molecule
  • Distributore:

     Sony
  • Giocatori:

     1-4
  • Data uscita:

     20 Novembre 2009
- Stile assolutamente unico
- Editor completissimo
- Voce guida in italiano maestosa
- Infinito grazie ai livelli scaricabili...
- ...storia non lunghissima
- Salti su asse Z inizialmente ardui
Loading the player ...
A cura di (Shiryo) del
Benvenuti in LittleBigPlanet!
LittleBigPlanet è un platform davvero molto particolare. Il giocatore impersona un pupazzo di stoffa chiamato Sack Boy, una sorta di bambolina vodoo animata capace di assumere le espressioni più assurde e di muoversi in maniera esilarante attraverso il semplice utilizzo di tutte le funzionalità del controller Sixaxis. Premendo i tasti dorsali del pad abiliteremo infatti il controllo degli arti del nostro pupazzo, a cui daremo vita attraverso lo spostamento degli stick analogici, rispettivamente sinistro per il braccio sinistro e destro per il destro. La rotazione del controller Sixaxis permetterà, invece, di muovere testa e bacino del personaggio, in modo da controllarne la mimica alla perfezione. Ovviamente un personaggio tanto carismatico non poteva mancare di un espressività adeguata, ed è per questo che premendo una delle direzioni del D-pad, gli faremo assumere espressioni incredibili, spaziando attraverso una serie di emozioni che vanno dalla felicità alla tristezza.
Muoversi per gli scenari è un tripudio di giocabilità allo stato puro: ad accompagnare i classici elementi platform come salti improbabili e nemici da eliminare colpendone alcuni punti vitali (normalmente con il classico salto sulla testa), c’è la possibilità di spostarsi su tre livelli orizzontali per aggirare ostacoli di varia natura. Lo spostamento può essere eseguito sia da fermi che durante un salto: questo consente di ampliare la profondità del gioco, rendendolo una sfida interessante anche ai giocatori più avvezzi al genere che dovranno quindi gestire i balzi non solo in distanza ma anche in profondità. La possibilità di giocare in multigiocatore sino a 4 utenti si rende fondamentale, oltre che divertente, qualora decidessimo di recuperare tutti i pezzi sparsi per un livello. Alcuni puzzle, per quanto semplici, richiederanno infatti la presenza di almeno due umani capaci di interagire con gli interruttori presenti per aprire varchi e raggiungere particolari oggetti altrimenti off-limits.

Vivere un sogno
Un protagonista tanto incredibile non potrebbe certo aggirarsi per mondi realistici e noiosi, ed è per questo che il buon Sack Boy fa conoscenza del Re dei giardini, estroso personaggio che ci farà entrare nel suo incredibile pianeta. Ai 25 livelli che compongono la modalità storia si affiancano più di 20 aree composte da minigiochi e minilivelli non obbligatori, il tutto diviso nei 5 continenti che compongono il mondo di LittleBigPlanet ci vedranno visitare numerose e variegate ambientazioni: si passa da giardini colorati a savane in cui incontreremo animali incredibili, proseguendo poi per miniere e canyon abbandonati che riporteranno alla mente le spaventose Black Rides dei migliori parchi giochi, fino ad arrivare in terre ricoperte di ghiaccio. Attraversando poi castelli orientali in cui dovremo muoverci come un provetto Ninja, camminando tra danzatrici e serpenti, visiteremo ambientazioni tipiche delle produzioni di Tim Burton con scheletri, mostri e musiche capaci di coinvolgere emotivamente il giocatore senza per questo tradire lo spirito umoristico di fondo.
Terminare ogni livello ci permetterà di proseguire verso il seguente, in un turbinio di compiti demenziali che fanno solo da sfondo a quello che è lo scopo principale del gioco, ovvero raccogliere sfere utili a racimolare punti e soprattutto adesivi ed oggetti con cui potremo modificare l’aspetto del nostro Sackboy rendendolo unico, abbellire il nostro POD (ovvero la scatola di cartone da cui possiamo osservare l’intera galassia di LittleBigPlanet che farà da menù per l’accesso alle varie opzioni del gioco) oltre che creare nuovi livelli. Adesivi ed oggetti raccolti avranno però anche un impatto a livello di gameplay: trovare animali mancanti di un pezzo e completarli, oppure appiccicare un adesivo ricolorando un personaggio o un muro rovinato, ci faranno ottenere l’accesso a particolari oggetti segreti. Durante il proseguire della storia, il gameplay classico viene spezzato dalla presenza dei già citati minigiochi, tutti davvero divertenti, che vanno dal raggiungere traguardi in un tempo limite, a risolvere semplici enigmi tramite l’utilizzo di apposite leve.
Utili a spezzare il ritmo prettamente platform dei livelli, oltre che i simpatici mini-games, troveremo durante il nostro viaggio anche dei mezzi da guidare che spaziano da potenti automobili a macchine volanti simili a mongolfiere, passando per slitte con cui sfrecciare sui ghiacci o addirittura un JetPack, grazie al quale è possibile spiccare il volo per risolvere piccoli enigmi ambientali.

Tecnicamente unico
Quello che stupisce di LittleBigPlanet è l’incredibile qualità tecnica a corredo del gioco e la creatività con cui gli ambienti sono realizzati: non solo la grafica è incredibilmente dettagliata e tale da riprodurre al megliogli oggetti di cui le ambientazioni sono composte, siano essi tessuti, legno, piante o spugne, ma anche la fisica degli oggetti e la gravità influiscono in maniera realistica su ogni oggetto presente a schermo. Premendo il tasto R1 potremo afferrare oggetti o aggrapparci su materiali che permettano la presa. Afferrando, ad esempio, un oggetto spostabile su cui si estende una pila di materiali e tirandolo via, vedremo l’intera pila cadere nel più realistico dei modi. Una cosi sviluppata realizzazione delle leggi fisiche non è assolutamente un fattore puramente estetico, anzi sarà motivo principale di sfida nel proseguire dei livelli, quando avremo a che fare con colonne di ghiaccio che si rompono al nostro passaggio, oppure pezzi di domino sui quali correre prima che cadano.

Crea la tua Luna
La Terra, in una versione assolutamente umoristica e unica, è il mondo creato dagli sviluppatori di LittleBigPlanet, ma anche la nostra creatività merita uno spazio tanto grande dove nascere e svilupparsi, ed è per questo che abbiamo a disposizione l’intera Luna da personalizzare. Personalizzazione è infatti una delle parole chiave di questo titolo come dimostra il profondissimo editor di livelli che ci permetterà di creare nuove zone da percorrere partendo da pre-set esistenti e liberamente modificabili, oppure da un livello completamente vuoto.
Una volta entrati nell’editor ci troveremo automaticamente nella modalità creazione, dove avremo la possibilità di fluttuare nell’aria in modo da raggiungere velocemente ogni area del livello in lavorazione e posizionare oggetti che rimarranno sospesi in aria senza l’influenza di alcuna legge fisica. Premendo il D-pad verso il basso abiliteremo in tempo reale la modalità di gioco standard e torneremo quindi a camminare e correre normalmente; anche gli oggetti eventualmente sospesi torneranno a reagire alla forza di gravità in maniera realistica. Qualora ci accorgessimo di un errato posizionamento di un oggetto o volessimo ripetere una serie di eventi a catena, basterà premere il D-pad a sinistra per riavvolgere il tempo di qualche secondo, nonché lo stesso D-pad verso l’alto per tornare in Play o mettere in pausa.
Gli strumenti a disposizione sono vastissimi e permettono di creare oggetti per lo scenario completamente da zero attraverso l’utilizzo di particolari formine, piazzare appositi switch che modificheranno il posizionamento della telecamera o riprodurranno suoni e musiche al passaggio del protagonista, incollare pezzi di scenario per muoverli in gruppo e molto altro.. le possibilità sono davvero infinite, limitate solamente a quanti pezzi, materiali, oggetti ed adesivi abbiamo recuperato nella modalità storia.
La possibilità di giocare multiplayer anche le fasi di creazione permette ai giocatori di trovarsi online e lavorare insieme ad un nuovo livello come una squadra di operai specializzati, riducendo abbondantemente i tempi di realizzazione.
Se la longevità del gioco apportata dalla modalità storia potrebbe non essere immensa, diventa infinita grazie alla possibilità di condividere le proprie creazioni e scaricare quelle degli amici, cosi da vivere ogni giorno nuovi livelli creati dalle menti più pazze del PSN. Sarà possibile scaricare e giocare livelli interamente, votandoli attraverso un particolare sistema di preferenza e filtrando i livelli disponibili per autore qualora ne avessimo trovato uno preferito. In questo modo nasce una naturale classificazione dei contenuti migliori e quindi dei livelli maggiormente meritevoli di essere vissuti; sempre considerando che sono in previsione dei contenuti scaricabili prodotti da grandi case come Disney che apporteranno sicuramente ulteriore longevità e qualità al titolo, da considerare quindi un “progetto in continua evoluzione” più che un gioco fatto e finito.
Davvero interessante la possibilità di inserire nei nostri livelli creati, dei premi per chi li affronterà, che spaziano da piccoli oggetti a creazioni originali, raccoglibili come le normali bolle del gioco. Ottima idea utile a motivare ulteriormente gli utenti ad affrontare le folli creazioni della community.
Recensione Videogioco LITTLEBIGPLANET scritta da SHIRYO Con la sua apparente semplicità, LittleBigPlanet riesce a catturare il videogiocatore in un mondo unico obbligandolo più volte a dire la classifica frase “giuro che questo è l’ultimo livello che gioco”. La longevità della modalità storia è piuttosto limitata se paragonata ad altri storici platform, ma la presenza dell'editor compensa alla grande questa carenza, soprattutto grazie alla possibilità di condividere livelli con gli altri utenti, e considerando le previsioni di Downloadable Content firmati da grandi nomi.
Impossibile non consigliare un gioco come LittleBigPlanet a chiunque ami i platform o i videogame in generale: immancabile nella collezione di qualsiasi possessore di Playstation 3, il titolo prodotto da Media Molecule ha tutte le carte in regola per diventare uno di quei titoli di cui ci ricorderemo a lungo… in fondo abbiamo tutti bisogno di sognare!
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.