Recensione di Marvel: La Grande Alleanza

Copertina Videogioco Marvel U.A.
  • Piattaforme:

     PS3
  • Genere:

     Azione
  • Sviluppatore:

     Raven Software
  • Distributore:

     Activision
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1-4
  • Data uscita:

     Disponibile
- Quasi tutti gli eroi e i supercattivi dei fumetti Marvel
- Grande varietà di customizzazione dei personaggi e delle tecniche di lotta
- Buona longevità
- Cooperativa sia offline che online
- Grafica da old gen in alta risoluzione
- Alla lunga può risultare ripetitivo
A cura di (AWesker) del
E' ormai evidente che il mondo Marvel sia tornato alla ribalta, grazie soprattutto alle pellicole cinematografiche dedicati a molti eroi di questi comic (tanto per citare quelli usciti/in uscita quest'anno: Spider-Man 3, I Fantastici Quattro: Rise Of Silver Surfer e Ghost Rider). Ovviamente questo fenomeno di riflesso ha coinvolto l'ambiente videoludico, prima di tutto con i tie-in ispirati ai film, ed in secondo luogo con veri e propri titoli indipendenti dedicati alle varie icone Marvel.
Già rilasciato per un gran numero di console e Personal Computer lo scorso novembre, Marvel: La Grande Alleanza torna nella sua versione PlayStation 3 giusto in tempo per il debutto della nuova macchina Sony in Europa. Il titolo Raven Software (già autrice del buon X-Men Legends) si propone di fare la felicità di tutti coloro che hanno passato la propria infanzia in compagnia dei fumetti Marvel, raccogliendo in esso una ragguardevole quantità di personaggi tratti dalle serie più famose al mondo. Sarà bastato per confezionare un prodotto all'altezza del nome che porta? Vediamolo insieme.

Tutti contro il dottor Destino
La storia alla base di Marvel: La Grande Alleanza è abbastanza banale e prevedibile. Il Dr. Destino ha raggruppato sotto la sua guida molti supercattivi dando origine ad una lega, il cui primo atto offensivo è quello di attaccare un velivolo della S.H.I.E.L.D.. Fortunatamente in suo soccorso arriva un coalizione di supereroi composta inizialmente da Spider-Man, Thor, Wolverine e Capitan America, e, aiutati dal direttore della S.H.I.E.L.D., Nick Fury, riescono a salvare il possibile e ad organizzarsi per istituire una controffensiva per riuscire a contrastare i malefici piani del Dr. Destino e la sua cricca di criminali.

Massacri per quattro giocatori
Il gameplay di Marvel: La Grande Alleanza si può definire come quello di un classico picchiaduro a scorrimento che tanto andavano in voga negli anni '90, con una spruzzata di caratteristiche prese dal mondo degli RPG. Infatti il giocatore dovrà scorrazzare per i vari livelli scegliendo un team composto da quattro membri; un pizzico di strategia dovrà essere utilizzata nella loro selezione, in quando ognuno di essi presenta peculiarità uniche e quindi bisognerà equilibrare un po' la nostra squadra per renderci più letali contro le orde di nemici che dovremo affrontare. Proseguendo nella nostra avventura, guadagneremo punti esperienza utili per passare di livello, diventando più potenti e acquistando nuove abilità. Ovviamente non solo i componenti del nostro gruppo aumenteranno le proprie capacità, ma anche quelli lasciati “in panchina”, seppur in modo decisamente più lento. Ogni eroe possiede otto o più poteri speciali da sviluppare, alcuni di essi inaccessibili finchè non raggiungeremo una certa esperienza, inoltre sarà possibile acquisire fino a tre costumi, in modo da cambiare il look dei nostri beniamini e donare loro alcune capacità speciali. Il numero di eroi a nostra disposizione è davvero alto, si va dai quattro iniziali già accennati a “I Fantastici Quattro”, Iron Man, vari X-Men, Moon Knight, Luke Cage, Spider-Woman, Deadpool, Blade, Dr.Strange, Ghost Rider e Silver Surfer, mentre i “cattivi” annoverano tra le loro file Ultron, il Mandarino, Mephisto, Loki e Galactus e altri ancora.
La telecamera di gioco è posta in alto e ci consente di fornirci una buona visuale dell'ambiente in cui ci stiamo aggirando, così come la posizione dei nemici più vicini. Potremo selezionare in qualsiasi momento quale dei quattro eroi controllare personalmente, mentre gli altri tre ci aiuteranno utilizzando l'I.A. sviluppata dai programmatori. In presenza di un punto di salvataggio potremo inoltre cambiare i componenti della nostra squadra se desidereremo provare nuovi personaggi o combinazioni. I livelli sono abbastanza lineari, con qualche elemento distruttibile e semplici enigmi da risolvere per proseguire, tipicamente tramite attivazione di interruttori o spostamento di oggetti. Le ambientazioni, com'era doveroso aspettarsi, sono prese pari pari dall'universo Marvel, come il regno di Mephisto, Adgard, il palazzo del Mandarino, la terra degli Skrull e il castello del Dr. Destino. Ovviamente i nemici da affrontare puntano più sulla quantità che la qualità, infatti non mostrano l'utilizzo di tecniche particolarmente avanzate per ingaggiare i combattimenti, quindi dovremo limitarci ad attaccarli non appena li vedremo avvicinarsi. Al contrario gli scontri con i boss avranno bisogno di maggior uso di materia grigia per sfruttare a nostro vantaggio i loro punti deboli.
I sensori di movimento inseriti all'interno del controller SixAxis di Playstation 3 sono utilizzati in maniera marginale, principalmente per direzionare dove lanciare un avversario dopo averlo preso, oppure in alcuni casi serviranno per risolvere alcuni puzzle, come il disarmo di una bomba, oppure dei minigiochi QTE durante gli scontri con alcuni boss.
La longevità è garantita dalla durata dell'avventura principale, stimabile sulla ventina di ore, e dalla modalità online, che ci permetterà di giocare con altri tre nostri amici posti in ogni parte del mondo.

Aspetto Tecnico
Del punto di vista grafico, Marvel: La Grande Alleanza mostra chiaramente che è un titolo pensato principalmente per la passata generazione di console. Infatti il numero di poligoni a video non è altissimo, così come il dettaglio delle ambientazioni. Degni di nota invece gli effetti speciali implementati, in particolar modo quelli particellari. Peccato che il tutto soffra fin troppo spesso di cadute di frame rate che alla lunga potrebbero infastidire. Va doverosamente segnalato il supporto alla risoluzione 1080p.
Sul fronte sonoro ci sono alti e bassi, la componente migliore è senza dubbio identificabile nella soundtrack che offre un ottimo sottofondo alle nostre scorribande, mentre il doppiaggio in inglese (sottotitolato in italiano) non è particolarmente brillante.
Recensione Videogioco MARVEL: LA GRANDE ALLEANZA scritta da AWESKER In definitiva, Marvel: La Grande Alleanza è decisamente un buon titolo, che saprà appassionare tutti i nostalgici dei cari e vecchi picchiaduro a scorrimento, oltre ai fan delle varie saghe Marvel. Dotato di una ottima longevità e di una buona giocabilità, purtroppo il titolo pecca nella realizzazione tecnica, decisamente non all'altezza della nuova console Sony, specialmente per il frame rate ballerino. Consigliato soprattutto se avete la possibilità di giocarlo insieme a degli amici, sia in locale che online.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.