Recensione di God of War: Ascension

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     PS3
  • Genere:

     Azione
  • Sviluppatore:

     Santa Monica Studios
  • Distributore:

     Sony
  • Data uscita:

     13 marzo 2013
8.5
Voto lettori:
8.0
- Tecnicamente eccezionale in molte occasioni
- Miglioramenti adeguati alle meccaniche offensive
- Il multiplayer ha del potenziale
- Presenta un maggior numero di puzzle e fasi esplorative
- La difficoltà Titan è la più alta mai vista in un GoW
- Singhiozzi inaspettati nel comparto tecnico
- Meccaniche difensive fallate
- Verso fine campagna c'è un picco di difficoltà estremamente mal calcolato
- Narrativa insulsa
- Boss fight meno ispirate e indimenticabili del solito
Loading the player ...
A cura di Aligi Comandini (Pregianza) del
Un personaggio non deve necessariamente avere una caratterizzazione complessa quanto un acceleratore di particelle per essere amato. Questa regola è particolarmente vera nel mondo dei videogiochi, dove spesso e volentieri i protagonisti sono semplici proiezioni di uno stato mentale, o eroi muti che parlano tramite le loro azioni e con cui il giocatore tende a identificarsi. 
Kratos è la rabbia. Il guerriero spartano creato dai Santa Monica Studio ha sempre rappresentato una cosa sola, una furia inarrestabile pronta a vendicarsi di tutto e tutti, al solo scopo di raggiungere una fuggente pace dello spirito, sempre più lontana ad ogni massacro compiuto. Il nostro è stato protagonista negli anni di una delle serie più apprezzate in assoluto dai videogiocatori, God of War, e ad ogni uscita è riuscito a portare al limite quella o quell’altra console, stupendo tutti con le sue epiche scene e il suo solido gameplay. Era praticamente una certezza che Sony avrebbe chiuso il ciclo Playstation 3 con un ultimo capitolo della serie, nonostante il terzo episodio principale avesse chiuso quasi definitivamente le vicende del nostro eroe. La scelta è quindi caduta su un prequel di nome God of War: Ascension, ambientato prima del titolo che diede il via a tutto e per la prima volta dotato di multiplayer. 
Gli sviluppatori della software house americana sono maestri nella creazione di titoli visivamente eccezionali e curati in modo maniacale, ma i dubbi su Ascension erano comunque parecchi, sia per la sua natura un po’ forzata, sia per l’enfatizzazione dell’online come “grande novità distintiva” del prodotto.
Sarà un altro titolo storico, o Kratos inizia a sentire il peso degli anni?


Le furie che catturarono la furia
Partiamo da quello che è sempre stato il fattore meno significativo nei God of War, la narrativa. Per quanto indubbiamente epica e non priva di momenti spettacolari, la storia del generale spartano Kratos è fin dal principio una semplice scusante per giustificare un massacro di mostri mitologici e divinità, partita decentemente con il primo capitolo e sforata nell’eccesso con il terzo. Ascension aveva una concreta possibilità di migliorare la situazione, perché, in quanto prequel, avrebbe potuto mostrare quel lato umano del protagonista che era sfuggito ai capitoli precedenti, vanificato dalla troppa ira delle sue azioni. Purtroppo gli sceneggiatori di Santa Monica hanno messo in piedi una trama dimenticabile, che non solo non approfondisce il passato del guerriero a dovere, ma si limita a mostrare i suoi tormenti solo in poche scene d’intermezzo abbastanza banali. La premessa inoltre copre un periodo molto limitato della vita di Kratos, narrando soltanto della sua cattura per mano delle furie, terribili creature dai poteri divini decise a punire chiunque abbia reciso un patto, e del tentativo del nostro di spezzare il legame con il dio della guerra Ares.  

Tecnica del canguro di Sparta
God of War non è divenuto famoso solo per i QTE e le stratosferiche boss battle, ma anche grazie al suo granitico sistema di combattimento, accessibile e comunque in grado di donare più di una soddisfazione ai videogiocatori abituati a meccaniche complesse. Il gameplay della saga è però leggermente sopravvalutato, presenta infatti alcuni elementi che lo rendono meno tecnico rispetto a quello di altri action hack’n slash, e rendono difficile bilanciare l'aggressività dei nemici. La principale magagna risiede nella schivata posizionale, che non dà invulnerabilità limitata a Kratos in partenza e si limita a spostarlo velocemente di qualche metro. E’ una scelta mantenuta in tutti i capitoli, ma rende problematico inserire battaglie con larghi gruppi di nemici dai pattern e dagli attacchi variegati, perché non permette di difendersi da assalti multipli in contemporanea. In God of War: Ascension la cosa è parzialmente arginata dalla presenza di una parata alquanto efficace, utilizzabile in mezzo a una combo rapida e durante la quale (una volta sbloccata l’abilità necessaria) è persino possibile eseguire una comoda parry con contrattacco, tuttavia la risposta del comando per il counter non è sempre impeccabile e Kratos si immobilizza quando lo attiva, divenendo un bersaglio facile per nemici molto mobili con la tendenza ad aggirare.


Problemi difensivi a parte, in offesa Kratos ha invece ricevuto una spolverata non indifferente, che risulta peraltro molto ben riuscita in certi aspetti. Innanzitutto il protagonista userà sempre e solo le Lame del Caos per tutta la campagna, senza nuovi gingilli sbloccabili ammazzando boss. Le combinazioni potranno però venir modificate “equipaggiando” specifici elementi, ottenuti grazie a dei bracieri divini. Le forze naturali utilizzabili sono quattro: fuoco di Ares, fulmine di Zeus, spirito di Ade, e ghiaccio di Poseidone, e ognuna di queste potrà venir potenziata con le anime dei nemici per ottenere nuovi attacchi speciali e poderose magie ad area. Usando i direzionali si potrà inoltre cambiare elemento mid-combo, così da ottenere serie di colpi spettacolari sfruttando le specifiche caratteristiche del potere scelto. Una rinnovata barra della rabbia, riempibile solo a forza di attacchi continuati e capace di potenziare i colpi, chiude il cerchio, favorendo uno stile di gioco più attento del solito.
Un altro interessante cambiamento riguarda le armi secondarie lasciate a terra dei nemici. Queste ora restano in uno slot a parte, e sono utilizzabili a piacere finché non vengono scartate con un attacco dedicato che stordisce gli avversari.  
L’ultima modifica, e forse una delle più importanti, riguarda la capacità di Kratos di catturare i nemici con le Lame del Caos. La cattura ora permette al guerriero di muoversi e continuare a combattere dopo aver immobilizzato un nemico, di lanciarlo a piacere contro altri antagonisti o di chiudere la presa con una poderosa carica. Si tratta di una meccanica indispensabile soprattutto alle alte difficoltà, perché rende Kratos invulnerabile per tutta la durata dell’animazione e risulta spesso il modo migliore per liberarsi da nemici numerosi come insetti e cani infernali. Sarà probabilmente la sua eccessiva efficacia ad aver spinto gli sviluppatori a inserire numerosi nemici corazzati impossibili da incatenare e lanciare, scelta indubbiamente sensata per aumentare il livello di sfida. Peccato che, forse troppo sicuri di sé, i Santa Monica abbiano commesso un terribile errore di calcolo durante la campagna, inserendo un picco di difficoltà insensato verso la fine dell’avventura dovuto a una combinazione di nemici contro cui quasi ogni risposta difensiva è inutile e ai quali si susseguono più battaglie senza checkpoint né scrigni curativi.
Non stiamo esagerando, la difficoltà della campagna è infatti estremamente bassa fino al raggiungimento della fase finale, grazie al gran numero di cure presenti nelle mappe e alla giusta distribuzione degli scontri, ma tutto implode una volta raggiunto questo scoglio. La soluzione? Saltare. La meccanica paradossalmente più utile per evitare le botte nemiche in God of War Ascension è, contro ogni aspettativa, il semplice salto doppio, perché l’area d’impatto degli attacchi nemici tende a mantenersi a livello del terreno, e l’hitbox di Kratos è piuttosto limitata in aria. Zompettare allegramente come un coniglietto spartano ricoperto di sangue nemico è il modo migliore di sopravvivere, una scelta di game design stramba che costringe a imitare un canguro armato di spade per superare la terribile difficoltà Titan, peraltro la più dura mai vista in un God of War. E’ chiaro che c’è stato qualche errore di calcolo nella struttura complessiva dei combattimenti: ciò che ne risulta è un gameplay sì migliorato, spettacolare ed esaltante in attacco, ma dotato di meccaniche difensive scarsamente efficaci che vengono soppiantate da una meccanica basilare di movimento. Dai Santa Monica ci aspettavamo un pochino di più.


In Grecia ci si mena in compagnia
Non sono solo le botte il fulcro della campagna. God of War: Ascension introduce anche una scalata “a la Uncharted”, con cui Kratos può farsi strada su qualunque muro presenti degli appigli. La rinnovata mobilità sulle superfici ripide del nostro eroe ha portato il team di sviluppo a inserire varie fasi esplorative nelle enormi mappe su cui si svolgono i livelli, costellate da numerosi enigmi. I puzzle in particolare richiedono l’utilizzo di artefatti speciali, e sono risultati più ingegnosi di quanto ci aspettassimo, costringendoci a volte a ragionare per qualche minuto prima di trovare la soluzione. Non si tratta certo di rompicapo eccezionali, ma è comunque piacevole vedere che non sono extra di contorno, bensì un’aggiunta calcolata a dovere. Meno riuscite invece le fasi scriptate, che vedono Kratos spesso e volentieri scivolare per lunghe discese o affrontare qte durante esageratissime battaglie contro mostri enormi. Sono sicuramente coreografiche, nulla da eccepire, ma offrono poco a livello di gameplay. I QTE normali dal canto loro sono stati modificati leggermente per essere più attivi, e ora le mosse finali contro i nemici più pericolosi si sono trasformati in brevi uno contro uno ravvicinati che costringono a schivare e a colpire ripetutamente fino al momento dell’esecuzione. Trovata singolare. 
La vera novità comunque è, come detto all’inizio, il multiplayer. Una nuova fiammante serie di modalità online che permettono all’utenza di creare un guerriero affiliato a una divinità, e di svilupparne le tecniche e l’equipaggiamento a forza di partite. Il sistema durante il gioco online rimane estremamente simile a quello visto nella campagna in singolo, con la differenza che gli status dei guerrieri vengono indicati da aure colorate e che gli errori difensivi si pagano più duramente. Sbagliate il tempismo di una parry e brillerete di colore blu per qualche istante, dopodiché il nemico potrà farvi bellamente a fettine, mentre un colpo pesante imparabile verrà comodamente indicato da un brillio rosso.
Anche in questo caso il salto permette di schivare bellamente molti degli attacchi avversari, ma in assenza di pattern dell’IA e di doppio balzo la meccanica è meno abusabile, dunque i match non dovrebbero ridursi a una gara di salto in alto tra guerrieri greci muscolosi... o almeno lo speriamo. Le divinità a cui è possibile affiliarsi sono quattro, tutte dotate di magie e trucchetti specifici molto interessanti. Gli scontri sono più tecnici di quanto possano sembrare e l’azione, coadiuvata dalle ben fatte modalità, è divertente e riuscita quanto basta per catturare il giocatore. Tra deathmatch a squadre e free for all, scontri a gruppi con giganteschi ciclopi da uccidere, cattura la bandiera e persino una modalità cooperativa, ce n'è per tutti i gusti. Visti i pochi action hack’n slash giocabili online presenti sul mercato, il multiplayer di Ascension potrebbe anche attecchire.


Splendore olimpico
Tecnicamente God of War: Ascension è a tratti strabiliante. I Santa Monica sono ormai maestri assoluti dello sviluppo su Ps3, e lo hanno dimostrato ancora una volta con un’opera titanica, che vanta mappe incredibilmente stratificate, ambientazioni magnifiche e scene di una spettacolarità che sembra quasi impossibile far convivere con una console dell’attuale generazione. Seppur persi nella bellezza di certe locazioni e nel mare di sangue e budello scatenato da Kratos, non abbiamo potuto fare a meno di notare che Ascension è, tuttavia, anche il God of War meno rifinito della serie. L’opera presenta infatti qualche scheggiatura, tra cui una stramba tremarella dei modelli nemici durante alcune esecuzioni, rade texture sgranate, leggeri cali di frame rate in rare situazioni zeppe di effetti particellari, e una scarsa interattività degli ambienti. E’ comprensibile che un tale dettaglio sia ottenibile solo grazie alla telecamera fissa e all’intoccabilità di gran parte degli oggetti, ma fa comunque strano vedere una porticina in legno intatta dopo una serie di mazzate date da uno come Kratos. Ottimo poi il sonoro, con doppiaggi lodevoli e le solite musiche epiche, anche se alcune melodie ci sono parse riciclate. La longevità del titolo è buona, e si attesta attorno alle 8/9 ore di gioco, a cui si aggiungono le ore spese online e le difficoltà maggiori per chi vuole mettersi alla prova.
Recensione Videogioco GOD OF WAR: ASCENSION scritta da PREGIANZA God of War: Ascension è un ottimo esponente della serie creata da Santa Monica Studio, ma manca di alcuni di quegli aspetti che hanno reso i capitoli passati dei must have. La spettacolarità dell’azione e la grandiosità delle scene sono rimaste invariate, e persino il combat system vanta qualche riuscita modifica, eppure la presenza di meccaniche difensive imperfette, di qualche singhiozzo tecnico e di momenti della campagna mal calcolati, danno l’impressione che la cura riposta nello sviluppo del gioco sia stata inferiore rispetto a quanto visto nei predecessori. Il multiplayer piuttosto riuscito e la solidità dell’esperienza assicurano la qualità del prodotto, ma non è la chiusura col botto che la casa americana avrebbe potuto regalare a Playstation 3.
Appuntamenti LIVE e Video Rubriche
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 402
  • scorpy
    Livello: 0
    -12
    Post: 2
    Mi piace 3 Non mi piace -7
    Teste di ca-z-zo siete tutti dei nabbi non osate offendere il mitico god of war Ascension e Co.
  • phoenix12
    Livello: 1
    -74
    Post: 40
    Mi piace 0 Non mi piace -2
    si merita un 8 pieno e non c'è da dire solo una cosa stupendo
  • Z3R0
    Livello: 3
    87
    Post: 18
    Mi piace 3 Non mi piace 0
    Ragazzi ho trovato la collector con l'action figure di Kratos, amo la saga e vorrei giocare a GOW ascension voi me lo consigliate ?
  • Argan
    Livello: 3
    1876
    Post: 491
    Mi piace 8 Non mi piace -7
    Forse verrò travolto da infiniti insulti, ma voglio esprimere la mia opinione con sincerità: GOW2 è probabilmente(per me sicuramente) il miglior capitolo di sempre, GOW III mi ha deluso molto, non mi interessa per niente la grafica, già la grafica del secondo andava bene, ma ciò che mi interessa è la longevità e la giocabilità, un gioco deve saper farti appassionare, deve essere difficile, devi sudare per andare avanti, deve farti ragionare con enigmi originali, e gli scontri finali devono essere appunto epici, GOW III non aveva niente di tutto questo, aveva solo una splendida grafica, era breve, con enigmi da bambini cerebrolesi, scontri di una facilità unica anche a livelli difficili, bastava premere qualche tasto alla c.zzo di cane sul joystick ed era tutto risolto, giocato a livello normale non sono mai morto in uno scontro, si va avanti con estrema facilità e se ci giochi con estrema calma lo finisci in una settimana appena, come centinaia di fan ho scaricato la versione di prova, non è cambiato nulla rispetto a GOWIII, a parte che gli scontri con i boss sono più divertenti e più lunghi, ma non si muore mai, bisognerebbe davvero mettersi d'impegno per venire atterrati, qualcuno dirà che farò meglio a giocarlo direttamente a livelli difficili, ma la situazione cambia di poco, non ho una buona impressione sul prossimo GOW, anche se magari ci sono più enigmi e più complessi, la situazione non cambierebbe di molto; Ma, come direbbe qualche deficiente per sentirsi intelligente "De gustibus"
  • gim76kit
    Livello: 1
    -76
    Post: 47
    Mi piace 7 Non mi piace -2
    god of war!! sempre incredibie

    samplicemente perfetto!
  • gim76kit
    Livello: 1
    -76
    Post: 47
    Mi piace 4 Non mi piace -2
    god of war!! sempre incredibie
  • blaiseantoine
    Livello: 0
    18
    Post: 15
    Mi piace 5 Non mi piace -1
    beh che dire è il primo gioco in assoluto che gioco in ps3 beh non ridete ma sono proprio un novizio ,il gioco è veramente bello sono arrivato con grandi difficoltà al tempio di delfi ma dopo essere stato scannto migliaia di volte dal boss che divora il povero mendicante mi sono arreso ed ho capito che sono più portato per i jrpg questo tipo di giochi non fa per me
  • Ryuken
    Livello: 8
    1175
    Post: 330
    Mi piace 5 Non mi piace -3
    Originariamente scritto da kenmasters
    Sono un grandissimo fan di Kratos al punto che ho preso la Ps3 x Gow 3.Da qui ho comprato le 2 collection in Hd e per dirla tutta ho finito 3 volte il primo Gow,3 volte il secondo Gow,2 volte entrambi gli episodi della psp,una volta Gow 3 e una volta questo Ascension.
    Che dire di questo Ascension.....

    X me è stato una delusione............

    Il primo impatto con la grafica mi ha fatto terribilmente incazzare perchè la qualità complessiva è molto buona ma il frame rate e la fluidità dello scrolling sono imbarazzanti x nn dire pessimi.Il gioco è estremamente scattoso e perennemente in slowdown

    Il gioco con la traccia audio dolby 5.1 ha una marea di difetti(nn sistemati nemmeno con la patch 1.05)x i bilanciamenti dell'audio e bisogna dire che in un gioco come questo la musica e gli effetti rendono l'esperienza memorabile.
    Adesso se durante i combattimenti la musica nn si sente perchè soffocata dagli effetti(questo problema nn si risolve nemmeno tramite i settaggi audio del menu opzioni dedicati al bilanciamento,si risolve solo impostando la modalità STEREO e x me che ho un impianto Dolby Digital è una fregatura doverlo giocare in stereo come se lo sentissi dal TV)il gioco perde davvero tanto del suo fascino perchè nn trasmette più le sensazioni che trasmettevano i vecchi episodi per ciò che riguarda il coinvolgimento con la componente audio/video.

    A questo bisogna aggiungere l'inutilità delle inquadrature a lunga distanza(onnipresenti in tutto il gioco)perchè nn ha senso farmi vedere il centimane in tutta la sua possenza facendo apparire Kratos microscopico in un ammasso di pochissimi pixel rendendo invisibile all'occhio ciò che succede nei combattimenti.In queste situazioni nn si capiscono e nn si vedono gli attacchi nemici e il gameplay si riduce al guardare la barra dell'energia e a premere i tasti di attacco x capire se le stiamo dando o le stiamo prendendo........da premettere che l'ho giocato con un 42" e in moltissime occasioni nn si vedeva una mazza dato che Kratos e i nemici erano microscopici!!!

    Oltre a questi difetti aggiungo i tremendi lag dei comandi in generale(spesso vuoi fare una cosa specie con le combo con l1 o l2 e ne escono altre)e alla loro mappatura strana(che senso ha farti giocare x anni con la stessa mappatura e arrivare nel 2013 a far fare a Kratos le medesime cose rimescolando i tasti e introducendo la barra dell'ira x peggiorare le combo storiche????Bha.....)Stesso discorso per l'inutile conuter di Kratos data da L1 + X................

    Che dire,il gioco mi ha in ogni caso divertito ma giocandolo a livello difficile il gioco è terribilmente facile tranne x le sfide di Archimede(io nn ho internet x la ps3 e nn ho messo la patch che le semplifica)che in ogni caso affrontate con la dovuta pazienza,intelligenza e strategia possono essere superate dopo svariati tentativi.Il livello di sfida complessivo è veramente basso e l'unica sensazione di una challenge di rispetto si ha appunto nelle sfide di Archimede(senza patch) quindi nn capisco il recensore cosa intendesse con il discorso di finire l'ultima parte del gioco solo saltando.........
    Non ho mai sconfitto a livello Hard i nemici saltando ma li ho affrontati sempre faccia a faccia.......

    In definitiva questo episodio x quanto divertente e bello nn deve paragonarsi agli altri episodi perchè ne esce gonfio di botte ma deve essere visto nel suo essere singolare x essere apprezzato anche se i terribili problemi tecnici (parlo di grafica e audio) nn rendono giustizia al ciclo conclusivo di vita di PS3.

    X me 8,5 è REGALATO,il gioco merita davvero molto di meno.......


    Quoto in totale, finito ieri. DELUSIONE! Il peggior GOW.
  • kenmasters
    Livello: 0
    31
    Post: 2
    Mi piace 16 Non mi piace -4
    Sono un grandissimo fan di Kratos al punto che ho preso la Ps3 x Gow 3.Da qui ho comprato le 2 collection in Hd e per dirla tutta ho finito 3 volte il primo Gow,3 volte il secondo Gow,2 volte entrambi gli episodi della psp,una volta Gow 3 e una volta questo Ascension.
    Che dire di questo Ascension.....

    X me è stato una delusione............

    Il primo impatto con la grafica mi ha fatto terribilmente incazzare perchè la qualità complessiva è molto buona ma il frame rate e la fluidità dello scrolling sono imbarazzanti x nn dire pessimi.Il gioco è estremamente scattoso e perennemente in slowdown

    Il gioco con la traccia audio dolby 5.1 ha una marea di difetti(nn sistemati nemmeno con la patch 1.05)x i bilanciamenti dell'audio e bisogna dire che in un gioco come questo la musica e gli effetti rendono l'esperienza memorabile.
    Adesso se durante i combattimenti la musica nn si sente perchè soffocata dagli effetti(questo problema nn si risolve nemmeno tramite i settaggi audio del menu opzioni dedicati al bilanciamento,si risolve solo impostando la modalità STEREO e x me che ho un impianto Dolby Digital è una fregatura doverlo giocare in stereo come se lo sentissi dal TV)il gioco perde davvero tanto del suo fascino perchè nn trasmette più le sensazioni che trasmettevano i vecchi episodi per ciò che riguarda il coinvolgimento con la componente audio/video.

    A questo bisogna aggiungere l'inutilità delle inquadrature a lunga distanza(onnipresenti in tutto il gioco)perchè nn ha senso farmi vedere il centimane in tutta la sua possenza facendo apparire Kratos microscopico in un ammasso di pochissimi pixel rendendo invisibile all'occhio ciò che succede nei combattimenti.In queste situazioni nn si capiscono e nn si vedono gli attacchi nemici e il gameplay si riduce al guardare la barra dell'energia e a premere i tasti di attacco x capire se le stiamo dando o le stiamo prendendo........da premettere che l'ho giocato con un 42" e in moltissime occasioni nn si vedeva una mazza dato che Kratos e i nemici erano microscopici!!!

    Oltre a questi difetti aggiungo i tremendi lag dei comandi in generale(spesso vuoi fare una cosa specie con le combo con l1 o l2 e ne escono altre)e alla loro mappatura strana(che senso ha farti giocare x anni con la stessa mappatura e arrivare nel 2013 a far fare a Kratos le medesime cose rimescolando i tasti e introducendo la barra dell'ira x peggiorare le combo storiche????Bha.....)Stesso discorso per l'inutile conuter di Kratos data da L1 + X................

    Che dire,il gioco mi ha in ogni caso divertito ma giocandolo a livello difficile il gioco è terribilmente facile tranne x le sfide di Archimede(io nn ho internet x la ps3 e nn ho messo la patch che le semplifica)che in ogni caso affrontate con la dovuta pazienza,intelligenza e strategia possono essere superate dopo svariati tentativi.Il livello di sfida complessivo è veramente basso e l'unica sensazione di una challenge di rispetto si ha appunto nelle sfide di Archimede(senza patch) quindi nn capisco il recensore cosa intendesse con il discorso di finire l'ultima parte del gioco solo saltando.........
    Non ho mai sconfitto a livello Hard i nemici saltando ma li ho affrontati sempre faccia a faccia.......

    In definitiva questo episodio x quanto divertente e bello nn deve paragonarsi agli altri episodi perchè ne esce gonfio di botte ma deve essere visto nel suo essere singolare x essere apprezzato anche se i terribili problemi tecnici (parlo di grafica e audio) nn rendono giustizia al ciclo conclusivo di vita di PS3.

    X me 8,5 è REGALATO,il gioco merita davvero molto di meno.......
  • skillo
    Livello: 3
    -110
    Post: 164
    Mi piace 1 Non mi piace -3
    non vorrei bestemmiare,ma ninja gaiden 3 razor blade ha un gameplay piu rifinito e reattivo.le schiviate sono realmente efficaci e vitali,mentre in gow4 al 50% dei casi ti beccano comunque.quando si para in gow4 cè un attimo di lentezza per ricominciare ad attaccare che ci fa nuovamente facile preda dei nemici.poi la grafica sarà tanta roba,ma su un tv full hd la grafica è un po troppo sgranata e con un po di aliasing che contraddistingue gran parte dei titoli delle conoe sony.un bel titolo,ma per me è un 8 scarso!razor se pur senza senso (una trama e accozzaglia di nemici tristissimi) ha una velocità e precisione assai piu appagante.anche se apprezzo l aumento della difficoltà,visto che mi appagava anche in razor.
  • Rigor_Mortis93
    Livello: 4
    -600
    Post: 373
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    finalmente l'ho finito... Devo dire che è stato un ritorno alla saghe delle saghe con i botti... concordo con pregianza per la storia... sarebbe stato bello approfondirla di più... il gamplay è semplicemente divino... giusto e punitivo come sempre... il picco di difficoltà mal calibrato no l'ho avvertito poi così tanto... merito forse della patch sottocitata... non lo so..
    Anzi.. ho trovato molto più difficile la prima metà della seconda... forse dovuto al fatto che mi serviva del tempo per abituarmi ai nuovi comandi ed alle nuove meccaniche... il sono ro.. epico come sempre... è accompagnato da un comparto tecnico che definire strabiliante è dire poco...
    Non voglio soffermarmi su tecnicismi inutili... ma a parte qualche calo di frame... dovuto per altro al raggiungimento del limite hardware della console... non vi è nulla che possa tenere testa ad una simile opera (se i videogamplay di the last of us e beyond costituiscono realmente la grafica in-game dei titoli, la differenza è oggettiva). Forse non sarà il più epico dei titoli dedicati allo spartano... ma credo di non dire assurdità se un God of War così ci voleva da tempo... proprio per dare nuova linfa alla serie... simile al 2... gamplay del 3 ed ambientazioni del primo e secondo... semplicemente magnifico... Sia affianca a MGS4... heavy Rain e altri first party sony... Ma non raggiunge la killer applications sony per eccellenza... Cmq un lavoro maniacale assurdo... peccato per i cali di frame in 2 occosiani... davvero un peccato..
  • lossantos
    Livello: 0
    -11
    Post: 2
    Mi piace 2 Non mi piace -7
    secondo me 8,5 e' piu' che troppo , e lo do soltanto per la grafica , perche' la giocabilita' non e' eccezzionale , infatti ritardi nei movimenti mi hanno fatto impazzire. Non contando gli ultimi livelli del gioco che per finirlo dovevi avere un addestramento militare.
  • michelino98
    Livello: 0
    -36
    Post: 3
    Mi piace 7 Non mi piace -5
    Secondo me questo gioco merita molto di più dell' 8.5,altrochè!
  • Jackluca7
    Livello: 0
    -9
    Post: 2
    Mi piace 4 Non mi piace -2
    Sinceramente non riesco a capire il voto. Non dico che questo Gow sia superiore al 3, anche se su certi aspetti lo supera, vedi il combattimento, secondo me fortemente migliorato, ma anche graficamente. Rendiamoci conto che ha preso mezzo voto in meno a FF13 ed è un pò triste vedere un gioco così giudicato inferiore a quel FF o messo alla pari con DMC. Secondo me i Santa Monica hanno fatto un ottimo lavoro, non come certe software house che per tentare di risollevare delle saghe sono costrette a puntare tutto su porting o quantaltro... e lo dico da grande fan di FF così come RE.
  • shrimp_impact
    Livello: 3
    358
    Post: 62
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Psimon90
    no non hai capito la mia tecnica, è prorpio L1-X cioè la parata con la specie di scudo magnetico giallo che poi ti fa contrattaccare e i nemici vengono storditi, ovviamente ci vuole tempismo per riuscirci, e oltre che con le meduse si può fare la stessa cosa anche con le sirene, personalmente ho usato solo 2 magie quelle di ade quando sono apparse le prime sirene poi una volta morta l'ultima medusa rimasta ho usato la stessa tattica di L1-X e fidati è stato semplicissimo ovviamente puoi darti un ulteriore appoggio con gli oggetti con uno rallenti un nemico e con l'altro li colpisci, e nella fase 2 non servon o le magie se si usa orkons, ora lo sto rifacendo a difficile per i trofei che non ho preso appena lo inizio a titano ti faccio sapere come è


    da normale a difficile le cose cambiano parecchio, comunque in teoria la parata è un ottima tattica se non consideri che mentre ti concentri per la parata con le meduse (o megere quello che è) le sirene ti attaccano spesso con attacchi elettrici dall'alto ,spesso simultanei e la parata gli fa una pippa...e quell'attacco parte quasi in automatico quando sei distante da loro..continuo a dire che nella prima fase l'importante è adottare più strategie ed il continuo movimento abbinato a parata e qualche magia (suggerisco Zeus come potere)...se si riesce a passare la prima fase con almeno metà barra di energia e almeno 3 barrette di magia le possibilità di successo sono buone. Quoto Psimon90, fortunatamente l'ho finito prima della patch, altrimenti la soddisfazione non sarebbe neanche paragonabile, dovevano farla facoltativa la patch, se uno vuole essere ricoverato in psichiatra ha il sacrosanto diritto di provarci ;P
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967