Anteprima di Killzone 3

Copertina Videogioco Killzone 3
  • Piattaforme:

     PS3
  • Genere:

     Sparatutto
  • Sviluppatore:

     Guerrilla Games
  • Distributore:

     Sony
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1 - 24 (Multiplayer online)
  • Data uscita:

     23 Febbraio 2011
ASPETTATIVE
- Ritmo elevatissimo
- Graficamente ai massimi livelli
- Cooperativa a due giocatori
- Supporto al Playstation Move
Loading the player ...
A cura di Luca Forte (drleto) del
Tra l’ultimo boccone di cotechino ed un attimo prima di addentare l’agognata fetta di panettone, siamo stati interrotti da una sorpresa. È giunto infatti in redazione un inatteso codice preview di Killzone 3, che ci ha immediatamente distolto dai bagordi e gettato nel bel mezzo del conflitto tra l’ISA e gli Helghast.

Sorprese
La sorpresa è stata ancora più gradita perché ci ha permesso di saggiare due delle principali nuove feature dell’attesissimo sparatutto firmato Guerrilla Games, ovvero l’utilizzo del Playstation Move come sistema di controllo e la campagna cooperativa. Ma andiamo con ordine: la sequenza mostrata ci ha gettato nel bel mezzo del conflitto tra le due fazioni dell’universo di Killzone, non sappiamo però a che punto del nuovo capitolo queste scene si collochino. La scena si apre con Sev ed i suoi compagni circondati da una moltitudine di Helghast, naturalmente poco propensi ad accettare la loro presenza. Come se non bastasse l'accoglienza di questi feroci avversari, tra le file ISA si sta giocando una sorta di lotta di potere, che non fa che rendere tesi i rapporti tra i soldati ed ancora meno elevate le percentuali di successo della missione. Senza rovinarvi ulteriormente la trama, il breve estratto giocato ha visto un crescendo di tensioni all’interno del gruppo, ma nemmeno minimamente paragonabile allo spettacolare evolversi degli eventi, che vi vedranno impegnati a combattere ogni genere di avversario, dai famigerati soldati col JetPack ad una gigantesca installazione militare semovente, che ricorderebbe un AT-AT di starwarsiana memoria, non fosse enormemente più grosso. Non poteva mancare anche un frenetico volo condito con tanto sano piombo, sputato oltretutto da un mitragliatore a nastro, per completare questa breve, ma intensa, seduta di prova.

Emmovete
Come accennavamo, una delle principali novità di questo capitolo è la possibilità di intraprendere la campagna sfruttando il Playstation Move, la periferica di puntamento made in Sony. Essa potrà essere abbinata al Navigation Controller, ma anche ad un normale pad, da tenere nella mano libera per gestire movimenti e quant’altro. Al fine di garantire un’esperienza di gioco ottimale, gli sviluppatori olandesi hanno pensato bene di infarcire il gioco con diverse opzioni utili a settare la periferica nella maniera più consona al proprio stile e alle proprie capacità. Si potrà infatti regolare la sensibilità del puntatore così come la “dead zone”, ovvero quella porzione dello schermo all’interno della quale potremo muovere liberamente il puntatore, senza che quest’ultimo influenzi la telecamera di gioco. Ad una prima impressione la periferica sembra caratterizzata da sensibilità e tempi di risposta ottimi. Occorrerà semplicemente settare con cura i diversi parametri per avere a disposizione un metodo di controllo alternativo, ma efficace. Chi volesse vivere le avventure di Killzone 3 in compagnia di un amico dovrà però rassegnarsi, in cooperativa i controlli saranno delegati, perlomeno in questa versione di prova, unicamente ai pad. Impugnato il secondo controller in questa modalità veniamo sorpresi dalla scelta degli sviluppatori: lo schermo non è stato diviso né in due parti uguali, né in maniera similare a quella di Resident Evil 5, ovvero con due mini-finestre in 16:9 sfalsate. La scelta di Guerrilla Games è concettualmente simile, ma diversa nella pratica, ovvero le due finestre si presentano come dei quadrati leggermente schiacciati ai lati, affiancati e sfalsati. Questo rende l’area di gioco molto più ampia di quella vista nel titolo Capcom, senza per questo proporre dei formati poco convenzionali. In altre parole è come se ad una normale inquadratura venissero tagliate due fasce laterali in modo da farci stare un’altra area similare. Questa soluzione appare particolarmente riuscita, grazie all’ampia finestra a disposizione di ogni giocatore, che comunque non viene distratto da quello che sta facendo il compagno. Il motore di Killzone 3 riesce oltretutto a gestire anche le situazioni più concitate in maniera ottimale, rendendo l’esperienza molto godibile.
Sfortunatamente non siamo stati in grado di sperimentare il tanto chiacchierato 3D, e dunque non siamo in grado di sapere se esso potrà essere applicato anche al gioco cooperativo.

Mastodontico
Ancora una volta Killzone 3 si propone dal punto di vista meramente tecnologico come metro di paragone per gli sparatutto su console. Ambienti dettagliatissimi e pieni di oggetti in movimento, esplosioni con coperture distruttibili e mastodontici nemici. Lo spettacolo messo in scena dai ragazzi di Guerrilla Games ci ha stupito e impressionato più di una volta nei brevi momenti di gioco. Inoltre, tutto scorre con una fluidità impressionante che non accenna mai a tentennare, se non il classico inceppamento in corrispondenza dei check point. I mesi che ci separano dall’uscita serviranno per pulire ulteriormente il motore di gioco e liberarlo da qualche piccola inesattezza, come qualche compenetrazione che risaltava nel mezzo della magnificenza generale.
Buono sembra anche il sonoro, costituito da un ottimo doppiaggio in lingua inglese condito da un’effettistica di tutto rispetto, ricca di esplosioni, colpi di arma da fuoco e quant’altro.
Ancora nulla si può dire sulla longevità, quello che per ora ci ha colpiti è il ritmo sincopato degli eventi, con battaglie furiose che lasciavano il passo a battaglie furiose per un crescendo che non voleva saperne di scemare.
Recensione Videogioco KILLZONE 3 scritta da DRLETO Arrivato come un fulmine a ciel sereno, Killzone 3 ci ha stupito grazie al suo ritmo e alla sua spettacolarità. In un crescendo di esplosioni, mostri giganti e serrate sparatorie il titolo Guerrilla Games ci ha tenuti incollati allo schermo. Se saprà mantenere queste attese ci troveremo di fronte ad un prodotto dall’elevatissima qualità, che vede nel Move, nella grafica in 3D e nel ritmo sostenutissimo le proverbiali ciliegine sulla torta. Manca poco al 22 febbraio, rimanete con noi per ogni novità sul titolo Sony.
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967