Recensione di Buzz! The Ultimate Music Quiz

Copertina Videogioco Buzz Music Quiz
  • Piattaforme:

     PS3
  • Genere:

     Party game
  • Distributore:

     Sony
  • Data uscita:

     Disponibile
- Per veri esperti
- Inconfondibile ed ottimo impatto televisivo
- Solo per veri esperti
- Minigiochi per Move di scarso impatto
- Richiede obbligatoriamente Buzzers
- Alcuni menu bloccanti
A cura di (Shiryo) del
Tentate da anni di partecipare ai più svariati show televisivi, ma la chiamata dell'emittente televisiva non arriva mai? Il dvd di Buzz Quiz TV è ormai consumato e non avete più spazio nell'hard disk per ulteriori espansioni? La vostra fame di quiz è pronta ad essere placata dal nuovo Buzz! The Ultimate Music Quiz, party game che si propone come quiz "definitivo" sul mondo della musica. La nostra domanda è, riesce a mantenere la promessa del titolo?

Un calderone di contenuti
Il titolo prodotto da Sony, seguito della longeva serie e dedicato in questa iterazione unicamente al mondo della musica, propone due modalità principali, Buzz Classico e Buzz Move. Il primo dei due è il canonico quiz di stampo televisivo come abbiamo imparato a conoscerlo delle scorse edizioni, ed è giocabile solo con gli appositi Buzzers; il secondo necessita obbligatoriamente di Eyetoy e controller Move, e mette alla prova il giocatore in numerosi minigiochi che sfruttano l'accoppiata di periferiche.
Buzz Classico permette di impegnare da 1 ad 8 giocatori in modalità create ad-hoc in relazione al numero di concorrenti. In caso di single player, le possibilità prevedono Sfida Orlo del Precipizio o Sfida Ferma il Tempo. Nella prima il concorrente viene portato sul bordo di una vasca di liquame verde, e deve rispondere a quante più domande possibile evitando di sbagliare. Dopo un numero determinato di errori, l'avatar del giocatore viene lanciato nel linquido verdastro con conseguente game over. La seconda sfida prevede invece trenta domande prestabilite cui dar risposta nel minor tempo possibile. immancabili le penalità in caso d'errore, con un ritmo incalzante dovuto al timer che conteggerà il tempo effettivo per ogni risposta corretta. Le modalità multigiocatore, differenziate nel caso in cui vi fossero da 2 a 4 sfidanti o da 5 ad 8, propongono pacchetti di sfide basati sulla durata della partita. Prima di iniziare, il gruppo può decidere se essere impegnato per un quarto d'ora, mezz'ora o più; tempi in base ai quali la CPU stabilisce le manche ed i minigiochi che si alterneranno, e grazie ai quali i giocatori guadagnano i punti che, nel gioco finale, si tramuteranno in un vantaggio sugli avversari.
Se la meccanica di Buzz Classico ricorda senz'ombra di dubbio, e forse eccessivamente, l'edizione Quiz Tv della serie Buzz!, proponendo di fatto le stesse meccaniche, a rinnovare un po' la presentazione del prodotto ci pensa fortunatamente la già citata modalità Buzz Move, giocabile da 1 a 4 giocatori. Qui i concorrenti hanno a disposizione una doppia scelta di varianti: una sfida più breve composta da un'unica manche, o una più completa fatta di quattro round. Seppure la conoscenza dell'argomento rimanga importantissima, in questa variante per Move diventa protagonista anche l'abilità del giocatore nel colpire, per esempio, la risposta corretta con un martello virtuale prima degli avversari, afferrare rapidamente con una calamita il blocco d'acciaio sul quale è incisa la risposta, usare un punteruolo con precisione per "bucare" i palloncini con indicate sopra le risposte sbagliate, o addirittura sparare ad oggetti volanti indicanti la risposta valida, con brevi intervalli dedicati alla distruzione di ulteriori UFO di passaggio, al solo scopo di accumulare punti. Simpatiche modalità che danno vita ad un nuovo tipo di quiz, dove il classico controller Buzzer lascia posto ad una periferica dall'utilizzo intuitivo, sfruttata in maniera soddisfacente.
Qualora le modalità principali proposte dal titolo non ossero sufficienti a soddisfare l'utente più smaliziato, la presenza di una valida alternativa online e del ritorno dell'editor di quiz riescono a dare ulteriore varietà. Come nell'edizione passata, è infatti possibile sfidare concorrenti online tramite un format appositamente studiato (modalità nella quale non è possibile utilizzare personaggi con volti modificati), scaricare i quiz creati da altri utenti e parteciparvi, selezionando i contenuti delle domande in anticipo tramite l'inserimento di un tag o scegliendo la categoria degli argomenti, oppure accedere allo store dove scaricare nuovi pacchetti di domande: curioso, in questo senso, che la scelta sia ricaduta sul collegare lo shop di Ultimate Music Quiz a quello di Buzz Quiz TV, anzichè proporre espansioni dedicate e specifiche sul mondo musicale, se non altro perchè, in un gioco completamente dedicato alla musica, l'installazione di pacchetti con argomenti totalmente differenti potrebbe stonare. Seppur sia apprezzabile la compatibilità con gli argomenti scaricati per il gioco precedente ed il potervi giocare senza cambiare CD, di fatto il trovarsi di fronte a qualche domanda del tutto non attinente al mondo musicale mescolata a quelle a tema, porta il giocatore a disattivarne l'utilizzo, e sebbene sia presente un apposito menu da cui avviare una partita dedicata esclusivamente ad uno o più pacchetti, la sensazione è che il loro utilizzo, se in possesso di Quiz Tv, sia più logico e naturale tramite il predecessore.

Quiz per Console in stile TV sul mondo della Musica. Multimediale!
Se uno dei pregi del brand Sony è quello di saper offrire all'utente una buona atmosfera da quiz televisivo, il merito è certamente del comparto tecnico semplice ma efficace, di personaggi simpatici e di un doppiaggio italiano valido. Ultimate Music Quiz presenta tutti questi elementi con i medesimi pregi del predecessore, ai quali si aggiungono una caratterizzazione più interessante del conduttore, leggermente umanizzato, meno "pupazzoso" e con un frasario più ricco, oltre che una nuova schiera di personaggi originali affiancata dal ritorno di una selezione di alcuni del titolo passato. Ottima è la possibilità di creare profili per ogni utente, per i quali vengono mantenute alcune statistiche, e di personalizzare il proprio alter-ego, aggiungendo un volto cartoonesco tramite Eye Toy ed attribuendogli uno tra i numerosissimi nomi di persona disponibili, cosi da potter essere chiamati per nome dal conduttore. La qualità del comparto audio è buona ma paradossalmente non eccelsa: se la presenza di numerose canzoni è tanto necessaria quanto effettivamente presente, svariando dal classico al rock e passando per tutti i generi musicali più diffusi, molte di queste sono basi musicali e la maggior parte di quelle cantate sono cover appena decenti, seppur riconoscibilissime. Il doppiaggio in italiano, valido come anticipato, propone tormentoni che dimostrano una certa cura da parte del team di localizzazione, come citazioni e riferimenti più o meno velati a brani ed artisti italiani, che certamente sono esclusivi per la versione a noi dedicata. Piuttosto alta la difficoltà delle domande proposte e nessun selettore per diminuirla a disposizione: fattori che evidenziano la volontà degli sviluppatori di creare un gioco che sappia fare la gioia dei veri esperti e che, probabilmente, riesce nel suo scopo ma al prezzo di tagliare fuori una folta schiera di giocatori casual e di famiglie in cerca di un party game più rilassanto. Un peccato, perchè la presenza della modalità Move avrebbe reso il titolo divertente anche per fasce d'età inferiore o per giocatori meno avvezzi ai quiz ed ai videogiochi, mentre l'elevato livello delle domande potrebbe scoraggiarne l'approccio. Allo stesso tempo, immaginiamo che i veri "super esperti" di musica alla ricerca del punteggio più alto, difficilmente potranno trovare interessante l'utilizzo del controller Move, che per sua natura introduce un margine d'errore più alto in fase di selezione delle risposte rispetto ai tasti del Buzzer, cosa che li potrebbe portare a preferrire la versione classica del gioco.

Pulsantone o cono?
L'idea che un titolo della serie Buzz! ampliasse i propri contenuti andando ad includere anche il sistema Move tra le proprie funzionalità era certamente allettante. Purtroppo, come già evidenziato in precedenza, questa introduzione si limita a pochi minigiochi che, molto presto, portano i giocatori più interessati al quiz in sè al ritorno ai classici Buzzers. La presenza dei pulsantoni luminosi rimane quindi essenziale in quanto, per un' evidente scelta commerciale, la loro mancanza impedisce del tutto l'accesso a qualunque modalità diversa da Move, dov'è invece ovviamente obbligata la presenza di almeno un controller di movimento. Non c'è, di fatto, alcuna possibilità di utilizzare i controller standard o di utilizzare i controller Move per sostituire i Buzzers, il che può risultare piuttosto fastidioso a chi non volesse investire in altre periferiche. In aggiunta a questa noiosa peculiarità, è presente un fastidioso difetto che porta il giocatore a restare bloccato in alcuni menu, dove il Move seppur acceso non permette alcun input, i tasti del buzzer restano inspiegabimente inattivi, e quelli del pad si confermano del tutto inutili, obbligando il giocatore ad uscire dal gioco e rientrare per sbloccare l'imbarazzante situazione.
Recensione Videogioco BUZZ! THE ULTIMATE MUSIC QUIZ scritta da SHIRYO Buzz! Ultimate Music Quiz è un titolo dedicato agli intenditori di musica che, nonostante la presenza di minigiochi per controller Move adatti a fascie d'età inferiore, resta giocabile solo da veri esperti per via di un livello di difficoltà dei quiz piuttosto alto già dalle prime sfide. La sua quasi perfetta somiglianza al predecessore, lo scarso apporto dei minigames Move e l'impossibilità di utilizzare i controller standard per rispondere alle domande delle modalità classiche, obbligando all'acquisto del pacchetto con i buzzers inclusi o del gioco precedente, portano a chiedersi, al di là di motivazioni commerciali, perchè non si sia deciso di fare di questo titolo un' espansione del già completissimo Quiz TV. Così com'è, il gioco rischia di allontanare coloro non interessati ad un quiz musicale, diventando comunque un confuso e superfluo contenitore per chi già possiede l'ottimo Quiz TV, obbligando l'utente a disattivare i pacchetti aggiuntivi dei quali il titolo vanta retrocompatibilità. Se invece siete appassionati di musica e non avete alcun titolo Buzz! precedente, probabilmente il nuovo titolo Sony è l'acquisto più valido nel panorama dei giochi a quiz di recente rilascio.
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.