Recensione di Sid Meier's Civilization IV Colonization

Copertina Videogioco CIVC
  • Piattaforme:

     PC
  • Genere:

     Strategico
  • Data uscita:

     2008
- Divertente
- Curato nei minimi particolari
- Audio coinvolgente
- Inizialmente per i principianti del genere non sarà affatto semplice
- Interfaccia commerciale un pò complessa
- Poche nazione con cui prendere parte al gioco
Loading the player ...
A cura di (Dartagnan) del
Alla conquista del Nuovo Mondo
CIVC è un gioco di scoperte, conquiste e rivoluzioni che racconta il periodo della colonizzazione europea del Nuovo Mondo, coprendo un arco temporale che va dal quindicesimo secolo per arrivare fino al diciottesimo. Il giocatore potrà ripercorrere le gesta dei leader europei impegnato nella colonizzazione di luoghi ancora del tutto sconosciuti, ma lontani da quelle intolleranze religiose e guerre civili che stanno segnando in maniera indelebile la storia del vecchio continente.
Man mano che accumuleremo esperienza, gli ostacoli da superare e le scoperte da fare saranno sempre maggiori e dovremo tenere in considerazione una variegata serie di aspetti. Tra questi l'eventuale esistenza di popolazioni autoctone che potranno ben presto diventare i nostri migliori alleati piuttosto che degli acerrimi nemici. Grazie a tali colonie, potremo ottenere notevoli ricchezze tramite la vendita di eventuali materie prime e beni lavorati che potremo scambiare direttamente con la madrepatria o con altri colonie. Perlomeno fino a quando il sovrano della nostra madrepatria non deciderà di aumentare in maniera esagerata la tassazione fino a raggiungere livelli insopportabili.
L'obiettivo principale sarà dunque quello di espandere la nostra colonia fino a quando non sarà abbastanza grande e potente da potersi dichiarare indipendente, scelta questa che richiederà l’uso delle armi e l’impiego di un vero e proprio esercito.
Dal menù di gioco iniziale sarà possibile selezionare una delle seguenti modalità:

- Giocatore singolo, con la quale intraprenderemo in modalità carriera la nostra nuova ed entusiasmante avventura,
- Multigiocatore,
- Hall of fame, nel quale saranno riportati tutti i risultati di gioco raggiunti
- Civilopedia, che rappresenta una risorsa estremamente utile grazie ai contenuti introdotti in forma digitale presenti anche sul manuale di gioco, organizzati in modo chiaro e preciso.

Un buon livello di personalizzazione
Aspetto importante per i fan del genere, è sicuramente quello di poter prender parte ad una sorta di modalità single player giocando solo particolari scenari scelti e quindi personalizzare a nostro piacimento i settaggi del gioco. Naturalmente il primo passo sarà quello della scelta dei leader, direttamente vincolati alle nazioni a cui appartengono: Germania, Inghilterra, Francia e Spagna. Tali personaggi storici si differenziano gli uni dagli altri per caratteristiche e capacità che influenzeranno e non poco l'evolversi del gioco.
Si arriva cosi alla scelta della mappa, che comprende 2 diverse opzioni; da una parte la mappa "A New World", nella quale saranno creati grossi continenti che andranno dal Polo Nord al Polo Sud, e dall'altra "Caribbean", dove saranno create, invece, una serie di innumerevoli isole con dimensioni variabili.
Per confermare la volontà di creare un titolo dalla forte personalizzazione, dissociandosi completamente da giochi a volte troppo lineari, si è inoltre pensato di far decidere al giocatore quella che sarà la dimensione del mondo di gioco, che potrà quindi avere minuscole dimensioni fino ad arrivare a grandezze enormi. Insomma lo spirito di Civilization IV: Colonization, può essere tranquillamente ricercato in questi brevi versi, tratti dal gioco stesso:

"Dio non ci lascerà cadere... perché... il nostro lavoro è buono, speriamo di piantare una nazione, dove prima non ce n'era una".

Interfaccia e stile di gioco
Fin da subito l’interfaccia di gioco ricorda molto quella dei precedenti capitoli, riprendendone, a tratti, gli elementi fondamentali, anche se tutto ciò che riguarda le meccaniche di gioco è stato rivisitato. Come tutti i giochi strategico-storici, l'interfaccia è caratterizzata da una serie di appositi comandi e informazioni, visualizzate direttamente sul nostro monitor. Si passa dal denaro accumulato, ai vari pulsanti azione per vari attacchi, costruzioni, commercio, alla finestra di registro degli eventi più importanti, per arrivare alla data, alle condizioni ed al congresso continentale. Tra tutti questi elementi, si distingue e non poco la mini-mappa, visualizzata sullo schermo in basso a sinistra. In essa sarà possibile selezionare particolari strumenti che ci permetteranno di attivare/disattivare aspetti quali la visualizzazione della produzione, delle risorse e delle unità nemiche presenti sul campo di battaglia. Apprezzabile la scelta di far iniziare la nostra avventura all'interno di una caravella sperduta nel bel mezzo del mare, in rotta verso le Americhe. Una volta arrivati sulla terraferma e fondato il primo insediamento sarà opportuno concentrarsi sulla gestione economica dello stesso che, per gli amanti di questa saga, non risulterà, almeno inizialmente, tanto simile a quella dei capitoli precedenti. È stata infatti implementata una diversa schermata relativa alle città, con l'indicazione di lavoratori nei settori della pesca, del tabacco e delle risorse minerarie a destra e dei mercati e negozi sulla parte opposta. L'aspetto più importante fin dalle fasi iniziali, comunque sarà quello di dedicarsi alla raccolta di materie prime per poter favorire un' importante crescita demografica che ci porterà, nel corso delle nostre continue espansioni, ad entrare in contatto con popolazioni indigene come gli Cherokee ed i Sioux, che ben presto potrebbero rivelarsi molto più utili di quello che pensiamo.

Tanto di tutto...
Una delle più interessanti peculiarità di Civilization IV: Colonization, è quella di presentare una miriade di caselle, ognuna delle quali è legata ad informazioni molto dettagliate riguardanti altitudine, tipo di terreno, caratteristiche e risorse minerarie. Tali notizie saranno presenti solo ed esclusivamente per quelle caselle che vanno a formare il terreno, composto da tutte le sue asperità, pianure e quant'altro. Le caselle d’acqua, invece, risulteranno invece utili, oltre che per i trasporti via mare, anche per l'approvvigionamento degli abitanti degli insediamenti costieri.
Altro aspetto a cui si è deciso di dare un forte peso all'interno del titolo, è quello relative alle numerose unità introdotte, che spaziano dai coloni, abili a creare o popolare insediamenti, ai servi, o ancora ai piccoli criminali ed ai nativi convertiti. Per arrivare agli specialisti, distinti in robusti pionieri, fanatici, missionari gesuiti, scout esperti e soldati veterani. Insomma una bella carrellata di personaggi, ognuno dei quali naturalmente avrà caratteristiche e pensieri propri.
Insomma uno strategico che non si fa mancare davvero niente, anche grazie a svariate novità, rispetto ad altri titoli, quale quella di poter attirare nella propria colonia degli immigrati, che potranno sbarcare solo nei moli precedentemente costruiti; o ancora alle unità di trasporto che serviranno per spostare beni da una parte all'altra della colonia in caso di attacco o semplicemente per commerciare risorse. Più precisamente, per quanto riguarda quest'ultimo aspetto, saranno presenti colonne di carovane, sfruttabili solo sulla terraferma per trasportare unicamente beni materiali, e vascelli da trasporto che avranno notevole capacità di carico ed una maggiore velocità

Realizzazione tecnica
Per quanto riguarda la realizzazione tecnica anche in questo caso non è stato lasciato nulla al caso, la grafica risulta dettagliata e un po’ stilosa, restituendo in maniera esemplare lo spirito stesso del gioco. Le musiche scelte per l'occasione sono perfettamente a tema, contribuendo ad espandere l'esperienza ed il divertimento offerto dal titolo stesso.
Non stiamo sicuramente parlando di soluzioni innovative o quant’altro, bensì di scelte che si rivelano comunque apprezzabili e funzionali al tempo stesso.

Multiplayer
Modalità LAN, via e-mail e tramite internet effettuando il login su GameSpy o tramite connessione diretta via IP

Hardware
Requisiti minimi:

SO Windows Vista, XP o 2000
CPU P4 o AMD equivalente a 1,2 Ghz
512 mb di RAM
Scheda video da 64 mb compatibile con DirectX 9.0c e con Shader 1.1 o superiore
Scheda audio compatibile con DirectX 9.0c
900 mb liberi su HD

Requisiti raccomandati:

SO Windows Vista, XP o 2000
CPU P4 o AMD equivalente a 1,8 Ghz
1gb di RAM
Scheda video da 128 mb compatibile con DirectX 9.0c che supporti pixel e vertex shader
Scheda audio compatibile con DirectX 9.0c
900 mb liberi su HD
Recensione Videogioco SID MEIER'S CIVILIZATION IV COLONIZATION scritta da DARTAGNAN Civilization IV: Colonization può, a ragione, essere considerato uno di quei titoli da conservare nel proprio scaffale e col quale giocare e rigiocare all'infinito. Naturalmente il titolo in sé è consigliato soprattutto ai veri fan di questa saga, ma chi non ne avesse mai sentito parlare prima, provandolo potrebbe trovare una gradita sorpresa.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.