Anteprima di Wrath of the Lich King

Copertina Videogioco Wrath of the Lic
  • Piattaforme:

     PC
  • Genere:

     Gioco di ruolo
  • Sviluppatore:

     Blizzard
  • Distributore:

     Vivendi
  • Lingua:

     inglese
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     Disponibile dal 13 Novembre 2008
A cura di (andymonza) del
Un nuovo continente con centinaia di quest ed oggetti, dieci nuovi livelli che alzano il cap ad 80, nuove instance, i veicoli per il PVP, un nuovo Battleground e nuove Arene, un’area per il world PVP, un sistema di achievements che terrà traccia di tutte le imprese compiute dal vostro personaggio, e naturalmente la prima classe eroica, il Death Knight. Non si può certo dire che la seconda espansione ufficiale di World of Warcraft sia povera di contenuti.
Durante le corse da uno stand all’altro della GC 2008, sempre in leggero ma crescente ritardo, abbiamo avuto qualche minuto per sederci con gli sviluppatori di questa attesissima espansione, e far loro qualche domanda.

Andrea Porta: Nella precedente espansione abbiamo visto una riduzione del numero di giocatori richiesti per mettere insieme un Raid, data la difficoltà nell’organizzare quelli da 40. Con Wrath, cosa possiamo aspettarci?
Blizzard Dev.: Continueremo sullo stesso percorso intrapreso con Burning Crusade; il numero più alto di giocatori richiesto per un Raid sarà 25, ma ci sarà la possibilità di affrontare versioni “semplificate” delle instance anche per 10 giocatori. Una delle cose che ci ha colpito di più dopo il rilascio di Burning Crusade è stato il successo di Karazhan: in pochissimo tempo è diventata il contenuto di più grande interesse da parte dei giocatori di tutto il mondo. A quel punto era chiaro che l’opzione per 10 giocatori piaceva, ed abbiamo deciso di inserirla nelle nuove instance presenti in Wrath of the Lich King.

Andrea Porta: Parliamo di mount. Quali le aggiunte in questa nuova espansione?
Blizzard Dev.: Al livello 77 i giocatori potranno usare le mount epiche nella regione di Northrend. A quel punto ci saranno due opzioni: utilizzare la mount che già si possiede, oppure comprarne una nuova. Le nuove mount avranno qualche particolarità: saranno più veloci, più o meno come la Fenice ottenibile in Bruning Crusade o il Drago che si può ottenere con il titolo di Gladiatore, ed avranno la possibilità di portare un passeggero.

Andrea Porta: Potete farci un piccolo riassunto di come i veicoli influenzeranno il PVP, e di quali sono le loro peculiarità?
Blizzard Dev.: Abbiamo creato una serie di veicoli che potranno essere utilizzati in molti modi e situazioni diverse. Abbiamo ad esempio alcune quest che utilizzano la tecnologia sviluppata per i veicoli, ma in maniera leggermente differente: per esempio ci sarà da liberare un prigioniero da un campo. Nella fuga a cavallo che seguirà l’NPC guiderà, mentre il giocatore avrà a disposizione un set predefinito di abilità per sconfiggere e rallentare gli inseguitori.
Passando al PVP, grazie ai nuovi edifici distruttibili, i giocatori potranno sviluppare tutta la potenza dei nuovi veicoli e vederne gli immediati effetti. Per la regione World PVP di WIntergrass abbiamo invece tutta una serie di veicoli speciali, come la Catapulta dei Forsaken, il Demolisher, il Siege Engine, che è una sorta di carro armato a vapore con guidatore e passeggero, e persino due unità aeree, come il Goblin Shredder. Abbiamo speso molto tempo per far sì che i veicoli restituiscano un’idea di grande potenza, soprattutto quando si distruggono gli edifici ed, a maggior ragione, quando vi troverete a combattere contro altri giocatori a piedi.

Andrea Porta: Ora come ora l’engine di World of Warcraft comincia ad essere davvero un po’ datato. E’ stato difficile introdurre il concetto di distruttibilità degli edifici?
Blizzard Dev.: Non abbiamo avuto molti problemi dal punto di vista grafico, a parte il fatto che animare le varie sequenza di un crollo richiede davvero molto tempo: in pratica si tratta di realizzare scenari diversi, prima la costruzione intatta, poi leggermente danneggiata, e via via fino ad un cumulo di macerie. Il tutto andrà poi collegato con un’animazione fluida. E’ un procedimento lungo, ma l’engine per quanto vecchio ha retto benissimo agli “stress”.

Andrea Porta: Troveremo in Wrath of the Lich King miglioramenti alla grafica, come è stato per Burning Crusade?
Blizzard Dev.: Abbiamo tre novità: innanzitutto una nuova tecnologia per gli shader, che allarga lo spettro di terreni che possiamo riprodurre. Secondariamente abbiamo ampliato l’orizzonte, il che permetterà ai giocatori di vedere molto più in lontananza. Ma l’aggiunta più grossa è senza dubbio il sisitema di ombre, che riguarderà sia i personaggi che le strutture. Stiamo lavorando anche ad una nuova tecnologia per l’acqua, ma non uscirà immediatamente insieme all’espanzione.

Andrea Porta: Queste migliorie hanno portato ad un incremento dei requisiti minimi necessari per far girare il gioco?
Blizzard Dev.: Ancora non abbiamo specifiche minime ufficiali, ma il nostro impegno è come sempre rivolto anche ai possessori di macchine più datate.

Andrea Porta: Parliamo della nuova classe Eroica, magari concentrandoci sulle novità che la sua introduzione porterà nelle meccaniche di gruppo, sia PVE che PVP.
Blizzard Dev.: Il Death Knight avrà senza dubbio un grande impatto sulle meccaniche di gruppo. In PVE aggiunge di fatto un nuovo tank al carnet, e confidiamo che sarà in grado di accollarsi quasi tutti i boss delle instance maggiori. Ovviamente per essere dei buoni tank occorrerà specializzarsi, e tramite la distribuzione dei punti ottenere le apposite abilità dedicate all’aggro. Il Death Knight sarà particolarmente efficace contro nemici che usano la magia, grazie allo scudo antimagia.
Passando al PVP, la feature più interessante è senza dubbio quella che permetterà al Death Knight di “acchiappare” un nemico da distanza. Durante gli scontri tra giocatori la linea dello sguardo è fondamentale, ed il Knight potrà andare a stanare i nemici nascosti per poi darli in pasto ai casters o agli hunters.

Andrea Porta: E’ possibile avere una panoramica sulle abilità del Death Knight?
Blizzard Dev.: Il Death Knight avrà due grandi tipi di abilità differenti: usare le rune, oppure il potere runico. SI tratta quasi sempre di DPS, oppure de-buffare l’avversario. Poi c’è il Death Grip, di cui abbiamo parlato poco fa, e l’abilità di summonare un Non Morto. I talenti potranno essere distribuiti tra Blood, Frost ed Unholy, ed ognuno dei set darà al Death Knight caratteristiche particolari: Blood è orientato verso il DPS e rubare energia vitale, Frost è più dedito al controllo e Unholy è invece dedicato a chi piace essere cattivo, e controllare creature altrettanto crudeli.

Andrea Porta: Passando alle classi che già tutti conosciamo, possiamo aspettarci qualche revamp o qualche sostanziale novità?
Blizzard Dev.: Senza dubbio ci saranno dei cambiamenti; molti dei talenti sono cambiati, e ce ne sono di nuovi, siamo sempre al lavoro per migliorare. Ovviamente quando la patch sarà caricata, tutti i punti talento saranno azzerati, in modo da dare a tutti l’occasione per un nuovo inizio.

Andrea Porta: Ci sarà qualche tipo di World Event ad accompagnare il lancio di Wrath of the Lich King?
Blizzard Dev.: Purtroppo questa volta non c’è un portale da aprire, quindi non possiamo avere lo stesso effetto spettacolare che ci fu per Burning Crusade. In ogni caso avremo delle linee di quest che accompagneranno i giocatori verso le nuove regioni, questo è certo.

Andrea Porta: Cosa potete dirci dei nuovi Tier delle armature?
Blizzard Dev.: Ci sono diversi nuovi Tier che introdurremo con Wrath; c’è il set per i Raid da 25, ed uno molto simile quanto a bonus ma inferiore per stats che si otterrà con le instance da 10. Poi c’è il PVP, dove proporremo un set paragonabile a quello da 25, il quale avrà richieste molto alte quanto ai rating nelle arene, poi abbiamo una via di mezzo, assimilabile a quello da 10 persone, ed infine un TIer di base, che non avrà requisiti se non l’accumulo di Honor Points.
Anche il Death Knight avrà i suoi set, come tutte le altre classi. Ovviamente non abbiamo realizzato contenuti per le vecchie instance, ed andare a Molten Core col Knight non sarà granchè proficuo…

Andrea Porta: Forse è un po’ troppo presto per questa domanda, ma pensate che continuerete ad aggiungere nuove classi eroiche con le nuove espansioni?
Blizzard Dev.: E’ una possibilità. Ogni volta che ci accingiamo a preparare una nuova espansione parliamo di aggiungere nuove classi, anche se probabilmente non tutte le espansioni vedranno l’introduzione di una classe. Qualche volta lo faremo, qualche volta no, e dipenderà da ciò che il gioco avrà bisogno in quel preciso momento.

Andrea Porta: Qualche novità sulla data di rilascio…?
Blizzard Dev.: Certo, è stata fissata. Sarà il primo Martedi di “quando sarà pronto”. [Ride]
Andrea Porta: Per punizione pubblicherò la risposta a questa domanda esattamente come l’hai detta, lo sai, vero?
Blizzard Dev.: Ne avevo il presentimento, sì [Ridono]
Andrea Porta: Grazie per il vostro tempo ragazzi, buon rientro!
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2017 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.