Recensione di XIII Secolo - La Morte o la Gloria

Copertina Videogioco XIII Secolo
  • Piattaforme:

     PC
  • Genere:

     Strategico
  • Sviluppatore:

     OSW Games
  • Data uscita:

     Aprile 2008
- Grafica vivace ed accattivante
- Oltre 60 personaggi storici
- Ricostruzione storica ben realizzata
- Comparto sonoro migliorabile
- Modalità multiplayer complessa per i neofiti
A cura di (Dartagnan) del
XIII Secolo - La morte o la gloria è un classico gioco di strategia in tempo reale caratterizzato da un profondo background storico che ripropone le battaglie e le situazioni più significative di quest’epoca con un’attenzione particolare al realismo e alla verosimiglianza. Al comando di eserciti potenti e ben equipaggiati il giocatore avrà la possibilità di rivivere battaglie fondamentali e, perché no, riscrivere addirittura il corso stesso della storia.

Il primo impatto
Già dalle fase iniziali è possibile apprezzare l’interfaccia grafica estremamente curata che caratterizza il menù iniziale e dalla quale potremo selezionare le modalità previste. Per iniziare il gioco possiamo selezionare la voce "Campagne", a patto però di aver prima completato l'allenamento, essenziale per apprendere le tecniche e i comandi basilari. A questo punto non ci resta che scegliere tra una delle 30 principali battaglie storiche del XIII Secolo, optando tra quelle che vedono protagonisti Francia, Inghilterra, Germania, Russia e Mongolia.
Non poteva mancare l'icona "Risultati", che elenca i progressi di gioco ottenuti, i nostri successi, il comportamento delle nostre truppe e il livello di difficoltà di ogni battaglia. Sarà possibile anche creare battaglie personalizzate scegliendo direttamente i nostri avversari, il campo di battaglia e le condizioni di vittoria grazie all’apposita sezione, soluzione questa che garantisce un significativo incremento alla longevità globale del titolo. Per gli appassionati di sfide online è poi disponile l’apposita opzione per il gioco in Rete.

Rivivere la storia sulla nostra pelle
In XIII Secolo saremo al comando di un esercito in battaglia con tutto ciò che ne consegue. La vittoria, infatti, non si conquisterà solo col numero di unità impiegate, ma dipenderà soprattutto dall’abilità del giocatore oltre che dalle conoscenze e dall'applicazione delle regole e dei metodi tipici delle battaglie medievali. Al contrario degli altri RTS di matrice storica, in questo titolo non c'è alcuna fase dedicata al dispiegamento delle forze, perché la partità inizierà in un momento ben definito, con l’esercito già schierato o in fase di spostamento. Il giocatore dovrà dunque eseguire solo ed esclusivamente le manovre necessarie impartendo gli ordini opportuni. Per una maggiore verosimiglianza con le reali battaglie del Medioevo, gli Unicorn Games Studio (azienda sviluppatrice del titolo in questione), hanno deciso di suddividere ogni esercito in unità, ciascuna delle quali è formata da diversi soldati, tutti facilmente rintracciabili per mezzo della minimappa presente sulla schermata di gioco. Tali unità si dividono principalmente in "Fanteria" e "Cavalleria", ed entrambe possono avere un livello di armamento articolato in più livelli, da quello leggero a quello medio, per arrivare fino a quello pesante. Sono previste inoltre le categorie "Tiratori" ed "Arcieri", che, se utilizzati con accortezza, possono condurre a una vittoria ancor più schiacciante. L'unico obiettivo è quello della vittoria e questa può arrivare anche con la fuga delle truppe avversarie.

Ma che bella interfaccia di gioco...
L’interfaccia di gioco, oltre che di aspetto gradevole, si dimostra estremamente facile da utilizzare. Tutte le informazioni essenziali sono presenti: il campo di battaglia, la minimappa, il pannello di controllo e altre informazioni riguardanti l'esercito e le unità presenti sul terreno di gioco. Uno degli aspetti più importanti per XIII Secolo riguarda la gestione della visuale, che può garantire un'esperienza di gioco davvero appagante e divertente. Il tutto è regolabile attraverso il mouse o grazie ai soliti tasti di scelta rapida sulla tastiera, ma l'aspetto importante è che potremo personalizzare a nostro piacimento gli strumenti di gioco sul nostro monitor, spostandoli come e dove vogliamo. Per quanto riguarda la minimappa, che ricopre nei titoli strategici in tempo reale una grossa importanza, possiamo dire che è ben fatta e sufficientemente definita. In essa sarà possibile visualizzare tutte quelle che sono le informazioni della battaglia, il tipo di terreno ed eventuali ostacoli, ponti, e così via.
Ben strutturato anche il pannello di controllo dove sarà possibile settare la velocità di gioco, i livelli di zoom di mappa e minimappa, i vari pulsanti per impartire ed annullare gli ordini distribuiti ed infine i pulsanti per la formazione, la compattezza e il comportamento dell'esercito.
Naturalmente ci saranno poi icone specifiche per le varie unità e non c'è bisogno di dire che impartire l’ordine giusto, al momento giusto, all’unità giusta farà la differenza tra un buon ed un cattivo condottiero. In realtà per ogni unità in XIII Secolo, si è pensato di creare una serie di caratteristiche che fanno capire quanto si sia voluto sviluppare l'aspetto che più di tutti contribuisce ad una buona riuscita di uno scontro, ossia il profilo tecnico/morale/fisico delle truppe. Ad incentivare ulteriormente lo stato delle nostre unità ci sarà inoltre una luce lampeggiante che, a seconda dei casi, sarà verde se tutto è sotto controllo oppure rossa in caso di pericolo imminente.

La formazione alla base di tutto
Proprio come nelle vere guerre, le unità potranno essere ordinate in formazioni militari e, a seconda del tipo e della compattezza, otterremo un differente livello di attacco e di difesa. Le varie formazioni disponibili si differenziano a seconda delle loro configurazioni:

- In linea: formazione tipica della fanteria; può essere di senso orizzontale o verticale;
- A cuneo: tipica della cavalleria e dei cavalieri pesanti; permette di penetrare le linee nemiche senza indebolire troppo la difesa delle unità;
- A cerchio: è una formazione speciale della fanteria ed in particolar modo dei lancieri.

Sarà possibile, inoltre, selezionare il numero di allineamenti nella prima formazione analizzata (fino a 3) oltre che modificare la larghezza e la profondità della stessa.
Attenzione però, è sì importante la formazione, ma lo è ancor di più la sua compattezza generale. Infatti una formazione ad alta compattezza sarà maggiormente indicata per il combattimento corpo a corpo, mentre una a bassa compattezza sarà più adatta per proteggersi dall’attacco nemico.

Stanco delle solite battaglie?
Se siete stanchi delle 30 battaglie proposte da XIII Secolo - La morte o la gloria o le avete semplicemente ultimate tutte, potrete passare alla sezione "Battaglie personalizzate" nella quale creare e disputare tutti gli scontri che volete. La loro creazione si divide in 2 fasi contraddistinte: la prima è quella relativa alla scelta della mappa e del giorno da prendere in considerazione; la seconda e quella di selezione degli eserciti che prenderanno parte al conflitto. Si ha addirittura la possibilità di inserire fino a 6 eserciti in un'unica battaglia, selezionare la nazione di appartenenza, gli alleati, i nemici ed il comportamento che dovranno assumere le varie unità. Ovviamente creare eserciti senza particolari restrizioni non ha alcun senso, per questo si è pensato di limitare il "budget" di reclutamento e stabilire come tetto massimo quello di 20 unità per ogni esercito.
A contribuire ulteriormente al divertimento è disponibile la modalità multiplayer in rete locale Lan o con connessione Internet ad almeno 128 Kpbs. Il limite massimo previsto è di 6 giocatori con la possibilità di 3 utenti che osservano l'evolversi del conflitto. Sarebbe però stato opportuno procedere ad una maggiore semplificazione che tenesse conto anche delle esigenze dei giocatori meno esperti e alle prime armi.

Per ciò che riguarda, infine, l'aspetto grafico, il lavoro svolto dagli sviluppatori è apprezzabile. Il titolo prevede, tra la’ltro, una modalità di visualizzazione in 4:3 o 16:9 e si distingue per la buona qualità delle texture e la resa delle varie unità.. Migliorabile, invece, il comparto sonoro, che in alcune situazioni non si dimostra all'altezza del gioco.

Multiplayer
Possibilità di giocare in LAN o su internet con connessione ad almeno 128 Kbps fino a 6 utenti

Hardware
Requisiti minimi:

Windows 2000, XP SP2 o Vista
CPU P4 2,4 Ghz o AMD equivalente
1 Gb di RAM
Scheda video da 256 Mb
3 Gb di spazio libero su HD
Connessione a 128 Kbps o superiore

Requisiti consigliati:

Windows 2000, XP SP2 o Vista
CPU P4 DA 3,2 Ghz o AMD equivalente
2 Gb di RAM
Scheda video GeForce 7900 o Radeon X1900 ( o superiori)
3 Gb di spazio libero su HD
Connessione ad almeno 256 Kbps
Recensione Videogioco XIII SECOLO - LA MORTE O LA GLORIA scritta da DARTAGNAN XIII Secolo è un titolo gradevole e dedicato espressamente agli amanti della strategia bellica virtuale a sfondo storico. La grande e minuziosa realizzazione di scenari e battaglie, unita a delle meccaniche di gioco solide e, allo stesso tempo, facili da padroneggiare, garantiscono un elevato grado di divertimento
Buona la grafica e, in generale, la cura dei particolari, mentre il comparto audio avrebbe potuto essere migliore.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.