Recensione di Trainz Railroad Simulator 2006

Copertina Videogioco TRS 06
  • Piattaforme:

     PC
  • Genere:

     Simulazione
  • Sviluppatore:

     Auran Games
  • Distributore:

     Blue Label Enterteinment
  • Lingua:

     Italiana
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     Disponibile
- E' Trainz
- Online
- Ottimo sitema di editor
- Prodotto di nicchia
- Bugs eccessivi
- Reparto tecnico che può ma non riesce a dare di più
A cura di (Alex90) del
Capostazioni, controllori, pendolari, appassionati di trenini, è arrivato il momento di sfogare le vostre passioni anche sul vostro Pc. Dopo anni di successi, assicurati da due titoli che hanno fatto delle rotaie e dei treni pane per i propri denti, generando, con un mix di grafica e giocabilità ben equilibrato, un’ampia cerchia di fans, Auran sembra, anzi, vuole rimettersi in discussione, e non ha caso poco fa ha piazzato sul mercato, a distanza di due anni dall’ ultimo episodio, il nuovo Trainz Railroad Simulator 2006. I dubbi e gli interrogativi, che hanno tormentato e caratterizzato quest’edizione sono stati parecchi e lasciatemelo dire, erano più che fondati. Ci si chiedeva se Auran avesse avuto la bravura e la capacità , di far fruttare questi anni di esperienza, correlati a un continuo contatto con i fruitori del titolo, e riorganizzare le idee e il tutto, in un qualcosa di indubbiamente bello a vedersi e soprattutto nuovo. Facile a dirsi, meno ad eseguirlo… secondo voi ci è riuscita? (Non vorrei fare il guastafeste, però non vi consiglio di scommettere col vostro amico, per un si deciso e completo…io vi ho avvertiti).

2004 o 2006?
Il titolo, cui ho voluto affibbiare questo paragrafo, rappresenta quello che un po’ tutti noi abbiamo pensato inserendo per la prima volta Trainz Railroad Simulator 2006. Infatti, la prima cosa più ovvia che si può fare, dopo aver spolpato tutte le opzioni e girovagato per il menu, è confrontare quest’edizione con la precedente, in modo da capire cosa c’è di veramente nuovo. Anche Noi di Spaziogames l’abbiamo fatto e possiamo già denotarvi che alla lunga, il titolo non si discosterà molto dalle edizioni già presenti sul mercato, sotto questo nome, e pertanto vi consigliamo di andare a rivisitare e rivedere gli articoli scritti su tali titoli. In questa sede dunque, sarebbe inutile andare a ricalcare fatti e cose già scritte e descritte negli anni addietro, pertanto ci soffermeremo sul parlare di quelle novità, seppur poche che ci hanno colpito e di quegli accorgimenti e migliorie adottate.
Innanzitutto, come ormai avvertiamo da tempo, TRS 2006 è un gioco, più che altro di ‘nicchia’ nel senso che bisogna essere veri e propri fans e amanti del genere per poterlo apprezzare appieno. C’è bisogno di tempo, un minimo di conoscenza e tanta ma tanta pazienza per diventare provetti macchinisti nel giro di poco tempo. Se invece, non doveste possedere queste ‘qualità,’ il gioco in un batter d’ occhio si ritroverà sommerso di polvere sui vostri scaffali, e dunque vi consiglio di guardare altrove ed espandere i vostri orizzonti in qualche altro modo, sicuramente non sui binari.
Ora, è arrivato il momento di spulciare il gioco nel profondo e andare a vedere cosa ha riservato Auran anche quest’anno, ai suoi utenti. Il gioco si frammenterà e dividerà in tre modalità di gioco: Macchinista, Ingegnere ferroviario, Deposito Ferroviario, delle quali ora parleremo diffusamente. Cominciando dalla prima modalità (Macchinista), ci spetta subito l’incarico di preannunciarvi che questa si tratterà in poche parole di un’ unione tra la modalità Driver e Yardmaster, presenti nell’edizione 2004. Direte voi, cosa significa ciò? Precedentemente il compiere missioni e il godersi semplicemente il paesaggio, alla guida dei vagoni (facendolo direttamente noi dalla cabina o lasciandolo fare alla CPU) senza alcun impegno e dovere, facevano parte di due modalità distinte. Ora però le cose sono cambiate, e lo dimostra il fatto che queste sono fuse e unite in un unico cocktail, o meglio ancora in un’unica minestra. Potremo dunque farci incantare dai paesaggi, ben ricreati dal motore 3D, e nello stesso tempo guidare verso un preciso obbiettivo e non dunque dove semplicemente ci porta il cuore. Quindi sicuramente, una scelta azzeccata! Adesso, passiamo la palla ala modalità ‘ Ingegnere Ferroviario ’. Si tratta di un vero e proprio editor, completo, che vi consente di creare mondi, tragitti, tracciati, percorsi e scenari. Ora sta alla vostra immaginazione rendere l’ambientazione più bella possibile, inserendo tutto ciò che vorrete dove lo vorrete. Alberi, strade, ponti, binari, officine, stazioni, persone e tanto altro ancora vi permetteranno di caratterizzare il vostro viaggio ideale, dal motore 1D del cervello (battutaccia) a quello 3D del gioco. Ed ora facciamo capolinea alla modalità ‘Deposito Ferroviario’, che, come suggerisce il nome stesso, è una vera e propria banca dati in cui sono elencati, in molti casi con le apposite immagini, i vostri vagoni e treni preferiti.
Infine, per gli internauti, gli amanti del genere e per tutti quelli che non ne vogliono sapere di attaccare il gioco al chiodo (modo di dire adattato), il titolo offre l’opzione ‘Trainz Exchange’ nella quella potremo visionare contenuti ed eventi, scaricare nuovi aggiornamenti e accedere alla chat intena al gioco ( ricordo che bisogna essere registrati su Placet Auran per godere di questi servizi).

Bagagliaio tecnico
Ragazzi è arrivato il momento di fare le valigie e i bagagli e di incominciare questo viaggio alla guida dei vostri treni. Dunque, entriamo nel dettaglio e andiamo a vedere, dove TRS 06 ci ha fatto rimanere un po’ con l’amaro in bocca. Certo, i modellini dei treni sono stati ricreati con una smaniosa cura per il dettaglio, nulla da dire neanche per gli effetti climatici, davvero suggestivi, ma è anche doveroso andare aldilà di queste cose e ammettere che nel complesso le animazioni e gli scenari sono ancora troppo relegati al passato e poco innovativi. Infatti, seppur è visibile un piccolissimo lifting grafico, attuato da Auran, non si può celare che quest’aspetto somigli ancora molto all’edizione precedente, che di per sé, già non brillava dal punto di vista squisitamente visivo. Inoltre, provando il gioco, sono sorti molti problemi a livello di bug e ritorni a Windows che ci hanno un po’ stupiti e crediamo che la causa sia da attribuire al motore grafico, un po’ troppo appesantito. E a questo punto, visto che non sono di certo rari eventi del genere, ci chiediamo perché Auran, ha piazzato sul mercato un gioco come questo, non perfettamente finalizzato e completo, e ha deciso di rimandare gli utenti al rilascio di patch al riguardo, anziché risolvere il problema sin da subito. Oramai la casa non è più di certo alle prime in questo genere di esperienze ludiche, e dunque gli alibi cominciano a mancare.
Infine, per quanto concerne il sonoro, anche se non fa di certo gridare al miracolo, si attesta nella media e riesce a raggiungere la sufficienza.

Giocabilità
Il gioco si mostra nelle prime battute piuttosto ostico e se non fosse per il manuale presente nella confezione, i neofili farebbero molta fatica a sminuzzare le varie opzioni e modalità. In particolare l’ editor e il controllo manuale della locomotiva faranno uscire il fumo dal cervello a chi non è molto pratico a trovarsi a guidare anzichè sulla strada, sulle rotaie.

Multiplayer
Grazie ad un sofisticato sistema di chat, potrete scambiare messaggi istantanei con altri utenti online di Trainz nella modalità Macchinista.

Hardware
REQUISITI MINIMI DI SISTEMA
Windows 98/2000/ME/XP
512 MB RAM (consigliato 1 GB)
Pentium IV 1.5 Ghz (consigl. 2.0 Ghz)
Scheda grafica 3D 32 Mb di RAM (consigliato 128 Mb RAM)
4.0 GB HD libero circa
DirectX 9.0 o superiore
Recensione Videogioco TRAINZ RAILROAD SIMULATOR 2006 scritta da ALEX90 E’ ora di fare capolinea a questo viaggio, passato insieme sui treni, nuovamente coi motori accesi, del nuovo Trainz Railroad Simulator 2006. Che dire, anche quest’anno Auran ci ha riprovato, ma non tutto è andato come previsto. Certo, ci troviamo di fronte sempre ad uno dei migliori simulatori ferroviari presenti sul mercato, ma quest’edizione sa un po’ di marcio e di vecchiotto. Ormai questo TRS 06 non fa altro che seguire le ombre dei suoi predecessori e sfruttare il successo ottenuto dalla serie negli anni addietro. Poche, pochissime le novità e un motore grafico non all’altezza e frequentemente incostante e causa di molti bug, sono le gocce che fanno traboccare il vaso. Consigliato a tutti gli amanti della serie e chi si vuole avvicinare a questo genere di simulazione, per tutti gli altri videogiocatori frenetici, credetemi, cambiate strada e guardate altrove, questo non è proprio il gioco che far per voi!
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.