Recensione di Neverwinter Nights 2

Copertina Videogioco NWN2
  • Piattaforme:

     PC
  • Genere:

     Gioco di ruolo
  • Sviluppatore:

     Obsidian Entertainment
  • Distributore:

     Atari
  • Lingua:

     Italiano (testi e doppiaggio)
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     disponibile
- Il multiplayer
- Ottima longevità
- Poca innovazione
A cura di (Mindead) del
In un piccolo villaggio paludoso
Benvenuti a Neverwinter, città dai mille talenti e forse anche più segreti nascosti nelle ombre e fra i raggi di luce che illuminano splendenti il cuore degli Eroi.
Peccato che la nostra avventura cominci in un piccolo villaggio paludoso di nome West Harbor in cui dopo non molto tempo, eventi improvvisi ci portano ad intraprendere un lungo viaggio verso la lontana Neverwinter sperando in questa di trovare le risposte che cerchiamo.

Se la storia si ripete
Fortunata ed originale fu Baldur's Gate che vide l'inizio di una saga di giochi di ruolo fantasy basati sulle regole del noto Advanced Dungeons & Dragons.
Con l'uscita della terza serie in veri e propri tomi cartacei di D&D l'impero videoludico non potè restare a guardare e collaborando assiduamente coi produttori del gioco di carte nacque Neverwinter nights, un bel gioco che tuttavia non ebbe il successo che gli sarebbe spettato, forse perché alle porte del tempo cominciavano a bussare altri titoli MMORPG che in breve tempo avrebbero spazzato via i ricordi della sgargiante Neverwinter.
Oggi invece l'Obsidian Entertainment ci riprova col secondo capitolo della saga, tanto atteso ed osannato ancor prima della sua uscita.
Sin dal principio Neverwinter Nights 2 offre una completa customizzazione del personaggio principale: ciò prevede lo scegliere la sua Razza, beneficiando delle caratteristiche ad essa riservate; la Classe, e quindi potremo optare per la professione di mago anzichè guerriero piuttosto che un ladro; l' Allineamento, mediante il quale scegliere se creare un alter ego buono o cattivo, menefreghista o crudele, retto o anarchico; infine i tratti somatici e il sesso del personaggio (Io ho una femmina monaca mezz'elfa che stende la gente a colpi di pseudo kung fu).
Il mondo è grande, di amici se ne fanno tanti ma i nemici, ovviamente, son sempre più numerosi.
Per quanto il gioco ci insignisca di una carica investigativa che rappresenta il filo conduttore della narrazione, Neverwinter Nights 2 offre un libero arbitrio pressochè assoluto che ci dà l'opportunità sia di occuparci magari di Quest secondarie sia di massacrare qualsiasi cosa si muova nel raggio d'azione delle nostre armi se si desidera farlo.
Nel cammino, come gia detto, di nemici se ne incontrano tanti e di amici anche. Ciò comporta la possibilità di incontrare magari un nano guerriero e logorroico che percorre la vostra stessa strada e magari con la scusa di farsi compagnia durante il viaggio egli risulterà un ottimo compagno di avventure brandendo un enorme ascia che metterà a nostra disposizione.
Una caratteristica fondamentale rispetto al primo titolo è che la gestione dei personaggi del nostro team è molto più completa: ciò prevede di stabilire attraverso un menù, che a mio parere non è poi cosi pratico, i comportamenti base dei personaggi del nostro team; si potrà impostare in che modo debbano lanciare incantesimi i maghi e gli stregoni o druidi, e, nel in caso di guerrieri invece magari stabilire che proteggano il nostro personaggio principale durante gli scontri anzichè buttarsi a testa bassa in una sorta di "pseudo libero arbitrio" contro ogni creatura ostile che compaia sullo schermo, o ancora nel caso dei ladri, è possibile impostare lo scassinamento delle porte e degli scrigni ogni qualvolta se ne avvisti uno chiuso o o ancora in caso di ladri impostare lo scassinare porte e scrigni.
Il tutto è gestito da un comodo pulsante che mette in pausa il gioco permettendoci di impostare quali azioni debbano compiere i nostri eroi ma ritengo che il sistema di gestione del personaggio sopracitato sia troppo articolato e ciò compromette una gestione ottimale del team. Per tale ragione, non è improbabile che chi giochi preferisca attivare tutto e menar le mani oppure disattivare tutto, mettere in pausa al principio di ogni scontro ed impartire ordini specifici ad ogni personaggio di cui dispone. Oltre tali migliorie "la storia si ripete" ovvero Neverwinter Nights 2 non offre cambiamenti (dal lato tecnico) significativi rispetto al suo predecessore assestandosi quindi come un videogame pressochè identico. Magari a differenza del primo ora possiamo muovere il personaggio, oltre che col solito punta e clicca, con le frecce direzionali: quindi ovviando a quei bug di intelligenza artificiale che fanno prendere ai personaggi strade e percorsi illogici o troppo lunghi. Tuttavia, in ultima analisi, il gioco è lo stesso, ciò implica, almeno per me, che il divertimento sia nettamente inferiore a quello del suo predecessore, in quanto manca quel briciolo di novità che riesca a differenziare un titolo dal suo sequel.
Insomma, un pò come giocare a uno sparatutto come "Call of duty 2" per fare un esempio: Grafica fighissima, audio da paura...ma poi se hai giocato a Medal of Honor e a Call of Duty, l'ennesimo sequel per quanto migliorato (e grazie che è migliorato, passano gli anni, migliorano le schede video, i processori le ram e di conseguenza i videogiochi) è pur sempre un sequel che non si scosta di una virgola dai predecessori.

Benvenuti a Neverwinter
Neverwinter Nights 2 è ricco di sorprese che ci invitano all'esplorazione, al furto, all'omicidio o magari a salvare due povere vite innocenti dall'attacco dei lupi. Il tutto è arricchito da una miriade di oggetti reperibili nelle mappe, oltre all'immancabile vile danaro ci sono armi magiche e non, pozioni, pergamene, materie prime e attrezzi per lavorare quest'ultime al fine di crearci da soli armature o filtri magici capaci di renderci la pelle dura come la pietra! L'allineamento tuttavia in questo è fondamentale: ossia se la nostra scelta iniziale ricade su un paladino leale e buono (quindi devoto alla giustizia e all'ordine sopra ogni cosa), andare in giro a massacrare innocenti risulterà uno svantaggio rispetto alla propria morale, cosa che risentiremo in sede di accumulazione di punti e bonus. Ciò implica scelte ponderate a seconda delle nostre caratteristiche. Bene o male ogni qualvolta si comincia un dialogo con qualcuno si hanno diverse possibilità su cosa dire e con che tono dirlo, tali scelte ricalcano pressapoco gli allineamenti. Il paladino di prima in teoria, dopo aver sventato l'attacco di un clan di orchi per salvare una fanciulla non accetterà danaro come ricompensa da parte del marito di costei, ma si accontenterà di aver svolto il suo dovere e della gloria che da esso deriva. Magari invece un personaggio con caratteristiche malvagie non solo prenderà i soldi che gli verranno offerti ma ne esigerà ancora di più e non contento dopo averli ottenuti sotto minaccia sventrerà il malcapitato illuso e gli ruberà anche quel poco che gli resta...
Insomma spetta a voi decidere cosa fare e come comportarvi, ma le vostre scelte influiranno sull'opinione che gli altri personaggi - soprattutto i compagni di viaggio - avranno di noi. A tali scelte però il gioco aggiunge anche altre strade che si assestano in base alle proprie caratteristiche, risposte diplomatiche o intimidatorie, menzogne o verità palesi. Ponderate signori, ponderate!

Ma meniamo anche un pò le mani
La realizzazione grafica del gioco è discreta ma ci si aspettava qualcosa di più, i personaggi sono relativamente dettagliati e così gli ambienti; anche se il punto di forza rimangono le animazioni, soprattutto gli effetti sprigionati dagli incantesimi e pure sull'audio non c'è nulla da dire. Le magie sono spettacolari e tantissime, dunque ne avremo di materiale per rifarci gli occhi! Quindi in finale il lato battagliero di Neverwinter Nights 2 rende giustizia al titolo (e non poco); purtroppo, come sopracitato, avrei preferito un sistema gestito in modo leggermente diverso che non inducesse tutti i giocatori a gettarsi all'arma bianca sul nemico ma che favorisse l'uso delle armi da lancio senza trovarsi pochi secondi dopo l'inzio degli scontri un malandrino pesantemente armato a tirar mazzate al nostro arciere di fiducia che magari prima di trovarselo davanti ha avuto modo di tirar giusto un paio di frecce...
Molto piacevole è il fatto che quasi tutti gli oggetti in nostro possesso possano essere gestiti inserendoli in una barra a fondo schermo che contiene vari slot ognuno collegato ad un numero, quindi senza andarsi a ricercare dall'inventario (che dopo un pò sarà pieno zeppo di roba) una specifica pozione di guarigione o un particolare incantesimo, se si è stati attenti, la disposizione di essi in tale barra ci risulterà utile e comoda.
Più si mena e più si diventa forti, più si diventa forti e più si mena.
Un sistema intelligente gestisce i punti esperienza nel gioco favorendo la salita di livello in modo parallelo per ogni personaggio. Con l'avanzamento di livello avanzano pure le varie caratteristiche principali e non, alcune vengono incrementate ma altre vengono aggiunte a quelle già esistenti permettendoci di fare meglio ciò che gia facciamo ma soprattutto permettendoci di fare nuove cose. Il tutto in modo abbastanza equilibrato con gli eventi che ci si pongono dinanzi e con essi il livello degli avversari, da semplici cinghiali all'inzio, a Lich iperpotenti capaci di spedirci nella tomba condannando la nostra anima ad atroci sofferenze fino alla fine dei Tempi.

Multiplayer
Il vero punto di svolta di NWN2 è rappresentato dal nuovo sistema di scripting che gestisce il multiplayer chiamato "Electron". Quest' ultimo permette a chi voglia cimentarsi nell' esperienza in rete la completa personalizzazione delle mappe aggiungendo svariate migliorie rispetto al suo predecessore e garantendo una varietà di soluzioni più ampia accostandosi maggiormente alla versione D&D cartacea. L'esperienza di gioco in multy è nettamente diversa da quella del single, affermandosi con rigore fra i motivi principali per cui tale gioco è stato creato soddisfacendo così non solo le esigenze del giocatore ma soprattutto quelle del Master.

Hardware
Processore Pentium a 1800 Mhz
512 MB di ram
scheda acceleratrice 3D 128Mb (Geforce 3 o Ati Radeon 8500 minimo)
sistema operativo Windows 2000/XP
6000 MB di spazio libero su Hard-Disk
lettore DVD-ROM
DirectX 9.0C (comunque presenti sul CD).
Recensione Videogioco NEVERWINTER NIGHTS 2   scritta da MINDEAD Neverwinter Nights 2 è un buon titolo. Che dire, non sarà il massimo dell' innovazione rispetto a ciò che già è esistito, che ha fatto scalpore e che ha fatto il suo tempo, tuttavia è un gioco dalla longevità capace di soddisfare anche chi davanti al PC coi videogiochi ci fa le nottate; il titolo è capace di affascinare anche chi con questa tipologia di giochi non ha mai avuto niente a che fare. Farsi prendere dalle Quest lasciandosi cullare dal discreto supporto grafico è una gran cosa, e vi assicuro che di quest ce ne sono per tutti i gusti!
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.