Recensione di GTR 2

Copertina Videogioco GTR 2
  • Piattaforme:

     PC
  • Genere:

     Guida
  • Sviluppatore:

     SimBin
  • Distributore:

     Atari
  • Lingua:

     Inglese
  • Giocatori:

     1-32
  • Data uscita:

     Disponibile
- Simulazione Perfetta
- Sonoro Ottimo
- Multiplayer a 32 giocatori
- Grafica datata
A cura di (Alex64) del
Dopo una lunga attesa, dovuta per lo più alla demo che qualche mesetto fa ci ha fatto desiderare il titolo Simbin come pochi altri, finalmente arriva la versione definitiva del miglior racing game simulativo mai apparso su PC. Già dalle prime versioni dimostrative avevamo visto le potenzialità di questo GTR 2, ma adesso che il gioco nella sua interezza è finalmente disponibile, i pochi dubbi rimastici sono tacitamente scomparsi. Traspare un livello simulativo addirittura migliorato rispetto al precedente capitolo, soprattutto per quanto riguarda le collisioni, decisamente più credibili e commisurate alla reale distanza e forza d'impatto tra le vetture (del resto, i Simbin ce lo avevano promesso). Rimasta invece invariata - e aggiungerei 'fortunatamente' - l'indole del gioco, appagante come nessun altro esponente del genere sa essere. E non si tratta solo della miriade di settaggi che ci permettono di regolare ogni centimetro quadrato della nostra vettura, parlo della sensazione che si prova scendendo in pista con un bolide perfettamente replicato nel suo comportamento su strada. Anche il semplice “salire su un cordolo” aggredendo la curva saprà darvi sensazioni indescrivibili.

Accendiamo i motori
GTR 2 è essenzialmente un titolo che ricrea fedelmente i campionati ufficiali GT della Federation Internationale de l'Automobile (FIA), permettendovi di guidare le classiche auto top series che nella vita reale vi sognate. Il primo GTR non era certo un titolo accessibile a tutti, la simulazione era a livelli inauditi e anche implementando i classici aiuti dubito fortemente che un novellino del genere si potesse trovare a suo agio una volta preso in mano il volante. Il discorso intrapreso mi porta subito ad annunciare la prima new entry di questo sequel per quanto riguarda le modalità di gioco, ovvero la Driving School. Praticamente ci troviamo davanti al pluricollaudato sistema di apprendimento con parallelo avanzamento nelle racing series - che verranno a mano a mano sbloccate - come in GT4 (PS2). Benché vi siano anche dei campionati custom, come il Pan Euro RS 2003 o lo European 360 Challenge, il cuore del gioco rimangono i campionati ufficiali FIA GT con il solito mare-oceano di licenze per quanto riguarda circuiti, piloti ed auto; il tutto riferibile alle stagioni 2003 e 2004. I tracciati di gara sarebbero 36, ma va considerato che alcuni di questi sono i medesimi con cambiamenti più o meno marcati causa il passaggio temporale dalla stagione 2003 alla 2004: cambiamenti nell'ordine di qualche chicane in più o in meno, oppure veri e propri tratti di pista modificati, dipende dai casi. Lo stesso discorso, ma al contrario, lo possiamo fare con i veicoli. Di base ne abbiamo 40 - tutti appartenenti alla classe supercars - ma se andiamo a considerare le singole variazioni apportabili a ciascun modello base, superiamo e di parecchio il centinaio di auto a disposizione. Inutile sottolineare che a tante vetture disponibili corrispondono altrettanti comportamenti diversi in pista, e non mi pare di dire nulla di nuovo quando affermo che la cosa ha dell'incredibile. Le modalità di gioco disponibili sono, oltre alla già accennata Driving School, la Championship, la 24h Endurance, le Prove Libere, le sessioni di Time Trial e il Weekend di Gara per finire. Ovviamente presente il multiplayer OnLine, che però riduce il numero delle vetture da 64 a 32 (che comunque non sono poche) con la possibilità di scannarvi in allegria, anche se purtroppo serviranno dei server molto affidabili ed una connessione velocissima (i tempi di latenza sono assassini in questo caso). La nuova modalità Time Trial ci consente di salvare i nostri giri migliori, upparli sui server di GTR e renderli scaricabili per coloro che ci volessero sfidare in differita, correndo contro le nostre ghost data. Per coloro che non fossero in possesso di fior fior di periferiche, niente paura, il tutto è gestibile anche tramite tastiera e mouse, con il neonato mouse steering.

Messa a punto prima di tutto!
Al solito, il fulcro del gameplay di GTR 2 saranno i settaggi, simmetrici e non, del corpo vettura: dalla mescola delle gomme al quantitativo di benzina a bordo sino alla pressione dell'olio dei freni, qualsiasi cosa si possa smontare e rimontare su una macchina da corsa in GTR2 si può plasmare a nostra immagine e somiglianza. Di fondamentale importanza anche il fattore meteorologico, con tanto di grafici e gradazioni che vi avvertiranno in tempo reale delle condizioni meteo, sia per quanto riguarda i gradi in pista che lo stato dell'asfalto. Il pit stop di GTR 2 è forse il migliore mai ricreato in un gioco di guida, con tanto di regia delle telecamere disseminate lungo tutta la griglia di partenza (ne avrete cinque a disposizione, più la on board camera su qualunque pilota partecipante e relativo audio) che replicheranno perfettamente la sensazione di trovarsi al muretto. Se gareggiare in pista rispecchia il versante attivo dell'esperienza di gioco in GTR, il pit è la fase riflessiva, la quiete prima della tempesta se vogliamo, in cui è possibile elaborare la strategia giusta guardando i risultati degli altri concorrenti e intervenendo sull'assetto della nostra auto per porre rimedio alle sbavature riscontrate in telemetria o nei precedenti giri di lancio. Uscire dai box - dopo aver passato anche 5 minuti a studiare la situazione - e fare un tempo di qualifica impeccabile è un qualcosa da provare. Il garage ha anche la funzione di porre “rimedio meccanico” ai danni che inevitabilmente prima o poi subirete, o cozzando contro altre vetture in fase di conquista-difesa della posizione, oppure facendo escursioni campestri su sabbia, erba e cordoli. Il nuovo sistema danni, oltre ad essere regolabile per quanto riguarda il realismo, è anche parecchio funzionale, tanto all'azione quanto all'estetica; ma del comparto grafico ci occuperemo in un secondo momento, per adesso vi basti sapere che un pezzo di scocca - modellata in 3D - è in grado di far danni seri anche alle altre vetture, indipendentemente se queste siano state coinvolte o meno nell'incidente. Ovviamente il discorso vale anche al contrario, prendete sotto la ruota frammenti di una gonna e danneggerete le sospensioni. Per quanto riguarda la fisica, finalmente ogni sportellata ha il suo giusto "peso", e quando subiremo o saremo gli artefici di un contatto, non necessariamente ci sembrerà di urtare e/o essere urtati da un Tir. Ottimo anche il comportamento delle vetture... ma questo era scontato.

La via di mezzo!
Sebbene il motore grafico non abbia subito pesanti cambiamenti, essendo sostanzialmente una versione migliorata di quello già utilizzato nel primo capitolo della serie, resta comunque decisamente godibile. Parliamoci chiaro, non faccio mistero del fatto che GTR 2 sia indietro rispetto ad un PGR3 su X360 - tanto per citarne uno - ma qui si punta al realismo del sistema di guida, alla fisica delle vetture, all'esperienza corsistica... aspetti che si attestano su livelli d'eccellenza, e questo è l'importante. Belli ad ogni modo elementi scenario come vegetazione di contorno ed effetti particellari dovuti agli scontri in gara, come frammenti di vetro sparsi e scintille; degni di nota anche i riflessi hi res sulle carrozzerie. I cockpit - anch'essi attivabili in alta risoluzione - sono molto fedeli agli originali e il polygon count delle auto è notevole. Se volessimo essere pignoli potremmo dire che i danni visivi sulle vetture non sono il massimo e comunque si rivelano essere poco realistici (schiantarsi a determinate velocità fa subire gli stessi danni) ma purtroppo tutto ciò è dovuto alle licenze delle case costruttrici che certe cose non le hanno concesse. Ottimi i filtri e la profondità spaziale. Ad ogni modo, tutto quanto descritto passerà inosservato - almeno in prima battuta - a noi che giochiamo, perché sono richiesti non due, ma cento occhi per giocare a GTR, e servono tutti per la gara (ad esempio, per ammirare la fattura degli alberi a bordo pista, mi sono dovuto schiantare altrimenti manco me ne sarei accorto). Il comparto audio fa la parte del leone e, a differenza del comparto grafico, non teme confronti. Eccezionali i campionamenti, differenti per ogni vettura e situazione; epica (addirittura) la colonna sonora. Semplicemente straordinari gli effetti: la frenata, il beccheggio dell'auto col fondo piatto che tocca l'asfalto, il salire sui cordoli, le marce in scalata... l'interfono che vi chiama in pista. Non esiste un sonoro ai livelli di GTR 2, ve lo posso assicurare!

In sintesi...
Alla Simbin hanno svolto un lavoro minuzioso ed attento ai particolari, concentrando tutti i loro sforzi per creare un titolo simulativo come mai si era visto prima; il risultato è semplicemente il nuovo termine di paragone nel genere racing simulation, un titolo che impegnerà tantissimo il giocatore per riuscire a padroneggiare la vettura in condizioni estreme, ma che allo stesso tempo darà una soddisfazione impareggiabile quando si inizieranno a vincere le prime gare. Emozionante e particolarmente intenso, GTR 2 non si adatta molto agli amanti dei racing game arcade o, comunque, dei racing game visti finora sulle varie Console... qui siamo su un livello di simulazione superiore, che solo i veri piloti potranno godere e padroneggiare al meglio (in attesa di Forza MotorSport 2). Resta però un'apertura degli sviluppatori anche al resto dell'utenza grazie ad una moltitudine di aiuti in gara che rendono più accessibile il prodotto… ma sinceramente sarebbe auspicabile mettersi d’impegno e godersi il gioco per quello che è e che vuole essere. Non mi rimane che consigliarne l’acquisto a tutti gli amanti del genere, fermo restando che il comparto grafico non è adeguato al 2006 ma godibile ugualmente ed apprezzabile anche con un PC di fascia media... anche se, volendo spingerlo al massimo, sistemi high end sono caldamente preferibili.

Multiplayer
Sessioni di gara in multiplayer Online fino a 32 giocatori contemporaneamente.

Hardware
Requisiti Minimi
Processore: P IV 1.8Ghz
Sistema Operativo: winXP Home/Pro
Memoria: 512Mb di Ram
Spazio su disco: 1.7Gb
Scheda Video: Compatibile DirectX 8.1 con 64Mb di videoram
Scheda Audio: Compatibile DirectX 8.1
DirectX vers 9.0c

Requisiti Consigliati
Processore: P IV 3Ghz
Sistema Operativo: winXP Home/Pro
Memoria: 1Gb di Ram
Spazio su disco: 1.7Gb
Scheda Video: Compatibile DirectX 9.0c con 64Mb di videoram
Scheda Audio: Compatibile DirectX 9.0c
DirectX vers 9.0c

Sistema di Prova
Processore: P IV 3Ghz
Memoria: 1Gb di Ram DDR400
Scheda Video: Ati Radeon 9800pro con 128Mb di videoram
Settaggi: Medi
AA: Attivato 2x
Risoluzione: 1024*768
FrameRate: 30fps (valore indicativo)
Recensione Videogioco GTR 2  scritta da ALEX64 Il Re della serie, che si appresta a divenire l'icona simulativa per eccellenza, è tornato. Non c'è nient'altro da aggiungere, ormai erano mesi, ma che dico, anni, che restavamo nell'ombra in fervida attesa di un seguito atto a confermare tutto quello che di buono si era visto e giocato nel primo capitolo, sperando magari in una fisica ancora più perfezionata. L'attesa è durata anche troppo. Adesso GTR 2 è qui in mezzo a noi, a qualche metro di distanza dai case dei nostri PC; semplicemente un must have per gli amanti delle simulazioni, tutto il resto è game over.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.