Recensione di Iron Warriors T72 Tank Command

Copertina Videogioco T72
  • Piattaforme:

     PC
  • Genere:

     Strategico
  • Data uscita:

     disponibile.
- Uno dei pochi simulatori di tank
- Tre possibili ruoli
- Buon motore fisico
- Tecnicamente non brillante
- Alla lunga noioso
- Prodotto di nicchia
A cura di (umbojami) del
Certamente i simulatori di guida di un carro armato sono un prodotto di nicchia, se a questo aggiungete la scelta di creare un' esperienza basata interamente sul realismo, capite come questo Iron Warriors: T72 Tank Command sia assolutamente un' occasione rara per tutti gli appassionati. Lo spunto per le vicende che ci vedranno da protagonisti è dato dalla sanguinosa guerra dei Balcani che ha coinvolto i territori dell' ex Jugoslavia negli anni 90 ed è qui che noi saremo chiamati a comandare dei potenti tank svolgendo un triplice ruolo.

Tre uomini per un solo tank
Installato il gioco è dopo le presentazioni di rito potremo prendere confidenza con i moltissimi comandi a disposizione tramite un tutorial piuttosto completo che cercherà di darci le basi per intraprendere con successo ciascuna delle tre funzioni che potremo svolgere: autista del carro, artigliere e comandante.
Dover guidare uno dei tank a disposizione si potrà rivelare un compito più complesso del previsto fin dall' inizio quando per accendere il motore dovremo considerare la temperatura, il freno a mano, la disponibilità di carburante ed appurare di avere la folle inserita. Una volta messi in marcia le cose andranno un pochino meglio anche se è utile avere un po' di esperienza con il cambio manuale nell' uso del quale abbiamo l' unica agevolazione della frizione automatica. Per il resto la marcia proseguirà abbastanza tranquilla e in alcuni casi all' autista saranno delegati alcuni compiti come la creazione di trincee tramite scavatrice( solo sul modello T72) o la pulizia idraulica e pneumatica dei sistemi di attacco.
Più d' azione è invece la vita riservata ad un' artigliere che prima di ogni altra iniziativa deve imparare ad interpretare l' interfaccia a lui predisposta: molti sono gli indicatori dedicati alle munizioni e alla loro disponibilità, ma anche altre voci come quelle sulla distanza di tiro misurata o quella per l'inserimento manuale delle coordinate. In particolare quest' ultimo aspetto riguardante la mira e il calcolo sul punto di caduta dei proiettili convince per realismo, proponendo una serie di manovre e calcoli che pur potendosi compiere senza sforzi sovraumani, regalano grandi soddisfazioni in caso di buon esito. All' artigliere sono poi deputati altri due importanti ruoli che consistono nell' uso dei fumogeni in caso di difficoltà e dei visori per la visione notturna. Tutto le operazioni che vi ho fin qui descritto si svolgeranno secondo un preciso ordine e con una certa ritualità che dona a quanto stiamo facendo una sensazione di professionalità, molto lontana dal solito “spara più che puoi finchè non abbatti il nemico”, qui le munizioni sono contate e si eseguono gli ordini, passo dopo passo.
Infine il comandante sarà colui che dalla torretta potrà scrutare l' orizzonte in cerca di nemici da affrontare e, qualora sia possibile, decidere il tipo di munizione adatta allo scopo, per poi riferire quanto visto e deciso all' artigliere che penserà al lavoro sporco. In alcuni casi particolari o di pericolo il comandante potrà prendersi l' onere di dover anche azionare il cannone.
Il cuore del gioco è la Campagna che comprende 18 missioni, un numero non elevatissimo ma tutto sommato adeguato contando che la difficoltà è inizialmente grande e potreste doverle ripetere diverse volte. A queste si sommano 5 missioni libere, oltre a quella d' allenamento, che permettono una maggiore libertà d' azione e personalizzazione.
Il motore fisico è davvero completo e possiamo impostare tutta una serie di opzioni legate al realismo. Se ad esempio decideremo di usare il telemetro nel modo più credibile possibile avremo grossi problemi durante le giornate nebbiose dato che potremo vedere i nemici solo all' ultimo. Personalmente credo che valga la pena di essere giocato nel modo più vicino alla realtà possibile per apprezzarne fino in fondo il gameplay. Anche tutti i modelli dei mezzi che rappresentano i carri armati che utilizzeremo, ma anche gli altri mezzi di supporto usati dal computer, sono realmente esistenti e non possono che fare la gioia dei fanatici dei veicoli bellici
Il gioco in multiplayer è disponibile solo in rete locale e quindi sarà piuttosto difficile che in questo senso possiate avere un' esperienza degna di nota; certo che in un simulatore così articolato dove le ore di gioco contano moltissimo, sarebbe stato interessante poter sfidare molti altri utenti per vedere chi è il miglior carrista in assoluto.

Tecnicamente parlando
Se il gameplay, pur nella sua particolarità e con i suoi difetti, non sfiguri e si guadagna una buona sufficienza, il comparto audio-visivo regala una prestazione di ben inferiore livello.
Su schermo si ha la sensazione di essere di fronte ad un gioco di un paio di anni fa, dove seppur con un buon orizzonte visivo, i modelli sono poco definiti e con un numero non meritevole di poligoni tali da perdere le loro caratterizzazioni. I paesaggi poi sono spogli e in alcuni punti suscitano una desolante sensazione di vuoto che è davvero desolante e si spiega difficilmente.
Discorso simile anche per il sonoro che fa della monotonia il suo pezzo forte con rumori sempre uguali e musiche non particolarmente varie. Unico aspetto che risolleva leggermente le sorti di questo comparto è la qualità di alcuni brani che nella loro non varietà riescono comunque a regalare un briciolo di immedesimazione.

Multiplayer
Presente solo il gioco multiplayer in rete locale( LAN)

Hardware
Minimi: PIII 1GHz; 256MB di RAM; 2GB di spazio su disco.
Consigliato: PIV 2,8GHz; 512MB di RAM; 2GB di spazio su disco.
Recensione Videogioco IRON WARRIORS T72 TANK COMMAND scritta da UMBOJAMI Un gioco quindi molto particolare che sarà capace di attrarre solo coloro di sposti a impegnarsi per far fronte all' alto tasso di realismo proposto. Non giustificabile in ogni caso è invece la scarsa realizzazione tecnica che incide abbastanza profondamente nel giudizio finale. In ogni caso prima dell' acquisto è fortemente consigliata una prova.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.