Anteprima di Spellforce 2: Shadow Wars

Copertina Videogioco Sf2
  • Piattaforme:

     PC
  • Genere:

     Strategico
  • Sviluppatore:

     Phenomic
  • Distributore:

     Koch Media
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     Disponibile
A cura di (umbojami) del
Ormai da anni la tendenza da parte delle software house è quella di proporre formule ben consolidate e di calcare continuamente i generi di maggior successo. Questo andamento, per quanto possa far crescere e sviluppare un concept di qualità, non permette di vedere sul mercato titoli che offrano qualcosa di davvero nuovo e innovativo. La Phenomic studios invece già qualche tempo addietro aveva deciso di rischiare e di proporre un gameplay che unisse tutti i pregi degli rpg e quelli degli rts: nacque così Spellforce, il cui seguito siamo qui oggi ad analizzare in questa anteprima.

100% Fantasy
“Per 5 anni il terribile conflitto attorno alle Ombre Misteriose divise la contea degli Elfi Oscuri e attizzò le fiamme di una guerra civile fra loro. Anche più in la del limite dei loro territori l'agitazione ha il sopravvento: un nuovo potere prevale in EO, una minaccia sembra che stenda la sua ombra su tutto il regno e metta in pericolo le antiche alleanze tra i popoli…”
Come avrete intuito il mondo in cui verremo proiettati è di stampo fantasy, non mancheranno quindi le razze che siamo stati abituati a giocare, come gli elfi, i nani e gli umani oltre ad alcune altre per un totale di 9. Anche la storia parlerà come da tradizione di scontri per il predominio sulle terre più rigogliose e strategicamente importanti di una regione popolata da mostri mitologici, i draghi su tutti, e in cui le leggende camminano tra le persone comuni e non sono solo il frutto di favole e racconti popolari.
Nel complesso possiamo già dire che la trama sembra essere uno dei punti di forza dell' intera opera, gli sviluppatori hanno creato degli intrecci molto belli ed un background credibile e solido che invoglierà il giocatore a spingersi sempre un passo più lontano e a svelare il puzzle che lo porterà alla conclusione delle vicende.

Un ibrido ben riuscito
Dicevamo in apertura come l' unione di due generi molto diversi fosse un buon segnale di impegno e coraggio, quello che va ancora aggiunto è che la prima uscita di questa serie risultò un prodotto di buon livello e che questo sequel promette ancora meglio. Il gameplay si sviluppa in modo piuttosto semplice: dovremo comandare squadre di combattenti, come nei migliori strategici in tempo reale, mettendo loro a capo degli Avatar ai quale sarà possibile far seguire un determinato percorso di crescita e apprendimento, in modo da renderli sempre più forti e competitivi, come in ogni gioco di ruolo.
Il comparto più strettamente strategico vanta di un sistema di controllo delle unità molto intuitivo ed interamente gestibile tramite comodì “tasti di scelta rapida” sempre presenti sullo schermo. Anche la visuale, dall' alto e piuttosto ampia, aiuta nella pianificazione delle battaglie e quindi nella scelta di elementi come il posizionamento rispetto alla geografia della zona e al nemico che si sta affrontanto. È stato inoltre inserito un sistema di replay che permette di visualizzare quanto si è stato capaci di fare in modo da correggere gli errori e perfezionarsi ulteriormente. Le unità a nostra disposizione sono di 12 tipi diversi e comprendono elementi sia di terra che d' aria , con cavalcature a presso e non. Ci saranno anche delle unità speciali che vantano forze o possibilità superiori e che tornano utili nelle situazioni più indecise e difficoltose. Tra tutte ricordiamo il Berseker, capace di sprigionare per un tempo limitato un' energia sconosciuta ad altri.
Gli Avatar invece dovranno essere sviluppati facendo loro acquisire nuove abilità, per un totale di circa 100, utilizzando uno schema piuttosto flessibile che permette il massimo della personalizzazione. Le classi a disposizione sono quelle tradizionali, guaritore, elementalista arciere e negromante. Forse da quest' ultimo punto di vista la varietà e la profondità non sono massime ma nel complesso sembrano ben inserirsi in un contesto ibrido tra due generi in cui nessuno dei due prevalga sull' altro.
La campagna in singolo prevede una durata di circa 50 ore, durante le quali è augurabile che le orde di Non Morti e Beastman che dovremo sconfiggere propongano un ventaglio di situazioni tali da non annoiare prima della conclusione, rischio quest' ultimo che potrà essere sfatato o confermato solo in release.
Molte energie sono poi state profuse nella creazione delle modalità multiplayer: i campi di battaglia che verranno usati per il gioco online saranno creati appositamente per lo scopo e in un numero davvero ragguardavelo, circa 30. Le partite multigiocatore prevedono sia battaglie player vs player che avventure cooperative da portare a termine sfidando il computer assieme ad altri utenti.

Impressioni tecniche
Come potete notare dalle foto allegate all' articolo, graficamente Spellforce 2 risulta essere davvero gradevole: intendiamoci, nessuno potrà gridare al miracolo in quanto a quantità di poligoni o effetti, ma le texture sono ben definite e assieme a dei colori con belle sfumature e una gamma piuttosto ampia, sanno regalare una certa credibilità alle ambientazioni. Meno convincenti sono i personaggi ai quali sembra non essere stata data l' importanza che meriterebbero, difetto questo che penso possa essere comunque risolto senza eccessivi problemi.
Il sonoro è quello standard per le produzioni fantasy con colonne sonore evocative e d' atmosfera anche se la sensazione di “già sentito” rischia di essere molto alta.

In conclusione per quanto abbiamo potuto vedere Spellforce 2 si prefegge lo scopo di non sconvolgere l' orginale ma di introdurre un numero di migliorie tale da non restare confinato nelle case di pochi appassionati e quindi di attrarre il grande pubblico. Il gameplay risulta divertente e la longevità garantirebbe un' esperienza profonda e complessa, anche se bisognerà appurare se il team di sviluppo riuscirà a garantire a questo mix di generi una profondità degna delle aspettative ed in grado di non essere ripetitiva. Tecnicamente allo stato attuale delle cose siamo di fronte ad un prodotto buono con alcune imperfezioni che non pregiudicano comunque il comparto grafico e sonoro e che confido potranno essere risolte.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.