Recensione di Passione Calcio 2005 - 2006

Copertina Videogioco Passione Calcio
  • Piattaforme:

     PC
  • Genere:

     Sportivo
  • Sviluppatore:

     WaywardXS
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     Disponibile
Completamente Italiano
Raggio d'azione a 360°
Alcune novità interessanti
Realizzazione tecnica
Motore simulativo del match
A cura di (Stefo) del
Nei sogni di quasi tutti gli sportivi c’è quello di arrivare, un giorno, ad essere veri protagonisti nello sport preferito: c’è che vuole fare il Ronaldinho della situazione, ma anche che sbava alla sola idea di vestire i panni di Abramovic… un bel presidente con fiumi di grana in saccoccia e la voglia di stupire sempre. E così, come è giusto che sia, ai giochi sportivi “d’azione” si affiancano sempre volentieri giochi manageriali, in cui il nostro compito sarà quello di gestire e manovrare dall’alto i nostri campioni, e farli rendere al meglio.
Passione Calcio e proprio questo: un titolo manageriale, ma che per le sue caratteristiche strizza l’occhio anche a chi non vuole perdersi dentro milioni di menù e strane configurazioni: semplice, immediato e completo. Se a questo aggiungiamo che si tratta di un titolo completamente ITALIANO (sviluppato dai Savonesi di Waywradxs), risulta chiaro il perché di tanto interesse!
Dopo la saga PC Calcio aspettavamo con ansia qualcosa che potesse finalmente dire qualcosa di importante nel variopinto mondo dei gestionali sportivi.

Un manageriale all’inglese…
La caratteristica peculiare di Passione Calcio è un’impostazione “generalista”, che ci permetterà di tenere sotto controllo non solo il comparto atletico e tecnico della nostra squadra, ma anche tutta la gestione economica del team. Se qualcuno potrà storcere il naso (leggasi, i fan incalliti dei vari manageriali di Sports Interactive ed Eidos e quindi i puristi della pianificazione tattica), tutti gli altri accoglieranno con un bel sospiro di sollievo un titolo in grado di accontentare il giocatore medio, che richiede coinvolgimento immediato e facilità d’uso.
Il titolo ricalca un po’ le orme dei vecchi manageriali per i computer 8 bit (su tutti, ricordo con enorme gioia The manager, per Amiga), in cui l’impostazione del gioco permetteva di gestire non solo la squadra, ma proprio la società sportiva nella sua interezza (investimenti, bilanci, mercato, sponsor, stadio), mettendoci nei panni di un manager all’inglese, che, come ben sapete, ha l’ultima parola su molti aspetti di natura anche non prettamente tecnici.

.. tutto italiano!
Come già vi avevo anticipato, Passione Calcio, è realizzato tutto in italia, paese dove realizzare ed immettere sul mercato un titolo calcistico può essere quasi un suicidio, visto quanto siamo eseguenti in materia! Invece, Waywardxs ha realizzato un titolo sorprendentemente equilibrato, godibile ed immediato, in grado di catturare per un buon periodo di tempo il giocatore.
La filosofia di fondo del progetto (nato dalla scissione tra Panini Interactive e la stessa Waywardxs) è proprio l’immediatezza, la semplicità e la leggerezza… a proposito di leggerezza: il gioco risiede su un solo cd, e l’installazione sta abbondantemente sotto i 300Mb: merce rarissima al giorno d’oggi.

Si comincia
la prima scelta che dovremo fare riguarda il tipo di partita da giocare, tra modalità libera e carriera.
La prima modalità ci permetterà di scegliere una qualsiasi squadra del campionato di serie A – B – C1 e cercare di farla rendere il più possibile. Chi vuole fare sul serio, sfidando la sorte, può utilizzare la modalità Carriera, in cui ci verranno offerte alcune squadre tra cui scegliere (di basso livello), per poi ricevere eventuali nuove proposte alla fine di ogni campionato. La prima scelta è più “altruista”, e da tifoso, in quanto ci permette di scegliere la “nostra” squadra per portarla al fasto che le compete. La modalità Carriera, invece, promette più imprevisti ed il porsi di scelte spesso difficili riguardanti le proposte di lavoro.
Il motore principale del gioco (che gestisce tutti i vari avvisi e notizie) si rivela per la sua completezza e complessità: assomiglia molto al sistema di news di Scudetto, con una schermata principale con tutte le attività e le news a portata di click. Tra l’altro la quantità di eventi da tenere sotto controllo è spesso molto elevata, (perché non si limita solo a questioni tattiche), quindi attenti a non perdervi. Dalla schermata principale, oltre che visualizzare le notizie, è possibile accedere a tutte le altre sezioni del gioco, come il mercato, la gestione finanziaria del club e delle infrastrutture (come lo stadio), l’organizzazione delle amichevoli e degli allenamenti. Vediamo nel dettaglio le funzionalità principali.
E’ giusto cominciare con la gestione della formazione: accedendo a questa sezione avremo sotto controllo tutto quello che è il nostro parco giocatori, per valutarne lo stato di forma e gestire gli allenamenti. L’immediatezza la fa davvero da padrona: tramite una semplice rappresentazione grafica e cromatica è possibile capire quale sia la posizione in campo preferita da ogni calciatore, ed un semplice valore numerico riassuntivo ci permette di valutare “a colpo d’occhio” chi sta meglio e chi sta peggio. Comunque è possibile far migliorare le condizioni dei calciatori facendoli allenare: potremo gestire in prima persona l’allenamento impostando manualmente i parametri della sessione, oppure assumere un allenatore in seconda che possa gestire automaticamente gli allenamenti.
E’ chiaro che con certi uomini non è sempre possibile fare il miracolo: per questo la sezione di calcio mercato tornerà molto utile, soprattutto se gestita automaticamente dall’osservatore. Il giocatore potrà comunque scegliere tempi e modi per concludere le trattative in maniera più redditizia. Altri aspetti legati alla gestione “risorse umane” sono le amichevoli ed il ritiro. E’ possibile organizzare partite amichevoli per aumentare lo stato di forma di ogni calciatore (ed anche garantire qualche incasso extra), così come organizzare un bel ritiro per aumentare la concentrazione della nostra squadra. L’opzione del ritiro è un’assoluta novità in questo genere, e ci permetterà ancora di più di calarci nei panni del Gaucci di turno…
Un altro aspetto assolutamente nuovo riguarda “l’assicurazione sui giocatori”: sarà finalmente possibile tutelare i nostri campioncini con assicurazioni che (sotto pagamento di un premio annuale) ci risarciranno in caso di infortuni particolarmente gravi.
Per gli infortuni meno gravi, comunque, è sempre a disposizione il medico societario: migliore sarà e più soldi vorrà… ma i vostri giocatori torneranno velocemente a calcare i campi!

Altre funzioni
la gestione della squadra, in passione Calcio, non riguarda solo i giocatori, ma anche altri aspetti: al manager di turno spetterà anche gestire i rapporti con la tifoseria, pianificare le implementazioni alle strutture societarie e degli sponsor.
I successi di una squadra, si sa, passano anche dall’attaccamento dei tifosi: sarà nostra cura assoldare un capo ultrà davvero “invasato” sempre pronto a spronare la curva a nostro favore, che tanga tranquilli gli animi e non fomenti rivoluzioni di massa… altrimenti addio tranquillità e addio risultati. Domanda da 1 milione di dollari: dove stanno i tifosi a vedere le partite? (non vale rispondere “davanti alla TV”) Esatto… allo stadio: e indovinate un po’: anche la gestione dello stadio sarà nelle nostre mani: dovremo pianificare interventi di manutenzione sul manto erboso, per poter essere agibile in ogni occasione e permettere alle squadre con il più alto tasso tecnico di non giocare in una risaia. Coi risultati, poi, il pubblico aumenterà e noi potremo richiedere ampliamenti degli spalti del nostro stadio, per renderlo più spazioso ed accogliente. Carina, tra l’altro, l’evoluzione “grafica” dello stadio: se giocheremo una partita durante i lavori di ristrutturazione, vedremo il nostro impianto ricoperto di impalcature e gru. Chiude la nostra panoramica la gestione degli sponsor, in cui potremo scegliere all’inizio di ogni stagione, quale logo far stampare sulla maglietta del nostro team: più vinciamo e, ovviamente, più i contratti sono ricchi.

On the field
Lasciamo per ultima una valutazione sulla partita vera e propria, sul motore simulativo del titolo.
In assoluta coerenza con tutto lo stile del gioco, la partita sarà visualizzata da un campo in prospettiva, con 2 lavagne tattiche su 2 lati (che indicano la disposizione in campo degli avversari e le zone in cui si svolgono più frequentemente le azioni). Lo scorrere dei minuti è visibile nella parte inferiore dello schermo, così come una concisa telecronaca testuale. Chiude la distribuzione degli elementi uno slider sulla parte sinistra dello schermo, per regolare il tasso di aggressività della squadra. Gli eventi più rilevanti verranno evidenziati da alcuni pop up che portano l’attenzione sull’evento. Il tutto risulta essere fluido, ma manca parecchio di profondità, rendendo la partita una fase di gioco come tante altre, e non il clou dell’esperienza ludica. Il coinvolgimento, purtroppo, non aumenta nemmeno grazie alla telecronaca o agli effetti sonori.

Tecnica
Ovviamente valutare un titolo di questo tipo coni canoni ordinari, porterebbe entrambi i parametri tecnici (grafica e sonoro) ad una valutazione nettamente insufficiente. Mi limiterò a dire che a livello grafico e sonoro il titolo svolge in maniera sufficiente ciò a cui è votato: semplicità ed immediatezza. Mi astengo da altre considerazioni, perché sarebbero fuori luogo.

Giocabilità e longevità
Dal corpo della recensione si è probabilmente capito il target del titolo: nulla di trascendentale, ma un gioco agevole da gestire, padroneggiabile da subito, e capace di regalare discrete soddisfazioni a chi vuole immergersi nel mondo “totale” del calcio manageriale.
Risulta essere impegnativo “il giusto”, mai frustrante, ed alcune volte anche appassionate.
In più è un titolo Italiano e di conseguenza, motivo di assoluto orgoglio.
La possibilità di scegliere la propria squadra del cuore, e portarla al successo, è affascinante, così come impegnarsi con qualche “sconosciuto” ed approdare al grande palco del calcio che conta: a trarne beneficio è, senza dubbio, la longevità.

Hardware
Requisiti Minimi: Windows 98/ME/2000/XP PII 300, 128Mb Ram, Scheda Video DirectX da 4 Mb.
Recensione Videogioco PASSIONE CALCIO 2005 - 2006 scritta da STEFO Beh, ragazzi, che dire di questo titolo nostrano dedicato al nostro sport preferito? Da un lato il gioco risulta essere assolutamente lodevole, in quanto capace di miscelare diversi aspetti anche molto differenti riguardanti la complessa gestione di un club calcistico. Se poi pensiamo che si tratta di un prodotto completamente italiano, l'entusiasmo è destinato a salire ancora. Purtroppo, però, alcuni aspetti del gioco ne minano il valore reale: la realizzazione tecnica (seppur non di primaria importanza in un titolo simile) è sotto la media e, di primaria importanza, la gestione vera e propria del match, appare un po' farraginosa e poco esauriente. Nel complesso, Passione Calcio, si rivela essere un discreto manageriale calcisti, capace di catturare l'attenzione di chi vuole immergersi in questo mondo senza impazzire troppo.. .e coun un prezzo di vendita così aggressivo (19,90€) dubito che olti se lo lasceranno scappare.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.