Recensione di Echo: Secret of the Lost Cavern

Copertina Videogioco Echo
  • Piattaforme:

     PC
  • Genere:

     Avventura
  • Sviluppatore:

     The Adventure Company
  • Distributore:

     Atari
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     disponibile
- Ambientazione originale e suggestiva
- Enigmi piacevolmente impegnativi
- Buona veste grafica
- Finale poco ispirato
- Di breve durata
A cura di (Iori Yagami) del
Ennesima avventura punta e clicca per il talentuoso team The Adventure Company, già creatori di altri titoli del genere. Questa volta verremo a contatto con l'era preistorica grazie a Secret of the Lost Cavern, questo il titolo della loro nuova creatura. Entriamo subito in contatto con il mondo del gioco andando ad illustrare brevemente la storia del suo protagonista, Arok...

Alla ricerca del proprio destino.
Siamo nell'era paleolitica e un ragazzo di nome Arok parte alla ricerca del suo destino. Arok cammina nella savana e ricorda le parole del grande vecchio Clem, un pittore-sciamano in grado di animare gli spiriti degli animali da lui dipinti sulle pareti delle rocce.
Il ragazzo lo sta cercando perchè sente il desiderio di diventare un bravo pittore. La strada che ha scelto è lunga e irta di difficoltà, ma lui, così come Clem, è un predestinato e come tale riuscirà a realizzare tale aspirazione.
Arok entra in una grotta per salvarsi dall'attacco di una belva feroce ed è qui che ha inizio la nostra avventura...
Come avrete avuto modo di notare, lo scenario del gioco è abbastanza originale e ci cattura subito in un'atmosfera misteriosa ed intrigante. Secret of the Lost Cavern è contenuto in due CD-Rom e propone una grafica 3D con visuale a 360° molto bella e dettagliata. L'ambientazione ci presenta le classiche caverne, savane, bellissimi dipinti rupestri e tutto quello che ci può far venire in mente il mondo preistorico.
L'introduzione stessa del gioco è molto breve, quindi ci ritroveremo subito alle prese con il primo enigma appena saremo entrati nella caverna. Il gameplay è quello tipico della avventure punta e clicca: ovvero decidiamo il punto dove andare e clicchiamo con la freccia del mouse nella direzione da noi indicata. Lo spostamento avverrà se il cursore/freccia cambierà forma.
Naturalmente avremo a disposizione il classico inventario, dove potremo selezionare ed utilizzare gli oggetti raccolti nel livello. Il cursore cambia sempre la forma per indicarci quando è il momento di usare un oggetto. Se il punto non è quello giusto l'oggetto non viene nemmeno posizionato.
Il piatto forte dei giochi del genere sono gli enigmi e quelli presenti in Secret of the Lost Cavern sono di buona qualità e varietà. I vari puzzle presentano inoltre un buonissimo livello di difficoltà, che impegna piacevolmente il giocatore fin dall'inizio dell'avventura.
Da segnalare che nel gioco è contenuta pure un'enciclopedia didattica, utile ad imparare a conoscere meglio le ere preistoriche. Questo non è utile ai fini del gioco ma aiuta sicuramente ad entrare meglio nello spirito dell'avventura.

Uno scenario preistorico...
Tecnicamente il titolo si presenta molto valido. Come abbiamo già avuto modo di vedere, Secret of the Lost Cavern propone una grafica 3D con visuale a 360° ed è strutturalmente un'avventura punta e clicca di stampo classico. Lo scenario attorno a noi è riprodotto in maniera dettagliata e ricca di colori.
L'ambiente è infatti sempre ricco di particolari e non perde mai di definizione, così come i colori sono bellissimi e dal tocco realistico. Le tonalità cromatiche risultano calde e mai troppo invadenti. Bella ed evocativa l'ambientazione preistorica. Da non dimenticare l'attenzione posta ai dipinti nelle caverne, davvero suggestivi e ricchi di fascino.
I personaggi sono solo cinque, compreso il protagonista, ma complessivamente sono tutti ben realizzati. Anche il filmato d'introduzione è carino e ben fatto, peccato sia un po' troppo breve.
Il commento musicale infine risulta appropriato e dalle sonorità tipicamente "selvagge", che ben sottolineano le atmosfere del titolo. Qui troviamo soprattutto percussioni e cembali inframezzati da fischi e versi di animali, ma non mancano alcuni piccoli intermezzi melodici.

Il Segreto della Caverna Perduta...
Il nuovo titolo di The Adventure Company è ben strutturato sotto il profilo della giocabilità. Gli enigmi, tutti logico-intuitivi, sono basati naturalmente sul ragionamento. La qualità dei puzzle è comunque abbastanza buona e caratterizzata da un livello di difficoltà piacevolmente impegnativo.
Si parte con un enigma inuitivo e non troppo difficile, come ad esempio accendere un fuoco all'interno della caverna, per poi passare a qualcosa di più impegnativo e "tosto". Per questi enigmi ci vuole una buona dose di ragiomento, poi una volta profuso il giusto impegno si andrà avanti piacevolmente.
Insomma la giocabilità di Secret of the Lost Cavern è quella tipica di una buonissima avventura punta e clicca. Unica nota stonata è la durata piuttosto breve dell'avventura, ma questo è compensato comunque da una buona veste grafica e da un'ambientazione suggestiva e originale che non mancherà di appassionare i fan del genere per tutta la durata del gioco.

Multiplayer
Assente

Hardware
Requisiti consigliati: Sistema operativo: Windows 98SE/ME/2000/XP, processore Pentium 4 a 1 GHz, 128 MB di RAM, scheda video da 64 MB compatibile con DirectX 9, scheda audio compatibile con DirectX 9, tastiera e mouse.
Recensione Videogioco ECHO: SECRET OF THE LOST CAVERN scritta da IORI YAGAMI Secret of the Lost Cavern è un gioco ben confezionato e adatto a tutti gli appassionati delle "avventure punta e clicca". The Adventure Company torna alla grande e ci propone questa volta uno scenario suggestivo e un'ambientazione sicuramente originale, che si distacca dai soliti canoni del genere.
La buona veste grafica unita ad un comparto sonoro particolarmente azzeccato riesce subito a catturare il giocatore all'interno della storia. Di buon livello sono inoltre anche gli enigmi che costellano l'intera avventura, tutti caratterizzati da un livello di difficoltà calibrato. In alcuni frangenti l'aventura diventa anche piacevolmente impegnativa, pregio non da poco per un titolo del genere. La durata complessiva si aggira attorno alle 20-25 ore di gioco.
Peccato che il finale è troppo brusco e per certi versi deludente: forse con un pò di attenzione in più da parte dei programmatori si poteva ottenere sicuramente uno svolgimento della trama maggiormente incisivo. Rimane comunque pregevole l'idea iniziale e lo scenario che ci circonda.
In definitiva Secret of the Lost Cavern è un'avventura punta e clicca dotata di uno scenario suggestivo e accattivante. Se l'era preistorica vi incuriosisce e siete appassionati del genere, non mancate di provarlo.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.