Recensione di Guild Wars

Copertina Videogioco Guild Wars
  • Piattaforme:

     PC
  • Genere:

     Gioco di ruolo
  • Sviluppatore:

     ArenaNet
  • Distributore:

     Halifax
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     disponibile
- Ambientazione fantastica
- Trama eccelsa
- Una cascata di abilità
- Nessun abbonamento
- La mancanza di una jeep ci costringe ad andare sempre a piedi :P
- Assenza di classi di prestigio
A cura di (Levin) del
Salve a voi messeri e damigelle, il mio nome è Levin e quest’oggi sono qui in veste di menestrello per narrarvi una storia: la storia di un regno in declino e dei suoi abitanti inconsapevoli del flagello che stava per colpirli; la storia di sagge divinità e di fantastiche creature; la storia di valorosi eroi e di pavidi codardi; la storia… che portò alla Guerra delle Gilde.

La Trama
Tanto tempo fa, quando la terra ed il cielo erano ancora un tutt’uno, cinque divinità si unirono per dar vita a Tyria, un mondo di pace e serenità: Dwayna, dea della vita; Balthazar, dio della guerra; Grenth, dio dell’oscurità; Lyssa, dea dell’illusione e Melandru, dea della natura separarono cielo e terra, diedero la luce alle stelle, diedero il fuoco al sole ed aprirono gli occhi alle creature viventi.

Dopo aver diviso gli esseri viventi in razze, i cinque hanno invocato l’aiuto dei grandi Serpenti custodi: enormi creature dotate di ali e di un’intelligenza superiore giunsero così dall’abisso per custodire la pace su Tyria; ma tra le varie razze ve n’era una che voleva a tutti i costi dominare sulle altre ed espandere il proprio potere su tutte le regioni di Tyria: l’uomo.

L’uomo usò la guerra come strumento di conquista e nemmeno i Serpenti Custodi riuscirono a fermare gli eserciti umani, vedendosi così costretti a ritornare nell’oscurità dell’abisso.
Cominciò così un’era di guerra e distruzione tra le varie razze, finché il capo degli umani, re Doric, chiese agli dei di porre fine alle guerre.

Gli dei decisero così di sottrarre alle creature il potere magico che aveva portato alla guerra: rinchiusero il mana all’interno di una roccia e con un colpo la divisero in cinque parti; quattro di esse contenevano il potere magico mentre la quinta era la chiave per riunirle.
Conservazione, Distruzione, Aggressione e Difesa erano i poteri racchiusi all’interno degli artefatti che vennero poi gettati nel grande vulcano della regione meridionale di Tyria.
Passarono lunghi anni e la pace tornò: le varie razze cooperarono e vissero insieme e gli dei, ormai compiuto il loro compito, abbandonarono Tyria. Ma un giorno accadde qualcosa di terribile. Il vulcano eruttò disperdendo le cinque pietre magiche in tutto il regno: il potere delle pietre influenzò tutte le creature viventi e portò all’inizio di una nuova sanguinosa guerra.
Anche gli uomini, in seguito a delle divergenze, si divisero e fondarono tre regni: Ascalon, Kryta e Orr; cominciarono a nascere anche le prime gilde che, sempre più avide di fama e potere, cominciarono delle guerre tra loro. Iniziò così una guerra fratricida che sembrava non avere termine… fino alla Devastazione: il popolo Charr si unì e diede vita ad un potentissimo esercito che attaccò e devastò una Ascalon ormai indebolita. Vedendo la potenza dei Charr, i re dei regni umani unirono le loro forze per contrastarla ed andarono in cerca dei più valorosi guerrieri, preparando una guerra mai vista prima.

Voi vestirete i panni di uno di questi valorosi condottieri e vivrete in prima persona una fantastica storia; verrete a conoscenza di oscuri sotterfugi e scenderete in guerra contro i Charr, in difesa della vostra patria; esplorerete terre lontane, spingendovi ai confini di Tyria; entrerete a far parte di Gilde e parteciperete ai più spettacolari tornei… questo e molto altro è Guild Wars.

Passiamo senza indugio ad analizzare il titolo in questione in ogni sua parte.

Addio canone mensile
La prima cosa che lo contraddistingue dagli altri MMORPG è il fatto che non saremo costretti a pagare un canone mensile: ebbene si, oltre la confezione (e le future espansioni), non sarete costretti a pagare una cifra mensile per poter giocare. Arenanet ed NCSoft hanno voluto seguire infatti una nuova corrente, per rendere il mondo degli RPG online accessibile a tutti. Anche se il solo pensiero di non dover pagare un abbonamento vi fa sentire un brivido su per la schiena, non pensate che GW si sia piazzato tra i migliori MMORPG in commercio solo per questo.

Ambientazioni fantastiche, creature favolose, una trama da paura e molto altro fanno di Guild Wars il degno rivale di World of Warcraft: sembra bizzarro, ma gli sviluppatori dietro GW hanno precedentemente lavorato per la Blizzard. Una pugnalata alle spalle quindi? Sembra proprio di no: Guild Wars e WoW sono due titoli che non si fanno concorrenza diretta; oltre allo stile grafico (l’uno più realistico, l’altro più cartoon) ciò che li differenzia è l’atmosfera. Quindi ci sarà una scissione netta tra i giocatori: indubbiamente quella di eliminare l’abbonamento mensile sembra essere una mossa vincente per NCSoft.

Le varie professioni
La prima cosa che vi verrà chiesto di fare sarà come sempre quella di creare un alter-ego, scegliendone il sesso, l’aspetto e la professione. Seguite il cuore e scegliete una delle 6 professioni disponibili: Guerriero, Esploratore, Mistico, Ipnotizzatore, Negromante ed Elementalista; in seguito vi verrà chiesto di sceglierne anche una seconda. Ognuna di queste classi sarà caratterizzata da attributi diversi: un Guerriero ad esempio godrà dell’attributo “Forza” mentre un Mistico al suo posto avrà il “Favore Divino”. Ciascun attributo potrà essere potenziato salendo di livello e guadagnando i cosiddetti “punti attributo”. Altra cosa importantissima che caratterizza le varie professioni sono le abilità: nel corso dell’avventura potrete apprendere (e talvolta acquistare) un’infinità di abilità da utilizzare in uno scontro. Col tempo sarete in grado di combinare le varie abilità per dar vita ad una raffica di colpi sempre più potenti o indebolire abbondantemente il nemico: un Esploratore/Guerriero da lontano potrà scoccare una freccia alle gambe del Ettin nemico per azzopparlo e mentre questo cerca lentamente di avvicinarsi, riceverà una pioggia di frecce; quando l’Ettin si sarà avvicinato abbastanza, l’Esploratore/Guerriero sguainerà la spada e lo finirà con un potente colpo.

Ogni abilità però avrà un suo costo: alcune consumeranno una certa quantità di Energia (mana magico), altre una parte di Adrenalina: sia l’Energia che l’Adrenalina si caricheranno in breve tempo.

Sappiate inoltre che la forza in combattimento, in Guild Wars, non dipende esclusivamente dal livello raggiunto: un’ottima strategia vi permetterà di battere anche i nemici più potenti. Tutto questo conferirà un fantastico velo tattico al titolo.
Le varie professioni si distinguono anche per quanto riguarda l’aspetto fisico: in questo modo difficilmente vedremo un PG uguale al nostro. Da citare sono anche le numerose animazioni che è possibile effettuare digitando i giusti comandi: ballare, sedersi, suonare, salutare, lamentarsi, minacciare, esultare e molto altro ancora renderanno l’avventura molto più divertente. Ah, se vi imbattete in un gruppo di persone che ballano in mutande... non preoccupatevi, non è un bug, è tutto normale.

Le Gilde
A differenza di molti altri titoli del genere, in Guild Wars le gilde assumono un ruolo importantissimo. Già dall’inizio potrete entrare in una gilda oppure crearne una vostra e, con 2000 monete, potrete realizzare il mantello con la vostra effige, che ciascun membro dovrà indossare.

Ogni gilda ha ideali diversi: molte di queste puntano alla fama e alla gloria e cercano di arruolare il maggior numero di condottieri in modo che il loro emblema sia conosciuto ovunque; altre fanno una selezione tra i guerrieri più potenti; altre gilde, molto più rare, cercano invece di solidificare il legame tra i vari membri. Tutto ciò dipende dalle ambizioni del leader e dei suoi ufficiali.

A differenza di altri titoli, l’esperienza ed il denaro guadagnati dal singolo non si dividono automaticamente tra tutti i membri.

Una delle ambizioni principali delle gilde è quella di fondare una propria sede nelle varie isole del regno: la sede è un luogo di ritrovo dove possono accedere solo i membri della gilda; niente nemici e niente missioni. La sede ha lo scopo principale di radunare tutti i membri, che possono passare un po’ di tempo parlando tra loro, facendo scambi ed allontanandosi dalla movimentata vita di sempre per un po’.

Fondare la sede non sarà facile: avrete bisogno del Sigillo Celestiale, il quale sarà acquisibile solo in 2 modi; potrete acquistare il Sigillo pagando 100.000 monete, ma quest’esorbitante cifra porterà solo disonore alla vostra gilda; per questo motivo, tutte le gilde ambiscono alla conquista dell’Olimpo degli Eroi: il grande torneo mondiale che vede numerose squadre cimentarsi in quattro diverse sfide. Chi vincerà guadagnerà fama e gloria e potrà finalmente fondare la sede della sua gilda.

Dopo aver fondato una sede sarete in grado di sfidare altre gilde in duelli amichevoli.

Un mondo sconfinato
Tyria, il mondo di Guild Wars, è davvero enorme e per visitarlo tutto ci vorrà davvero tanto tempo. I tre regni, Ascalon, Kryta ed Orr hanno una grandezza abnorme: per arrivare a Kryta, ad esempio, dovrete solcare le cime innevate a piedi (mica cotica), quindi zainetto in spalla e pronti a partire.

Visitare Tyria non sarà mai noioso anzi, l’enorme quantità di creature presenti e le stupende ambientazioni, vi spingeranno ad andare a scoprire tutti i luoghi di questo fantastico mondo.
Non abbiate fretta però: GW è un titolo che va gustato con calma, alternando le varie missioni ai momenti di esplorazione e di calma.

Ascalon, Kryta ed Orr, sono tre regni totalmente diversi: la prima appare come un regno desertico, in rovina dopo l’attacco dei Charr si rivela uno spettacolo raccapricciante e desolante; Kryta invece gode di un terreno fertile, fin troppo: oltre alle godibili pianure e vallate, Kryta presenta la giungla di Maguuma, dove la vegetazione è la principale nemica; infine Orr, landa delle tenebre, dove le uniche entità sono spiriti vaganti…

Non preoccupatevi però: i vari avamposti che raggiungerete verranno memorizzati sulla mappa, permettendovi di raggiungerli con un semplice click.

Fare scambi quanto è bello… spira tanto sentimento
Come in ogni MMORPG, in Guild Wars l’attività mercantile sarà fondamentale: potremo fare affari con altri giocatori oppure recarci presso uno dei tanti mercanti del regno. Oltre ai classici mercanti, potremo incontrare fabbri, venditori di abilità, di materiali e di oggetti rari.
Potrà capitarvi di incontrare mercanti più economici e anche i fabbri potranno ad esempio forgiarvi la stessa armatura con materiali diversi (risultando così più o meno performanti).

Presso gli armaioli potrete personalizzare le vostre armi, rendendole più potenti: in questo modo avrete una mano in più in battaglia, ma gli altri giocatori non potranno usare un’arma personalizzata per voi.

L’Olimpo degli Eroi
Come già accennato prima, l’ambizione principale di ogni gilda è quella di distinguersi e conquistare l’Olimpo degli Eroi. L’Olimpo si trova nella parte più remota delle grandi nubi e, prima di arrivare al suo cospetto, bisognerà affrontare numerosi nemici.

Conquistando l’Olimpo degli Eroi guadagneremo fama a livello mondiale, otterremo punti Abilità, saliremo di Rango e faremo guadagnare punti alla nostra divisione. America, Europa e Corea sono le potenze principali che combattono perennemente affinché il Favore Divino sia dalla loro parte.

Conquistando l’Olimpo, inoltre, la nostra gilda guadagnerà punti ed entrerà nella classifica mondiale delle migliori gilde.

Il torneo si divide in 4 fasi: nella prima, insieme ai nostri compagni, dovremo vedercela con dei potenti spiriti; non sarà facile ma se i membri collaborano tra di loro per gli spiriti non c’è scampo.

La seconda fase del torneo si fa ben più interessante: ci troveremo in un’arena e stavolta combatteremo contro un’altra squadra; superata anche quest’insidia dovremo vedercela nella terza prova: una sorta di Capture the Flag. Sconfiggiamo i nemici e conquistiamo il maggior numero di reliquie. Se saremo stati tanto bravi anche in questa prova ci resterà un solo passo: chi uscirà vittorioso sarà osannato e godrà di fama internazionale; i perdenti saranno macchiati dal disonore. L’ultima battaglia è una sfida all’ultimo sangue: chi ha il dominio della collina allo scadere del tempo sarà il vincitore.

Vincendo il grande torneo si riceverà il Sigillo Celestiale, che consentirà di fondare una sede in una delle isole di Tyria. Ogni isola avrà un ambientazione diversa: l’isola del Ghiaccio, del Fuoco, del Guerriero, del Morto e molti altri…

Player vs Player
Oltre a quello per il gioco di ruolo, potrete creare un personaggio da utilizzare direttamente negli scontri PvP. Il personaggio creato partirà dal massimo livello e potrete conferirgli una qualsiasi delle abilità sbloccate durante l’avventura.

In questo modo chi non ha intenzione di andare avanti e indietro per Tyria, potrà immediatamente confrontarsi con altri giocatori.

Aspetti Tecnici
Guild Wars è certamente uno spettacolo per gli occhi: i dettagli delle armature e dei personaggi sono molto curati ma ciò che colpisce più di tutto è la rappresentazione degli ambienti: guardando l’orizzonte vi verrà voglia di partire per vedere se quel monte o quel castello sarà raggiungibile a piedi. Nei luoghi aperti lo spettacolo è ancora migliore e rimarrete ipnotizzati dal movimento delle foglie sull’albero, dei fiori e dei fili d’erba spinti da una leggera brezza.

Gli effetti delle varie magie sono godibili e vedere una pioggia di meteore cadere sui nemici vi lascerà a bocca aperta.

Il sonoro si unisce perfettamente all’ambientazione mitica e, nei tratti più concitati, godremo di musiche davvero di prim’ordine.

Conclusione
Ecco che le parole di un menestrello giungono al termine: il mio racconto si ferma qui ed ora, giovani guerrieri, toccherà a voi scoprire il finale di questa magica avventura. Il destino degli uomini è nelle vostre mani: impugnate le armi e combattete per difendere il vostro regno... la Guerra delle Gilde è iniziata. Il destino del mondo dipende da voi.

Multiplayer
Totalmente online

Hardware
Sistema minimo: Windows 98/ME/2000/XP, Intel Pentium III a 800 Mhz o equivalente, 256MB di RAM, 2 GB di spazio libero su disco rigido, Scheda video a 32 MB di VRAM, Scheda audio a 16-bit, Connessione a internet

Sistema consigliato: Intel Pentium III a 1 Ghz o equivalente, 512 MB di RAM, Scheda video a 64 MB di VRAM, connessione Adsl
Recensione Videogioco GUILD WARS scritta da LEVIN Guild Wars mi ha davvero colpito: si è rivelato un titolo con i controfiocchi.
L'ambientazione è fantastica e la trama è ottima: GW è un titolo che va gustato pian piano e sa innamorare chi lo gioca. Le numerosissime abilità presenti permettono di dar vita ad una propria "tattica offensiva" ed è proprio qui che si vede la bravura di un giocatore. Il mondo di Tyria è davvero enorme e ci vorrà del tempo (davvero tanto... forse troppo) per esplorarlo tutto.
GW è un titolo fantastico: consigliato agli appassionati dei MMORPG ma ancor di più a chi non ne ha mai provato uno.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.