Recensione di Massive Assault

Copertina Videogioco Massive Assault
  • Piattaforme:

     PC
  • Genere:

     Strategico
  • Sviluppatore:

     Wargaming.net
  • Distributore:

     n.d.
  • Lingua:

     n.d.
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     disponibile
- Esteticamente piacevole
- Storia coinvolgente
- E' tra i pochi strategici a turni disponibili
- Grafica non certo all'avanguardia
- Unità spesso simili tra le due fazioni
A cura di (Death_Knight) del
Negli ultimi anni sono stati pochi gli strategici a turni puri ad essere stati lanciati sul mercato, al contrario si è vista una grande diffusione degli strategici “misti”, come per esempio la serie “Total War”. Ma grazie alla software house “Wargaming.net” gli appassionati di questo genere potranno gioire con un nuovo titolo che rilancia un po’ il genere, assicurando divertimento e coinvolgimento.

Ci troviamo nel 2129, il mondo è molto diverso rispetto a quello conosciamo. Quasi un secolo e mezzo di storia ha cambiato radicalmente la situazione socio-politica sulla Terra, inoltre all’ inizio del XXII secolo sono stati scoperti nuovi pianeti abitabili, assai simili al nostro, verso i quali è iniziata rapidamente un’importante migrazione di massa. Il XXI secolo è stato segnato per gran parte da instabilità economica e rivoluzioni diffuse quasi su tutto il globo, aree sviluppate incluse, e circa a metà di esso si è combattuta la terza guerra mondiale, sanguinosa e violenta, dalla quale è emersa vittoriosa l’ “Alleanza Democratica” nell’anno 2056, anno in cui si è concluso il conflitto.
In seguito alla guerra fu creata la “Free Nations Union”, volta a riportare le nazioni verso una pacifica e prosperosa convivenza, e infatti negli anni a seguire vi furono numerose scoperte scientifiche e tecnologiche e vi fu anche un grande interesse nei confronti dell’esplorazione spaziale. Alla fine del secolo si presentò un nuovo periodo di decadenza caratterizzato da ribellioni e attacchi terroristici, fu in questi anni che sorse la “Phantom League”, una corporazione dotata di un immenso potere economico e militare, che nel 2100 fomentò una rivoluzione globale sul pianeta, riuscendo poi a instaurare un regime totalitario in 86 diversi paesi. Nel 2112 una delle esplorazioni spaziali partita anni prima, individuò un nuovo sistema abitabile, milioni di persone si trasferirono verso questi nuovi pianeti. Di conseguenza la “Free Nations Union” riacquistò il potere perso, ottenendo una superiorità militare sulla “Phantom League” grazie alle risorse provenienti dalle nuove colonie extraterrestri. Negli anni a seguire la PL siglò segretamente diverse alleanze con alcune delle nuove nazioni, e il 25 luglio del 2129 una di queste, “Noble Rust”, avviò la ribellione. Dopo pochi giorni, il primo di agosto, fu dichiarato lo stato di guerra. E’ l’inizio di quella che sarà conosciuta come la prima guerra mondiale del nuovo mondo, è nostro compito difendere la libertà guidando le nostre armate verso la vittoria.


Gameplay
Sono disponibili tre modalità di gioco, almeno per quanto riguarda il single-player: Scenario, World War e Campagna. Nella prima combatteremo dalla parte della FNU in missioni che si svolgeranno solo su una piccola parte dei pianeti. La seconda ci consentirà di svolgere rapide partite contro il pc sia dalla parte della FNU, sia da quella della PL. Nell’ultima, invece, ci vedremo impegnati nel liberare interi pianeti nel corso di una storia progressiva che si evolverà in base all’esito delle battaglie precedenti.
Dopo aver iniziato una partita, avremo a disposizione degli “alleati segreti”, delle nazioni, che potremo decidere di rivelare al momento opportuno. Da questi potremo ottenere forze militari per combattere la guerra, e se sfrutteremo con abilità il vantaggio della sorpresa, potremo facilitarci il compito di schiacciare l’avversario. All inizio potremo rivelarne solo alcuni, in seguito, nel corso della partita, saremo liberi di rendere noti anche gli altri, fino ad averli rivelati tutti. Ad ogni partita essi sono distribuiti in maniera casuale sulla mappa, eliminando, almeno in parte, il pericolo della ripetitività.
Le nostre forze armate avranno a disposizione 13 unità di diverso tipo per fazione (le unità corrispondenti delle due fazioni sono, tuttavia, pressoché identiche) che dovremo utilizzare sapientemente in modo da difendere i nostri territori e contemporaneamente sferrare critici attacchi contro quelli avversari, conquistandoli. Alla fine di ogni turno potremo acquistarne di nuove nelle nazioni che controlleremo completamente. Come è lecito aspettarsi, le diverse unità avranno differenti ruoli durante gli scontri, rendendo necessaria una certa attenzione nella loro selezione e dispiegamento.
Per fare un esempio, non tutte le unità sono in grado di colpire oltrepassando un’altra unità amica, sarà quindi necessario tentare di posizionarle in seconda linea, in modo da riuscire a concentrare la maggior quantità di fuoco possibile sul nemico ad ogni turno.
Gli scontri si svolgono in questo modo: dopo aver selezionato un'unità a portata di tiro verso un’altra unità nemica, dovremo ordinarle di attaccare: ciò verrà evidenziato da una breve animazione e quella nemica perderà dei punti. Da notare che qualsiasi operazione può essere annullata in caso di errore, trattandosi di uno strategico a turni e non in tempo reale. Inoltre, per facilitare il gioco, una voce ci aiuterà domandandoci se ci siamo ricordati di fare tutto e indicandoci eventualmente se ci sono unità che non hanno ricevuto ordini quando decideremo di terminare un turno.
La difficoltà è abbastanza ben calibrata e dipenderà dallo scenario che giocheremo. In ogni caso ci sarà la possibilità di giocarli tutti da subito, lasciando quindi una certa abilità di azione al giocatore, che tuttavia per riuscire in quelli più complessi sarà costretto a passare da tutti gli altri in quanto l’abilità necessaria per giocarli aumenta rapidamente.

Tutto sotto controllo
L’interfaccia grafica è semplice e pulita. Padroneggiarla è questione di pochi minuti di gioco, in particolare se si decide di seguire i tutorial, che forniscono un’infarinatura generale a mio avviso abbastanza efficace sulle meccaniche di gioco. Il controllo è quello classico col mouse, e un comodo menu a destra dello schermo ci consentirà, inoltre, di gestire le varie operazioni di chiusura del turno o di annullamento di un ordine.
Per chi non fosse abituato ai giochi di strategia a turni forse all’inizio potrà risultare un po’ complesso muoversi all’interno del gioco, ma dovrebbe essere questione di poco comprenderne i meccanismi.

Multiplayer
Il multiplayer si basa sullo stesso gameplay del single player, e saranno giocate realmente “a turni”, nel senso che sarà possibile giocare una sorta di partita a scacchi a distanza col nostro avversario senza la necessità della sua presenza. Infatti dopo ogni turno concluso sarà inviata un’e-mail di avviso a colui che deve decidere le nuove mosse e così via, consentendo di giocare magari anche solo un turno a testa al giorno.
E’ possibile, inoltre, anche giocare in due sullo stesso PC.

Tecnica
La sezione grafica è piuttosto curata, anche se non mi ha lasciato estasiato. Nel complesso risulta abbastanza riuscita e comunque sempre piacevole, con effetti e animazioni ben realizzati che contribuiscono sempre a rendere più intrigante e divertente l’azione di gioco, coinvolgendo maggiormente il giocatore. La sezione audio è altrettanto ben curata, anche se le musiche, tra l’altro anche piuttosto originali, alla lunga, possono risultare un po’ ripetitive.
Recensione Videogioco MASSIVE ASSAULT scritta da DEATH_KNIGHT Nel complesso, non si può non rimanere soddisfatti da Massive Assault, gioco che definirei oggi abbastanza di settore, nel senso che non è un genere particolarmente diffuso, almeno al momento, sottomesso dall’immediatezza e maggiore semplicità degli strategici in tempo reale. Sono presenti alcuni difetti, come per esempio una difficoltà forse un po' eccessiva in alcuni scenari o l’eccessiva somiglianza delle unità tra le due fazioni (anche se qualcuno potrebbe obbiettare che trattandosi sempre di umani non possono variare di molto), ma nel complesso i pregi del gioco li superano abbondantemente.
In definitiva Massive Assault rimane consigliato a tutti gli appassionati del genere, ma anche a tutti quelli che ne sono incuriositi ma non hanno ancora compiuto il primo passo.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.