Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Tekken 7

Tekken 7

Get Ready for the Next Battle

Recensione PC

PC

Picchiaduro

Atari

18 febbraio 2015 (JP Arcade) - 2 giugno 2017

A cura di del
Gli amanti dei picchiaduro hanno spesso dovuto patire molto per vedere un titolo appartenente a questo genere che funzionasse perfettamente, senza problemi legati all'ottimizzazione o al netcode ballerino. Tra uno Street Fighter 5 problematico e altri illustri esponenti che hanno arrancato - e di conseguenza deluso le schiere di appassionati - era lecito porre le speranze su Tekken 7, con la speranza che la creatura di Harada potesse colmare questa lacuna e imporsi con la forza e la prepotenza che contraddistingue i lottatori del torneo del pugno d'acciaio. Nonostante su PC la situazione sia sensibilmente migliore per i picchiaduro, dobbiamo dire che non abbiamo mai visto, negli anni recenti, niente di paragonabile al sontuoso lavoro fatto con Tekken 7.

The Master Race of Iron Fist Tournament 7
Ve lo diciamo senza troppi giri di parole: gli utenti PC possono finalmente rallegrasi. Tekken 7 è un'ottima conversione che non ha niente a che vedere con quelle mal gestite che sin troppo spesso abbiamo visto fino a oggi. Senza fare un torto a nessuno, è doveroso dichiarare che quella di Tekken 7 su PC è senza dubbio la versione migliore attualmente disponibile sul mercato. 
Già sin dal weekend di lancio, che in altre occasioni ci aveva abituato a disastri e problematiche piuttosto limitanti, questo settimo capitolo si è rivelato immediatamente accessibile, con rarissimi momenti in cui bisogna attendere qualche secondo in più per menare le mani online. Il netcode è infatti ottimale, snello e scattante. Data la rapidità degli abbinamenti, può capitare di perdere la connessione con l'avversario nel menù di selezione, ma solo perché nel frattempo costui è già entrato in partita prima che inviassimo la nostra richiesta. Per gli altri casi, non si tratta di nulla che una patch non possa sistemare in tempistiche piuttosto brevi, e proprio Harada ha dichiarato che ci saranno dei cambiamenti nel matchtmaking che elimineranno le fastidiose attese. Le disconnessioni durante i match sono invece rarissime, e durante il nostro lungo fine settimana di prova, con oltre venti ore all'attivo, è capitato una sola volta. L'aspetto più importante di Tekken 7, che aprirà una finestra nel competitivo, è dunque molto curato e parte da un'ottima base. Inoltre, va detto che mai ci siamo imbattuti in evidenti latenze degli input, che come tutti saprete risultano essere fondamentali a livelli più elevati. Chiaramente, se non avete una connessione granitica o se non ce l'ha il vostro avversario, talvolta possono capitare degli inconvenienti, blocchi momentanei o attimi in cui si presenta qualche balbuzie. Per evitare simili problemi, potrete filtrare gli avversari con la connessione migliore e affrontare, se volete, i vostri pari livello per poter così scalare le classifiche online nelle partite classificate o acquisire crediti in tornei all'ultimo sangue.

Prestazioni d'acciaio
Le opzioni presenti consentono un'ottima scalabilità e considerando che i requisiti consigliati non sono affatto esagerati, è possibile mantenere un alto e stabile numero di frame al secondo anche con configurazioni di fascia media.
Lo abbiamo provato anche con un PC che monta un i7, 16 GB di Ram e una GTX 780 OC, verificando come non ci siano mai tentennamenti anche settando tutto a ultra e in full HD. In 2K e 4K, lavorando sulle opzioni, il "peggio" a cui potevamo assistere erano 30 fps stabili e senza tentennamenti di sorta. L'opzione che consente di affidarsi o meno alla modifica dinamica, in tal senso, è di certo un'ottima scelta. Tra le altre troviamo il V-Sync, la possibilità di gestire le proporzioni del rendering, l'alti-aliasing a basso o alto, l'impostazione delle ombre, la qualità delle texture, la qualità degli effetti e quella del post-processing. Il gioco può anche misurare/mostrare gli FPS (al di là dell'impostazione presente su Steam) per avere sempre sotto controllo la fluidità di gioco in tempo reale. Dalle impostazioni di visualizzazione è poi possibile scegliere se avere avere l'interfaccia standard o quella completa, e anche se abilitare l'effetto movimento. 
La scalabilità di Tekken 7 è davvero eccezionale: potrete giocarlo in tutta tranquillità anche su "vecchi" PC, sacrificando ovviamente l'aspetto grafico che vi restituirà un'immagina più sfocata, senza minare però il divertimento. Tekken 7 su PC è in definitiva una versione coi fiocchi che merita tutta la vostra attenzione, il meglio per chi non vuole rinunciare al nuovo capitolo.



MINIMI:
Sistema operativo: Windows 7/8/10 (64-bit OS required)
Processore: Intel Core i3-4160 @ 3.60GHz or equivalent
Memoria: 6 GB di RAM
Scheda video: NVIDIA GeForce GTX 660 2GB, GTX 750Ti 2GB, or equivalent
DirectX: Versione 11
Rete: Connessione Internet a banda larga
Memoria: 60 GB di spazio disponibile
Scheda audio: DirectX compatible soundcard or onboard chipset


CONSIGLIATI:
Sistema operativo: Windows 7/8/10 (64-bit OS required)
Processore: Intel Core i5-4690 3.5 GHz or equivalent
Memoria: 8 GB di RAM
Scheda video: NVIDIA GeForce GTX 1060 equivalent or higher 
DirectX: Versione 11
Rete: Connessione Internet a banda larga
Memoria: 60 GB di spazio disponibile
Scheda audio: DirectX compatible soundcard or onboard chipset 
  • + Netcode stabile, snello ed efficiente
    + Molte opzioni e scalabilità garantita
    + Nessun input lag né problemi evidenti
  • - Dà assuefazione
voto
8,5

Grazie alla sua scalabilità e all'attento lavoro di ottimizzazione di Bandai Namco, Tekken 7 su PC è davvero una garanzia per chiunque voglia divertirsi o puntare dritto al competitivo senza avere problemi che possano minare la propria esperienza. Convinti del fatto che arriveranno altre rifiniture per migliorare ulteriormente il già ottimo netcode, puntare oggi su questo magnifico picchiaduro è un "investimento" dovuto.

0 COMMENTI