Speciale Syrian Warfare

A cura di (Spikedani) del
Steam è un enorme Maelstrom che inghiotte tutto, ma cercando tra le decine e decine di pagine, spuntano fuori dei giochi capaci di colpire solo leggendo il loro nome. Questa è la semplice storia di come siamo venuti a conoscenza di Syrian Warfare, uno strategico in tempo reale sviluppato dal team russo Cats who Play che, come è facilmente intuibile, è ambientato proprio ai giorni nostri nelle terre del Levante e mette in scena il conflitto tra le forze di Assad, sostenute principalmente dalla Russia, e le truppe ribelli. Le prime impressioni su Steam sono entusiaste, graficamente non pare malvagio e così decidiamo di contattare gli sviluppatori per avere un codice, che ci viene prontamente recapitato. Fin qui tutto normale, ma ancora per poco.


Manicheismo
Installiamo Syrian Warfare e iniziamo a prendere confidenza con i comandi tramite le prime missioni di tutorial, ma dopo pochi click, qualcosa sembra differenziare l’RTS creato da Cats who Play dai molti altri suoi simili: non che ci si aspettasse un titolo “pacifista” o particolarmente impegnato à la This War of Mine, alla fine si tratta pur sempre di un wargame ma, rispetto a quanto proposto da altri team di sviluppo, Cats who Play non si è affidato a nomi di comodo, a scenari verosimili, o comunque edulcorati da una patina di fantasia ma, al contrario, sbandiera fin da subito come stanno le carte in tavola: le vicende iniziano nel 2012 e il giocatore veste i panni di un ex-poliziotto siriano, suo malgrado coinvolto nella guerra civile, solo che i dubbi morali, la zona grigia tra il bene ed il male, non esistono: Assad è il buono, i Russi che lo appoggiano stanno dalla parte della ragione e chiunque combatta il regime centrale è un terrorista, o dell’ISIS o di Al-Nusra - costola siriana di Al-Qaeda. Stop: le formazioni laiche non vengono considerate, non esistono e non se ne fa alcun accenno e più che una guerra civile, quella che è in atto in Medio Oriente, almeno come viene dipinta dal team russo, è solo ed esclusivamente la lotta di uno stato liberale costretto a imbracciare le armi contro i terroristi che vogliono uno paese radicale in senso religioso. Prima che il titolo venisse pubblicato su Steam, in un’intervista apparsa sulle pagine virtuali di Wargamer.com, Dmitry Babkin - Project leader di Cats who Play - ha dichiarato che: “You can only play against terrorists”. Come dire: a combattere contro Assad ci sono solo i terroristi. In estrema sintesi, Syrian Warfare è un titolo di pura propaganda, o anche peggio, perché nella sua volontà di ricreare il realismo della guerra, supera quei confini non scritti che (quasi) nessun opera videoludica ha mai travalicato. Solo per citare lo spezzone di una missione: le truppe governative sono entrate dentro la capitale, Damasco, ed il giocatore ha la possibilità di liberare alcuni civili rimasti intrappolati nella città ormai semi-distrutta. Fra la popolazione si nascondono però anche gli ultimi terroristi che, come estremo tentativo, o si trasformano in attentatori suicidi facendosi saltare in aria o, peggio ancora, usano i civili come scudi umani. Il messaggio che si vuole far passare è fin troppo chiaro e dipinge le truppe filo-governative come l’unica speranza per gli uomini e le donne, anche se nei fatti Syrian Warfare non si risparmia fra combattimenti porta a porta, colpi di mortaio diretti contro palazzi, auto-bombe o raid aerei. 


Il misfatto
Forse vi state chiedendo come mai non si sia comunque fatta la recensione di Syrian Warfare, dato che titoli "scandalosi", come ad esempio Hatred, in passato sono stati coperti. Presto detto: Syrian Warfare è stato ritirato dal catalogo di Steam, rimane disponibile per chi lo avesse comprato prima dello stop alla distribuzione, ma attualmente non è più acquistabile né sullo store di Valve né sui vari Gog e compagnia. Forse c’era pure da aspettarselo, anche se in realtà la cancellazione è dovuta ad una violazione delle leggi sul copyright, almeno stando a quanto riportato da un comunicato ufficiale rilasciato sulla pagina community di Steam. Le motivazioni del blocco non sono dunque politiche e vertono piuttosto attorno all'uso di materiale apparentemente "sottratto" a Game Factory Interactive, autori a suo tempo di un altro wargame, i quali però, stando alle parole di Cats who Play, non sarebbero stati i mandanti del reclamo, partito invece da un anonimo abitante della Repubblica Ceca. Non si tratta dunque di censura, anche se, visti i temi trattati, il pensiero corre veloce in quella direzione, dato che il titolo è stato per lunghi mesi presente su Steam Greenlight e perché Syrian Warfare aveva attirato su di sé le attenzioni negative fin da prima della sua pubblicazione e già a fine maggio, sulle pagine del Daily Star, il lavoro di Cats who Play veniva etichettato come un “a gift to Isis”, un regalo per l’Isis. Mark Boothroyd di Syria Solidarity UK ha rincarato la dose, aggiungendo che è assurdo come un team russo pubblicizzi l’intervento bellico dell’esercito del proprio paese, quando in realtà esso ha contribuito all’uccisione di migliaia di persone innocenti. Nonostante la pressione esercitata sul team di sviluppo, Syrian Warfare è stato comunque rilasciato lo scorso 22 febbraio, riscuotendo oltretutto molti apprezzamenti da parte della critica. Ecco, se si provenisse da un altro pianeta e non si sapesse nulla di quello che sta realmente accadendo in Siria, Syrian Warfare sarebbe anche gioco tutto sommato più che discreto, le missioni non sono tante, mancano alcune meccaniche come la costruzione della base, ma i veicoli sono tanti, le armi numerose e le variabili strategiche da tenere in conto non sono poche. Peccato che molte delle discussioni, sia su Steam che sui filmati di gioco presenti su YouTube, finiscano ben presto in accuse, insulti, minacce e tifo aperto pro o contro Assad, alcune volte paragonato a Satana in persone ed altre volte visto come l'unico e vero liberatore (Mai da qualche siriano che inciampa nel gioco, dettagli).
Naturalmente, dopo la sparizione dal catalogo di Steam, il rumore di sottofondo si è trasformato in un vero e proprio frastuono e andando sulle discussioni presenti sullo store digitale di Valve ce n'è un po’ per tutti i gusti, tra immagini che inneggiano alla sacra triade Putin-Assad-Trump come unici castigatori dell’Isis, gli immancabili riferimenti al SJW, le utilissime petizioni su Change.org e teorie del complotto. Fra le numerose scritte in russo, che sinceramente non capiamo, la vera motivazione della sparizione - l'apparente contenzioso fra Cats who Play e CFi per alcuni materiali del gioco che sarebbero stati copiati - finisce così sullo sfondo, e l’oscuramento diventa anch'esso strumento per facile propaganda.


Still to come
La vicenda è lungi dall’essere conclusa ed attualmente Cats who Play è in attesa di una risposta dopo l’appello diretto nei confronti di Steam, dove sono stati coinvolti legali sia russi che americani. Prima di ottenere informazioni a riguardo di una eventuale riapparizione, il team russo non si è lasciato sfuggire l’occasione per gettare altra benzina sul fuoco, rincarando la dose in una lettera (scritta in russo, ma più o meno traducibile con Google Translate), le cui ultime frasi riportano scritto: "For us," Syria "is not a game, it is a fundamental civil position! Money is secondary, "According to Vitaly Shutov from Cats Who Play, if you close the game to market, it will have disastrous consequences in the financial plan for the company. However, in this case, developers will lay Syrian Warfare game in free access.. The game is dedicated to the military conflict in Syria, where the government forces and Russian special forces fighting with terrorist groups.” Traducendo, il riassunto che ne emerge conferma la posizione di Cats Who Play e che traspare da ogni pixel di Syrian Warfare, più che un gioco una posizione civile - ma leggasi politica - tant'è che se non dovesse venire reintrodotto su Steam sarà lanciato in versione free-ware. Al di là del danno economico, quello che veramente conta è la dedica del gioco, diretta verso il governo russo e le forze armate che combattono sul suolo siriano. Il quadro è a questo punto completo e Syrian Warfare, scusateci per la triste battuta, si aggiudica il premio di “America’s Army che non ha smesso di sognare”, perché non si tratta di voler nascondere situazioni reali e drammatiche come quelle della guerra civile siriana, altri wargame come Command Live ambientano l'azione in Siria, Ucraina o Corea del Nord, ed anzi, ben vengano titoli impegnati e capaci di raccontare la situazione disumana della popolazione intrappolata, le reali ragioni degli scontri ed anche, ma non solo, la presenza dei gruppi terroristici, uni fra i tanti attori coinvolti nel teatro bellico. Syrian Warfare riduce il tutto al contrario ad un film hollywoodiano, ad uno scontro tra cowboy ed indiani, cerca di nascondersi dietro alla facciata di una narrazione incentrata sulle vicende personali, ma sfocia in poco tempo in aperta propaganda. In molte altre occasioni ci siamo fermati a riflettere se dietro alle azioni del personaggio o della fazione che stavamo guidando in un videogioco si celasse in realtà un messaggio più subdolo, reso più digeribile da un sottile strato di moralità, come nei vari Battlefield o Call of Duty ambientati in scenari contemporanei, dove la propaganda a stelle e strisce è facilmente rintracciabile o, come nel caso già citato di America's Army si trattasse di un videogioco finanziato dall'esercito USA, con lo scopo di arruolare nuove reclute, ma Syrian Warfare compie il passo decisivo, si toglie ogni travestimento di videogioco, prende una posizione netta e chiara e soprattutto volutamente semplifica una situazione dalle mille sfaccettature.
Recensione Videogioco SYRIAN WARFARE scritta da SPIKEDANI Forse la sparizione - momentanea o meno - di Syrian Warfare ci ha dato una mano, togliendoci quel macigno dalle spalle che avremmo avuto nel caso ci fossimo trovati nella scomoda posizione di dover stendere una vera recensione. Non sapendo se il titolo ritornerà acquistabile o meno, spendere delle righe per i pro e per i contro e per dare un voto numerico sarebbe tempo sprecato e così abbiamo preferito spendere risorse ed impegno per cercare di capire come è nato Syrian Warfare, quali sono state le critiche che lo hanno accompagnato fin da principio, quale è la posizione degli sviluppatori e come mai il titolo è stato ritirato da Steam. Qua non troverete una risposta o una posizione nei confronti della politica adottata da Gabe&Co, ma quel che è certo è che Syrian Warfare è un esperimento di propaganda mal riuscito, sbandierato ai quattro venti e che tocca argomenti scottanti e delicati con la sensibilità di un Ivan Drago.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Commenti: 27 - Visualizza sul forum
  • LeoMD
    LeoMD
    Livello: 1
    Post: 0
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da PsychoPlay

    Aoo aoo te ce sei pure iscritto??? Te porti le tue idee come fossero religione! In + metti cose in bocca a chi non le ha dette!!! Perche io ho detto che tutti gli organi di informazioni subiscono influenza in base a dove operano! Inevitabilmente!!! E non che qualsiasi organo di stampa ufficiale è fazioso e bugiardo! Lo dichiari te e non io.... E iscriversi solo pe risponde hai commenti de sta notizia puzza!
    Aoooo che? Comunque a parte il fatto che sono iscritto da inizio gennaio (e comunque seguo SG da anni) e che ti stai contraddicendo da solo, ripeto che stai continuando una polemica sterile di politica su un sito di videogames. Tu continua a "informarti" dove vuoi, io intanto continuerò ad affidarmi a fonti oggettive ed accertate, in attesa ovviamente della busta paga da parte del NWO.
  • PsychoPlay
    PsychoPlay
    Livello: 2
    Post: 108
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da LeoMD

    Volendo rispondere nel merito mi limito a dire che vi furono molteplici commissioni d'inchiesta, formate da fior fiore di ingegneri di fama mondiale, che hanno dato una serie di spiegazioni plausibili di come possono essere andate le cose (spesso e volentieri sbugiardando varie accuse da parte di teorici del complotto). Poi ripeto, ognuno ha il diritto di pensarla come vuole, anche di fronte a numerose prove contrarie. Se tu voi continuare a definire qualsiasi organo di stampa ufficiale come fazioso e bugiardo e a dare credito a tizi che possono affermare qualsiasi cosa anonimamente su Youtube, sei libero di farlo. Poi Attivissimo può non piacere, ma almeno ci mette la faccia e non mi sembra si sia mai tirato indietro nei dibattiti, portando ad ogni accusa delle prove convincenti. Infine, come ho già detto, ribadisco che non è mia intenzione convincere nessuno (anche perché non si può ragionare molto, dato che portate le vostre idee come fossero una religione) ma ti pregherei di avere la mente più aperta e di valutare tutto quello che viene proposto, non solo quello che sembra più affascinante o interessante.
    Aoo aoo te ce sei pure iscritto??? Te porti le tue idee come fossero religione! In + metti cose in bocca a chi non le ha dette!!! Perche io ho detto che tutti gli organi di informazioni subiscono influenza in base a dove operano! Inevitabilmente!!! E non che qualsiasi organo di stampa ufficiale è fazioso e bugiardo! Lo dichiari te e non io.... E iscriversi solo pe risponde hai commenti de sta notizia puzza!
  • LeoMD
    LeoMD
    Livello: 1
    Post: 0
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da alessandro42

    Ma vi immaginate cosa succederebbe se la missione "Niente russo" la facesse ex novo uno studio russo chiamandola "Niente inglese" e ambientandola al JFK Airport? Tutti a strapparsi la veste!
    Guarda che le critiche in quel caso sono state trasversali: il punto era se fosse giusto che in un videogioco si dovessero (potessero) ammazzare dei civili, non ammazzare dei civili IN RUSSIA. Critiche giunsero dalla BBC, da politici australiani, dalla comunità ebraica inglese e dall'ex vescovo di Manchester. Se in Russia il livello fu completamente censurato, nella versione giapponese e tedesca se sparavi ad un civile perdevi automaticamente la partita. Poi si può discutere se fosse il caso o meno di censurarlo: dal mio punto di vista no, non mi sembrava vi fosse una chiara intenzione di rappresentare in maniera negativa la Russia o il suo governo (visto che nel gioco l'iniziativa era di Makarov e del suo gruppo terroristico). Probabilmente, qualche ultranazionalista si è risentito troppo per davvero.
  • LeoMD
    LeoMD
    Livello: 1
    Post: 0
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da PsychoPlay

    Ma Attivissimo è un buffone! Se pensate che uno come Attivissimo faccia controcultura non sapete neanche cosa sia la controcultura! E gente come Attivissimo serve appositamente per screditare quelle persone che hanno dei dubbi supportate da vere prove!!! Dei grattaceli come le Torri Gemelle non possono arrivare al suolo in caduta libera! E non serve chissà quale genio per capirlo lo dice la fisica! Quindi se si vuole non è cosi difficile distinguere le baggianate dalle cose reali!
    Volendo rispondere nel merito mi limito a dire che vi furono molteplici commissioni d'inchiesta, formate da fior fiore di ingegneri di fama mondiale, che hanno dato una serie di spiegazioni plausibili di come possono essere andate le cose (spesso e volentieri sbugiardando varie accuse da parte di teorici del complotto). Poi ripeto, ognuno ha il diritto di pensarla come vuole, anche di fronte a numerose prove contrarie. Se tu voi continuare a definire qualsiasi organo di stampa ufficiale come fazioso e bugiardo e a dare credito a tizi che possono affermare qualsiasi cosa anonimamente su Youtube, sei libero di farlo. Poi Attivissimo può non piacere, ma almeno ci mette la faccia e non mi sembra si sia mai tirato indietro nei dibattiti, portando ad ogni accusa delle prove convincenti. Infine, come ho già detto, ribadisco che non è mia intenzione convincere nessuno (anche perché non si può ragionare molto, dato che portate le vostre idee come fossero una religione) ma ti pregherei di avere la mente più aperta e di valutare tutto quello che viene proposto, non solo quello che sembra più affascinante o interessante.
  • PsychoPlay
    PsychoPlay
    Livello: 2
    Post: 108
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da LeoMD

    Guarda, il primo pensiero sarebbe quello di commentare che dare dei venduti agli organi di stampa per andare a credere a quello che certe persone passano su Youtube (perché ovviamente la stampa racconta solo balle, mentre tutte le altre persone sono oneste e raccontano solo cose vere) appare un po' risibile come cosa, e ti suggerirei di andare a vedere i numerosi siti di debunking (come quello di Attivissimo) per vedere come le teorie cospirazioniste siano state smontate più e più volte; anche se dubito che servirebbero mai a convincerti, visto che ai fanatici delle teorie del complotto non interessa minimamente la verità, ma solo farsi un'opinione e difenderla a prescindere. Ma poi mi ricordo che ci troviamo su Spaziogames, che qui si dovrebbe parlare solo di videogiochi e che quindi faremmo meglio a tenere la politica lontana da questi.
    Ma Attivissimo è un buffone! Se pensate che uno come Attivissimo faccia controcultura non sapete neanche cosa sia la controcultura! E gente come Attivissimo serve appositamente per screditare quelle persone che hanno dei dubbi supportate da vere prove!!! Dei grattaceli come le Torri Gemelle non possono arrivare al suolo in caduta libera! E non serve chissà quale genio per capirlo lo dice la fisica! Quindi se si vuole non è cosi difficile distinguere le baggianate dalle cose reali!
  • alessandro42
    alessandro42
    Livello: 6
    Post: 1630
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Ma vi immaginate cosa succederebbe se la missione "Niente russo" la facesse ex novo uno studio russo chiamandola "Niente inglese" e ambientandola al JFK Airport? Tutti a strapparsi la veste!
  • PsychoPlay
    PsychoPlay
    Livello: 2
    Post: 108
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Sn4k3b3llic

    Perché, evidentemente, raccontava la verità, cioè, Assad/Russia contro una schiera di terroristi cioè amici e finanziati dagli sporchi USA. Ed ecco che se si toccano certi argomenti allora scatta la censura ma mi raccomando, appena sentite qualcuno gridare che in occidente esiste la libertà di parola, alzatevi in piedi e applaudite. E poi scusami Anerkas ma ci sono parecchi giochi propagandistici, immagino te ne sarai accorto, solo che son tutti indirizzati verso una parte politica, appena metti piedi fuori dal seminato arriva qualcuno a ricordare chi sono i buoni (per loro ovviamente)!!
    Giochi tipo KumaWar naturalmente sono accettati, non se ne parla! "In KumaWar si può giocare per beccare Osama Bin Laden, per catturare Gheddafi e Saddam, con la ricostruzione vera degli scenari di guerra...." Non mi sembra che ci sia stato nessun dibattito, eppure sappiamo tutti come è andata no? O vogliamo prenderci ingiro... Vivendo in occidente pensiamo di essere liberi, quando invece l'informazione è strumentale come in ogni altro luogo! Quindi per quanto il gioco è il solito inno al militarismo lo condanno senza paraocchi (I RUSSI) sapendo che ormai sono pratiche utilizzate da tutti e dove gli yenkee sono maestri!
  • Edgar
    Edgar
    Livello: 3
    Post: 279
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Sn4k3b3llic

    Perché, evidentemente, raccontava la verità, cioè, Assad/Russia contro una schiera di terroristi cioè amici e finanziati dagli sporchi USA. Ed ecco che se si toccano certi argomenti allora scatta la censura ma mi raccomando, appena sentite qualcuno gridare che in occidente esiste la libertà di parola, alzatevi in piedi e applaudite. E poi scusami Anerkas ma ci sono parecchi giochi propagandistici, immagino te ne sarai accorto, solo che son tutti indirizzati verso una parte politica, appena metti piedi fuori dal seminato arriva qualcuno a ricordare chi sono i buoni (per loro ovviamente)!!
    Grande! E' così
  • Edgar
    Edgar
    Livello: 3
    Post: 279
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Sn4k3b3llic
    Ascolta, gli Americani sono semplicemente i più guerrafondai del pianeta. Esistono da duecento anni e solo per venti anni non son stati in guerra con qualcuno! Ti rendi conto? Non è che il mondo intero odi gli americani per il loro stile di vita, che credimi non interessa a nessuno come vivono ma perché, come dice Putin (grandissimo presidente, uno così in EU ci vorrebbe), loro (gli USA) non cercano amici/alleati ma solo vassalli e se il premier di dato paese non è concorde con la politica statunitense diventa un dittatore e fanno di tutto per spodestarlo e mettete al suo posto chiunque gli vada bene. In Ucraina o in Afghanistan han messo dei delinquenti al governo, dei mafiosi, a loro basta solo una cosa, vogliono carta bianca per espropriare le ricchezze di quel paese. In Sudan gli USA hanno ucciso 2 MILIONI di persone, due milioni!!!! Informatevi su Israele, altro stato terrorista e bugiardo!
    Ho letto diversi tuoi commenti come questo.... complimenti. Sono poche le persone che sanno vedere oltre la coltre del sistema vigente. Non ti arrendere mai e continua ad informarti e studiare su fonti attendibili e molteplici.
  • lokju
    lokju
    Livello: 5
    Post: 328
    Mi piace 2 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Sn4k3b3llic

    Perché, evidentemente, raccontava la verità, cioè, Assad/Russia contro una schiera di terroristi cioè amici e finanziati dagli sporchi USA. Ed ecco che se si toccano certi argomenti allora scatta la censura ma mi raccomando, appena sentite qualcuno gridare che in occidente esiste la libertà di parola, alzatevi in piedi e applaudite. E poi scusami Anerkas ma ci sono parecchi giochi propagandistici, immagino te ne sarai accorto, solo che son tutti indirizzati verso una parte politica, appena metti piedi fuori dal seminato arriva qualcuno a ricordare chi sono i buoni (per loro ovviamente)!!
    putroppo in pochi ci arrivano
  • LeoMD
    LeoMD
    Livello: 1
    Post: 0
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Sn4k3b3llic

    Ma santiddio senti cosa tocca leggere, Regime Totalitario quello di Assad??? Putin padrone della Russia???? Assad uccide i suoi stessi cittadini??? Scommetto che in Crimea è tutta colpa dei Russi?? Ragazzi, smettetela di credere ai telegiornali, vi raccontano l'esatto opposto di ciò che accade realmente! Informatevi su altri lidi, tipo PandoraTV su YouTube, ma ce ne sono molti altri. Cominciate ad informarvi su quello che é successo REALMENTE l'undici settembre duemilauno e vedrete che cambierete prospettiva.
    Guarda, il primo pensiero sarebbe quello di commentare che dare dei venduti agli organi di stampa per andare a credere a quello che certe persone passano su Youtube (perché ovviamente la stampa racconta solo balle, mentre tutte le altre persone sono oneste e raccontano solo cose vere) appare un po' risibile come cosa, e ti suggerirei di andare a vedere i numerosi siti di debunking (come quello di Attivissimo) per vedere come le teorie cospirazioniste siano state smontate più e più volte; anche se dubito che servirebbero mai a convincerti, visto che ai fanatici delle teorie del complotto non interessa minimamente la verità, ma solo farsi un'opinione e difenderla a prescindere. Ma poi mi ricordo che ci troviamo su Spaziogames, che qui si dovrebbe parlare solo di videogiochi e che quindi faremmo meglio a tenere la politica lontana da questi.
  • MrSkellington
    MrSkellington
    Livello: 7
    Post: 5998
    Mi piace 1 Non mi piace -2
    Originariamente scritto da Darthsteo

    Il GRANDE Venezuela. Quello dei Supermercati vuoti e l'inflazionane al 475% in cui i cittadini vanno all'estero per fare la spesa? Ho da darti una brutta notizia, una buona fetta delle notizie arriva non filtrata proprio dai Cittadini Venezuelani che raccontano di una notizia che ormai ha superato la via del non ritorno. Cosa pensano i Siriani di Assad? Una buona fetta della popolazione sicuramente non ha una grande opinione del suo Presidente, vista l'attuale situazione del Paese Mediorientale. Lo sai cosa? Ti spiego una cosa molto semplice, quasi basilare quando si tratta di rivoluzioni, sia tutto finisca in una Democrazia od in una dittatura, senza il supporto del popolo non succede nulla. Senza un massiccio supporto popolare non avremo avuto la Rivoluzione Russa, il Nazionalsocialismo, la Rivoluzione Americana, quella Cubana, ecc... la caduta di Assad è venuta per mano Americana (mai una volta che qualcuno punta il dito contro i Sauditi però...)? Forse, ma credi che se il popolo Siriano non fosse stato veramente stufo della dinastia Assad sarebbe arrivata a questo livello? Assolutamente no. Stesso discorso per gli Ucraini. Se l'adesione alla UE fosse stata portata avanti da Janukovyč nulla di questo non sarebbe successo, eppure dopo una bella giravolta ha rinnegato le sue promesse la popolo ed ha deciso di aderire al sogno di far aderire l'Ucraina ad un'area economica a se, con a Capo la Russia e qualche ex Repubblica Sovietica con meno soldi della Provincia di Milano. Puoi ben capire che il popolo Ucraino non ha preso molto bene perdere ogni vantaggio commerciale che poteva portare un maggiore legame con la UE e passare con la versione economicamente sfigata dell'URSS. Per altro, e cerchiamo di ricordarcelo, è stato lo stesso Parlamento Ucraino ad estromettere Janukovyč, tra l'altro scappato in Russia pur di non affrontare un procedimento penale nei suoi confronti per l'uso eccessivo della forza nelle Piazze durante la protesta. Protesta tra l'altro ben documentata dai suoi partecipanti su tutti i social network e reti televisive di tutto il mondo. Vogliamo poi parlare dell'annessione illegale dell'Ucraina non riconosciuta da nessuno al mondo, Cina inclusa? Dei tentativi d'invasione Russa nei confronti dell'Ucraina? Del grande insuccesso strategico Russo impantanatasi in conflitto che la sta solo impoverendo? Che poi non che sulla Russia non ci sia già da dire molto. Da dovrei cominciare? Dalle chiusure delle ONG? Di un quasi totale divieto di protesta? Della crisi economica che ha visto il Rublo toccare il baratro? Dei funerali dei soldati Russi uccisi in Ucraina tenuti nascosti? Della magra figura fatte dalle forze armate Russe in Siria? Degli omicidi eccellenti dietro cui si nasconde la mano di Putin? Dai, avanti, parliamo della Cecenia, delle due guerre combattute da quelle parti, l'inferno e la violenza che ne sono scaturite per mano Russa, Anzi, ancora meglio, parliamo di Anna Stepanovna Politkovskaja e di Boris Nemtsov. Ti va? E tutto quello che ho detto non è propaganda, come quella Russa, come ad esempio questo gioco, ma notizie vere, giunte fin qui da una miriade di fonti e canali differenti. Che poi per carità, nessuno è perfetto, USA in testa, ma questo non giustifica assolutamente le azioni Russe. Ah, tanto per dire, qui a spargere bufale su bufale, a guadagnarci è proprio Putin e quella cricca di nazionalisti Europei che gli va dietro a ruota.
    Lascia perdere, se uno crede che i giornali raccontino solo bufale e le fonti "alternative" che dicono il contrario siano tutte onestissime e disinteressate è perché vuole crederci, e nn c'è ragionamento che tenga..
  • Darthsteo
    Darthsteo
    Livello: 6
    Post: 423
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Sn4k3b3llic

    Per esempio Chavez, grandissimo presidente del Venezuela, gli USA lo chiamavano Dittatore. Informatevi cosa dicono i cittasini venezuelani sul loro presidente e poi sentite cosa dicono gli Americani. Chiedete a uno qualsiasi che vive in occidente se è felice o se rispetta i politici del proprio paese e poi sentite i Siriani (no gli americani) cosa pensano di Assad. Capisco siate giovani, io son classe 80, ma credetemi, TUTTI i telegiornali sono propaganda, ne più ne meno. Capisco anche che sia difficile da accettare/credere ed è per questo che DOVETE informarvi su più lidi. Ma soprattutto, partite sempre con l'idea che la versione ufficiale non è mai la verità ma solo la parte più comoda e il minimo indispensabile che noi comuni mortali dobbiamo sapere. Altra cosa, forse più importante, in tutte le news, TUTTE, fatevi sempre questa domanda, "Chi ci guadagna?". Facendovi questa semplice domanda il 90% (ma anche di più) delle volte si riesce a capire i responsabili di certe azioni!
    Il GRANDE Venezuela. Quello dei Supermercati vuoti e l'inflazionane al 475% in cui i cittadini vanno all'estero per fare la spesa? Ho da darti una brutta notizia, una buona fetta delle notizie arriva non filtrata proprio dai Cittadini Venezuelani che raccontano di una notizia che ormai ha superato la via del non ritorno. Cosa pensano i Siriani di Assad? Una buona fetta della popolazione sicuramente non ha una grande opinione del suo Presidente, vista l'attuale situazione del Paese Mediorientale. Lo sai cosa? Ti spiego una cosa molto semplice, quasi basilare quando si tratta di rivoluzioni, sia tutto finisca in una Democrazia od in una dittatura, senza il supporto del popolo non succede nulla. Senza un massiccio supporto popolare non avremo avuto la Rivoluzione Russa, il Nazionalsocialismo, la Rivoluzione Americana, quella Cubana, ecc... la caduta di Assad è venuta per mano Americana (mai una volta che qualcuno punta il dito contro i Sauditi però...)? Forse, ma credi che se il popolo Siriano non fosse stato veramente stufo della dinastia Assad sarebbe arrivata a questo livello? Assolutamente no. Stesso discorso per gli Ucraini. Se l'adesione alla UE fosse stata portata avanti da Janukovyč nulla di questo non sarebbe successo, eppure dopo una bella giravolta ha rinnegato le sue promesse la popolo ed ha deciso di aderire al sogno di far aderire l'Ucraina ad un'area economica a se, con a Capo la Russia e qualche ex Repubblica Sovietica con meno soldi della Provincia di Milano. Puoi ben capire che il popolo Ucraino non ha preso molto bene perdere ogni vantaggio commerciale che poteva portare un maggiore legame con la UE e passare con la versione economicamente sfigata dell'URSS. Per altro, e cerchiamo di ricordarcelo, è stato lo stesso Parlamento Ucraino ad estromettere Janukovyč, tra l'altro scappato in Russia pur di non affrontare un procedimento penale nei suoi confronti per l'uso eccessivo della forza nelle Piazze durante la protesta. Protesta tra l'altro ben documentata dai suoi partecipanti su tutti i social network e reti televisive di tutto il mondo. Vogliamo poi parlare dell'annessione illegale dell'Ucraina non riconosciuta da nessuno al mondo, Cina inclusa? Dei tentativi d'invasione Russa nei confronti dell'Ucraina? Del grande insuccesso strategico Russo impantanatasi in conflitto che la sta solo impoverendo? Che poi non che sulla Russia non ci sia già da dire molto. Da dovrei cominciare? Dalle chiusure delle ONG? Di un quasi totale divieto di protesta? Della crisi economica che ha visto il Rublo toccare il baratro? Dei funerali dei soldati Russi uccisi in Ucraina tenuti nascosti? Della magra figura fatte dalle forze armate Russe in Siria? Degli omicidi eccellenti dietro cui si nasconde la mano di Putin? Dai, avanti, parliamo della Cecenia, delle due guerre combattute da quelle parti, l'inferno e la violenza che ne sono scaturite per mano Russa, Anzi, ancora meglio, parliamo di Anna Stepanovna Politkovskaja e di Boris Nemtsov. Ti va? E tutto quello che ho detto non è propaganda, come quella Russa, come ad esempio questo gioco, ma notizie vere, giunte fin qui da una miriade di fonti e canali differenti. Che poi per carità, nessuno è perfetto, USA in testa, ma questo non giustifica assolutamente le azioni Russe. Ah, tanto per dire, qui a spargere bufale su bufale, a guadagnarci è proprio Putin e quella cricca di nazionalisti Europei che gli va dietro a ruota.
  • Sn4k3b3llic
    Sn4k3b3llic
    Livello: 8
    Post: 4622
    Mi piace 2 Non mi piace -1
    Per esempio Chavez, grandissimo presidente del Venezuela, gli USA lo chiamavano Dittatore. Informatevi cosa dicono i cittasini venezuelani sul loro presidente e poi sentite cosa dicono gli Americani. Chiedete a uno qualsiasi che vive in occidente se è felice o se rispetta i politici del proprio paese e poi sentite i Siriani (no gli americani) cosa pensano di Assad. Capisco siate giovani, io son classe 80, ma credetemi, TUTTI i telegiornali sono propaganda, ne più ne meno. Capisco anche che sia difficile da accettare/credere ed è per questo che DOVETE informarvi su più lidi. Ma soprattutto, partite sempre con l'idea che la versione ufficiale non è mai la verità ma solo la parte più comoda e il minimo indispensabile che noi comuni mortali dobbiamo sapere. Altra cosa, forse più importante, in tutte le news, TUTTE, fatevi sempre questa domanda, "Chi ci guadagna?". Facendovi questa semplice domanda il 90% (ma anche di più) delle volte si riesce a capire i responsabili di certe azioni!
  • Sn4k3b3llic
    Sn4k3b3llic
    Livello: 8
    Post: 4622
    Mi piace 2 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da LeoMD

    La differenza sta che mentre la maggior parte dei giochi hanno semplicemente una visione americanocentrica, qui si fa propaganda aperta ad un regime totalitario (quello di Assad) che ha ucciso centinaia-migliaia di cittadini innocenti, supportato dalla Russia di Putin che notoriamente non spicca nelle classifiche dei paesi più democratici. Non che gli americani siano candidi sotto i punti di vista, ma usare lo stesso peso è oggettivamente scorretto.
    Ascolta, gli Americani sono semplicemente i più guerrafondai del pianeta. Esistono da duecento anni e solo per venti anni non son stati in guerra con qualcuno! Ti rendi conto? Non è che il mondo intero odi gli americani per il loro stile di vita, che credimi non interessa a nessuno come vivono ma perché, come dice Putin (grandissimo presidente, uno così in EU ci vorrebbe), loro (gli USA) non cercano amici/alleati ma solo vassalli e se il premier di dato paese non è concorde con la politica statunitense diventa un dittatore e fanno di tutto per spodestarlo e mettete al suo posto chiunque gli vada bene. In Ucraina o in Afghanistan han messo dei delinquenti al governo, dei mafiosi, a loro basta solo una cosa, vogliono carta bianca per espropriare le ricchezze di quel paese. In Sudan gli USA hanno ucciso 2 MILIONI di persone, due milioni!!!! Informatevi su Israele, altro stato terrorista e bugiardo!
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.