Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
The Metronomicon

The Metronomicon

Mazzate a ritmo sincopato

Recensione

PC

Rhythm Game

Inglese

29 settembre 2016 - 2017 PS4/XOne

A cura di del
Nel paronama indipendente fa il suo ingresso The Metronomicon, il nuovo rhythm game sviluppato da Puuba e pubblicato da Kasedo Games. Questo genere, reso celebre da Guitar Hero, è rimasto perlopiù invariato nel corso degli anni. Abbiamo avuto modo, per esempio, di apprezzare qualche mese fa titoli particolari come Hatsune Miku Project Diva X, il cui concpet solido ha riconfermato la serie sul mercato. Squadra che vince non si cambia, no? Puuba, però, prova a innovare e introduce all’interno del genere elementi di gameplay interessanti. Andiamo a vedere insieme se si tratta di un esperimento riuscito o meno.
Stregoni e sfere stroboscopiche
Fin da subito siamo catapultati in un universo a tema fantasy, non aspettatevi però di giocare sulle note del Signore degli Anelli perché questo gioco vi stupirà con un contrasto inaspettato. Il genere dominante è infatti quello della musica elettronica e l’ambientazione medievale unita ad alcuni elementi tipici del funk rock saprà proporvi un mix sicuramente curioso. Il gameplay è altrettanto particolare: affianca alle classiche note a scorrimento la gestione di quattro personaggi con abilità ed equipaggiamenti ad hoc. Questo è senz’altro l’elemento più distintivo di The Metronomicon. Durante le varie canzoni il giocatore  dovrà scegliere quale dei suoi personaggi usare e passare in maniera dinamica da uno all’altro a seconda della situazione. Giocando a ritmo di musica vi troverete davanti a vari nemici da sconfiggere, starà a voi decidere se optare per un piano offensivo utilizzando i possenti colpi del barbaro o uno più strategico curandovi per esempio col mago. L’idea generale di fondo è che per ogni scontro voi troviate il vostro equilibrio sulle note della canzone.  

Mazzate a ritmo sincopato
I personaggi a disposizione avranno anche un livello e man mano che giocherete sbloccheranno abilità più potenti o semplicemente diverse. Per lanciarne una sarà sufficiente azzeccare una serie di note e fermarvi non appena avrete completato la sequenza relativa all’abilità scelta. Così facendo un sottile ma fondamentale livello strategico viene aggiunto nella gestione e nella scelta delle mosse facendovi ragionare velocemente sul da farsi. Ogni nemico avrà i suoi punti di forza e debolezza e differenti sequenze di azioni potranno portare a esiti vittoriosi o catastrofici. Non si tratta in generale di una questione di stile di gioco ma di adottare la corretta strategia in quel contesto per sconfiggere ciascun mostro. I boss inoltre vi metteranno all’angolo costringendovi a usare un determinato personaggio, senza possibilità di cambiarlo per un certo periodo di tempo. Questo renderà chiaramente il tutto molto più impegnativo e verrà premiata al massimo la bravura del giocatore che riuscirà ad azzeccare tutte le sequenze senza sbavature. Ciliegina sulla torta è un semplice sistema di equipaggiamento e di loot che aggiungerà quella sfumatura ulteriore al vostro gameplay.
L’assortimento musicale è vario e non delude ma ovviamente se non amate il genere questo gioco non fa per voi. Le canzoni sono movimentate e offrono una buona base per i vostri scontri. La curva di difficoltà varia molto da brano a brano ma in generale sarà abbastanza ripida. Gestire tutti i personaggi ed entrare in confidenza con questa modalità di gioco potrebbe risultare ostico durante le prime ore di gioco. Entrati però nell’ottica giusta vi ritroverete di fronte a un titolo stimolante. Una nota di dubbio va però all’interfaccia, la quale, sebbene molto curata nella grafica, pecca della mancanza di un adeguato feedback visivo nel caso di una nota intercettata correttamente o meno. Ciò rende il gioco leggermente più difficile poiché potrebbe capitare di non accorgervi che la vostra combo è stata interrotta oppure che state perdendo preziosi punti vita. L’utilizzo della tastiera poi, come ben sappiamo, non è ottimale per questo genere di giochi ed è per questo che consigliamo l’utilizzo di un pad. The Metronomicon, a questo proposito, offre anche una buona integrazione personalizzabile con il controller. 

Solo per pochi
La longevità del titolo non si allontana molto dai canoni a cui siamo abituati. È infatti una caratteristica del genere quella di proporre un quantitativo di ore di gioco limitato solo dalla voglia di superare il proprio precedente record o quello dei propri amici. Grazie a un multiplayer asincron The Metronomicon vi farà confrontare i risultati con la classifica online, facendovi rendere conto quando in realtà siate scarsi con il vostro highscore a otto cifre. Un ulteriore elemento da non sottovalutare è la crescita dei personaggi e dell’equipaggiamento disponibile per ciascuno di essi che vi potrebbe spingere a completare certi obiettivi secondari per ottenere quell’oggetto che tanto desiderate. In definitiva questo titolo non ci ha deluso per stile e innovazione ma ribadiamo il fatto che sia dedicato a un pubblico molto specifico.
  • + Nuovi elementi di gameplay
    + Stile grafico curato
    + Curva di difficoltà stimolante
  • - Qualche problema nei feedback
voto
7

The Metronomicon è un buon prodotto, curato e particolare. Il titolo di Puuba si rivolge a un pubblico di appassionati di Rhythm game i quali troveranno nel gameplay solido ma privo di novità una sfida fresca e unica nel suo genere. La curva di difficoltà è ripida e la gestione dei personaggi vi richiederà qualche ora di pazienza per padroneggiarla. Lo sviluppo a livelli dei vostri avatar digitali unito a un semplice sistema di equipaggiamento vi offrirà un mix RPG che aggiungerà un consistente livello strategico alla vostra avventura. Il tutto è contornato da un generale spirito leggero e scherzoso dato in primo luogo dall’ambientazione bizzarra.

0 COMMENTI