Recensione di Mr. Nibbles Forever

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     PC
  • Genere:

     Platform
  • Lingua:

     Inglese
  • Giocatori:

     Singolo
  • Data uscita:

     29 aprile 2016
- I temi dedicati ai vari vestiti disponibili strappano un sorriso
- Può intrattenere per un’ora, o forse qualcosa in più
- Esperienza complessiva superficiale
- Le nuove feature non giustificano l’esborso di denaro
- Il livello di difficoltà, a volte, pare essere piuttosto ingiusto verso il giocatore
A cura di (Mastelli Speed) del
"La lascia con cinque figlioli..."
"Lei ne ha già mangiati tre!"
"Mmh... cosa sensata!"
Dialogo tra Marge e Lisa Simpson sulle mogli criceto degli astronauti criceto.



Cosa si può comprare su Steam con € 2,99? Nel momento in cui scriviamo, ad esempio, con € 2,49 si può recuperare in offerta il sempre ottimo Star Wars Battlefront II, oppure Knights of the Old Republic II; sborsando circa la metà della cifra, ovvero € 1,49, ci si può portare a casa How to Survive, buono anche in cooperativa. E se fossimo giocatori, diciamo cosi, più stravaganti, cosa sarebbe possibile ottenere con i nostri soldi? La risposta potrebbe essere: Mr. Nibbles Forever. Approfittiamo del codice gentilmente concessoci dagli sviluppatori, e andiamo a scoprire perché.



Rosicchiolo in space
Dovete perdonare il tono abbastanza sopra le righe con il quale abbiamo iniziato questa recensione, ma è veramente cosa difficile riuscire a rimanere seri nel momento in cui si inizia a parlare di Mr. Nibbles Forever. Il titolo in questione, infatti, ci metterà nei panni di un criceto che, non si sa bene per quale motivo (non bisogna mai farsi troppe domande in titoli del genere), arriverà nello spazio a bordo del suo razzo. Prima di fare ciò, però, a quanto pare il nostro dovrà sfuggire a una selva di ragni pronta a farne un sol boccone. Il tutto si traduce, in termini di gameplay, in una sorta di platform a scorrimento in cui l’obiettivo primario sarà, appunto, quello di sfuggire ai ragni.
Sviluppato da Epic Shrimp, il titolo in questione ha già trovato un certo riscontro in ambito mobile, in special modo su iOS, considerato anche il fatto che è possibile giocarci gratuitamente scaricandolo da App Store. Gli elementi che dovrebbero giustificare l’esborso di denaro per poter provare Mr. Nibbles Forever su PC e Mac, allora, dovrebbero essere alcuni effetti grafici di cui parleremo in seguito, la presenza di una nuova modalità di gioco, e altri fix e aggiustamenti vari. Diciamo subito che, sommariamente, l’essenza del gioco dovrebbe essere quella di riuscire ad arrivare, ad ogni partita, a coprire una distanza sempre maggiore prima di essere acchiappati dai ragni. Oltre a ciò, il gioco metterà a disposizione del giocatore una serie di sfide, in cui l’obiettivo varierà di volta in volta. Potrebbe essere richiesta la copertura di una certa distanza, il raggiungimento del già citato razzo spaziale, ma anche la raccolta di elementi collezionabili come frutta di vario tipo.



Hamster oddity
Abbiamo capito, giocando a Mr. Nibbles Forever, che i primi a non prendersi troppo sul serio riguardo al gioco sono gli stessi sviluppatori: d’altra, parte, è abbastanza difficile non esprimere una certa sorpresa non appena sul proprio schermo apparirà un criceto vestito da cupido o da torero. In ogni caso, abbiamo detto che l’obiettivo del gioco è arrivare il più lontano possibile: per fare ciò, il giocatore dovrà superare i primi due stage introduttivi, per poi arrivare nello spazio. Nel concreto, tutto ciò non si impiegherà più di cinque minuti, dopo i quali probabilmente si morirà ineluttabilmente. Il gioco, infatti, risulta abbastanza difficile in alcuni suoi frangenti: anche calcolando al millimetro i propri salti, e i possibili contatti con nemici e ambiente, la sensazione è che a volte ci sia semplicemente poco da fare. Abbiamo detto che l’obiettivo primario è spingersi sempre un po’ più in là con i metri percorsi, ma questo non è tutto: i nostri progressi, infatti, possono essere premiati con nuovi outfit per il nostro criceto spaziale. In questo senso, il lavoro degli sviluppatori strappa quantomeno un sorriso, e non è difficile capire il perché. Dopo aver sbloccato il completo “disco”, ad esempio, il nostro criceto è stato addobbato con ciuffo e mise alla John Travolta ne La Febbre del Sabato Sera. Anche i livelli hanno subito la stessa trasformazione, con l’introduzione di una musica disco e con tanto di terreno che, sotto i nostri passi, si illuminava come una pista da ballo. La stessa trovata viene proposta con gli outfit grazie ai quali il nostro criceto si può trasformare in una sorta di Michael Jackson impegnato nel moonwalker, nonché in fantasma, attore da cinema muto, e in una specie di ciambella rosa che ha come scia un arcobaleno (anche qui, meglio non farsi troppe domande). Esistono in totale una quindicina di vestiti differenti: alcuni di questi modificano solo l’outfit del criceto, mentre altri, come appena detto, vanno a dare una nuova estetica a tutto il gioco. C’è da dire che, almeno per quanto riguarda le nostre prove, abbiamo sbloccato i primi 10 outfit in meno di un’ora; per riuscire a mettere le mani sugli altri quattro, difatti, sono stati necessari grossomodo altri cinquanta minuti. Dopo aver fatto ciò, però, sentivamo di aver terminato tutto quello che era possibile fare col gioco, considerato anche che i livelli tenderanno a ripetersi dopo pochi tentativi. Detto questo, non sembra ci sia una vera spinta a migliorarsi, e d’altronde è lo stesso carattere del gioco (che vira un po’ sul ridicolo, se non sul trash) a trasmettere una sensazione di scarso impegno.



Criceto, ultima frontiera
Il sistema di controllo via pad si è dimostrato ben strutturato: in sostanza, il gioco farà avanzare in automatico il criceto, ma saremo noi a poter accelerare e rallentare leggermente il nostro incedere. Tutto ciò si rivela necessario per evitare le varie minacce; abbiamo poi un pulsante delegato al salto, nonché al doppio salto, sbloccabile in determinate circostanze. Durante le nostre scorribande, infatti, è possibile raccogliere dei collezionabili che possono essere sfruttati per ottenere bonus di vario tipo da utilizzare nella partita successiva. Tra questi vi è appunto il doppio salto, ma anche la calamita (buona per attirare a sé gli stessi collezionabili), vite supplementari e, agli inizi del gioco, nuove mise per il nostro criceto spaziale.
Per il resto, dal punto di vista tecnico non sembra ci sia molto da dire: graficamente, il gioco propone una realizzazione bidimensionale colorata, evidentemente molto leggera dal punto di vista hardware. Il sonoro, invece, è più interessante, a causa dei diversi accompagnamenti audio che seguiranno i cambiamenti dei nostri outfit. Tra gli altri, segnaliamo il tema in stile Billie Jean, quello in chiave disco anni ’70, e l’inquietante “miao miao miao” (o qualcosa del genere, non chiedeteci di essere molto precisi sull’argomento) che ci accompagnerà quando sceglieremo di vestirci da ciambella.

Hardware
Requisiti minimi:
Sistema operativo: Windows XP
Processore: Intel Core i3
Memoria: 300 MB di RAM
Scheda video: Intergrated Gfx
DirectX: Versione 9.0
Memoria: 180 MB di spazio disponibile
Requisiti consigliati:
Sistema operativo: Any modern Windows
Processore: Intel Core i7
Memoria: 1000 MB di RAM
Scheda video: Any Modern Graphics Card
DirectX: Versione 10
Memoria: 200 MB di spazio disponibile
Recensione Videogioco MR. NIBBLES FOREVER scritta da MASTELLI SPEED Mr. Nibbles Forever è uno di quei titoli che ti lascia un po’ senza parole: l’esperienza di gioco da platform a scorrimento riesce a intrattenere per qualche minuto, ma è innegabile che poco dopo aver iniziato a giocare ci si interrogherà sul senso di tutta l’operazione. È evidente come il tutto sia stato studiato per avere un carattere assai sopra le righe, ma è anche vero che le avventure del criceto spaziale in questione non sembrano poggiare su un impianto capace di divertire a lungo. Il discorso, evidentemente, cambia parzialmente su mobile, dove peraltro il titolo è disponibile in maniera gratuita, seppur privo di alcune feature. In sostanza, dunque, se proprio volete acquistare il gioco in questione su PC o Mac, il consiglio è di aspettare un qualche sconto sostanzioso; spendere quasi € 3 per un titolo del genere, con tutto l’ottimo materiale disponibile a prezzi anche inferiori, sarebbe veramente un peccato.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.