Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Need for Speed

Need for Speed

La versione migliore?

Provato

PC

Simulazione guida

EA

5 novembre 2015 (PS4-Xbox One) - 17 marzo 2016 (PC)

A cura di del
Need for Speed sta per tornare! Non con un nuovo capitolo questa volta, ma con una riedizione PC che porterà tra qualche mese sui vostri monitor il titolo originale più tutti i contenuti extra (e gratuiti) rilasciati in questi mesi da Electronic Arts e Ghost Games.
Siamo andati allora proprio negli uffici di EA per testare il prodotto e vi riportiamo oggi le nostre impressioni, prima dell'arrivo della recensione finale.



Tune this up
Spesso e volentieri la società di Redwood viene criticata per una politica molto aggressiva su DLC e contenuti extra ma con Need for Speed le cose sono andate molto diversamente.
Uscito solo qualche mese fa, il gioco ha ricevuto una buona quantità di patch correttive che non solo hanno elevato l'esperienza globale, modifiche che hanno cambiato notevolmente il fastidioso effetto elastico ad esempio, ma che sono intervenute anche sui puri contenuti, aggiungendo vetture, livree, tuning per le auto e addirittura un'intera nuova storyline dedicata con rimandi al vecchio Underground.
Se questo non fosse abbastanza più recentemente è uscita addirittura una nuova modalità foto per tutti gli appassionati degli screenshot, così come la possibilità di creare e caricare le proprie decorazioni per poi scambiarle con il resto della community. Una feature che avevamo già visto in Forza Horizon/Motorsport, ma che assolutamente arriva più che gradita in un gioco che fa dell'estetica uno dei propri punti di forza.
È proprio l'estetica ad uscire esaltata da questo nostro primo incontro, visto che nella versione PC la qualità visiva è notevolmente aumentata, con un lavoro di rifinitura delle texture pregevole, e riflessi sull'asfalto bagnato e un impianto di illuminazione davvero eccellenti.
Probabilmente si poteva fare ancora qualcosina di più, ma il risultato globale è più che decoroso.
Se dovessimo andare a cercare il pelo nell'uovo potremmo criticare alcuni elementi di contorno, come gli alberi mossi dal vento ad esempio, che anche questa volta non ci sembrano al livello del resto della produzione, un elemento che il Frostbite sembra proprio non riuscire a digerire.
È un elemento di poco conto ad ogni modo, dato che quando si sfreccia a 300 km/h sulle strade in notturna l'ultima cosa che noterete sarà proprio il fuori pista.



Un nuovo modo di guidare
Gli amici smanettoni non resteranno completamente soddisfatti da quanto abbiamo trovato nelle impostazioni.
Need for Speed arriverà davvero con il minimo indispensabile: risoluzione fino a 2560 x 1440, occlusione ambientale, sincronia verticale, framerate sbloccato e antialising HBAO oltre ovviamente alle texture in alta definizione. Una quantità di parametri davvero esigua rispetto ai precedenti titoli PC di Electronic Arts e speriamo di vedere qualcosa in più nella versione finale.
Grossa novità invece è il supporto completo ai volanti. Con l'uscita di maggio arriverà infatti il supporto alle periferiche più simulative e, dopo averle provate per circa due ore, siamo rimasti stupiti da come un titolo prettamente arcade come questo risponda in maniera così positiva.
Guidare i nostri bolidi sotto la pioggia con il volante porta un twist inaspettato alla serie e andare pesantemente in derapata in curva cercando di tenere la corda è decisamente più esaltante rispetto al farlo con un semplice controller.
Viste le tantissime opzioni di modifica per il sistema di guida, nel garage potrete adattare tranquillamente il vostro stile di gioco e in questo Need for Speed si presta alla grandissima, sia per chi cerca una guida sporca fatta di sportellate e uscite in controsterzo che per coloro che fanno delle traiettorie perfette il proprio credo.
Il supporto al volante non è però ancora stato confermato per le console, una notizia che quindi tocca attendere con impazienza, ma che secondo noi potrebbe arrivare nel giro di qualche settimana.
La build provata non era ancora tuttavia quella definitiva. Mancavano tutte le opzioni di personalizzazione dei comandi e, seppur supportati, non era possibile impostare i parametri essenziali dei volanti, come la steering deadzone. Una build quindi assolutamente non definitiva ma che potrebbe potenzialmente dimostrarsi la versione in assoluto migliore dell'ultima iterazione di Need for Speed.
  • [+] Supporto completo ai volanti
    [+] Nuove impostazioni grafiche
    [+] Framerate sbloccato

La versione PC di Need for Speed arriverà carica di contenuti e chi si avvicinerà al titolo per la prima volta troverà un gioco solido, dalla buona longevità e particolarmente divertente. La qualità grafica, già oggi, era più che apprezzabile e il supporto completo ai volanti sarà la ciliegina sulla torta per tutti quelli alla ricerca di un po' di velocità.

0 COMMENTI