Recensione di Saint Seiya Soldiers' Soul

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     PC
  • Genere:

     Picchiaduro
  • Distributore:

     Namco Bandai
  • Giocatori:

     1-2, multiplayer
  • Data uscita:

     24 settembre 2015 - 27 novembre 2015 (Steam)
- Buona la riproduzione di cavalieri e armature
- Godibile anche su sistemi non di primo piano
- Una certa mediocrità di fondo nella parte tecnica
- Ambienti poco definiti
- Cutscene inutilmente lente e lunghe
Loading the player ...
A cura di (Mastelli Speed) del
La recensione di Saint Seiya: Soldiers' Soul scritta dal buon Pregianza fotografa in maniera abbastanza chiara quali siano i punti di forza e debolezza del gioco sviluppato da Dimps; accanto a contenuti che risultano estremamente graditi ai fan delle avventure di Pegasus e compagni, difatti, trova posto un gameplay sotto sommato poco approfondito. In questa recensione, complice l’arrivo del titolo su PC, ci concentreremo sul comparto tecnico della produzione, cercando di stabilire se salvare Lady Isabel sul proprio computer dia più soddisfazioni di quanto non lo faccia su console.


Hanno nomi importanti, loro
Dal punto di vista dei contenuti, anche l’edizione PC di Saint Seiya: Soldiers' Soul si difende decisamente bene, riproponendo le varie modalità di gioco già viste sulla versione console, più alcune chicche dedicate a coloro i quali hanno preordinato il gioco (come alcuni costumi speciali). Anche dal punto di vista tecnico, lo dobbiamo dire subito, la situazione non cambia in maniera drastica rispetto a quanto visto su console. Spulciando le configurazioni hardware consigliate e minime diffuse dagli sviluppatori, d’altro canto, si comprende subito come non si stia parlando di una produzione estremamente esigente; per quanto riguarda la scheda video consigliata, tanto per fare un esempio, troviamo l’accoppiata Nvidia GeForce GTX 470 o AMD Radeon HD 5870.
In ogni caso, le nostre prove sono state svolte su una configurazione Windows 10 (sistema operativo peraltro non segnalato nelle configurazioni minime e consigliate) di medio livello, comprendente una Radeon R9 380 con 4 GB, 12 GB di RAM e un umile processore Intel i5 4590. Tutto questo per dire che, come prevedibile, il gioco è assai parsimonioso in termini di risorse richieste, risultando reattivo nella maggioranza delle situazioni, anche nel caso di ridimensionamenti a icona ripetuti.
Le opzioni grafiche su cui è possibile operare, d’altra parte, sono poche e poco profonde, e permettono di agire su alcuni parametri come la risoluzione delle ombre e il filtro antialiasing (solo FXAA), nonché di determinare la presenza o meno di raggi di luce, particelle ambientali e bordi più definiti.
Possiamo dire che, anche con i dettagli al massimo, il gioco mostra alcune lacune abbastanza importanti soprattutto nella definizione delle arene di gioco, e nella rappresentazione delle ombre. Le location, difatti, faticano ad arrivare alla sufficienza nella maggioranza delle situazioni; questo è dovuto a una mancanza generale di definizione che, difatti, si avverte specialmente durante i lunghi (e lenti) dialoghi che introducono e contestualizzano le varie battaglie che si affronteranno.


La mia ombra è a quadrettoni
Dicevamo che uno dei pochi parametri tecnici su cui si può agire in questa versione PC di Saint Seiya: Soldiers' Soul riguarda proprio le ombre, e in particolare la loro risoluzione. C’è da sottolineare che, qualsiasi regolazione si scelga, lo spettacolo non è proprio dei migliori, soprattutto durante le inquadrature ravvicinate, che sveleranno senza pietà dei contorni composti da pixel giganti e decisamente poco estetici.
La rappresentazione di cavalieri e armature, che in fin dei conti rappresentano la parte più succosa dell’esperienza visiva del gioco, regala invece delle buone sensazioni: le armature risplendono di luce propria (probabilmente anche troppo), mentre i personaggi ricordano quasi sempre in maniera ottima le controparti originali. Positive anche le realizzazioni delle varie mosse speciali dei cavalieri, che più di una volta regaleranno ai giocatori di vecchia data emozioni e, diciamolo pure, anche una certa esaltazione. Da sottolineare, tra l’altro, la presenza sulla rete di alcune MOD che vanno a modificare alcuni particolari delle armature dei vari cavalieri: basta fare un giro sulle discussioni di Steam dedicate al gioco, ad esempio, per avere un’idea delle creazioni amatoriali disponibili.
Passiamo brevemente poi alle problematiche di natura tecnica: durante le nostre prove, per fortuna, non abbiamo incontrato alcun intoppo talmente grave da costringerci a fermarci, se si esclude la prima volta che abbiamo lanciato il gioco. Inizialmente, infatti, il pad Xbox 360 non veniva riconosciuto come controller principale, e difatti ciò costringeva a navigare tra i menu con la sola tastiera. Il guaio, in questo caso, era determinato dalla presenza di una seconda periferica di gioco (un volante) collegata al PC; la soluzione, allora, è stata semplicemente quella di scollegare il volante (considerato che modificare la periferica di gioco predefinita dal pannello di controllo di Windows non basta, a quanto pare, a superare il problema).

Multiplayer
Il titolo consente di giocare in match classificati o meno. Trovare giocatori disponibili, difatti, è stata impresa ardua, e il netcode ballerino in alcuni casi ci ha impedito di iniziare gli incontri.

Hardware
MINIMI:
OS: Windows Vista/7/8/8.1
Processor: Intel Core 2 Duo 2.4Ghz / AMD Athlon 64 X2 5200+, 2.6GHz
Memory: 1 GB RAM
Graphics: 512 MB Nvidia GeForce 8800 / ATI Radeon HD 3870
DirectX: Version 9.0
Network: Broadband Internet connection
Storage: 12 GB available space

CONSIGLIATI:
OS: Windows Vista/7/8/8.1
Processor: Intel Core i3-530, 2.93 GHz / AMD Phenom II X4 940, 3.0GHz
Memory: 4 GB RAM
Graphics: 1 GB Nvidia GeForce GTX 470 / AMD Radeon HD 5870
DirectX: Version 9.0
Network: Broadband Internet connection
Storage: 12 GB available space
Recensione Videogioco SAINT SEIYA SOLDIERS' SOUL  scritta da MASTELLI SPEED Anche su PC, dunque, Saint Seiya: Soldiers' Soul si conferma come un progetto con luci e ombre. Da una parte, infatti, l’offerta è sicuramente valida dal punto di vista contenutistico, e saprà soddisfare gli appassionati della serie. Dal punto di vista strettamente tecnico, che è quello che abbiamo cercato di analizzare in questo articolo, il titolo presenta poche note positive, come la riproduzione dei cavalieri. In generale, però, il quadro è di una generale mediocrità, che se non altro si riverbera in una esperienza di gioco godibile senza tanti problemi anche con configurazioni non di ultimo grido.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.