Speciale LoL eSports: Playoff Europei

A cura di (Il Fe) del
Durante la Gamescom di Colonia, che ha avuto luogo dal 13 al 17 agosto, si sono tenuti i playoff del Campionato europeo di League of Legends. Durante questo evento si sono sfidate le squadre che hanno concluso la stagione estiva della LCS (League of Legends Championship Series) nelle prime sei posizioni. Prima di parlare di ciò che è successo durante il torneo di Colonia, vediamo di spiegare brevemente com’è strutturato il campionato di questo MOBA (Multiplayer Online Battle Arena) che sta riscuotendo sempre più successo.


Cos’è la LCS
Riot Games ha lanciato League of Legends nell’ottobre del 2009, gioco che ha attratto rapidamente sempre più persone. Fin da subito sono nati molti tornei che coinvolgevano i giocatori a livello competitivo con in palio diversi premi. Durante i primi due anni di vita di questo videogame le competizioni erano organizzate da enti esterni, come la Major League Gaming in Nord America e la Intel Extreme Masters in Europa. Ogni anno Riot Games stessa organizzava un torneo mondiale in cui i migliori team si sfidavano per conquistare il titolo di campioni del mondo e un ricco montepremi. Il 6 agosto 2012 la società statunitense Riot Games annunciò la nascita della LCS, creando così un campionato ufficiale, sia nord-americano che europeo, dove i giocatori professionisti dei vari team avrebbero avuto un salario e un calendario da seguire.
La League of Legends Championship Series è divisa in due gironi, quello primaverile e quello estivo. Ogni girone dura undici settimane dove otto squadre si sfidano tra di loro in partite ricche di emozioni e colpi di scena. Si tengono otto game a settimana tranne che nelle tre superweeks dove invece sono 16, ogni team gioca quindi quattro volte contro ogni altro team avversario per un totale di 28 partite a squadra.
La classifica del girone primaverile decreta quali saranno i partecipanti al girone estivo e quali invece rischiano di perdere la loro posizione nel campionato. In quello estivo invece i primi sei team classificati gareggiano nei playoff per guadagnarsi l’ingresso al Torneo Mondiale, dove i posti disponibili sono solamente tre.

Classifica dei primi sei d’Europa

1° - Alliance
Questo team è stato il migliore durante il girone estivo di quest’anno, non hanno mai perso posizioni in classifica per tutte le undici settimane di gioco, concludendo con il risultato di 21 vittorie e solamente 7 sconfitte. Un netto miglioramento rispetto a quanto visto durante la primavera, dove i ragazzi erano arrivati solamente quarti.
La squadra è nata agli inizi del 2014 ed era chiamata con l’appellativo di “Super Team”, per via dei suoi componenti, tutti giocatori veterani ed esperti. Uno dei membri più conosciuti è sicuramente Froggen, il Mid-Laner, che ha chiuso la stagione estiva con uno score personale di 103 uccisioni, 41 morti e 187 assist.

2° - Fnatic
Questo è un team storico che ottiene sempre ottimi risultati, infatti ha vinto il primo campionato mondiale nel 2011 e arriva quasi sempre sul podio durante le diverse competizioni. Ha concluso il girone estivo con il risultato di 19 vittorie e 9 sconfitte, perdendo solamente due volte nelle ultime 14 partite giocate. XPeke, il Mid-Laner, è senza ombra di dubbio il nome di spicco della squadra, ma quest’anno la corsia inferiore costituita dalla coppia Rekkles (tiratore) YellOwStaR (supporto) ha dato il meglio di se: infatti nell’ultimo mese e mezzo hanno ottenuto tre volte il riconoscimento di miglior giocatore della settimana (MVP).

3° - Supa Hot Crew
Questo è un team recente, infatti hanno fatto la loro comparsa nel girone primaverile di quest’anno. Il loro ingresso non è stato dei migliori in quanto hanno concluso in settima posizione, ma nel girone estivo sono migliorati davvero molto e sono riusciti ad arrivare in terza posizione con un punteggio di 16 vittorie e 12 sconfitte. Un giocatore che ha dimostrato le sue grandi abilità di Mid-laner è SELFIE, eccezionale quando utilizza Yasuo o Ahri.

4° - SK Gaming
In questa stagione estiva hanno concluso con il risultato di 15 vittorie e 13 sconfitte, mancando di poco la terza posizione. Nelle ultime dieci partite non hanno brillato in quanto sono usciti vittoriosi solamente quattro volte. Anche questo team è uno dei più storici, esistono fin dalla prima stagione e nonostante i vari cambiamenti di formazione riescono a competere quasi sempre ad alti livelli. La loro peculiarità è quella di avere un jungler, Svenskeren, molto aggressivo fin dai primi minuti di gioco che aiuta tutte le corsie cercando di far guadagnare vantaggio alla squadra.

5° - Millenium
Questo è uno dei team più aggressivi del campionato europeo, infatti il Mid-laner “Kerp” e il tiratore “Creaton” hanno concluso il girone estivo rispettivamente in terza e quarta posizione nella classifica delle uccisioni compiute. Ma la loro voglia di uccidere è un’arma a doppio taglio, infatti quando si trovano contro una squadra ben organizzata e che ha un’ottimo controllo della mappa i loro assalti vengono sgominati con facilità. Hanno concluso la stagione con il risultato di 13 vittorie e 15 sconfitte.

6° - Team Roccat
Questo team è il più altalenante di tutto il campionato europeo, infatti riescono a giocare in maniera perfetta una partita e perdere la successiva in maniera disastrosa. Il motore su cui la squadra si basa è il loro jungler, Jankos, che, quando inizia bene un game, porta i suoi compagni ad ottimi risultati, ma nonostante questo hanno concluso il girone estivo con un punteggio di 12 vittorie e 16 sconfitte.

Playoff LCS europeo
Durante la Gamescon di Colonia si sono tenuti i Playoff del campionato europeo di League of Legends nei quali le prime sei squadre classificate si sono sfidate per decretare i campioni della stagione estiva. Ma c’era anche altro in palio, ovvero la possibilità di guadagnarsi un posto nel torneo mondiale che si terrà in Asia da settembre ad ottobre. I team che hanno partecipato a questo evento sono stati: Alliance, Fnatic, Supa Hot Crew, SK Gaming, Millenium e Roccat. Alliance e Fnatic hanno concluso la stagione regolare in prima e seconda posizione e, quindi, si sono guadagnati di diritto un posto in semifinale, mentre le altre quattro squadre si sono dovute sfidare nei quarti di finale. Gli SK Gaming hanno dominato i loro avversari, i Millenium, mentre i  Roccat sono usciti vincitori dal match giocato contro i Supa Hot Crew. Queste due squadre hanno combattuto rispettivamente contro Alliance e Fnatic, e tutte loro avevano come unico obiettivo il podio. Il risultato della stagione però si è ripetuto anche nei Playoff: infatti coloro che si sono dati battaglia in finale sono stati Alliance e Fnatic. Dopo colpi di scena e giocate degne di nota da parte di entrambi i team, la partita si è conclusa con il risultato di 3 a 1 in favore degli Alliance, confermando così l’ottima qualità di gioco dimostrata durante l’anno.

La sfida per il terzo posto ha visto come protagonisti gli SK Gaming e i Roccat dove quest’ultimi sono stati sconfitti tre volte di fila dagli avversari. Anche questo match aveva una grande importanza, in quanto le squadre che concludevano i playoff nelle prime tre posizioni, ottenevano l’ambito premio di partecipare al campionato mondiale di League of Legends. Quindi i team che rappresenteranno l’Europa nelle sfide asiatiche saranno Alliance, Fnatic e SK Gaming.
Non dobbiamo dimenticare però la sfida per il quarto posto che è stata vinta dalla squadra Supa Hot Crew che potrà partecipare così alla prossima stagione europea. Ai Millenium invece spetta una sorte diversa, infatti dovranno vincere le sfide che li attendono prima di poter rientrare nel campionato del Vecchio Continente.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2017 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.