Recensione di Ghost Recon Phantoms

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     PC
  • Genere:

     Sparatutto
  • Sviluppatore:

     Ubisoft
  • Data uscita:

     Disponibile
- Qualche ora di divertimento gratuito
- Aggiunte nuove mappe
- Estesa personalizzazione delle armi
- Il gioco, per quanto aggiornato, è il medesimo
- Gameplay statico e poco vario

Loading the player ...
A cura di (Ctekcop) del
Ve lo ricordate Tom Clancy's Ghost Recon Online
Lo avevamo recensito ormai quasi un anno e mezzo fa, senza esserne particolarmente entusiasmati: sembrava solo il seme del videogioco che sarebbe potuto essere. Questo nonostante avessimo aspettato il primo aggiornamento corposo e il titolo in questione, lanciato circa due anni fa, avesse attraversato una tutt'altro che corta fase beta.
Ebbene, nel frattempo, gli studi di Ubisoft Singapore non si sono persi d'animo, continuando a supportare lo shooter free to play e cercando di migliorarlo in ogni sua componente. Ecco quindi che oggi la casa madre francese ha deciso di effettuare un vero e proprio rilancio del titolo, cogliendo l'occasione per approdare anche su Steam. Peccato solo che si siano completamente perse le tracce (anche se a essere sinceri ufficialmente è stata da tempo messa in hold), della versione destinata all'ultima console casalinga di Nintendo, il Wii U.


Rilancio, rebranding o presa per i fondelli?
Veniamo subito al sodo: Tom Clancy's Ghost Recon Phantoms non è nient'altro che un aggiornamento e, se vogliamo proprio dirla, tutta non è neppure poi così corposo come potrebbe sembrare. È il medesimo sparatutto online free to play dall'impostazione tattica in terza persona, basato su coperture che avevamo già visto e criticato.
Per prima cosa è aumentato sensibilmente, quasi raddoppiato, il numero di mappe disponibili, andando a mitigare fortemente quella sensazione di ripetitività che si manifestava dopo poche ore. In ogni caso si tratta di un numero piuttosto esiguo per un gioco che ambisce a tenere impegnati i giocatori per diversi mesi se non addirittura anni. Alcune tra le più stagionate sono persino state aggiornate, seppur solo con minimi cambiamenti riguardanti orpelli grafici come le fonti di luce e non un vero e proprio redesign.
Permane la struttura del gameplay che vede sfidarsi due squadre composte rispettivamente da otto membri, scelti tra tre classi, i quali si danno battaglia per la conquista e/o la difesa dei i punti di controllo. Che si tratti di uno solo o di una sequenza di questi ultimi, il gioco in quanto tale non prevede altre modalità, risultando dopo una manciata di ore alquanto stucchevole, talvolta addirittura noioso e ripetitivo considerata la mancanza di varietà e dinamicità delle situazioni che si vengono a creare, sostanzialmente sempre le stesse. Le mappe sono sì aumentate, ma l'esperienza nel suo complesso non cambia: in genere vi sono sempre solo due vie di accesso ai punti di controllo.
Il sistema di coperture funziona decentemente e solo di rado ci si ritrova a inveire contro qualche malfunzionamento o strano posizionamento. L'ampia disponibilità di coperture rende gli scontri a fuoco una guerra di trincea fatta di appostamenti, schermaglie posizionali e rapide sortite volte a fare pulizia dei nemici per impossessarsi dei punti di controllo. Tutto ciò in teoria dovrebbe richiedere e favorire il lavoro di squadra, ma non sempre è così. Spesso basta sapere utilizzare sapientemente i gadget futuristici, come l'invisibilità, il radar o gli scudi a disposizione delle diverse classi per creare situazioni di scompiglio.
Possiamo tranquillamente ammettere che di stravolgimenti riguardanti il gameplay non vi sia nemmeno l'ombra. Le promesse dei tac inserts e delle granate fumogene sono ancora tali, ma dovrebbero vedere presto la luce in un futuro aggiornamento nella speranza di dare una bella scossa al tutto.
Novità apparentemente fini come il bilanciamento dei diversi tier di armi impattano in maniera positiva l'esperienza ludica nel suo complesso. Per fare un esempio, ora come ora un giocatore agli inizi ha a disposizione una più vasta scelta di armi.
Per quel che riguarda la questione più annosa e delicata, ovverosia i soldi, non si può non ammettere che l'abbassamento dei prezzi delle numerose armi, dei gadget, degli accessori e potenziamenti vari sia stata una saggia mossa da parte di Ubisoft, ma il problema che perseguita Ghost Recon Phantoms è comune a molti altri esponenti del genere. Se non si vuole sborsare valuta reale è richiesto un sontuoso investimento di tempo per raggiungere esperienza e denaro richiesti. Booster relativamente economici (si parla di pochi euro se comprati tramite i menù in-game come AthenaArmoryAccess o con le gold coin) giungono in aiuto, tuttavia anche qui bisogna seriamente interrogarsi se ne valga davvero la pena. Considerando l'esborso contenuto ci può anche stare, nel caso in cui si decida di giocarci seriamente. I DLC più costosi che sbloccano sin da subito un maggior numero di oggetti, quelli disponibili tramite Steam per intenderci, invece hanno veramente dei prezzi esagerati in rapporto a cosa offrono.


Fantasmi Invisibili
Per quel che riguarda il comparto tecnico non ci eravamo di certo lamentati dell'originale Ghost Recon Online. È passato diverso tempo da allora e di miglioramenti tangibili per quel che riguarda la grafica nel suo complesso quasi non ce ne sono stati, al punto da iniziare a sentire il peso degli anni. Qualche effetto fa ancora la sua figura, ma le mole poligonale è quella che è e le mappe iniziano a sapere di vuoto in alcuni punti, diverse texture non brillano per definizione, le animazioni si fanno legnose e così via. È vero che si tratta di un free to play, ma la concorrenza è molto agguerrita da questo punto di vista. La nota positiva è una generale maggiore ottimizzazione e stabilità, anche se ogni tanto capita ancora di imbattersi in qualche raro bug.
Il sonoro non brilla particolarmente, con i suoni tipici del campo di battaglia che non impressionano o colpiscono e musiche di accompagnamento pompose che non lasciano il segno.
I server europei permettono una esperienza ludica sostanzialmente lag-free. Più problematico il matchmaking, che talvolta porta a qualche minuto di attesa e di tanto in tanto, visto che raggruppa i giocatori non solo per equipaggiamento ma anche per abilità, ci metterà di fronte ad avversari ben più corazzati di noi. Funziona tutto bene fino a quando non si raggiunge con una qualunque classe l'ottavo livello, ovvero quando si esce dalle playlist dei principianti e si viene lanciati nel mondo vero, passando da partite equilibrate e con una sostanziale fairness ad altre in cui la frustrazione è seriamente dietro l'angolo. Un vero peccato, perché per le prime ore di gioco funziona tutto molto bene, al punto che gli sviluppatori hanno già dichiarato che innalzeranno a breve questo cap. 
Da apprezzare il completo redesign dei menù, facili e intuitivi e veramente a un solo click di distanza dall'inizio della partita.

Hardware
SO: Windows Vista SP2, Windows 7 SP1, Windows 8/8.1
Processore: Intel Pentium Dual-Core E2140 @ 1.6 GHz o AMD Athlon64 X2 3800+ @ 2.0 GHz
Memoria RAM: 3 GB
Scheda video: nVidia GeForce 8600 GT o AMD Radeon HD2600 XT (256MB VRAM con supporto Shader Model 4.0)
DirectX: Version 9.0c
Network: Broadband Internet connection
Hard Drive: 6 GB available space
Audio: DirectX 9.0c compatibile
Recensione Videogioco GHOST RECON PHANTOMS scritta da CTEKCOP Tirando le somme, non si può non apprezzare il supporto e l'impegno profuso da Ubisoft per migliorare un videogioco inizialmente lanciato con troppa fretta. Tom Clancy's Ghost Recon Phantoms da un lato è migliorato parzialmente con contenuti aumentati, mentre dall'altro lascia ancora spazio a perplessità, come un gameplay meno esaltante di quanto ci si possa legittimamente aspettare, per nulla rinfrescato rispetto a due anni fa.
È in grado di fornire qualche ora di divertimento gratuita, ma niente di più: chi non lo ha mai provato non ha motivi di sorta per non farlo ora, mentre chi in passato non lo ha apprezzato ben sa di dover girare al largo.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.