Recensione di Neverwinter

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     PC
  • Genere:

     Gioco di ruolo
  • Sviluppatore:

     Cryptic
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     MMO
  • Data uscita:

     20 giugno 2013 - TBA 2015 (Xbox One)
8.0
Voto lettori:
8.3
- Buon modello Free to Play
- Ottima varietà di razze
- Combat System Dinamico
- La Foundry è un'idea geniale
- PVP da arricchire
- Diversi bilanciamenti da apportare
- Una quantità esagerata di valute e token a cui stare dietro
- Crafting piuttosto blando
A cura di Tommaso Valentini (FireZdragon) del
Difficile spodestare un re dal suo trono, e ancor più difficile se questo ha ancora nove milioni di sudditi fedeli al suo fianco che lo osannano e mensilmente gli versano un obolo di circa quindici euro. Il re in questione è ovviamente World of Warcraft e tutti gli uccisori di re che si sono avvicinati alla sua corona hanno fatto una bruttissima fine. Da Warhammer Online ad Aion, passando da titoli come Rift fino ad arrivare all'imminente Dragon Prophet, nessuno ha minimamente impensierito il colosso Blizzard. Tutti però hanno tentato l'approccio sbagliato, divenendo "cloni" di ciò che volevano superare e battendo strade già viste decine di altre volte, con un setting diverso magari o qualche differenza nel combat system, di certo non sufficienti a convincere la massa a cambiare.
Cosa modificare allora per riuscire ad avere successo nel mondo degli MMO? Perfect World ha voluto dire la sua con Neverwinter Online, GDR massivo che non solo può farsi forza di un background di quelli mastodontici, ma è capace anche di affiancargli un combattimento di stampo action e un modello free to play, con il fantasma del pay to win estremamente lontano.
Prima di redarre questa recensione abbiamo speso il nostro bel quantitativo di ore sul titolo, portato al cap il nostro pg ed esplorato a fondo anche i dungeon elite, oltre che ovviamente partecipato ad una buona quantità di arene PVP. Eccovi quindi cosa ci ha convinto, i motivi per i quali Neverwinter merita di essere giocato e cosa ancora c'è da sistemare.



Razze di classe
Partiamo subito con il ventaglio di possibilità offerte da Perfect World per il vostro alter ego virtuale. Otto le razze disponibili, tra le quali spiccano, oltre ovviamente al classico trittico "nani, umani ed elfi", i drow, i mezzelfi gli halfling e i mezzorchi, ognuna dotata di statistiche e bonus razziali unici.
La creazione del pg non dista molto da quanto osservato nei migliori giochi di ruolo, con la possibilità di influire direttamente su molteplici fattori estetici a partire dai capelli fino a muscolatura e altezza, ma anche elementi meno importanti come background, religione o luogo di nascita.
Le statistiche, preimpostate, potranno invece essere rerollate come nel miglior Dungeons & Dragons cartaceo, ma visto che non c'è limite al numero di prove fattibili prima di trovare la combinazione a noi più congeniale avremmo preferito poterle modificare manualmente, sarebbe stato estremamente più pratico anche se meno vicino al gioco da tavolo.
Non delude neanche il numero di classi a disposizione dei giocatori, basato ancora una volta sulla triade tank/healer/dps, indispensabile per poter proseguire con disinvoltura nei dungeon avanzati. I dps si dividono in due classi melee, Great Weapon Fighter e Trickster Rogue e una ranged magica dotata di incantesimi di controllo e stun.
Da sottolineare la mancanza di una classe dotata di archi e armi da lancio, una grave mancanza che verrà presumibilmente risolta nei prossimi mesi con l'annuncio di nuovi contenuti.
Come detto inizialmente, Neverwinter sposa un sistema di combattimento basato completamente sul posizionamento e sull'autoattack, completamente soddisfacente. I giocatori skillati saranno in grado di schivare ogni singolo colpo degli NPC, ad esclusione di quelli sulla distanza che colpiscono invece automaticamente. Mosse speciali e fendenti corpo a corpo potranno essere evitati, i primi allontanandosi dalle aree pericolose evidenziate con cerchi rossi sul terreno, mentre i secondi allontanandosi per tempo dal range melee.
Un combat system che funziona, diverte e soprattutto non annoia anche nei duelli più longevi contro i boss di fine dungeon o i mostri elite.
Le nostre paure quindi nascono proprio dalla classe mancante che, senza possibilità di mancare gli autoattack, potrebbe rivelarsi estremamente pericolosa, soprattutto data la distanza dalla quale bersaglierà i giocatori.



Da 0 a 60 in quaranta ore filate
La fase di exping, solitamente tediosa si è invece rivelata estremamente piacevole e le circa quaranta ore necessarie a raggiungere il cap ci sono veramente volate. Abbiamo scelto per l'occasione un guerriero dotato di spada a due mani e mai, durante tutto l'arco della nostra avventura, ci siamo trovati impossibilitati a proseguire con le quest.
Ogni singola zona predisposta per il leveling è strutturata a campi, con mostri e quest di difficoltà crescente che prenderanno il giocatore per mano dal primo livello fino al sessantesimo, cap attuale di Neverwinter Online. Seguendo esclusivamente le quest della campagna, che vi porteranno da Neverwinter alle foreste poco fuori città, fino ad arrivare alle Sword Mountains della Costa della Spada, raggiungerete l'end game in tranquillità senza dovervi preoccupare di attività collaterali come crafting, dungeon o pvp, sebbene questi siano presenti e ben implementati.
Arrivati al sessantesimo livello le cose da fare per completare e vestire alla perfezione il vostro personaggio non mancano: la prima feature più scontata e che forse ci ha convinto meno è il crafting. La creazione di nuovi oggetti, pozioni o la raccolta di Astral Diamonds, sui quali torneremo successivamente, è strutturata semplicemente a task temporizzate. Questo significa che voi semplicemente dovrete scegliere quale compito far svolgere ai vostri NPC alleati e attendere, come in un qualsiasi social game, che loro completino il tutto. Questo può andare da una decina di minuti scarsi per i compiti più semplici fino ad arrivare a prendervi anche 14 o più ore prima di ottenere le ricompense. Fortunatamente il counter prosegue anche se siete disconnessi, permettendovi così di lanciare i compiti più remunerativi poco prima di staccare e raccoglierne i frutti al vostri ritorno in game.
Piuttosto marginale il divertimento che scaturisce da tutto ciò, relegando il crafting secondo noi alla parte meno riuscita di Neverwinter.
Discorso completamente diverso invece per i dungeon, vero e proprio cuore pulsante del gdr di Perfect World. Le scorribande da cinque giocatori saranno presenti lungo tutto l'arco dell'avventura e, nonostante alcuni pattern di attacco dei boss si ripetano in maniera troppo schematica dal trentesimo al quarantesimo livello, nelle instance avanzate il discorso cambia in maniera sostanziale. Draghi, lupi enormi e creature da incubo affolleranno i sotterranei di Neverwinter regalando un monte di ore giocabili davvero soddisfacente. Prima di entrare in istanza verrà fatto il check sul vostro equip e solo una volta raggiunto un punteggio sufficiente potrete lanciarvi alla ricerca dei pezzi migliori da indossare.
Facile e intuitivo il sistema di code che vi permetterà di cercare gruppo in automatico e selezionare fino a tre dungeon contemporaneamente, anche se manca la possibilità di cercare nuovi membri del gruppo a istanza iniziata, il che implica l'abbandono dell'istanza se ad allontanarsi saranno più di due giocatori, un problema che Perfect World DEVE sistemare davvero il prima possibile.



A me i dev non piacciono mica, le avventure me le faccio da me!
Incredibile, dalle enormi potenzialità e pezzo forte dell'intera produzione è la Foundry. Il vero simbolo distintivo di Neverwinter è infatti un editor interno al gioco che permette a CHIUNQUE con un minimo di tempo a disposizione di ideare e mettere online le proprie quest, le proprie campagne e nuovi dungeon. Il tutto è tenuto sotto controllo in maniera costante dai dev, che verificano l'accessibilità delle missioni, valutano l'adeguatezza delle ricompense e poi pubblicano i contenuti per la loro fruizione pubblica. Se avete voglia di evocare un drago in uno scantinato di Neverwinter e sfidare i cacciatori più valorosi della costa ad assaltarlo potrete farlo, bilanciatelo in maniera sensata, costruitegli un background d'eccezione e gli avventurieri potrebbero addirittura apprezzare a tal punto il vostro lavoro da decidere di donarvi in segno di riconoscenza alcuni dei diamanti guadagnati con tanta fatica, gemme che rappresentano in tutto e per tutto la valuta principale del gioco.
Valute che nel gioco si presentano con troppa frequenza a dire il vero, perché oltre agli Astral Diamonds ci sono le classiche monete d'oro (praticamente inutilizzate negli scambi e in AH) i diamanti grezzi da raffinare in Astral e oltre una decina di tipi differenti di token, ognuno dei quali droppabile dai mob di un determinato range di livello. Per farvi un esempio pratico, gli orchi di livello 20 dropperanno delle insigne particolari che vi consentiranno di riscattare oggetti per quel livello (completamente inutili una volta cambiata zona), e così fino a livello 60 dove tra sigilli del pegaso, del drago, della manticora e chi più ne ha più ne metta, si rischia davvero di uscirne pazzi . A questo poi vanno ad aggiungersi ulteriori token speciali ottenibili nelle zone di frontiera di Gauntlgrym, dove vanno a mischiarsi PVP e PVE tra gilde e fazioni e il classico onore dei battleground con cui comprare armi e armature viola dedicate ai combattimenti con altri giocatori.
Il tutto è necessario per offrire ad ogni utente le reward per quello che realmente fa, ma i novizi non potranno che restare disorientati da tutto questo gran parlare di monete, vendor e diamanti.
Per concludere in bellezza, e dare un senso all'anima free to play di Neverwinter, arrivano poi gli ZEN Coin, dobloni acquistabili per moneta reale con i quali comprare cavalcature veloci, companion potentissimi o ancora incantamenti, rune e vestiti puramente estetici. Fortunatamente Perfect World è stata abbastanza furba da fare in modo che gli ZEN siano acquistabili liberamente da qualsiasi giocatore con gli Astral Diamonds, sfruttando una comodissima borsa che permette di vedere in tempo reale le diverse offerte di vendita e acquisto della moneta reale.
In questo modo qualsiasi elemento presente nel gioco è raggiungibile volendo senza spendere un solo centesimo, ma semplicemente dedicando tempo per la raccolta dei diamanti. I meno pazienti potranno comunque acquistare in blocco pacchetti contenenti mount, diamanti, i token per il respec e ulteriori slot per i personaggi direttamente dal sito ufficiale senza attendere un minuto di più.



Un respec inutile?
Allo stato attuale delle classi i respec sono marginali dato che è possibile entrare in possesso praticamente di ogni singola mossa sita sul ramo dei talenti. Queste si dividono principalmente in mosse a volontà, ovvero spammabili liberamente e che rappresentano gli autoattack, abilità passive, e poteri ad attivazione con cooldown più o meno lunghi.
Ogni classe avrà poi un potere personale da attivare e ulteriori mosse giornaliere dal cooldown lunghissimo, ma devastanti in termini di danno. I combattimenti si risolvono solitamente nel giro di pochi colpi, e il meta attuale vede in pvp la necessità di caricare il personaggio di punti ferita per non soccombere troppo in fretta alle bordate che i damage dealer riescono a lanciare.
Un PVP inserito all'ultimo solo per accontentare una fetta di utenza che lo chiedeva a gran voce, ma che a oggi va sicuramente ampliato e approfondito dato che presenta una sola modalità e meno di una manciata di mappe sulle quali scontrarsi. Torneremo sicuramente a parlarne in un secondo momento appena Perfect World inserirà nuovi contenuti a riguardo.

Un mondo vivo
Chiudiamo infine con la parte tecnica, parte pregevolissima del titolo. Texture e modelli poligonali, per quanto riguarda ambientazioni e personaggi, non deludono e anche la fisica dei colpi, seppur solo abbozzata, riesce a donare ai combattimenti un buon feeling. Si poteva fare qualcosina in più nelle animazioni, soprattutto per legare maggiormente le diverse abilità speciali. Trascurabile a nostro avviso il sonoro, mentre di pregevole fattura il doppiaggio, in italiano durante il tutorial e per le missioni più importanti.
Da mozzare il fiato invece alcuni panorami ed eccellente il design di mostri e creature che si rifanno fortunatamente in maniera fedele a quelle della versione cartacea di Dungeons & Dragons.
Recensione Videogioco NEVERWINTER scritta da FIREZDRAGON Neverwinter Online è un MMORPG giovane, e questo si vede in tanti dettagli e feature da sistemare, ma le basi per proporre al pubblico nel giro di qualche mese un prodotto davvero valido ci sono tutte. La Foundry da sola potrebbe valere il prezzo del biglietto e, se pensiamo che in questo caso l'esborso per giocare al titolo di Perfect World è pari a 0, non provarlo sarebbe veramente un delitto. Giocateci, entrate nel vivo delle meccaniche e vedrete che non vi pentirete delle ore trascorse nel mondo di gioco, se i dev riusciranno a mantenere sotto controllo lo shop e l'economia potremmo avere per le mani tra qualche mese un ottimo esempio di come sviluppare un MMO free to play.
Appuntamenti LIVE e Video Rubriche
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 11
  • tetsuo13
    Livello: 4
    195
    Post: 52
    Mi piace 3 Non mi piace 0
    Lo sto provando da un paio di settimane.
    Direi che regala discrete ore di divertimento ,specie se in compagnia di amici . I combattimenti sono divertenti le meccaniche pure,livellare è un piacere .
    La foundry poi è geniale !
    Le valute sono decisamente troppe e ti incasini facilemente.
    Notevole presenza di players italiani.

    Guild Wars 2 resta sempre il migliore,imho, ma non è gratis
  • Gentarozzo
    Livello: 5
    27506
    Post: 4485
    Mi piace 6 Non mi piace -2
    Anche TSW era giovane quando è stato recensito? Perché la recensione di quello non rende assolutamente il valore del titolo e lo sminuisce su quei punti che sono "normali" durante i primi periodi di vita di un MMO. Neverwinter ci ho giocato e proprio non mi riesce a piacere... mi sembra maledettamente scarno e forzato, non so.
  • Artad
    Livello: 5
    907
    Post: 328
    Mi piace 5 Non mi piace -2
    Provato e disinstallato dopo poco. Speravo in qualcosa di più visto il titolo, invece è l'ennesimo themepark. Meglio Dungeons&Dragons Online, nonostante gli anni offre un'esperienza più vicina al gdr da cui prende il nome.
  • Luca Menditto
    Livello: 5
    4961
    Post: 788
    Mi piace 5 Non mi piace 0
    Stessa idea provato dalla beta, dopo un pò stancava... buono il Foundry che ora avranno arricchito suppongo.
    Mi aspettavo molto di più personalmente.
  • Malefiko
    Livello: 4
    1602
    Post: 1679
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    L'immagine di copertina è di Pathfinder XD
  • Shidoh
    Livello: 5
    414
    Post: 99
    Mi piace 5 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da FireZdragon
    Veero, ma bisogna considerare che Neverwinter è un gioco giovane. Hai portato due pg al 60 più istanze, immagino quindi un centinaio d'ore di gioco gratuite
    Gli MMO sono titoli in continua evoluzione e imho questo ha delle ottime basi per fare bene con un po' di cura e di attenzione.


    sisi non ho detto che è brutto anzi ci ho giocato parecchio, infatti se tirassero fuori una delle mie classi preferite ovvero ranger, druido, bardo mi ci fionderei ancora l'ho abbandonato un po anche per quel motivo, non mi puoi tirare fuori un gioco con un solo personaggio ranged che è il mago e io odio i maghi e mettere 3 classi melee di cui il great weapon fighter inutile su tutti i fronti (almeno cosi dicevano 2 mesi fa) secondo me dovevano lasciarlo in open beta ancora 1 anno XD
  • glacial
    Livello: 4
    794
    Post: 246
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    giusto per farmi un idea visto che non sono molto esperto:e meglio o peggio di guild wars 2 in termini di gameplay generale?
  • Dino
    Livello: 7
    88
    Post: 1280
    Mi piace 6 Non mi piace 0
    La foundry è una gran cosa.
    Peccato che manchino una vagonata di classi rispetto alla versione cartacea e questo fa perdere mordente un po' a tutto il gioco.
  • FireZdragon
    Redattore
    Mi piace 5 Non mi piace -2
    Originariamente scritto da Shidoh
    provato per un po di tempo, portato 2 personaggi al massimo lvl ed equippati a dovere ma a questo punto il gioco non offre nulla, tornato su gw2 con amici in wvw


    Veero, ma bisogna considerare che Neverwinter è un gioco giovane. Hai portato due pg al 60 più istanze, immagino quindi un centinaio d'ore di gioco gratuite
    Gli MMO sono titoli in continua evoluzione e imho questo ha delle ottime basi per fare bene con un po' di cura e di attenzione.
  • Shidoh
    Livello: 5
    414
    Post: 99
    Mi piace 4 Non mi piace 0
    provato per un po di tempo, portato 2 personaggi al massimo lvl ed equippati a dovere ma a questo punto il gioco non offre nulla, tornato su gw2 con amici in wvw
  • Cesc188
    Livello: 6
    13898
    Post: 1576
    Mi piace 4 Non mi piace -2
    Provatp son dalla beta, non mi è mai piaciuto. Difficilmente un MMO mi stanca così facilmente, qui non riuscivo a giocare per più di 30 minuti do seguito semza annoiarmi. Diciamo che dal nome Neverwinter mi sarei aspettato un qualcosa di diverso, un po' come stanno facendo gli sviluppatori di Pathfinder online, che stanno cercando di non fare il solito themepark
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967