Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
EVE Online

EVE Online

La prima decade di un grande successo

Speciale
A cura di Niccolò “Nitro” Forlini del 30/04/2013
Reykjavik - Mantenere vivo un titolo per dieci anni e più non è cosa da poco. Un impegno del genere richiede agli sviluppatori una strategia capace di riuscire sempre a centrare l'obiettivo prefissato, in modo da soddisfare quella schiera di fedelissimi che divengono sempre più esigenti e di catturare qualche nuovo utente, offrendo dei contenuti originali che difficilmente possono essere trovati in altre produzioni. Nel lontano 2003 CCP diede vita ad EVE Online, un MMO spaziale che grazie un'enorme dose di passione e lavoro - si contano ben 19 espansioni compresa quella in uscita il prossimo 4 giugno - continua a mantenere un discreto successo all'interno del panorama videoludico. I giorni del Fanfest 2013 tenutosi in Islanda ci hanno permesso di scoprire valanghe di dettagli e curiosità attorno a questa software house, e soprattutto di apprezzare come per essa sia essenziale il contributo degli utenti, che si manifesti sottoforma di elogi o critiche.

Quando la vecchiaia non fa paura
I keynote degli scorsi giorni ci hanno mostrato un nuovo video gameplay di World of Darkness, una valanga di informazioni per DUST 514 e, ovviamente, qualche indicazione su quello che gli utenti potranno trovare dopo la patch prevista per il 4 giugno su EVE Online. La lista dei cambiamenti è a dir poco colossale, ed è chiaro come la software house abbia intenzione di non adagiarsi sugli allori e sperare che il successo ottenuto sinora possa permettergli di rilasciare update meno corposi o di voltare le spalle alle richieste dei propri giocatori. Tra le migliorie più significative troviamo un massiccio ribilanciamento delle navi spaziali, l'introduzione di nuovi velivoli con cui esplorare i meandri di New Eden, un nuovo menu radiale che renderà le operazioni di gioco complessivamente più immediate, un'animazione per il warp - che durante la presentazione ha provocato la gioia dei presenti - e un radar con cui scansionare l'intero universo. Insomma, tanta carne al fuoco che terrà incollati i giocatori almeno fino al rilascio della prossima espansione, attualmente fissato entro la fine dell'anno corrente.

Per celebrare i primi dieci anni di EVE Online i ragazzi di CCP hanno inoltre realizzato una Collector's Edition disponibile a partire da ottobre 2013 al costo di 149,99 € / 149,99 $ tramite il sito ufficiale della compagnia e determinati retailer. Questa edizione speciale conterrà oggetti bonus per entrambi i titoli della casa, come costumi, battlecruiser e dropsuit per i cloni di DUST 514, oltre al DVD della sinfonia suonata nel corso dell'evento dalla Icelandic Symphony Orchestra. Le vere perle, però, risiedono in una nuova versione di Hættuspil, l'ironico e folle board game di culto che ha aiutato CCP a ottenere i finanziamenti necessari alla realizzazione di una prima versione di EVE Online, nel Mystery Code, una chiave riscattabile più volte che nel corso degli anni servirà per sbloccare dei contenuti non ancora svelati dalla casa islandese, e in un bizzarro ma geniale hub USB a forma di Rifter, che durante il trasferimento dati da PC alle periferiche esterne si illuminerà analogamente a una vera e propria nave spaziale.

True story, bro
Come dicevamo già in un precedente articolo, gli universi di EVE Online e DUST 514 sono caratterizzati da una struttura sandbox che consente a ogni utente di poter lasciare una traccia delle proprie azioni e rendersi vero protagonista e fautore delle vicende di New Eden. Proprio per rafforzare questa filosofia, CCP ha da poco aperto un portale attraverso il quale i giocatori possono inviare le storie delle vicende che hanno vissuto nel corso di questa esperienza decennale e votare quelle già presenti. Questo contest non è tuttavia fine a se stesso, in quanto coloro i quali otterranno più voti avranno la possibilità di visitare il quartier generale della compagnia in Islanda, e le storie più valide saranno inoltre punto di partenza per un comic book che verrà realizzato grazie a una partnership con Dark Horse Comics, che in passato si è occupata di Hellboy, Star Wars, Sin City e Buffy. Il volume finale includerà le storie di quattro autori per un totale di 64 pagine, e gli utenti avranno la possibilità di acquistarlo in forma cartacea o scaricarlo gratuitamente dal portale ufficiale. Un altro importante libro sarà EVE Source, che in 184 pagine comprende tutto il lore di EVE Online e DUST 514 con dei contenuti non ancora svelati.
Se tutto questo non bastasse, le storie inviate saranno anche alla base di una serie TV che verrà realizzata con la collaborazione di Baltasar Kormákur, un regista di fama internazionale dietro a numerosi progetti come The Deep, The Sea, 101 Reykavik e il più recente 2 Guns. La produzione verterà su circa ventimila anni di storia, e proprio per questo motivo i ragazzi di CCP hanno optato per una soluzione simile piuttosto che per un film della sola durata di 90-120 minuti, una scelta che avrebbe impedito la creazione di un prodotto completo che potesse rendere omaggio a tutti i giocatori.

Riuscire a soddisfare un'utenza esigente come quella di EVE Online è un'impresa ardua, ma i ragazzi di CCP tentano, giorno dopo giorno, di ascoltare critiche e consigli formulati dai fan per rendere l'esperienza di gioco all'interno dei propri titoli ancora più profonda. Il risultato di questo modo d'agire è davvero sorprendente e constatabile nella valanga di novità presentate durante l'ultimo keynote del Fanfest 2013, come la serie TV, i libri dedicati al titolo e la Collector's Edition. Insomma, la casa islandese ha davvero a cuore i propri utenti e cerca di far tutto per soddisfarli pienamente.

0 COMMENTI