Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Crowd Control - Dicembre 2010

Crowd Control - Dicembre 2010

Update dal panorama MMO

Rubrica
A cura di del
Inevitabile che l'attenzione di questa edizione di Crowd Control, lo spazio dedicato ai MMORPG di SpazioGames, fosse catalizzata dal rilascio di Cataclysm, vero evento di fine anno del panorama PC, ma questo non ci ha distolto di saggiare lo stato di altri titoli di primo piano come Final Fantasy XIV, protagonista anche lui, suo malgrado, di una piccola rivoluzione, e Il Signore degli Anelli Online, che ha invece trovato nuova linfa nel passaggio a free to play. Ecco quindi a voi il nostro consueto aggiornamento sulla situazione di alcuni dei mondi persistenti più frequentati:

World of Warcraft: Mamma? Perché trema tutto?
Un cataclisma doveva essere, e un cataclisma è stato. Inutile girarci intorno: la Azeroth che conoscevamo, che 12 milioni di player nel mondo conoscevano a perfezione non esiste più e in Blizzard è finalmente giunto il momento di stappare lo champagne. Perché con oltre 3,3 milioni di copie vendute nelle prime 24 ore, Cataclysm diventa il titolo per PC ad aver piazzato più copie nel minore tempo, battendo tra l'altro Wrath of the Lich King, precedente espansione sempre di World of Warcraft. A dare inoltre altro motivo di contentezza agli sviluppatori, oltre al rinnovato (come se mai fosse svanito oltretutto) interesse per il titolo, anche il generale apprezzamento della critica e dell'utenza per questa terza espansione, che riesce a ridisegnare l'intero volto del continente, rimanendo al contempo fedele a se stessa, offrendo ai giocatori in sostanza quello che hanno sempre fatto, e visto l'apprezzamento generale, che sempre continueranno a volere.
Entrando più nel dettaglio, Cataclysm offre ai veterani e ai giocatori alle prime armi un nuovo mondo di gioco: il level cap è stato alzato di 5 livelli (attestandosi quindi ora a 85), sono state introdotte 2 nuove razze (Worgen per alleanza e Goblin per l'Orda), oltre che una rinfrescata considerevole ai talenti e ad un numero spropositato di quest, ora più moderne e coerenti col feeling attuale della produzione Blizzard. Ma l'arrivo di Deathwing ha portato anche la Season 9 dell' Arena, e con essa nuovi set PvP, i Rated Battleground e War Games, una nuova modalità di gioco che ci permetterà di sfidare in match non classificati un altro team su un Arena (o Battleground) di nostra scelta. Oltre a questo, (e alla nuova area dedicata all'open PvP chiamata Tol Barad) si è registrata anche una diminuzione (di circa il 20%) dell'esperienza necessaria per raggiungere dal livello 71 il livello 80, e per invogliare i giocatori a popolare le nuove aree, il team di sviluppo ha comunicato attraverso un post sul suo forum che in base al proprio livello si otterrà esperienza in più (nell'ordine del 10%) se si affronteranno determinate categorie di mob. Un esempio pratico: al livello 70, uccidere nemici riconducibili a The Burning Crusade vi darà il 10% di exp in più, al livello 80 saranno i mob di Wrath of The Lich King a dare più esperienza, e va da se che all'85 saranno i mostri di Cataclysm a dare questo bonus. Chiudiamo infine con Winter Veil, evento natalizio che come di consueto introdurrà nuove quest e achievements, iniziato il 15 Dicembre e che si concluderà il 2 Gennaio. Per ulteriori approfondimenti vi invitiamo a leggere la nostra recensione.

Final Fantasy XIV: Cambio al timone
Per un MMO come World of Warcraft che dopo anni non sembra mai stato essere così in salute, eccone invece uno che, nonostante la giovinezza, di certo non sta passando momenti felici. Stiamo ovviamente parlando di Final Fantasy XIV (di recente recensito sulle nostre pagine), protagonista di un vero e proprio terremoto avvenuto nelle settimane appena trascorse. Nonostante le promesse di Square Enix e una corposa patch (rilasciata a fine novembre) che ha sensibilmente migliorato l'esperienza di gioco (rendendo l'inventario più utilizzabile, aggiungendo nuove levequest, e sopratutto migliorando le prestazioni in termini di risposta di interfaccia e comandi), l'utenza continua a calare, e il colosso giapponese si è visto costretto a misure quasi senza precedenti nel campo dei MMO, come la sospensione a tempo indeterminato dell'abbonamento mensile per gli utenti, la postdatazione della versione PlayStation 3 (che a questo punto rappresenterà una sorta di "seconda uscita" del titolo) e la ristrutturazione dello staff al lavoro sul gioco, che passa dalla guida di Tanaka a quella di Naoki Yoshida, gia autore con il suo team delle espansioni riconducibili alla story line di Abyssea di Final Fantasy XI.
In tutto questo inoltre, il 15 Dicembre è stato rilasciato un secondo corposo update, che introduce oltre agli immancabili bugfix nuove quest, equipaggiamenti, un sistema di ricerca degli item nei market ward e i primi Notorius Monster, che daranno al giocatore particolari item che, se scambiati con il giusto NPC forniranno accesso a nuovi set di equipaggiamento.

Il Signore degli Anelli Online: Saruman incombe
Il passaggio a free to play ha fatto decisamente bene al MMO ambientato nella terra di mezzo, viste le centinaia di migliaia di nuove sottoscrizioni effettuate sui server di Turbine che hanno ripopolato un mondo che ha sempre avuto un appassionato zoccolo duro di fan, ma si stava defilando dalla ribalta dei titoli più conosciuti. Un'accorta gestione delle utenze premium e free, una maturazione della narrazione degli eventi (complice anche l'ingresso in una delle fasi più vive e ricche di contenuti del capolavoro di Tolkien), il revamp di Ered Luin, le modifiche effettuate al crafting e al Farmer, oltre che alle nuove equip e quest aggiunte hanno fatto si che Il Signore degli Anelli vivesse di fatto una seconda giovinezza, facendolo tornare prepotentemente alla ribalta.
Come se non bastasse poi Turbine ha annunciato che il prossimo autunno vedrà la luce Rise of Isengard, nuova espansione che aggiungerò le nuove aree del Fosso di Helm, Isengard e il Dunland oltre che l'aumento del level cap fino a 70 e diversi cambiamenti per il Monster Play.

Champions Online: Si cambia!
E a proposito di Free To Play, che sembrano ormai aver invaso queste nostre pagine, veniamo ora a parlare di Champions Online, MMO a tema supereroistico di Cryptic Studios, che nonostante sia uscito poco più di un anno fa verrà reso freemium (con cioè la divisione degli account in gratuiti e a pagamento) a partire dai primi mesi del 2011. I giocatori che entreranno a far parte del mondo di gioco con abbonamento gratuito potranno creare il loro personaggio scegliendo tra uno degli 8 archetipi proposti (Blade, Behemoth, Glacier, Grimoire, Inferno, Mind, Savage e Soldier) che avranno però limitazioni nella crescita e nalla scelta dei poteri, essendo costretti per l'appunto al tipo di gameplay legato all'archetipo. Cryptic nonostante il cambio del modello di business, ha deciso di confermare l'offerta per l'abbonamento vitalizio, che offrirà al costo di 299$ tutti i benefici (a vita) del futuro abbonamento Gold.

Warhammer Online: RvR Pack e Keg End
Tempo di cambiamenti anche nel MMORPG di Mythic, che, attraverso la patch 1.4 ha visto l'introduzione di microtransazioni e degli RvR pack a pagamento, che non hanno mancato di scatenare diverse polemiche all'interno della fanbase. I due pack, chiamati Progression e Personality, permetteranno al costo di 10$ l'uno (15 se acquistati entrambi) il primo di accumulare più velocemente punti esperienza nel RvR e 20 nuovi Rank di fama aggiuntivi, mentre il secondo darà modo di personalizzare in maniera più completa ed efficace il proprio personaggio, cambiandone cavalcatura, pet, lineamenti e colori dei vestiti.
La patch 1.4 ha aggiornato inoltre il sistema Open RvR facendo sì che ora sia necessario conquistare le fortezze nemiche attraverso il completamento di diversi sotto obiettivi e togliendo la struttura a tier delle abilità Renown, rendendo possibile ora ai giocatori di acquistare le abilità passive in qualsiasi momento, a patto di possedere i punti necessari.
Fino al 4 Gennaio poi sarà possibile partecipare all'evento natalizio Keg End, rituale evento PvP al quale si aggiungeranno anche alcuni Giganti, trascinati sul campo di battaglia con promesse di birra a volontà ma pronti ad essere abbattuti in cambio di ricompense esclusive.

Aion: Oh oh oh, Happy Solorius
Tempo di Natale anche ad Atreia, o meglio di Solorius Festival, evento organizzato da NC Soft per allietare il periodo estivo dei giocatori di questo interessante MMO, che offrirà appunto a tutti i partecipanti, come da tradizione, gadget, item esclusivi, decorazioni a tema e molto altro. L'evento terminerà il prossimo 5 Gennaio. Nel frattempo gli sviluppatori hanno introdotto l'importante patch 2.1, che oltre a diversi aggiustamenti minori alza in maniera più che sensibile il drop rate di alcuni tra gli oggetti più ambiti, andando così a recepire le richiesta della fanbase. Sempre ascoltando i feedback della community, NC Soft ha modificato la durata/efficacia dei buff dei difensori durante le invasioni tramite Rift, andando così a rendere gli scontri più bilanciati.

Star Trek Online: Live long and prosper
Genesis. Questo il nome della Season 3 di Star Trek Online, che procede nel suo lento e faticoso cammino di riconquista di tutta quell'utenza non pienamente soddisfatta dalla prima release del gioco. Con questa nuova Season, rilasciata ad una distanza di tempo relativamente vicina rispetto all'ultimo update, potremo finalmente rigiocare gli Episodi terminati in qualsiasi momento, accedere a componentistica Borg (dopo aver completato le Special Task Force) e sopratutto iniziare a usare Foundry, una sorta di tool che permetterà ai giocatori di creare le proprie storie e missioni. Star Trek Online sarà il primo titolo di Cryptic a usare questa particolare feature, chiamata anche Mission Authoring Tool, e chissà che presto non si diffonda anche in altri titoli.

Questo mese, tra i prodotti in attesa di uscire, ci occuperemo di DC Universe Online e Guild Wars 2, il primo ormai sempre più vicino al rilascio, e il secondo protagonista di una carenza di nuove informazioni che ha preoccupato diversi fan.

DC Universe Online: Uscita alle porte?
Dopo essere stato annunciato oltre 2 anni fa, ed aver subito tanti ritardi da non tenerne ormai più il conto sembra che sia finalmente giunto il momento per SOE di dare gli ultimi ritocchi DC Universe Online e prepararlo per un lancio in grande stile. Nonostante tra l'altro non abbia ancora una data ufficiale Amazon US ha inviato a tutti coloro avessero effettuato il preorder una mail nella quale veniva annunciato che il titolo sarebbe stato spedito a metà Gennaio, più precisamente tra il 18 e il 20. Questo, unito ormai alla beta avviata da qualche settimana (su PlayStation 3 per i soli abbonati PlayStation Plus) sono segnali che confermano la vicinanza del lancio.
Bisogna dare a SOE in ogni caso atto di non aver mai smesso di credere nella bontà del suo progetto e di aver costantemente tenuta alta l'attenzione attraverso il rilascio periodico di nuovo materiale (gli ultimi in ordine di tempo sono le immagini di Spaventapasseri e un video dedicato a Gotham City) cercando così di addolcire la lunga attesa per questo MMO cross-platform. Per le impressioni sulla beta, vi rimandiamo alla completa anteprima sulle pagine di SpazioGames.

Guild Wars 2: Parliamo di PvP
E' ormai da diverso tempo che le notizie su Guild Wars 2, uno dei MMO più attesi della prossima stagione, si contano col contagocce, tanto che il lead designer del titolo, Eric Flannum, ha scritto una lunga lettera agli appassionati nella quale si spiegano i motivi della carenza di informazioni (riconducibili perlopiù al non voler creare false aspettative, o a bilanciamenti/abilità ancora non del tutto consolidati nel gameplay che rischierebbero di essere eliminati) e si fa un breve aggiornamento dello stato dei lavori, che vedono al momento il team focalizzarsi su Gilde, crafting, PvP, combattimento sottomarino e una nuova classe non annunciata ma quasi pronta al debutto. Oltre a questo, inoltre, sono emerse nuove informazioni sulle abilità Elite, che in questa nuova incarnazione del franchise ArenaNet saranno decisamente determinanti, e sulla nuova filosofia che permeerà il PvP, definito da Isaiah Cartwright come "semplice da capire, ma ricco di possibilità". In sostanza l'impianto di gioco sarà più facile da assimilare, con una netta diminuzione delle abilità di interruzione in favore di un gameplay più spettacolare che chiunque può apprendere in poco tempo, ma che ovviamente si presta a diversi livelli di gioco e sopratutto incentrato su un tatticismo più marcato, grazie al numero dei partecipanti aumentato (da 4v4 a 5v5) e ad arene più grandi con terreni meglio studiati.

Il Free to Play della settimana è: Aika Online
Il titolo di cui vi parleremo questo mese è AikA Online, prodotto da gPotato, publisher di titoli gratuiti come Terra Militaris o Allods Online. AikA, MMO incredibilmente popolare (e popolato) in Korea e in generale in oriente, è un titolo decisamente valido, che pur non innovando offre un esperienza di gioco completa e gratificamente, oltre che gratuita. Una volta registrati sul sito e scaricato il client, saremo chiamati a creare il nostro personaggio e scegliere una delle 6 classi disponibili (Fighter, Paladin, Warlock, Cleric, Rifleman, Dual Gunner), che non si discostano quasi per nulla dagli archetipi del genere, offrendo i classici healer, tank, long range DPS e così via. Lo stile grafico è curato e ben realizzato, così come l'intero comparto tecnico, che muove fluidamente e con poco lag una grafica di alto livello, con elaborati effetti luce, texture di buon livello e sopratutto diverse decine di personaggi senza sforzo. AikA è infatti pesantemente centrato sulle modalità Realm Vs Realm, che porta a scontrarsi fino a 1000 vs 1000 player, in epiche battaglie campali, riuscendo oltretutto, pur con quest banali, a far avanzare di livello i giocatori senza dover ricorrere ad eccessive pratiche di grinding. In generale un titolo decisamente consigliato, che può offrire contenuti ampi e ben strutturati, una solida base di giocatori e una grafica davvero ben realizzata per un titolo, che è bene ricordarlo, si offre totalmente gratuito.
0 COMMENTI