Rubrica Crowd Control - Luglio 2010

A cura di (AleZampa) del
Il mondo degli MMO, come sicuramente tantissimi di voi lettori sapranno, è in continua evoluzione. Gli aggiornamenti sono frequentissimi, le patch non si contano, l'evoluzione che uno di questi universi paralleli può avere, dagli orpelli grafici alle modifiche strutturali al gameplay, è talvolta più radicale di quello che si possa pensare. Con Crowd Control, Spaziogames inaugura una finestra mensile su questo seguitissimo genere ludico, aggiornandovi sulle patch o gli update dei MMO più frequentati, ma anche dando una sbirciata ai giochi che verranno e perchè no, magari qualche consiglio sui mondi free to play, che stanno avendo un successo non indifferente.

Aion - La patch 1.9 è tra noi
Le cose in quel di Atreia sono un' po' cambiate negli ultimi tempi con il rilascio della patch 1.9, che va a introdurre diverse novità che andiamo ora ad esaminare nel dettaglio: uno degli aspetti su cui gli sviluppatori coreani si sono più concentrati è sicuramente quello riguardante l' equippaggiamento. Oltre infatti ad aver aumentato (e non di poco) la percentuale di drop dei diversi boss delle istance, sarà ora possibile fondere insieme 2 armi e affittare equip vari da appositi NPC. Per fondere due armi sarà necessario che queste siano della stessa categoria, e che una sia di un livello più alto rispetto all'altra. L'arma che otterremo avrà la statistica tipica dell'arma di livello più alto maggiorata potenzialmente del 20%, gli spazi per Manastone saranno sommati, i bonus di entrambi le armi utilizzate, e non potrà essere scambiata o venduta. Si potrà però desintetizzare l'oggetto della fusione, perdendo però così l'arma secondaria. Ovviamente sono stati introdotti alcuni oggetti in grado di aumentare le possibilità di fusione o che l'aggiunta di Manastone termini con un successo. Oltretutto, incantare un armatura ora darà un bonus aggiuntivo alla resistenza ai critici, un aumento dei punti vita e della difesa fisica. Il tutto ovviamente ad un prezzo esorbitante. Anche l'affitto dell'equipaggiamento non sarà certo alla portata di tutti: pensato probabilmente per i player più casual, consisterà nel poter avere in inventario alcuni oggetti, armi o equip che dopo un periodo predeterminato semplicemente svaniranno. Certo è che con i costi di affitto così elevati è difficile pensare che il giocatore poco equipaggiato che non passa molto tempo su Atreia a far soldi decida di investire in un operazione del genere. La scelta quindi di avere costi così alti per queste nuove operazioni stride di fatto con l'intenzione di NCsoft di facilitare la crescita dei personaggi, intenzione suffragata ad esempio dall'introduzione di nuove quest nelle zone di livello alto, di quest giornaliere proposte in base ad una sorta di "fazione" alla quale aderire, dall' aumento di ricompense monetarie e dei punti esperienza, dalla diminuzione di Kinah chiesti per recuperare exp perduta o per i viaggi, dall'aumento dei punti di connessione per i viaggi, e dall'aggiunta dell'Energy of Salvation, feature che ci permetterà di guadagnare fino al 30% di esperienza in più dataci dall'uccisione di mostri o dal completamento di quest qualora il nostro livello non sia proporzionale al tempo che dedichiamo al gioco.
A tutte queste modifiche, bisogna inoltre aggiungere l'aumento del cap per le professioni (portato ora a 499), l'inserimento di nuove ricette per creare nuovi oggetti, la possibilità di tramutare un oggetto di alto livello in 3 di livello normale, e l'inserimento di nuove statistiche come la resistenza ai critici da colpi magici e la potenza curativa, oltre alla nuova abilità Dispel Shock, sbloccabile da ogni classe a livello 40, che per qualche secondo ci farà meglio gestire le situazioni più concitate e affollate.
Novità anche sul fronte PvP, atte a meglio bilanciare la lotta per la conquista dell'Abyss, le cui barriere a protezione delle fortezze ora uccideranno al tocco le forze della fazione avversaria e l'apparizione dei Deity General sarà di soli 50 minuti, contro i precedenti 110.
Dal 7 luglio inoltre verranno fusi i vari server, e dall' 8 si potrà iniziare con il trasferimento dei personaggi, che rimarrà gratuito fino al prossimo 18 agosto.

World of Warcraft - In attesa del Cataclisma
Proprio in questi giorni si è aperta la fase di closed beta per Cataclysm, una delle ultime tappe ormai prima del rilascio dell'attesa espansione che creerà un vero e proprio terremoto ad Azeroth. Tornando invece al presente, gli sviluppatori si sono divertiti in queste ultime settimana a far trapelare qualche piccola informazione, relativa soprattutto all' endgame che troveremo dopo il rilascio di Cataclysm: nuova linfa per i raid da 10 e 25, che manterranno la stessa difficoltà e gli stessi drop, ma quest'ultimi varieranno in quantità in base alla dimensione del raid. E' stato inoltre annunciato e presentato il nuovo Battleground che verrà reso disponibile all'uscita di Cataclysm: si chiamerà Twin Peaks e sarà un 10 vs10 in modalità Capture the Flag con un'area però molto particolare, composta da due montagne divise da un fiume e attraversate da un solo ponte. Sempre in previsione della prossima espansione, Blizzard ha parlato della Halls of Origination, istance per 5 giocatori di livello 85 caratterizzata da un look con forti richiami alle ambientazioni egizie, che nasconde un'arma dai possibili effetti catastrofici.
E' stata infine (almeno in USA) rilasciata la patch 3.3.5, che ha introdotto la nuova raid istance Ruby Sanctum (che però sarà giocabile in contemporanea mondiale), accessibile da sotto il Wyrmrest Temple a Dragonblight e il supporto a Battle.net, in vista del lancio estivo di Starcraft II.

Final Fantasy XI - Pronti a tornare ad expare?
E' ormai arrivato il momento che in molti attendevano: grazie all'espansione Visions of Abyssea infatti, dopo anni di immobilismo il level cap è stato alzato ad 80, nel primo dei diversi step che porterà il livello massimo fino a 100. Narrativamente parlando, questa nuova espansione si ricollega alle ultime missioni dell'ultima grosso aggiornamento rilasciato, Wing of the Goddes, visto che Abyssea sarà raggiungibile attraverso i Cavernous Maws, portali dimensionali introdotti proprio con WOTG. Ma a giugno arriverà anche l'update che cambierà il modo di affrontare le missioni di Chains of Promathia, rendendo le aree dei Promyvion, Pso'Xia, i due Riverne Site, gli Phomiuna Aqueducts e il Sacrarium uncapped, togliendo cioè un limite specifico di livello che veniva imposto per determinate missioni. Questa operazione renderà sicuramente più agevole il superamento delle missioni, ma toglierà quel senso di sfida e coesione con il proprio party che bisognava per forza di cosa raggiungere al fine di superare prove in alcuni casi proibitive.
Gli ultimi update hanno inoltre aggiunto la zona Walk of the Echoes, nuove possibilità per Moblin Maze Mongers e inaugurato dal 29 giugno l'evento estivo Celestial Night, che regalerà equip ed od oggetti.

Guild Wars - Mesmer alla riscossa
Anche per Guild Wars, la marcia di avvicinamento al successore si fa sempre più serrata. ArenaNet ha deciso di festeggiare il 5 anniversario del suo MMO proprio con il primo capitolo di quella che potremo chiamare la serie Beyond, ovvero un susseguirsi di avvenimenti che traghetteranno l'utenza verso Guild Wars 2, andando a colmare i 250 anni di salto temporale tra i due giochi. Come dicevamo, il primo capitolo di questa serie è nominato War in Kryta, nel quale vedremo l'esplosione del conflitto tra Mantello Bianco e Lama Lucente, motore degli eventi che vedranno, 250 anni dopo, sedere sul trono di Kryta la regina Jennah.
Questo aggiornamento ha inoltre apportato alcuni cambiamenti alla classe dei Mesmer, principalmente grazie alle modifiche apportate al Fast Casting (che hanno interessato anche Assassin e Necromancer) ed atti a migliorare le prestazioni di questa classe, che secondo il team di sviluppo non era performante come avrebbe dovuto. Sono stati aggiunti inoltre nuovi eventi e ricompense, come quest di tipo escort che ricompenseranno, dopo aver difeso l'NPC Courier Falken in questo caso, con punti esperienza, denaro e War Supply. Questi ultimi, utili per ricevere potenziamenti temporanei o nuovi oggetti, si otterranno scambiando specifici oggetti con alcuni NPC.

Lord of The Rings Online - Il Tesssssssoro diventa gratuito
Deciso cambio di rotta anche per Turbine, che ha deciso in accordo con Codemasters di rendere le avventure nella Terra di Mezzo gratuite, cercando probabilmente di bissare quanto successo con Dungeons & Dragons Online, che dopo aver attuato questo nuovo modello commerciale ha visto i propri server, prima popolati da qualche decina di migliaia di giocatori arrivare fino al milione di sottoscrittori. Come avverrà però la transizione? Semplice: quest'inverno, in occasione dell'uscita del prossimo Book (che conterrà la nuova area di Enedwaith), l'utenza si troverà divisa in 3 categorie: V.I.P. (in cui rientreranno gli acquirenti del Lifetime Pass), Premium (in cui troveremo i vecchi utenti che hanno disattivato, a cui verrà abilitato l'abbonamento premium proprio per invogliare il loro rientro) e Free. I giocatori di quest'ultima categoria accederanno in sostanza alle aree e feature della release 2007, ossia l'Eriador, mentre Mines of Moria e Siege of Mirkwood andranno acquistati separatamente dal LotRO Store, che conterrà inoltre diversi oggetti, pozioni ed equipaggiamenti oltre appunto alle espansioni ed altri contenuti, e servirà proprio come hub per il nuovo sistema che passa quindi da canone mensile a microtransazioni. La beta di questa nuova versione di Lord of the Rings Online è partita il 16 giugno in contemporanea per Europa e Stati Uniti.

Everquest II - New Halas è alle porte
Dopo il recente cambio al timone di guida, che ha visto avvicendarsi Dave Georgeson al posto di Alan Crosby, è finalmente disponibile l'update Halas Reborn, primo blocco di contenuti dopo l'espansione dello scorso febbraio Sentinel's Fate. In questo nuovo arco narrativo scopriremo attraverso una massiccia serie di quest i motivi che il Dio del Valore aveva per ripristinare la città. L'espansione aggiunge inoltre una nuova starting area che ci offirirà nuovi eventi e aree per livelli 1 - 20, oltre che Icy Keep e Underfoot Depths, due nuovi dungeon end game, oltre ad un nuovo sistema di housing e l'atteso sistema Story Teller. Ma in cosa consiste esattamente? Story Teller è una sorta di nuova interfaccia, un cambio radicale per il diario delle quest, che verrà ora approfondito con nuove informazioni relative alle quest principali, il posizionamento all'interno delle catene di quest e suggerimenti e aiuti su come completarle.
Chiudendo lo spazio dedicato a Everquest II, vi lasciamo con un rumor che vuole che SOE abbia registrato il marchio Destiny of Velious, che i giocatori più attenti ricondurranno subito a Scars of Velious ed alla presenza di nani di Coldain in quel di New Halas: solo il tempo potrà svelare il mistero.

Vorrei ma non posso, i titoli che verranno
Dopo aver analizzato i profondi cambiamenti avvenuti in alcuni dei MMO più giocati o longevi del mercato (non temete, ad ogni nuovo appuntamento colmeremo le lacune relative ai titoli di cui non è stata fatta menzione in questo speciale) è ora il momento di buttare un occhio su quelle che invece saranno le offerte ludiche dei mesi a venire. Questo mese daremo una sbirciatina a tre tra i titoli online sicuramente più attesi: The Old Republic, Guild Wars 2, e Final Fantasy XIV.

Star Wars The Old Republic
Non nascondiamocelo, tutti i piccoli nerd che sono in noi, per un motivo o per l'altro seguono con attesa gli sviluppi di quello che la stessa Electronic Arts ha definito "il progetto più dispendioso mai affrontato dalla compagnia", e tutte le notizie e immagini fatte trapelare finora non possono che rendere sempre più insopportabile l'attesa del rilascio del titolo. Attesa tra l'altro, che per bocca dello stesso Riccitiello, durerà almeno fino al 31 marzo 2011, visto che Old Republic non uscirà per certo nel corso dell'anno fiscale in corso. Questo rinvio è stato perlomeno addolcito da qualche nuova informazione riguardante alcuni elementi strettamente legati al gameplay, come le razzi, classi, e i "compagni". Partiamo da quest'ultimi: James Ohlem, direttore creativo di BioWare, ha dichiarato una recente intervista rilasciata a IGN, che nel corso delle nostre avventure potremo fare affidamento su dei veri e propri compagni che assolveranno ai compiti più disparati. Ogni classe avrà degli specifici set di compagni possibili, alcuni si uniranno a noi per spirito di avventura, altri per avidità, altri ancora per motivi sconosciuti che ci verranno resi noti solo in futuro. Potranno essere droidi o alieni, principesse o pirati e avranno un impatto notevole sull'impianto di gioco: "I compagni sono parte integrale della storyline del personaggio" ha infatti dichiarato Ohlem, che ha inoltre aggiunto: "interverranno durante i dialoghi per offrire il loro punto di vista, commenteranno le avventure del giocatore e avranno ruoli importanti nel combattimento fornendo DPS aggiuntivo, curando, tankando o addirittura con abilità di crowd control". Oltre a queste interessanti anticipazioni sui compagni, è stata come dicevamo rivelata la prima razza selezionabile oltre quella umana: i Rattataki, razza umanoide proveniente dall'Orlo Esterno a cui appartiene Asajj Ventress, personaggio apparso in Clone Wars. Insieme a questa razza, è stata confermata la presenza delle Classi Avanzate, che a loro volta si divideranno in 3 rami distinti permettendoci di scegliere la miglior specializzazione per il nostro avatar. Nell'esempio fatto dagli sviluppatori si è parlato del Guerriero Sith, che potrà scegliere se diventare Juggernaut o Marauder.

Guild Wars 2
Le ultime news riguardanti Guild Wars 2 invece sono tutte incentrate sul nuovo impianto narrativo che ArenaNet ha deciso di dare al suo MMO. L'obiettivo degli sviluppatori, invero incredibilmente ambizioso e di non semplice riuscita, prevede un mondo persistente (molto meno istanziato del predecessore), nel quale si abbandonerà probabilmente il classico sistema di evoluzione del personaggio e di questing, al fine di dare maggiore peso alle scelte che ogni giocatore farà all'interno del proprio arco evolutivo. Già a partire dalla creazione del personaggio, che sarà la vera e propria base di partenza dell'avventura, verrà attribuita al background del nostro alter ego una notevole importanza, che andrà a incidere sulla sua biografia, la quale sarà in continua evoluzione, andando anche a determinare alcuni eventi o scelte che potremo o non potremo fare. Questa biografia sarà creata a partire da una sorta di questionario che compileremo al momento della creazione del personaggio, e come detto, ne influenzerà verosimilmente la storia in tutto il corso dell'avventura. Se ArenaNet riuscisse realmente nell'intento di non far sembrare il MMO una sorta di mondo nel quale ogni avventuriero fa storia a sè, ed in cui gli eventi epocali sono di relativa importanza perchè istanziati e ripetibili allora potremmo trovarci di fronte ad un titolo pronto a rivoluzionare il genere.

Final Fantasy XIV
Chiusa anche la seconda tranche di closed alpha per Final Fantasy XIV, che nonostante i passi avanti sembra ancora acerbo e indietro nella programmazione (ma sopratutto rifinitura) per rispettare senza intoppi la data appena annunciata del 30 settembre. Sul fronte del gameplay invece, le notizie trapelano con il contagocce: è stato tolto definitivamente l'indicatore Effect Gauge (che determinava forza e precisione dei colpi) ed eliminato anche il sistema che consentiva di attaccare solo dopo che la barra Action Gauge si fosse riempita: gli sviluppatori hanno infatti optato per un sistema più dinamico, con i vari comandi che, una volta impartiti, andranno a consumare una parte della barra, la quale si ricaricherà man mano nel tempo. Sembra comunque chiaro il tentativo della casa giapponese di rendere il suo prossimo MMO meno elitario e proibitivo dell'XI, concedendo qualche aiuto in più al player, manovra a dire il vero ormai obbligatoria se si punta ad un audience vasta e non ghettizzata ai soli hardcore gamer.

Il Free to Play della settimana è: Dofus 2.0
Chiudiamo questo primo speciale dedicato al mondo degli MMO con un gioco free to play (per il quale cioè non è richiesto un abbonamento): Dofus. Sviluppato da Ankama nell'ormai lontano 2004, questo piccolo (ma solo per modo di dire) MMO è riuscito a ritagliarsi una notevole fetta d'utenza grazie ad uno stile originale e spensierato, oltre che ad un impianto di gioco molto ben studiato. Il suo grande vantaggio, nonchè limite più evidente, è l'essere sviluppato interamente in flash, che se da un lato permette in sostanza a chiunque di giocarci, dall'altro limita fortemente la resa grafica del titolo. Proprio a tal proposito, nel dicembre 2009 è stata rilasciata la versione 2.0, che, oltre ad aggiungere nuovi contenuti, ha portato un restyling grafico imponente, ridisegnando in sostanza tutto il comparto visivo.
Quello che che ha decretato il successo di Dofus è l'originale stile dei personaggi e delle ambientazioni, sempre molto colorate e ispirate, e un sistema di combattimento a turni, cosa abbastanza rara nel panorama attuale. In Dofus infatti, una volta ingaggiato il nemico, dovremo disporci su una scacchiera e scegliere con attenzione come muoverci e quale azione compiere nel nostro turno, aumentando così notevolmente la componente tattica dello scontro, nel quale ci sarà oltretutto chiesto di portare a termine obiettivi specifici per ottenere maggiore esperienza o un bottino più ricco. La semplicità di utilizzo, lo stile originale e il sistema di combattimento che anzichè appiattirsi verso la massa si vuole distinguere, ne fanno un titolo validissimo sicuramente da provare.
Appuntamento dunque al prossimo mese, con nuovi update sul panorama MMO!
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2017 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.