Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Star Trek Online

Star Trek Online

Una nuova avventura all'orizzonte...

Hands On

PC

Gioco di ruolo

n.d.

n.d.

Disponibile - Autunno 2016 PS4/Xbox One

A cura di Giovanni “DeViLJaVaN” Gallo del 25/01/2010
Dopo il buon successo ottenuto nel recente passato con Champions Online, i programmatori di Cryptic Studios si ripresentano sull'agguerrito terreno dei MMORPG forti di una licenza che vanta decine di milioni di fans in tutto il globo, ovvero quella di Star Trek.
L'apertura del Beta Testing ha offerto l'occasione per provare con mano quello che si preannuncia essere un vero must per tutti gli appassionati e non solo, grazie ad un intrigante connubio di azione diretta col nostro personaggio e combattimenti tra astronavi nello spazio profondo.

La dura vita del tenente...
L'inizio della nostra avventura nell'universo di Star Trek Online coinciderà con la creazione di un alter-ego virtuale; l'editor si presenta, come da tradizione Cryptic, molto completo ed esaustivo, permettendoci di modificare una mole notevole di parametri per rendere la nostra controparte quanto più vicina possibile alla nostra idea di ufficiale. Inoltre questa possibilità sarà fruibile anche per modificare i personaggi con cui andremo via via a formare il nostro equipaggio; dulcis in fundo, sarà altresì possibile personalizzare l'astronave con vari disegni, strutture e colorazioni. Avanzando nel gioco dovrebbe essere possibile acquistare nuove implementazioni con cui andare ulteriormente ad incrementare le opzioni praticabili.
Tornando al nostro alter-ego, la prima scelta, dopo il nome, sarà la carriera che vorremo intraprendere, selezionabile tra le tre disponibili:
Ufficiale Scienziato: molto versatile, con abilità mediche, possibilità di incapacitare i nemici e di creare scudi difensivi;
Ufficiale Ingegnere: in grado di migliorare costantemente il proprio equipaggiamento e fornirsi di torrette e droni;
Ufficiale Tattico: improntato sulle abilità offensive, di comando e di gestione del team.
Una volta scelto il nostro cammino, sarà la volta della razza di appartenenza, per la scelta della quale avremo a disposizione quelle della Federazione, ovvero: Umani; Andorian; Bajoran; Benzite; Betazoid; Bolian; Saurian; Trill e Vulcan. Ogni razza avrà i suoi pro e contro, tuttavia qualora nessuna di queste ci soddisfi, avremo sempre la possibilità di crearne una personalizzata; in tal caso le caratteristiche selezionabili saranno diverse da quelle specifiche delle varie razze. In futuro dovrebbero essere rese giocabili, oltre alla Federazione, l'Impero Klingon, i Romulan ed i Borg.
Una volta introdotti al mondo di gioco, avremo a che fare con un sistema di crescita atipico, che non si baserà sull'avanzamento di livello, ma sull'incremento di capacità del nostro personaggio; il completamento degli incarichi a noi assegnati ci fornirà degli Skill Point, che potremo utilizzare per migliorare le nostre abilità tra le varie possibilità offerte dalla carriera intrapresa. Insieme a noi, ci sarà dato sviluppare i membri dell'equipaggio che acquisiremo, forniti di skill particolari a seconda della classe di appartenenza, ovvero Scienziato, Ingegnere o Tattico.
Il forte dualismo del titolo si evidenzia anche nello sviluppo dei personaggi, in quanto le varie abilità selezionabili si divideranno in quelle di terra ed in quelle spaziali; una volta implementate una quantità sufficiente di Skill, il nostro tenente avanzerà di grado, fino al limite ultimo raggiungibile che ci renderà Ammiraglio della nostra nave.

Nello spazio profondo
Dopo un breve tutorial nel quale ci verrà, a grandi linee, introdotto il sistema di gioco, inizierà l'avventura a bordo del nostro vascello; il sistema di gioco ricalca quello della serie televisiva, saremo chiamati a compiere diverse missioni per la Federazione, con sezioni alternate a terra e nello spazio, miscelate sapientemente per coinvolgere e non stancare il giocatore.
Nelle sezioni a terra, accompagnati dal nostro team, avremo il controllo diretto del nostro alter-ego, con i movimenti gestiti dalla tastiera e la telecamera dal mouse; lo stampo action del gameplay si scontra però con il sistema di combattimento tipico del MMORPG, in quanto per utilizzare i vari attacchi dovremo premere a ripetizione i tasti relativi e ruotare la telecamera per inquadrare i nemici o, talvolta, selezionarli. Il nostro personaggio disporrà di un ampio inventario dove raccogliere i vari oggetti, armi e potenziamenti, i quali potranno essere a loro volta abbinati ai tasti di selezione rapida. Ogni arma avrà più di una tipologia di offesa ed ognuna necessiterà di un determinato lasso di tempo di ricarica prima di poter nuovamente far fuoco.
Le sezioni al comando della nostra ammiraglia saranno invece caratterizzate da lunghi viaggi interstellari, da un sistema all'altro, al fine di espletare i nostri doveri, siano essi recuperi, azioni di salvataggio o semplici viaggi di controllo. A bordo del nostro vascello dovremo innanzitutto decidere, a seconda della situazione o a nostro piacimento, come convogliare l'energia dello stesso; nei viaggi potremo dare maggiore energia ai motori, mentre in combattimento questo trattamento potremo riservarlo ad armamenti e scudi, starà a noi scegliere l'equilibrio nella maniera più consona (sono comunque presenti profili pre-impostati).
Capiterà quindi, molto di frequente per la gioia dei giocatori, di trovarsi ad affrontare vascelli nemici nello spazio profondo; in queste circostante, non appena saremo a tiro della nave avversaria, potremo dare il via allo scontro, possibilmente attaccando per primi. Proprio come nelle parti a terra, la nostra ammiraglia avrà determinati tipi di attacchi ricaricabili autonomamente, oltre a determinati power up direttamente collegati agli altri ufficiali sotto il nostro comando; la nave nemica, così come la nostra, disporrà di uno scudo protettivo, che dovremo abbattere per danneggiare lo scafo. Inizierà quindi una battaglia molto tattica, dove per avere la meglio non basterà la mera potenza, ma sarà necessario aggirare il nemico cercando di bersagliarlo il più possibile sullo stesso fronte, offrendo al tempo stesso differenti parti della nave al fuoco nemico, per permettere agli scudi di rigenerarsi.
Una volta terminata la battaglia, la nostra nave continuerà a rigenerarsi fino al recupero totale.
Per saltare dalle sezioni a terra a quelle spaziali e viceversa, fa la sua comparsa un must della serie, ovvero il teletrasporto, attivato con l'animazione del classico tocco della spilla sul petto.

Lo stato dell'arte?
Tecnicamente i ragazzi di Cryptic Studios hanno a più riprese mostrato l'intenzione di realizzare un'interfaccia grafica ed un aspetto improntati sul realismo, pur mantenendo una leggerezza di fondo del motore di gioco; dopo aver messo le mani sul risultato “quasi” finale, possiamo dire che la missione è riuscita. L'impatto estetico è buono, le navi, i personaggi e l'ambientazione sono realizzati egregiamente e verosimilmente, pur non eccedendo nel dettaglio, svolgendo un ottimo lavoro di immedesimazione nell'universo circostante. Il comparto audio si avvale degli effetti e delle musiche proprie della serie televisiva, così che ogni musica o evento sembrerà esattamente al proprio posto, per la gioia degli appassionati e buon uso degli altri.

Pronti... Partenza.... Via?
Pur presentando numerosi aspetti positivi, il titolo soffre di diversi bug e difetti; ovviamente trattandosi di un beta testing la situazione è ampiamente recuperabile ed, in parte, giustificata, tuttavia ci sembra doveroso fare qualche appunto sulle maggiori carenze riscontrate.
In primis, il sistema di controllo e di combattimento risulta alle volte frustrante e difficoltoso, per la maggior parte a causa dei movimenti fastidiosi della telecamera, che spesso si direzionerà verso il nostro alter-ego piuttosto che nella direzione in cui è rivolto, costringendoci a mirabolanti acrobazie per tentare di rimettere in quadro la situazione. Inoltre, la modalità di attacco ci obbligherà a continue pressioni sul tasto di fuoco, che negli scontri prolungati si traduce in una fastidiosa ripetitività; come in altri titoli sviluppati da Cryptic Studios, si spera in un accorgimento che manterrà attivo il tipo di attacco selezionato fino a nuovo ordine.
Un altro problema riscontrato riguarda le animazioni, che subiscono dei frequenti “blocchi”, nei quali il personaggio rimarrà fermo in una data posizione per qualche momento, fino addirittura a piccoli bug dove nello spazio avremo la trasposizione del nostro personaggio e sulla terraferma il modello della nostra astronave; contiamo che questo problema sia anche dovuto alla enorme mole di connessioni riscontrate dall'apertura della beta, che ha costretto i programmatori a compiere costanti opere di espansione dei server. In ultimo, il sistema di missioni alle volte ci lascerà girare a vuoto per la mancanza di un indicatore preciso; rileggendo le indicazioni e destreggiandoci un po' con lo spazio circostante sarà possibile ovviare alla situazione, tuttavia una maggior chiarezza andrebbe a tutto vantaggio della giocabilità del titolo.
  • [+] Buona riproduzione dell'universo di Star trek
    [+] Interessante dualismo terraspazio

In definitiva, questa “prova sul campo” di Star Trek Online non può che far ben sperare sulla bontà dell'opera finita.
Il titolo si presenta molto bene, con alcune peculiarità riprese fedelmente dalla serie cui si ispira, riuscendo ad immergere il giocatore in una trasposizione verosimile dell'universo di Star Trek; le potenzialità per raggiungere un buon numero di fan ci sono tutte, se i programmatori faranno tesoro di questa prova e rifiniranno opportunamente il loro prodotto, potremo avere tra le mani un titolo in grado di raggiungere i vertici nel campo dei giochi online. Non resta quindi che attendere fiduciosi l'uscita della versione definitiva del gioco, fissata per il 5 di febbraio.

0 COMMENTI