Recensione di Pullblox World

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     Wii U
  • Genere:

     Puzzle game
  • Sviluppatore:

     Intelligent System
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     8 dicembre 2011
- Magnetico
- In alta definizione è ancora più carino
- Editor d'eccellenza
- Offre tantissimo per quel che costa
- Manca la tridimensionalità
- Nessuna novità di rilievo
A cura di (DottorKillex) del
Nel 2011 Pullblox, nel suo piccolo, seppe dare uno scossone considerevole allo shop digitale di Nintendo, fin lì accusato di offrire più quantità che qualità e di ospitare pochi software che sfruttassero fino in fondo le funzionalità offerte dall'hardware di 3DS.
Nintendo rispose ad entrambe queste critiche in un colpo solo, mettendo un team come Intelligent Systems (non proprio gli ultimi venuti) al lavoro su un titolo esclusivo per l'eShop, che basava sulla stereoscopia della sua console portatile gran parte delle meccaniche di gioco.
Inutile dire che fu un successo, tanto da generare un seguito (Fallblox) e, adesso, un riadattamento per l'altra console della grande N, il bistrattato WiiU.



Sumo?!?
Ecco allora che Mallo, già protagonista delle precedenti uscite, riveste i mutandoni da sumo (a me sembrano tali, ma insomma, l'iconografia del gioco si presta a varie interpretazioni) e si dedica, una volta ancora, a salvare bambini piangenti che si ritrovano, chissà come, intrappolati in cima ad una sorta di colorati diorami, che diventano presto diabolici trabocchetti per le meningi del giocatore.
Pullblox World è una trasposizione quasi 1 a 1 del titolo originario, che, nel suo passaggio da console portatile al salotto, perde la straordinaria efficacia dell'effetto 3D ma guadagna un editor ampliato e potenziato, che ne rende la longevità virtualmente infinita.
Le atmosfere rilassate, i colori vividi ed accesi e le musichette sognanti non vi ingannino, però: già dopo una manciata di livelli, il livello di difficoltà richiederà un'osservazione prolungata degli enigmi (spesso con la stessa espressione di Homer Simpson sul divano davanti alla tv) e magari la richiesta di aiuto al vecchio del villaggio, i cui indizi si riveleranno però criptici e raramente risolutivi.
Ma il bello è anche lì: decine di minuti ad osservare lo schermo e tentare soluzioni a casaccio, e un solo secondo per ottenere una repentina illuminazione, che ci farà dubitare del nostro Q. I. e ci farà chiedere come abbiamo fatto a non pensarci prima.

Tira e spingi
Ma come si risolvono i rompicapo proposti da Intelligent Systems? Per i pochi che si fossero persi i primi due capitoli di quella che è destinata a divenire una serie, ecco un rapido vademecum.
Al giocatore sarà data la possibilità di spostare in avanti o spingere in profondità i blocchi mobili di cui è composto ogni enigma, così da trovare la combinazione giusta per scalare il diorama e completarlo: la difficoltà, di volta in volta, sta nello scomporre le forme proposte, spesso completamente fuorvianti, o nel non scegliere la strada più ovvia, che altrettanto ovviamente ci porterebbe ad un vicolo cieco.
Come tutti i puzzle game che hanno fatto la storia dei videogiochi, e delle console Nintendo in particolare, Pullblox World può essere riassunto in pochissimi concetti, e di certo, GamePad alla mano, saprà mettere a suo agio il giocatore di qualsiasi età ed esperienza videoludica, dal veterano al neofita; nel contempo, però, padroneggiarne tutte le meccaniche, introdotte gradualmente con il prosieguo dei livelli, non è impresa da tutti.
Il bilanciatissimo miscuglio tra semplicità d'approccio e profondità torna in questa versione per WiiU, nonostante la mancanza della tridimensionalità si faccia sentire: la possibilità di ruotare la telecamera alla pressione di uno dei dorsali non riesce a supplire adeguatamente, e la magia della profondità che ammaliava su 3DS è andata perduta.
Eppure il divertimento ne risente solo in minima parte, perché il cuore del gioco, e cioè la dipendenza che gli enigmi generano nei neuroni del videogiocatore, è integro, e anzi viene affiancato da un editor di eccellente fattura, che riprende ed amplia quello presente nel titolo originale.
Se era già possibile creare e condividere tramite codice QR le proprie creazioni, adesso l'integrazione con Miiverse e il sistema di timbri ad essa collegato permettono alla comunità (che cresce di giorno in giorno, anche mentre scrivo queste righe) di arricchire e diversificare l'esperienza di gioco, estendendo la vita del prodotto ben oltre i 250 livelli inclusi nella modalità principale.
Probabilmente, nel cambio, la perdita della stereoscopia pesa di più rispetto alle aggiunte di questa edizione casalinga, e a conti fatti, a chi possedesse entrambe le console, consiglierei ancora la versione 3DS.
Nonostante ciò, Pullblox World diverte quanto il capostipite, e porta su WiiU uno dei puzzle game più brillanti e riusciti dell'ultima decade, premiando peraltro chi già possedesse uno dei due capitoli precedenti con uno sconto del 30% sul prezzo d'acquisto: una mossa furba da parte di Nintendo, che favorirà il passaggio dallo schermo di 3DS a quello della tv di casa per milioni di appassionati.



Diorami in HD
La qualità dell'adattamento a livello tecnico è indiscutibile: si potrebbe opinare che il lavoro da fare non fosse dei più mastodontici, visto il look fumettoso e un motore di gioco leggero e semplice, ma rimane il fatto che risolvere enigmi in alta definizione si rivela molto piacevole, soprattutto perché gli sviluppatori sono riusciti a trasporre l'intera gamma di colori, che illuminerà i vostri salotti tanto quanto faceva con la stanza buia mentre giocavate a Pullblox su 3DS sotto le coperte.
Nonostante una inevitabile ripetitività (o forse anche per quella), i motivi che accompagnano i nostri neuroni nel loro viaggio tra i diorami mi sono rimasti impressi, e, contrariamente a quanto faccio spesso quando alle prese con un puzzle game, non ho azzerato il volume alla prima difficoltà, segno di come ci sia davvero del buono nella colonna sonora.
La longevità è probabilmente l'unico aspetto in cui questa conversione supera ampiamente l'originale: la bontà dell'editor e le possibilità offerte dall'eccellente integrazione con Miiverse possono offrire motivi per continuare a giocare per settimane, a fronte di una spesa iniziale inferiore a dieci euro, che, come detto, possono diventare sette in caso si possegga già uno fra Pullblox e Fallblox. Difficile chiedere di più ad un titolo esclusivamente digitale.
Recensione Videogioco PULLBLOX WORLD scritta da DOTTORKILLEX Pullblox World è un omaggio alla bontà del lavoro di Intelligent Systems, traslato dalla realtà portatile a quella casalinga, non senza la dolorosa rinuncia allo splendido effetto stereoscopico ammirato tre anni fa.
Il risultato finale è però comunque un puzzle game con i fiocchi, ingegnoso, spensierato, impegnativo, economico: un acquisto obbligato per quanti preferiscono allenare la materia grigia piuttosto che i riflessi o i polpastrelli.
Lo sconto (valido ancora per un mese) rende il download appetibile anche a quanti avessero già spulciato il titolo originario, complice la possibilità di sbizzarrirsi con l'editor e di condividere il tutto su Miiverse.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.