Recensione di Need for Speed: Most Wanted U

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     Wii U
  • Genere:

     Guida arcade
  • Sviluppatore:

     Criterion Games
  • Distributore:

     EA
  • Lingua:

     Italiano
  • Data uscita:

     2 novembre 2012 - 21 marzo 2013 Wii U
- Tecnicamente migliorato
- Immediato e divertente
- Ultimate Speed Pack incluso
- Gare e veicoli disponibili dall’inizio
- GamePad accessorio
- Online ridotto
- Incognita prossimi DLC
Loading the player ...
A cura di (Hybr1d) del
L’ultimo titolo sviluppato da Criterion ha messo d’accordo quasi tutti, collezionando pareri positivi da parte di pubblico e critica fin dalla suo esordio sul mercato a inizio novembre. Il nuovo sviluppatore, infatti, ha portato una ventata d’aria fresca al franchise di Need for Speed: grazie all’esperienza pregressa con la serie Burnout, molte aggiunte in termini di gameplay e di struttura di gioco hanno fatto la gioia dei fan, che hanno potuto mettere le mani su un arcade racing game longevo e duraturo, soprattutto nella sua componente online.
L’impostazione free roaming, il sistema di guida immediato, i tanti veicoli con licenza ufficiale, le gare in quantità e gli inseguimenti serrati sono lo scheletro del nuovo titolo corsistico pubblicato da Electronic Arts. Essendo un porting delle versioni uscite sulle altre console e su pc, Need for Speed: Most Wanted U non presenta stravolgimenti di sorta: tutte le considerazioni fatte in sede di recensione e videorecensione rimangono tutt’ora valide, perciò in questa occasione ci concentreremo sulle novità e sulle implementazioni apportate dagli sviluppatori a questa versione del titolo. Vediamo insieme com’è andata.



Avere tutto e subito
A livello contenutistico, la prima cosa da sottolineare è la presenza del DLC Ultimate Speed Pack, che aggiunge al parco macchine cinque nuove supercar che fanno dei cavalli e della potenza bruta il loro biglietto da visita. Inoltre sono anche presenti nuove sfide, milestones, premi e sbloccabili; un ottimo inizio, sebbene rimanga l’incognita dei prossimi DLC in uscita e non ancora confermati per la versione Wii U. Anche l’introduzione del Boost U rappresenta una novità: trattasi di una sorta di nitro di serie che consente alle macchine di raggiungere velocità più elevate con la sola pressione del’apposito tasto. Mentre sulle altre versioni era necessario completare l’evento specifico e guadagnarsi l’upgrade con il giusto piazzamento sul podio, in Most Wanted U tutte le auto ne sono munite di default.
Sicuri di rivolgersi ad un pubblico meno hardcore rispetto a quello presente sulle console Microsoft e Sony, i Criterion hanno deciso di introdurre diverse novità per rendere più immediata e veloce l’esperienza, dando ai giocatori la possibilità di lanciarsi subito in competizioni ad alta velocità o di districarsi tra le vie cittadine di Fairhaven cercando di seminare le pattuglie di poliziotti lanciate all’inseguimento. La libertà offerta dal titolo infatti è totale, con la possibilità di avere a disposizione tutte le auto e tutti gli eventi fin da subito, fatta eccezione per le gare Most Wanted sbloccabili solo dopo aver accumulato un certo numero di speed point. Inoltre, per accedere alle competizioni non è necessario recarsi sul luogo di partenza, ma basterà attivarle direttamente del menu dedicato, risparmiando tempo e chilometri e offrendo un valido escamotage per sfuggire ai poliziotti. Infatti le gare saranno accessibili anche durante un inseguimento, quindi, se ci troveremo alle strette basteranno un paio di secondi per uscire da una spiacevole situazione ed evitarci una visita alla più vicina stazione di polizia. L’idea di avere tutto a disposizione fin da subito coinvolge anche le vetture che, come detto, saranno accessibili in toto sin dall’inizio del gioco, sollevando il giocatore dall’obbligo di trovare i punti di scambio per sbloccare nuovi veicoli o cambiare auto.



Il migliore di tutti
Com’è normale che accada in questi casi, il GamePad è il principale destinatario delle nuove implementazioni dei ragazzi di Criterion. Come visto con altri titoli, anche Most Wanted U si fa giocare con il solo ausilio dello schermo sul pad: sarà infatti necessaria la semplice pressione sul tasto select per portar vivere l’intera esperienza di gioco nei 6,2 pollici del GamePad. Sebbene questa opzione sia oltremodo gradita nel caso in cui lo schermo del televisore sia occupato, l’esperienza di gioco risulta meno coinvolgente e spettacolare di quanto meriterebbe. Le dimensioni ridotte del display rendono più difficoltosa la guida dei veicoli lanciati ad alta velocità, complicando il compito del pilota e limitando l’impatto grafico del grande schermo.
Secondariamente il GamePad assolverà le funzioni di copilota, ponendo l’accento sulla componente social di Wii U. Oltre alla comoda visualizzazione della mappa, tramite il piccolo schermo sarà possibile modificare in tempo reale le condizioni di gioco disattivando il traffico, alternando il ciclo giorno-notte e ostacolando la polizia durante gli inseguimenti. Il tutto assume particolare significato se consideriamo le periferiche di controllo supportate: Criterion ha infatti deciso di rendere compatibili sia il nuovo Pro Controller, sia i vecchi controller del Wii. In questo modo se il pilota non sta utilizzando il GamePad, un altro giocatore potrà utilizzarlo e intervenire nella partita modificando i suddetti parametri per aiutarlo durante una gara, un inseguimento o per ostacolare la polizia. Inoltre tramite il GamePad è possibile cambiare auto in un’instante, scegliendo con pochi tap marca, modello e colore del veicolo. Tra tutti questi controller compatibili, la nostra scelta è caduta sul Pro Controller, più ergonomico e pratico quando si gioca sullo schermo del televisore. Anche il GamePad funziona alla perfezione, ma l’unica implementazione che ci sentiamo di sconsigliarvi è l’utilizzo del giroscopio integrato: troppo impreciso all’atto pratico e decisamente scomodo.



Dal punto di vista tecnico, Most Wanted U beneficia della maggiore potenza di calcolo offerta della nuova console Nintendo sfoggiando il pacchetto di texture ad alta risoluzione presente nella versione PC: le auto sono più definite, gli ambienti più dettagliati e l’effettistica migliorata. I tramonti di Fairhaven sono più belli che mai, grazie a sun shaft e lens flare che migliorano sensibilmente l’impatto visivo del sole all’orizzonte.
Anche l’online ha subito qualche piccola modifica. Se da una parte è supporta la chat vocale grazie al microfono integrato nel GamePad, dall’altra le gare sono limitate ad un massimo di sei giocatori, abbassando ulteriormente quella soglia di otto giocatori considerata da molti il minimo per dar vita a gare online adrenaliniche e divertenti.
Recensione Videogioco NEED FOR SPEED: MOST WANTED U scritta da HYBR1D Se siete possessori della nuova console Nintendo, non possiamo fare altro che consigliarvi questo nuovo capitolo della saga Need for Speed. Il titolo sviluppato dai ragazzi di Criterion si conferma come uno dei migliori arcade racing game disponibili su piazza e i nuovi contenuti e le migliorie tecniche presenti in questo porting non fanno che aumentarne il valore. L’immediatezza e la libertà d’azione fanno di Most Wanted U un titolo adatto sia ai neofiti sia ai giocatori più smaliziati, offrendo ore di divertimento tra gare, inseguimenti e partite online. Purtroppo, come già accaduto in altri casi, l’utilizzo del GamePad risulta del tutto accessorio, offrendo una serie di opzioni di contorno che non vanno a incidere in maniera significativa sull’esperienza di gioco.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.