Recensione di Sam & Max Season One

Copertina Videogioco Sam & Max Season
  • Piattaforme:

     WII
  • Genere:

     Puzzle game
  • Sviluppatore:

     Telltale games
  • Distributore:

     Jowood Production
  • Data uscita:

     28 Novembre 2008
- Storia coinvolgente e spassosa
- Sei episodi collegati tra loro
- Buona longevità
- Numerosi bug grafici
- Sonoro non continuo per qualità
- Supporto al Wii Remote non ottimizzato
A cura di (Star Platinum) del
Difficile restari indifferenti a prodotti tanto particolari. Questo è infatti il classico esempio di come ad un nome corrisponda un brand di successo e che ha saputo conquistare pubblico e critica grazie ad una serie di idee geniali e ben sviluppate. Adesso che Sam & Max Season One è finalmente disponibile anche per Nintendo Wii, in molti si domanderanno se la magia originale è stata ricreata a dovere, pertanto mettetevi comodi e scopritelo insieme a noi.

Un nome, una garanzia
La serie in oggetto, conosciuta semplicemente come Sam & Max, vede come protagonisti due buffi personaggi che appartengono di diritto alle icone del fumetto made in U.S.A., ideati da Steve Purcell. Nello specifico, Sam è un cane "umanizzato" che idealmente rappresenta il classico detective, mentre Max è una coniglio molto incline ad atteggiamenti paranoici e irrazionali. Entrambi di professione sono niente di meno che investigatori privati, (ma nella serie si identificano come freelance police). Questo strambo duo ha come base operativa New York City, ma i casi con cui entrano in contatto li portano spesso a visitare luoghi ben più distanti e bizzarri. Ultima particolarità della coppia consiste nel loro mezzo di trasporto, una vecchia DeSoto bianca e nera del 1960.
La prima avventura grafica dedicata a questi due buffi personaggi risale addirittura al 1993 e solo successivamente, nel 2006, vennero rilasciati per PC i sei episodi che compongono questo titolo, finalmente convertito anche su Nintendo Wii per la gioia di tutti gli appassionati. I sei capitoli di cui si compone questa Season One rispondono ai nomi originali di Culture Shock, Situation: Comedy, The Mole, the Mob, and the Meatball, Abe Lincoln Must Die! Reality 2.0 ed infine Bright Side of the Moon. Pur essendo avventure indipendenti, scoprirete ben presto che ognuna è collegata alle altre da un mistero comune, fattore che incrementa ulteriormente l'interesse verso una trama ben strutturata, interessante e a tratti decisamente molto spassosa.

Una questione di stile
Nell'analizzare la meccanica che compone questa intressante avventura grafica, è interessante osservare come il gioco si sviluppi secondo uno schema lineare ma non scontato, in cui spesso gli enigmi appaiono di semplice interpretazione, collocati in un'atmosfera per certi versi demenziale ed assurda, ma non per questo meno coinvolgenti. Il bello non risiede infatti nel trovare la soluzione del puzzle quanto nell'arrivare a formulare la giusta ipotesi lasciandosi andare però alle più insensate interpretazioni e approfondendo tutto ciò che di folle ha da offrire il gioco, a partire dai dialoghi fino ad arrivare ai comportamenti ed alle espressioni degli stessi protagonisti, che vi sembrerà di veder recitare in uno show più che impegnati realmente a risolvere il caso con la dovuta attenzione.
Il tutto condito da riferimenti, anche degli ultimi anni, a personaggi e situazioni reali, che si sovrapporranno senza sosta ad altre totalmente fuori di testa, quali ad esempio gli stessi misteri da svelare, decisamente originali e ricchi d'umorismo.
Questa versione Wii è fedele alla sua controparte per PC. Non vi sono stati cambiamenti né per quanto riguarda la trama né per gli enigmi che dovrete risolvere, con inclusi tutti i difetti del caso, primo fra tutti un livello di difficoltà decisamente sbilanciato verso il basso. La presenza di numerose scene d'intermezzo animate non aggiunge nulla a quanto già visto e solo la possibilità di utilizzare la corsa, presente solo nella Season Two su PC, porta un reale elemento di novità.
Escludendo infatti la fedeltà con la storia, i principali motivi di curiosità erano da attribuire a come avrebbe risposto il Wii Remote all'interno di una meccanica già sperimentata e idealmente perfetta per la console Nintendo. Il risultato purtroppo è assai deludente. Per prima cosa il puntatore non sempre si rivela preciso come ci si aspetterebbe, ma cosa ben peggiore l'interazione con personaggi e ambiente richiede con insistenza e frequenza assai fastidiosa uno scuotimento del telecomando assolutamente esagerato. Per non parlare delle mal riuscite sequenze in cui è richesto di guidare l'auto, che non meritano di essere nemmeno citate in quanto a tratti orribili.
Dal punto di vista tecnico, pur risultando accattivante e fedele all'originale il risultato non è dei migliori. Graficamente un character design piacevole si scontra spesso con textures non ben fdefinite e numerosi bug grafici a livello di modelli 3D, come bad clipping e simili fin troppo frequenti. Gli stessi dialoghi a volte risultano letteralmente tagliati e inspiegabilmente non ottimizzati nei testi a schermo.
Discorso analogo per il sonoro, con alcuni effetti mal riprodotti ed un doppiaggio non sempre convincente e pulito.
Il divertimento che ne deriva, pur apprezzando nell'insieme i sei episodi, risulta molto basso e inferiore alle aspettative. Peccato perchè per molti Sam & Max rappresentano una colonna dei videogames, ma la speranza è che un eventuale seguito possa migliorare dove questa Season One ha deluso.
Recensione Videogioco SAM & MAX SEASON ONE scritta da STAR PLATINUM Sam & Max Season One si è rivelato un prodotto dotato di buone potenzialità ma penalizzato ad alcuni difetti a livello tecnico piuttosto marcati e che in questa edizione Wii non permettono di godere di un'esperienza di gioco immersiva ed appagante come su PC. Premesso questo, se riuscirete a passare oltre vi ritroverete un titolo divertente, condito da un sano umorismo e con una trama spassosa e ben realizzata, che accompagna ognuno dei sei episodi proposti legandoli insieme attraverso un unico filo conduttore. Decisamente apprezzabile la longevità, che ammonta a circa quindici ore effettive, così come il particolare stile che da sempre contraddistingue questa serie rendendola unica ed accattivante. Peccato per il prezzo non budget, fateci comunque un pensierino se dovesse capitarvi di trovarlo nei negozi o in qualche offerta interessante.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.