Recensione di Margot's Word Brain

- Sei modalità di gioco
- Prezzo budget
- Dizionario non performante
- Controllo non ottimale
- Gameplay estremamente limitato
A cura di (Melkor) del
Nonostante Wii e DS siano due console vicine per molti aspetti, vi sono dei generi che inspiegabilmente hanno raggiunto un notevole successo su una piattaforma e che allo stesso momento non riescono a catturare l’attenzione dell’utenza sull’altra. Un esempio lampante sono i vari titoli di esercizi mentali e simili che oramai la fanno da padrone in ambito portatile, ma che su Wii non hanno mai dato il meglio, risultando troppo spesso poveri di contenuti. Ultimo in ordine di tempo è Margot’s Word Brain, presentato dalla stessaZOO Digital Publishing che nel recente periodo è riuscita a farsi apprezzare per la sorpresa Order Up!. Questa volta però non dovrete dilettarvi tra pentole e pientanze, ma dovrete affrontare vari minigiochi basati sulle parole della lingua italiana. Preparate lo scarabeo…

A scuola da Margot
Margot’s Word Brain racchiude sei differenti modalità di gioco, tutte ovviamente incentrate sulla lingua italiana ed in particolare sulla possibilità di scrivere varie parole con limitate lettere a disposizione. Fin dai primi momenti vi renderete conto però che il lavoro svolto intorno a questo prodotto è stato ben poco ed infatti le carenze del titolo si notano già a partire da un menu veramente basilare che vi permetterà semplicemente di scegliere tra le opzioni poste a destra a quale minigioco accedere mentre sulla sinistra vedrete Margot in attesa di iniziare. Niente di più elementare ed allo stesso tempo “spoglio” trattandosi alla fine di un gioco per una piattaforma next-gen e che comunque è stato pubblicato per diversi sistemi. Sorvolando l’aspetto introduttivo passiamo ad elencare le sei modalità di gioco che dovrete affrontare.

Word Search
Margot vi mostrerà alcune parole scritte su un taccuino e voi avrete qualche secondo per memorizzarle. Successivamente vi troverete davanti un quadrato formato da lettere e dovrete per l’appunto cercare al loro interno le parole viste in precedenza. Per evidenziare la parola trovata dovrete selezionare la prima e l’ultima lettera della stessa ed al primo errore sentirete la parola game over.

Word Mine
Come nello scarabeo avrete delle lettere a vostra disposizione con le quali formare più parole possibili. In basso allo schermo noterete il totale ottenibile in base al numero di lettere e questo faciliterà in qualche modo il vostro obiettivo.

Word Run
In questo gioco dovrete elaborare una vostra tavole di parole crociate da costruire intorno ad un vocabolo iniziale. Sicuramente il gioco dove avrete una maggiore libertà, limitata comunque dal dizionario interno del titolo, non certo eccezionale.

Word Link
In una specie di puzzle game vedrete cadere dall’alto delle lettere che andranno a formare delle colonne. Grazie al vostro Wii Remote potrete “linkare” le varie lettere in modo da formare più parole possibili. I vocaboli creati spariranno e lasceranno spazio a nuove lettere.

Hyper TXT
Quante volte avete detto ai vostri amici di essere velocissimi a scrivere SMS? Grazie a questo minigioco potrete finalmente decretare il più veloce a scrivere su un tastierino numerico cercando di stare attenti anche alla pausa fra una lettera ed un’altra presenti sullo stesso tasto. Sicuramente uno dei minigiochi più originali della compilation.

Word Safe
Le lettere questa volta saranno disposte in maniera circolare e come in Word Link dovrete cercare di coniare più parole possibili. Nulla di nuovo all'orizzonte dunque.

Tutti i giochi sopra elencati avranno un limite di tempo ed alla fine potrete visualizzare il vostro record e la classifica personale.
Prima di affrontare ogni singola missione visualizzerete una demo mediante la pressione del tasto - sul Wii Remote e questo risulterà molto utile anche perchè vi verrà mostrato il sistema di selezione delle parole, non sempre scontato come si potrebbe pensare. Sembrerà strano, ma un’altra delle assurde carenze di questo gioco è la mancanza di una modalità multiplayer, cosa che poteva sicuramente giovare ad un gameplay già di per sé estremamente povero e che non si capisce come sia potuto approdare fino alla fase finale di sviluppo, quando titoli ben più interessanti hanno spesso avuto sorte peggiore, tra ritardi e cancellazioni.

Se non vi piace il dizionario rispolverate lo Scarabeo...
Prima di analizzare il comparto tecnico di Margot's Word Brain bisogna sottolineare un aspetto che in conclusione pregiudica molto il voto complessivo. La versione da noi provata è ovviamente quella PAL e di conseguenza il dizionario interno del gioco reagiva solamente ai vocaboli della lingua italiana. Abbiamo comunque constatato che molte parole di utilizzo meno frequente non sono assolutamente riconosciute e questo pone un grave handicap al gameplay, in quanto non solo dovremo trovare nei minigiochi un determinato numero di vocaboli, ma dovremo allo stesso tempo indovinare quelli che il gioco "considera" tali. Tutto questo penalizza il titolo in versione italiana, cosa che magari non avviene nella versione americana ma che purtroppo non abbiamo potuto provare.
Sorvolando totalmente l’aspetto grafico del gioco che è praticamente assente se non per il viso di Margot che vi accompagnerà nel corso delle missioni, passiamo direttamente ad analizzare il sistema di controllo. Sembra incredibile ma, nonostante la semplicità delle interazioni che questo titolo richiede, la risposta del Wii Remote non sempre è reattiva e molte volte vi capiterà di selezionare la lettera sbagliata. Inoltre il puntatore segue lentamente i vostri movimenti e tutto questo rende ancora più frustrante l’azione. Simpatico è il comparto sonoro, caratterizzato da brevi jingle cantati che vi introdurranno al gioco selezionato (e vi ricorderanno anche il game over che incombe...). Ci troviamo quindi ad un comparto tecnico che nel complesso rispecchia la limitatezza del titolo e che si va a complicare anche nelle azioni elementari.
Il gameplay, apparso decisamente sotto ogni livello di sufficienza, non concorre a migliorare l'esperienza di gioco, ma anzi ne accentua i difetti e pur analizzano questo prodotto per le finalità che si propone di ottenere risulta impossibile trovarlo in qualche modo positivo.
Recensione Videogioco MARGOT'S WORD BRAIN scritta da MELKOR Margot's Word Brain è un gioco che andrebbe venduto attraverso la piattaforma WiiWare e non distribuita dei negozi (nonostante il prezzo budget). Le limitazioni sono infatti troppe, a partire da un sistema di controllo che incredibilmente non fa il suo dovere, fino ad arrivare ad un dizionario non sempre all'altezza della complessità della nostra bella lingua. Il risultato è un gameplay penalizzato sotto ogni aspetto e di conseguenza il consiglio è comunque di guardare oltre, magari a qualche titolo simile su Nintendo DS.
Verrebbe da chiedersi il perchè certi prodotti vengano pubblicati nonostante gli evidenti limiti presenti, ma affrontare questo discorso sarebbe troppo lungo e complesso. Con il Natale alle porte, sperate solo di non trovarvi questo gioco sotto l'albero...
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.