Recensione di Star Wars the Clone Wars: L'Era dei Duelli

Copertina Videogioco Star Wars
  • Piattaforme:

     WII
  • Genere:

     Azione
  • Sviluppatore:

     Krome Studios
  • Data uscita:

     14 Novembre 2008
- Coerente con l'episodio cinematografico
- Brandire una spada laser è sempre divertente
- Livello di difficoltà equilibrato
- Pochi personaggi e mosse a disposizione
- Tecnicamente limitato
- Coinvolgimento non eccelso
Loading the player ...
A cura di (Melkor) del
Per chiunque provi per la prima volta il controller del Nintendo Wii, una delle prime applicazioni teoriche d'utilizzo è rappresentata da una spada. Che sia usata da Link per la ricerca della principessa Zelda o da un certo Travis che brama la vetta della classifica degli assassini, il Wii Remote compie molto bene il suo dovere ed è proprio questo che gli sviluppatori del Krome Studio devono aver pensato durante la produzione di Star Wars Clone Wars: L'Era dei Duelli. Questa volta, infatti, avrete la possibilità di brandire una vera spada laser nel corso di questa caratteristica avventura a suon di scontri e duelli. Nel mondo reale tuttavia la Forza non è tutto...

La guerra è iniziata
Star Wars: The Clone Wars è un film di animazione giunto ultimamente nei cinema che si pone a metà strada tra gli eventi de “L’attacco dei Cloni” e “La Vendetta dei Sith”. Vi troverete quindi a combattere una guerra iniziata da breve con il giovane Anakin Skywalker ancora dal lato giusto della Forza ed allo stesso tempo conoscerete nuovi protagonisti come la padawan Ahsoka Tano. Senza entrare in pericolosi spoiler, vivrete una serie di avventure le quali riveleranno nuove informazioni riguardanti la Repubblica ed il futuro passaggio al lato oscuro di Anakin, il tutto ovviamente attraverso una serie di scontri a suon di spada laser. Dopo i botteghini ecco quindi arrivare in esclusiva per Nintendo Wii (e DS) la rivisitazione di questi eventi, vissuti attraverso una serie di scontri intervallati da filmati prerenderizzati. Tramite il menù potrete scegliere se affrontare la modalità storia o se giocare una sfida, sia in modalità random con scelte fatte dalla Cpu, sia selezionando i protagonisti. Potrete inoltre (anche se non da subito) sfidare un amico localmente. Un gameplay che risulta quindi fin troppo semplice per quello che doveva essere uno spin-off esclusivo sviluppato dallo stesso gruppo che ha portato “Star Wars: Il potere della Forza” sul Wii.

Una spada laser nel Wii Remote.... e nel Nunchuk
L’ago della bilancia che differenzia un bel gioco da un flop in un titolo come questo dipende totalmente dal sistema di controllo implementato. Possiamo dire in linee generali che il lavoro è sufficiente, ma che si poteva fare molto di più, soprattutto se si fosse attesa l’uscita del Wii Motion Plus. I colpi della spada laser, infatti, saranno rappresentati da semplici movimenti del Wii Remote lungo gli assi ed in sostanza non c’è assolutamente un rapporto 1:1 tra voi ed il protagonista. Le mosse a disposizione passano dai fendenti, sia verticali che orizzontali, agli affondi. Ovviamente nessun gioco di Star Wars potrebbe dirsi tale senza l’utilizzo della Forza ed anche in questo caso, mediante la pressione del tasto Z del Nunchuk, potrete richiamare a voi tale potere il quale vi permettera di effettuare dei colpi ancora più stupefacenti.
Sempre grazie alla vostra essenza di Jedi potrete (muovendo questa volta il Nunchuk) selezionare vari oggetti dello scenario per lanciarli letteralmente contro i vostri nemici o semplicemente effettuare una spinta a distanza molto simile a quella vista ne “Il Potere della Forza”. I protagonisti a disposizione sono dieci e questa caratteristica sembra essere in controtendenza con l’essenza di un picchiaduro, considerando inoltre che le combo a disposizione sono veramente poche. Fortunatamente il tempo di risposta è buono anche se alcune volte, data la limitatezza dei movimenti possibili, il ritorno ad una posizione neutrale del Wii Remote potrebbe essere visto come un colpo lungo l’asse verticale andando a rompere la vostra serie di combo. Il sistema di combattimenti è abbastanza complesso e molte volte anche difficile se non affrontato nel migliore dei modi. La possibilità di utilizzare oggetti uniti ai vostri poteri rendono le sfide sempre bilanciate ed inoltre noterete ben presto che il livello di vita dei protagonisti scende più lentamente rispetto ai canoni ai quali siamo abituati. Ad incrementare ulteriormente il livello di combattimento vi è la possibilità che le spade laser si incrocino ed a questo punto avrete a vostra disposizione varie possibilità. Potrete infatti semplicemente scuotere il controller in modo da allontanare il vostro contendente, oppure attendere che uno dei due faccia la prima mossa, rappresentata da una icona che apparirà sullo schermo con la direzione da dare al movimento. Sicuramente tutte queste caratteristiche rendono il gamplay molto profondo, ma allo stesso tempo vengono a mancare proprio quegli elementi basilari che vediamo in quasi tutti i picchiaduro come i vasti elenchi di mosse oppure il numero dei combattenti. Un vero peccato considerando che la modalità extra presente all’interno di “Star Wars: Il Potere della Forza” è molto simile e potrebbe bastare a molti senza l’ulteriore acquisto di questo titolo.

Il fascino del lato oscuro
Dal punto di vista grafico sottolineaimo un buon livello di dettaglio sia nelle texture che nelle strutture poligonali. I protagonisti rispecchiano quelli del film di animazione e gli intermezzi cinematografici sono ben realizzati. Interessante è anche il livello di interazione con le arene che, pur presentando pochi elementi, saranno parte integrante del vostro combattimento e potrete ad esempio incontrare un gruppo di soldati che prova ad eliminarvi come anche un enorme mostro pronto a cibarsi del perdente. Gli effetti sonori sono i classici della saga e molto divertente è anche il rumore della spada che arriverà direttamente dalla piccola cassa del Wii Remote. La localizzazione è totalmente in italiano e durante le sfide vedrete voi ed il nemico confrontarvi anche dialetticamente mediante frasi più o meno ad effetto che, purtroppo, qualche volta risulterannio piuttosto ripetitive. Non sono stati notati cali di frame-rate e l’azione, una volta presa la mano, risulterà alquanto fluida e naturale in modo da immedesimarvi totalmente nella sfida. Siamo comunque dinanzi ad un livello di dettaglio molto simile a quanto visto nel titolo precedentemente sviluppato dal Krome Studio e questo pone ulteriormente l’accento sulla eventuale intenzione di offrire all’utente una versione “espansa” di quello che inizialmente era solo un extra, comunque di buona fattura.
Recensione Videogioco STAR WARS THE CLONE WARS: L'ERA DEI DUELLI scritta da MELKOR Star Wars The Clone Wars: L'Era dei Duelli è un titolo che vuole offrire un qualcosa in più ma che non riesce ad essere completo a causa di troppe mancanze. Il livello di sfida è buono ma, sia per numero di personaggi ,sia per quantità di mosse a disposizione non può essere considerato all'altezza di altri picchiaduro presenti sul mercato. La vendita ad un prezzo pieno, inoltre, viene ad essere un ulteriore deterrente, soprattutto per coloro che hanno giocato a "Il Potere Della Forza" o che comunque sono alla ricerca di combattimenti più interessanti. Prendetelo in considerazione solo se siete veri appassionati della saga, rivordando però i difetti evidenziati in sede di recensione.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.