Recensione di 007 Quantum of Solace

Copertina Videogioco Quantum
  • Piattaforme:

     WII
  • Genere:

     Sparatutto
  • Sviluppatore:

     Treyarch
  • Distributore:

     Activision
  • Lingua:

     Completamente Italiano
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     31 ottobre 2008
- Sistema di copertura ben utilizzato
- Colonna sonora tratta dal film
- Multiplayer a schermo diviso in esclusiva Wii
- Frame rate a dir poco scandaloso
- Comparto tecnico deludente
- Sistema di controllo inadeguato
- Buone idee ma realizzate nel peggior modo possibile
Loading the player ...
A cura di (Dr. Frank N Furter) del
In contemporanea o quasi con l'uscita nei cinema della pellicola, eccoci qui a descrivervi l’ennesimo gioco dedicato all’agente segreto più famoso del mondo. Il titolo in questione arriva in concomitanza con 007 Quantum of Solace, da cui il gioco prende nome. Come si sarà comportato il nostro 007 sulla bianca console di casa Nintendo, alle prese con un sistema di controllo sulla carta fatto appositamente per questo genere di titoli? Continuate a leggere per scoprirlo.

Da Treyarch a Beenox Studios
Lo sviluppo della versione Wii di Quantum of Solace (d’ora in avanti QoS) è stata affidata ad un team diverso da quello che ha lavorato su PS3 e 360. Beenox Studios sono i responsabili, in tutti i sensi, di quello che poteva essere un buon titolo per Wii. Il problema è che l’intero lavoro fatto dai ragazzi di Treyarch con il buon Call of Duty 3 è stato quasi completamente ignorato o, quantomeno, non seguito a dovere.
Il difetto più grande di QoS risiede principalmente nel comparto tecnico e, incredibilmente, nel sistema di controllo. Quest’ultimo dovrebbe essere la punta di diamante di ogni produzione Wii che si rispetti. Dove la console Nintendo non può arrivare con la potenza bruta, si dovrebbe compensare con un gameplay più profondo ed immersivo. Purtroppo invece si è provato a scimmiottare la discreta versione PS3/360 con risultati pessimi, dovuti alla differenza di risorse che le piattaforme in questione possono offrire.
Il gioco offre è un mix tra un FPS e un action game in terza persona. La maggior parte del tempo la visuale sarà in prima persona con elementi di copertura alla Gear of War. Il sistema di coverage è implementato discretamente: quest’ultimo riesce a dare un’esperienza godibile durante l’intera durata di gioco.

Muoviti Bond, muoviti!
Il problema principale risiede nello scandaloso framerate che affligge QoS.
Raramente avrete 30 fps stabili a vostra disposizione, il più delle volte l’azione viene completamente spezzata, come se il livello dei fotogrammi per secondo si ridusse a 4 o 5 in totale.
Tutto ciò in un action game non fa che rendere frustrante e incredibilmente difficile portare a termine ogni sezione, in quanto ogni singolo comando è penalizzato dall'engine poligonale che comportandosi in maniera imprecisa genera una forte sensazione di frustrazione, andando a incidere pesantemente sul gameplay.
Per quanto riguarda il sistema di controllo anch’esso risente della scarsa prestazione tecnica offerta. Quando dovrete puntare l’arma da un nemico all’altro sarete rallentati nello spostamento della visuale, soprattutto se userete il lock-on automatico. Muoversi velocemente sarà impossibile proprio perché il bassissimo framerate ne impedisce la realizzazione. C’è anche da sottolineare che a volte non riuscirete a mirare verso il bersaglio desiderato, costringendovi ad aggiustare il tiro e rallentando oltremodo l’azione di gioco, la quale dovrebbe essere veloce e frenetica.
Come abbiamo già scritto in precedenza, QoS Wii cerca di ricalcare quello che accade nelle versioni next gen. Questo comprende ambienti distruttibili e visuali ad ampio respiro, tuttavia non sembra che questi elementi possano rappresentera aspetti davvero validi ai fini del divertimento.
La prima feature è infatti fortemente limitata rispetto alla concorrenza per ovvi motivi tecnici; per quanto riguarda le locations invece saranno un serio problema poiché impegneranno molto il motore grafico e non appena i nemici arriveranno i rallentamenti saranno pesantissimi.
Ci sono aree di gioco abbastanza vaste con un numero discreto di avversari. Attraversare una di queste sarà un’impresa quasi biblica visti i continui “slow down” dell’engine grafico. Un vero peccato poiché le premesse per un buon titolo dedicato all’agente segreto inglese c’erano tutte e, potendo contare su un sistema di controllo valido, avrebbe potuto rappresentare una solida e divertente alternativa alle versioni PS3/360.
Sappiamo bene cosa può fare il Wii e quali possibilità possono offrire l’accoppiata Wii Remote & Nunchuk. Lo stesso Call of Duty 3 o l’ottimo Metroid Prime Corruption ne sono una prova tangibile, senza contare che quest ultimi sono giochi usciti più di un anno fa. Resta quindi molta delusione per quello che poteva rappresentare un valore aggiunto e che invece si rivela essere forse il maggior difetto del gioco.

007 si fa in quattro... e va online
La realizzazione tecnica del gioco, come anticipato, sfiora appena la sufficienza a causa di un motore poligonale deficitario e male ottimizzato, che non rende certo il vostro compito facile. Peccato perché altrimenti modelli poligonali, strutture e palette grafica in generale non sarebbero stati nemmeno disprezzabili a livello assoluto.
Il sonoro, preso in prestito dal film, risulta piacevole anche se discontinuo per ritmo e qualità.
Arrivati a questo punto è più che opportuno dedicare spazio alle poche modalità presenti, partendo dalle funzionalità multiplayer offerte dal Wii. La console Nintendo in effetti possiede una gustosa esclusiva, ovvero, la modalità multiplayer offline a schermo diviso fino a quattro giocatori. Nulla d’eccezionale ma è comunque una valida aggiunta che cerca di dare un senso all’intera produzione. Nel gioco online invece, suppotato dalla WiFi Connection, QoS se la cava relativamente bene, senza troppi lag e offrendo una buona dose di divertimento. Purtroppo le modalità principali sono solo due ed i livelli in cui giocare troppo pochi per offrire una discreta longevità. Il discreto numero di situazioni in cui vi capiterà di agire, districandovi tra missioni in cui è importante agire con la massima circospezione ed altre dove i proiettili si diffonderanno a profusione, risulta interessante ed offre una piccola variante alla classica azione senza riflessione.
Abbastanza coinvolgenti appaiono anche le situazioni in cui, durante inseguimenti e combattimenti ambientati nelle originali ambientazioni del film, il senso di spettacolarità cerca di prendere una piega positiva, almeno fino a quando l'engine poligonale non crea problemi. In ultimo, segnaliamo che potrete usare i vostri Mii per personalizzare il vostro profilo giocatore.
Recensione Videogioco 007 QUANTUM OF SOLACE scritta da DR. FRANK N FURTER Quantum of Solace si rivela un titolo insufficiente in tutti i campi. Il comparto tecnico affligge l’intera produzione andando a rovinare anche il sistema di controllo. Nonostante il progetto per Wii sia stato affidato ad un altro team diverso da Treyarch e, quindi in grado di dedicarsi al 100% sul proprio lavoro, è stato commesso un errore fatale: adattare lo stesso gioco ad ogni console senza nessuna distinzione.Mentre su PS3/360 si hanno risultati apprezzabili, su Wii, a causa della scarsa potenza hardware tutte le imperfezioni sono venute a galla, affondando tutto quello che di buono si poteva e doveva fare.
Le nostre preoccupazioni si spostano ora sulla versione Wii del nuovo Call of Duty, nella speranza che non si ripeta lo stesso errore accaduto in questa occasione. Il prodotto dei Beenox studios è da evitare soprattutto in questo periodo in cui le uscite interessanti non mancano di certo. I fans di James Bond sono avvertiti.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
RECENSIONI E SPECIALI CORRELATI
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.