Recensione di More Game Party

- Possibilità di creare tornei
- Dieci minigiochi....
- Peggiore del primo episodio
- ... ma in pratica è soltanto uno
- Giocabilità inesistente
A cura di (Melkor) del
Analizzando la ludoteca a disposizione dei possessori di Nintendo Wii, quello che proprio non manca sono le raccolte di minigiochi. Entrando tuttavia più nel dettaglio, tra tutti i giochi in questione quelli che meritano di essere acquistati sono veramente pochi, mentre gli altri possono tranquillamente essere abbandonati al limbo dello scaffale. Nel corso di questa recensione potrete tranquillamente rendervi conto di come More Game Party faccia purtroppo parte del secondo esempio…

Molta quantità vuol dire poca qualità
More Game Party è il secondo episodio della serie inaugurata tempo fa dalla Midway e prova in qualche modo ad emulare il successo ottenuto da Wii Play. La volontà di ispirarsi all'opera nintendiana salta agli occhi fin dalla prima partita in quanto la struttura dei menu è volutamente semplice ed intuitiva ed i passaggi per iniziare una partita sono veramente pochi. La prima cosa da fare, se vorrete, sarà la creazione del vostro alter ego digitale e, incredibile a dirsi, sembra che questa sia la fase di gioco più riuscita dell'intero prodotto. Avrete a disposizione una serie di opzioni che spaziano dall'aspetto del volto fino all'abbigliamento ed il risultato sarà un incrocio fra un Mii ed un avatar della nuova Dashboard per Xbox 360 di prossima uscita. Completata questa fase potrete lanciarvi all'interno dei vari minigiochi, che rispetto del primo capitolo sono dieci e a loro volta sono suddivisi in piccole categorie caratterizzate da diverse regole.

Freccette - Utilizzando il raggio del vostro Wii Remote dovrete puntare al centro del bersaglio ed una volta premuto il tasto A per bloccarlo non dovrete fare altro che simulare il movimento del lancio della freccetta per ottenere un risultato che, dopo qualche tiro di allenamento, risulterà quasi sempre vincente. Proprio la funzione di “lock” del bersaglio sembra quantomeno inutile in un gioco che dovrebbe risultare molto più difficile di come alla fine ci viene proposto.
Skill Ball - Effettuando un movimento a salire e premendo il pulsante A per poi rilasciarlo al momento giusto dovrete lanciare la vostra palla verso i vari bersagli cilindrici, tutti identificati da un determinato punteggio.
Hoop Shot: - In pratica non dovrete fare altro che lanciare l'ennesima palla verso un piccolo canestro, simulando quelle attrazioni che molte volte si trovano durante fiere o nei parchi giochi. Il movimento da fare è sempre lo stesso tranne per il fatto che dovrete compierlo dall’alto verso il basso.
Shuffle Board - Questa volta l’obiettivo sarà quello di lanciare il vostro dischetto in maniera più precisa possibile al fine di farlo scivolare lungo il tavolo verso dei settori a punteggio ma allo stesso tempo senza farlo cadere dall’altro lato.
Ping Cup - Identico allo Skill Ball ma con dei bicchieri al posto dei bersagli.
Puck Bowling - Con un dischetto dovrete effettuare degli strike in quello che in pratica è un bowling da tavolo.
Sacchetti - Utilizzando una sorta di sacchetto dovrete effettuare un movimento a salire per colpire la piattaforma che si troverà dinanzi a voi e cercando, se ci riuscirete, di centrare il bersaglio centrale.
Ferri di Cavallo - La vostra “arma” questa volta sarà il classico ferro di cavallo, con il quale dovrete centrare una asta posta davanti a voi.
Frecce Esterne - Come nel gioco dei sacchetti dovrete lanciare delle frecce verso l’alto per poi farle ricadere più vicine possibili al bersaglio.
Football - Utilizzando una piccola palla da Rugby dovrete colpire dei personaggi mobili cercando di evitare gli ostacoli.

Segnaliamo per dovere di cronaca che tutte queste sfide si possono affrontare assieme ad altri tre amici e almento in teroria risulta interessante la possibilità di creare dei piccoli tornei di vario tipo, in modo da incrementare il fattore sfida del titolo.

Attenti al pulsante A
Sembra incredibile, ma tutti i minigiochi descritti presentano lo stesso sistema di controllo. Dimenticatevi le potenzialità del Wii Remote viste in Wario Ware o nel già citato Wii Play e sedetevi sul vostro divano a premere semplicemente il pulsante A. Come se non bastasse il movimento da compiere sarà sempre unidirezionale e servirà a calibrare la potenza mentre per la direzione dovrete spostare il personaggio utilizzando i controlli direzionali. Il risultato è più che banale e sicuramente anche in compagnia vi annoierete dopo pochi minuti in quanto il fattore sfida e quello difficoltà sono ridotti ai minimi termini.
Passando al comparto tecnico, quello non c'è purtroppo nulla di buono se non una grafica minimalista e mediocre, con textures e strutture poligonali elementari caratterizzate da una palette di colori che riprende lo stile di titoli come Wii Sport ma con una qualità decisamente lontana dagli standard offerti dal Wii e da qualsiasi altra console degli ultimi tre anni.
Stesso discorso per il sonoro, inconsistente e scialbo come mai si era visto.
Ogni minigioco è caratterizzato da una propria ambientazione e sarete in ogni momento circondati da altri personaggi. Il divertimento generale è praticamente pari a zero ed ovviamente manca una qualsiasi modalità online, anche se a questo punto non sappiamo se esserne delusi o contenti. Un titolo decisamente povero di idee e conteuti, da lasciare sugli scaffali senza pensarci due volte.
Recensione Videogioco MORE GAME PARTY scritta da MELKOR Tirando le somme, molti utenti avrebbero potuto tranquillamente vivere sonni tranquilli senza venire a conoscenza di questo titolo. Il sistema di controllo è quanto di più elementare si sia visto su Wii e come se non bastasse non è nemmeno sempre preciso. I dieci minigiochi variano semplicemente per ambientazione e per direzione di movimento, inoltre anche gli altri aspetti risultano meno che mediocri. Quello che non riusciamo a capire è come mai la Midway non abbia imparato dai propri errori ed invece di migliorarsi abbia prodotto un gioco simile, se non peggiore, al primo capitolo. Sembra incredibile ma Wii Play a più di due anni di distanza resta ancora imbattuto, ma se proprio cercate un party game che si rispetti non vi resta che attendere
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.