Recensione di Calcio Balilla

Copertina Videogioco Calcio
  • Piattaforme:

     WII
  • Genere:

     Simulazione
  • Sviluppatore:

     DGL
  • Distributore:

     Halifax
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1 - 4
  • Data uscita:

     Disponibile
- Tanti ricordi... - ...rovinati
- Realizzazione tecnica mediocre
- Sistema di controllo pessimo
- Longevità ridotta ai minimi termini
A cura di (Dr. Frank N Furter) del
Chi ha vissuto la propria adolescenza all'interno di un oratorio o ha trascorso ogni estate della sua giovinezza al mare, non può non ricordare con estremo piacere il vecchio Calcio Balilla. Oggetto di sfide all’ultimo goal, scommesse su chi deve pagare la cena o ancora opportunità per disputare il mini torneo di turno che a nessuno interessa, ma che tutti volevano vincere. Vero e proprio emblema dell’italico sport nazionale, il Calcio Balilla ha addirittura una federazione italiana ed una internazionale. A differenza di altri giochi come il flipper o il biliardo, le trasposizioni videoludiche fatte nell’intera storia del gioco si possono contare sulle dita di una mano. C’è da dire che è il Calcio Balilla stesso a non esser portato ad altri tipi di controlli ma, grazie al Nintendo Wii, anche questo ostacolo è stato rimosso... dovete ritenervi fortunati? Continuate a leggere per scoprirlo.

Rossi Vs. Blu
Vogliamo iniziare con una piccola spiegazione sulle regole base e su com’è strutturato il Calcio Balilla. I giocatori previsti sono minimo due fino ad un massimo di quattro persone (due per squadra). Avrete a disposizione delle manopole con cui controllare le “stecche” e su ognuna di queste sono presenti degli omini colorati senza braccia (rossi e blu come tradizione vuole). Il numero dei componenti segue questo schema: 1-2-5-3. Lo scopo è quello di segnare più goal dell’avversario compiendo dei movimenti del polso per colpire la pallina.
Calcio Balilla per Wii offre due tipologie di gioco: la partita semplice e il campionato. La prima feature si spiega da sola mentre la seconda è una serie di cinque scontri fino a trionfare nella finale. Ad entrambe le modalità si possono applicare le regole originali della ITFS (International Table Football Federation) le quali prevedono la vittoria al meglio di cinque partite: ognuna di queste finisce al quinto punto messo a segno. Nel caso di parità per quattro a quattro si va ai vantaggi fino a quando uno dei due team non raggiunge l’ottavo goal.
Con le regole personali si cambia di fatto la struttura di base: numero di partite da vincere e numero di goal da segnare per ogni scontro.

Ehi, la rullata non vale!
Chi ha giocato al vero Calcio Balilla avrà usato questa frase almeno una volta nella sua vita. Con il termine “rullata” si intende un movimento della stecca superiore ai 360°. Questa regola è vietata dalla federazione italiana, ma accettata da quella internazionale. In effetti, la mossa in questione è alquanto squilibrata all’interno del gioco poiché la forza e la velocità non sono paragonabili rispetto a quelle di un tiro standard, in più, non si può prevedere con esattezza il momento in cui il giocatore colpisce la pallina.
In Calcio Balilla il sistema di controllo ha due varianti: l’accoppiata Wii Remote e Nunchuk, oppure il telecomando Wii da utilizzare da solo. La seconda scelta è da evitare in quanto gestire il movimento delle stecche in contemporanea con quello per colpire la pallina è troppo complicato.
Noi vi suggeriamo l’utilizzo del duo Wii Remote - Nunchuk. Grazie ai due controller potrete dividere il lavoro e giocare senza troppi problemi. Con il Nunchuk si controllano i movimenti delle stecche e la rullata mentre con il bianco telecomando si cambiano le manopole da usare e, ovviamente, si tira in porta. In aggiunta potrete scegliere tra due tipi di controllo: arcade o simulativo.
Il primo permette la gestione di tutte le stecche nello stesso momento. Il secondo invece, tramite il tasto A, vi affida le manopole più vicine alla palla. In questo modo non vi ritroverete mai con gli omini sospesi a mezz’aria al contrario di quanto succede con la modalità arcade.
Fatte tutte le spiegazioni del caso passiamo ad analizzare come si comporta il sistema di controllo durante una partita. Scegliendo l’arcade il caos la farà da padrone. Muovere tutte le stecche nello stesso istante porta a situazioni di difesa sguarnita quando ci sono dei cambi repentini da una parte all’altra. In sostanza, come già accennato prima, vi ritroverete con i giocatori in posizioni anomale proprio perché sono rimasti fermi al vostro ultimo utilizzo, pertanto vi sconsigliamo vivamente l’arcade.
Con il simulativo le cose migliorano sensibilmente grazie al maggior controllo che avrete. Il problema comunque è alla base. La calibrazione del Wii Remote sembra essere “sballata”. Non riuscirete mai ad avere in mano la situazione pienamente, spesso e volentieri vi farete autogoal senza neanche accorgervene. Poteva essere un’ottima trasposizione grazie ai nuovi controller Nintendo, peccato che la realizzazione finale sia pessima.

Annotazioni generali
Inutile dire che il comparto tecnico è uno dei più scarni mai visti in un videogioco. D’altronde parliamo di Calcio Balilla e non ci aspettavamo nulla di eclatante, al contempo, però, qualche effetto grafico carino durante le partite non avrebbe guastato. Il titolo offre anche dei bonus sbloccabili: nuove uniformi (uomini dorati o vestiti da antichi romani), la disposizione in campo con schemi atipici tipo 1-1-1 o 1-5-6 e versioni molto strambe della pallina a volte enorme altre ancora con rimbalzi del tutto fuori dal comune. In definitiva ancora una volta il sistema di controllo del Wii è stato preso come spunto per proporre però un prodtto qualitativamente mediocre e ben lontano dal poter essere considerato un videogames, principalmente per lo scarso livello di divertimento che è in grado di proporre, elemento fondamentale per colmare le mancanze tecniche.
Recensione Videogioco CALCIO BALILLA scritta da DR. FRANK N FURTER Calcio Balilla è un prodotto con molti lati negativi. L’intera realizzazione è a dir poco mediocre. La componente online avrebbe forse potuto giovare al titolo (anche se ci chiediamo in quanti lo avrebbero comprato). Il prezzo per un gioco simile è imbarazzante e un progetto del genere dovrebbe appartenere al massimo al servizio WiiWare, e avere un costo contenuto. Il problema però non è solo il prezzo, ma il gioco e le idee mal sviluppate. Il sistema di controllo sarebbe stato pressoché perfetto per essere adattato al “biliardino”. Peccato, un'occasione sprecata.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.