Recensione di The Dog Island

- Concept innovativo e simpatico
- Atmosfera coinvolgente
- Sorprendente longevità
- Tecnicamente sottotono
- Livello di difficoltà non ottimale
- Non adatto a tutti
A cura di (Melkor) del
Il successo di un titolo non sempre deriva dalla qualità del lavoro della software house, ma anche semplicemente dall’impatto mediatico che ne deriva. Vediamo alcune volte che un gioco risulta essere una killer application molti mesi prima della sua effettiva uscita e questo rende il mercato molto complesso. Come rovescio della medaglia abbiamo dei prodotti che per motivi oscuri non vengono assolutamente reclamizzati e che magari potrebbero incuriosire non poco l’utenza. Questo è il caso di The Dog Island, che fa sicuramente parte di questa seconda categoria…

Che l'avventura abbia inizio
Osservando il titolo Ubisoft sugli scaffali molte persone potrebbero essere tratte in inganno sia a causa della grafica utilizzata nel package, ma anche per lo stesso titolo che, in un contesto dove le simulazioni di cura di animali hanno subito un vero boom di vendite, potrebbe essere facilmente frainteso. Comprando The Dog Island invece, vi troverete davanti un vero e proprio gioco di ruolo che necessiterà di almeno trenta ore per essere completato in ogni suo aspetto.
Dovrete impersonare un simpatico cagnolino la quale razza (come d’altronde il sesso) sarà decisa da voi nelle prime fasi di gioco. Vostro fratello (o sorella) è gravemente malato e quindi sarete costretti a partire per l’avventura alla ricerca di una cura che a quanto pare si trova nella località denominata Dog Island, dove si svolge gran parte della trama. In quella che è una struttura per molti aspetti simile ad Animal Crossing, il vostro protagonista si scontrerà ben presto con uno strano essere di nome Petashi, appartenente al popolo degli Anc, con il quale vivrete una serie di missioni al fine di ottenere i vari ingredienti necessari alla cura. Non sempre le cose saranno facili e per raggiungere i vostri obiettivi dovrete passare per una lunga serie di azioni secondarie che vi permetteranno di guadagnarvi il rispetto dei numerosi abitanti del posto, nonché di avanzare di livello ottenendo particolari abilità. Come tutti i cani infatti potrete contare sul vostro olfatto iper sviluppato ed in questo modo riuscirete a risolvere numerosi enigmi ed a guadagnarvi le varie ricompense. Potrete inoltre ottenere la possibilità di effettuare azioni come pescare, raccogliere fiori oppure catturare insetti in modo da potenziare ulteriormente le vostre caratteristiche.

La mossa vincente
Fin dalle prime battute di gioco potrete felicemente osservare che il prezzo budget al quale viene venduto The Dog Island rappresenta offre un rapporto qualitativo davvero sorprendente. Avrete dinanzi a voi numerose locazioni da esplorare come ad esempio montagne ghiacciate o villaggi, fino ad arrivare a delle vere e proprie megalopoli, ovviamente sempre caratterizzate da popolazioni sicuramente insolite. Come in ogni gioco di ruolo che si rispetti i combattimenti risulteranno molto importanti per il vostro avanzamento, ma grazie alle doti canine riuscirete a risolvere con ragionamento ogni tipo di situazione avversa senza dover passare giornate intere magari bloccati in un punto ostico. Numerosi saranno anche gli enigmi da affrontare e questo dona ulteriore linfa vitale al fattore longevità. Proprio l’estrema facilità del titolo tuttavia viene ad essere una delle prime pecche constatabili, ma il divertimento offerto e le innumerevoli missioni presenti vi faranno passare quasi sicuramente in secondo piano questo aspetto. Nonostante ciò la trama non presenta mai cedimenti e le ore trascorreranno tranquillamente trasmettendo una sensazione sicuramente godibile.

Can che abbaia non morde
Come spesso avviene per progetti del genere, tutto ciò di buono che si ottiene dal punto di vista del gameplay si viene a scontrare inevitabilmente con una realizzazione superficiale e sicuramente priva di carattere. Viene infatti trasmessa da subito una sensazione di “datato” che permea in pratica tutte le atmosfere. Il character design fortunatamente è accattivante e pregevole e la palette dispone di un buon numero di colori anche se tutto fa pensare che con una piccola cura maggiore si sarebbe potuto ottenere sicuramente un prodotto di livello superiore. Per quanto riguarda il sistema di controllo, il Wii Remote ed il Nunchuk vengono sfruttati in maniera superficiale ed in pratica tutte le potenzialità della console Nintendo non sono state totalmente utilizzate. Ciò nonostante la risposta dei comandi è buona ed il tutto funziona perfettamente. Anche il sonoro prova a fare del suo meglio mediante brani strumentali ed effetti sicuramente al di sopra della media. Nel complesso ci troviamo dinanzi ad una situazione altalenante che da un lato offre longevità ed un sistema di controllo preciso anche se poco ingegnoso, mentre dall’altro presenta una grafica sicuramente non all’altezza delle ultime produzioni ammirate su Wii. Come detto in precedenza, tuttavia, la vendita ad un prezzo budget cerca di compensare tutti questi difetti venendo incontro ad un utente che per poter apprezzare questo titolo deve superare molti ostacoli anche in considerazione del target d'età idealmente basso cui sembra essere destinato questo gioco.
Recensione Videogioco THE DOG ISLAND scritta da MELKOR The Dog Island è sicuramente una piacevole sorpresa. In un periodo in cui le terze parti provano in tutti modi a sfruttare il mercato del Wii con titoli sicuramente non all'altezza, trovare un gioco del genere ad un prezzo ridotto non può che renderci ottimisti. Non si riesce purtroppo a capire il motivo di una grafica di copertina così poco accattivante e la totale mancanza di indicazioni riguardanti i contenuti che non fanno altro che portare un potenziale acquirente a dei ragionamenti errati. Nonostante la grafica datata, il sonoro e la caratterizzazione della storia rappresentano due validi motivi per l'acquisto, ovviamente se non ci si fa soggiogare dai pregiudizi. Globalmente i numerosi richiami ad Animal Crossing e ad Harvest Moon donano al titolo un'atmosfera interessante e per lunghi tratti assai piacevole.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.