Recensione di Radio Helicopter

Copertina Videogioco RH
  • Piattaforme:

     WII
  • Genere:

     Simulazione
  • Sviluppatore:

     Sonic Powered
  • Giocatori:

     1 - 2
  • Data uscita:

     25 Aprile
- Numerosi potenziamenti
- Idea coinvolgente
- Modalità a 2 giocatori
- Controllo a volte complesso
- Grafica old-gen
- Telecamera molto statica
A cura di (Melkor) del
Le potenzialità del Nintendo Wii sino a dir poco infinite ed a circa due anni di distanza dall’arrivo nelle nostre case per molti aspetti siamo ancora agli inizi della sperimentazione. In moltissimi casi basta una buona idea per decretare il successo ma alcune volte lo sviluppo del titolo viene ad essere fin troppo approssimativo, decretando il fallimento di un potenziale interessante. Radio Helicopter per nostra sfortuna rientra in questa categoria, ed è un vero peccato…

Un elicottero nelle vostre mani
L’idea alla base di Radio Helicopter è semplice quanto geniale: rendere il Wii Remote un vero e proprio telecomando per comandare una serie di elicotteri giocattolo. Fin dai primi minuti di gioco potrete notare quanto interessante sia il potenziale di questo titolo ed allo stesso tempo quanto poco curati siano, purtroppo, gli aspetti tecnici. Una volta selezionato il vostro primo modellino di elicottero vi troverete nella prima area di gioco, ossia la cameretta dei bambini, e ben presto dovrete affrontare numerose missioni, tutte molto semplici ed intuitive. Se le prime saranno di training e vi aiuteranno a comprendere le funzionalità del vostro elicottero, successivamente le cose si complicheranno e per riuscire a completare gli obiettivi a vostra disposizione dovrete dimostrare un buon livello di manovrabilità. Tutte le vostre azioni dipenderanno ovviamente dal livello di carica delle vostre batterie e questo contribuirà a donare al titolo della 505 Games un piccolo tocco strategico, in quanto dovrete curare i vostri movimenti in modo da non vedervi cadere a picco mentre vi trovate in prossimità del vostro obiettivo. Avrete inoltre un indicatore di danno che diminuirà dopo ogni singolo scontro con oggetti circostanti o con le stesse pareti della stanza. E’ inoltre presente una modalità che vi consentirà di poter gareggiare contro un amico cercando di completare determinate missioni il prima possibile. Purtroppo non è presente alcuna funzionalità online, come da programma per la maggior parte dei titoli third party.

Il valore dei potenziamenti
Una delle caratteristiche migliori di Radio Helicopter è la possibilità di modificare il vostro velivolo andando ad apportare variazioni quasi in ogni sua parte. Dal tipo di eliche alla armi, avrete a disposizione un vasto repertorio di potenziamenti che renderanno il controllo più solido e che andranno ad influire anche su fattori come la durata delle batterie o la resistenza dell’elicottero in caso di scontri. Se inoltre inizialmente avrete un semplice cannone ad aria compressa, ben presto potrete utilizzare un vero e proprio arsenale che renderà le vostre missioni molto più facili. L’utilizzo degli accessori aggiuntivi viene inoltre facilitato da una telecamera posta in basso a sinistra del vostro schermo che consente di avere uno zoom mirato nell’area di vostro interesse. Se ad esempio equipaggiando un'arma potrete visualizzare in maniera migliore il vostro bersaglio, utilizzando la calamita per poter trasportare vari oggetti la visuale si sposterà verso il basso aiutandovi notevolmente. Ovviamente non avrete a disposizione un solo modellino, ma come avviene per i vari oggetti potrete scegliere durante le missioni quello che più si adatta alle vostre necessità. Tutte queste opzioni aiutando a rendere sia la longevità che la giocabilità del titolo molto accurate, ma purtroppo la nostra introduzione non avrebbe avuto senso se non vi fossero anche dei lati negativi da segnalare.

S.O.S. in alta quota
Quanto descritto di positivo fino a questo momento viene pesantemente intaccato dai numerosi difetti tecnici di cui Radio Helicopter è affetto. Partendo dal punto di vista grafico, il tutto sembra essere caratterizzato da texture e colori più simili ad un gioco di vecchia generazione che non per quella attuale e tutti gli ambienti sono strutturati da poligoni fin troppo poveri di texture. Anche l’elicottero è caratterizzato da dettagli semplici che sicuramente non vanno a sfruttare minimamente le potenzialità del Nintendo Wii. Fondamentale per la riuscita di un'idea del genere servirebbe maggiormente un sistema di controllo all’altezza della situazione, ma anche in questo caso si può denotare una scarsa cura degli sviluppatori. Per dare potenza al motore dovrete utilizzare il tasto 2 del Wii Remote utilizzato in posizione orizzontale, mentre per assestarsi in aria dovrete passare al tasto 1. Una volta in posizione di equilibrio dovrete inclinare il controller per avanzare o arretrare mentre per utilizzare i vari accessori selezionabili col tasto B dovrete premere il pulsante A. Tutto sembrerebbe molto semplice ma vi assicuriamo che arrivare ad utilizzare i vari tasti non sempre si rivela facile, soprattutto seguendo la configurazione standard. Uno dei difetti maggiori viene alla luce quando si vuole provare ad effettuare una inversione in volo nella quale dovrete utilizzare il D Pad in maniera molto approssimativa. Molte volte infatti andrete ad urtare una le pareti delle stanze, sempre molto piccole e con una telecamera che non vi segue in modo adeguatamente rapido. Se preferite potrete utilizzare anche il Classic Controller, ma in questo modo andrete a perdere totalmente le funzionalità caratteristiche del Wii Remote in favore di una serie di controlli più accessibili. Anche il comparto sonoro è appena mediocre ed i vari effetti risultano molto ripetitivi. Un vero peccato in quanto, mediante un sistema di controllo più intuitivo, un titolo del genere poteva distinguersi dalla massa in maniera sicuramente rilevante. A conti fatti ci si ritrova dunque al cospetto di un gioco destinato ad un target sostanzialmente basso, afflitto da alcuni problemi a livello di programmazione e poco coinvolgente al punto da renderlo appena sufficiente in quanto a longevità, anche a causa di un gameplay poco vario alla lunga.
Recensione Videogioco RADIO HELICOPTER scritta da MELKOR Radio Helicopter è l'esempio di come un'idea buona possa venire applicata in maniera approssimativa. E' un vero peccato in quanto con un minimo di attenzione in più ci saremo trovati a dover descrivere un titolo interessante, se non geniale sotto alcuni aspetti. Nonostante tutto alcuni potrebbero trovare questo gioco divertente e rilassante, anche se il prezzo pieno al quale viene venduto risulta essere un ulteriore deterrente verso coloro che vogliono provare a fare un giro su un "vero" elicottero giocattolo... Peccato perchè le possibilità di approfondire meglio il concept c'erano eccome, ma ancora una volta lo sviluppo ha lasciato per strada molte promesse e poca concretezza.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.