Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Tales of Symphonia: Dawn of the new world

Tales of Symphonia: Dawn of the new world

L'alba di un nuovo Tales of

WII

Gioco di ruolo

Inglese (testi a schermo in italiano)

Disponibile

A cura di del
Ultimamente si discute molto su un’ipotetica mancanza di titoli di spessore nel parco giochi Wii. Quello che è certo, è la scarsa quantità di giochi di ruolo disponibili, sia occidentali che orientali. Per questo motivo, all’annuncio del seguito di Tales of Symphonia (meraviglioso capitolo della saga Tales of uscito su Nintendo GameCube nel 2004), i possessori della bianca console Nintendo hanno esultato con gioia. In più, essendo collegato all’episodio visto quattro anni fa, in molti sono curiosi sul come proseguirà la storia di Llyod e compagni. Il gioco è già disponibile nella Terra del Sol Levante e, speriamo, venga portato in breve tempo anche nel vecchio continente.

2 anni dopo...
Dawn of the New World è ambientato due anni dopo gli eventi di Tales of Symphonia. Gli eroi principali del nuovo capitolo sono Emil e Marta, due new entries. I genitori di Emil sono morti durante la guerra del precedente gioco. Difatti, il ragazzo ha una marcata antipatia verso la classe che detiene il potere politico-militare del paese. Marta, invece, è la classica brava ragazza dal viso innocente. La sua particolarità è la capacità di comunicare con gli animali tramite uno strano gioiello che porta al collo. Entrambi i personaggi hanno una loro personalità molto curata con i loro pregi e difetti. Sarà divertente osservare il giovane Emil alle prese con l’ormai maturo Lyod in un rapporto che può ricordare quello visto in precedenza, ovvero, Llyod e Kratos.
Incredibile la mole di lavoro che è stato fatto per doppiare ogni dialogo presente nel gioco. Anche le sezioni del viaggio sulla mappa sono tutte parlate. La nostra speranza di vedere o meglio, ascoltare, un doppiaggio in italiano potrebbe realizzarsi visto l’enorme successo del Wii e della saga stessa.
Dal punto di vista della struttura narrativa non sono state rilasciate consistenti informazioni, tuttavia è presumibile che la storia porterà a visitare luoghi già familiari e permetterà di ampliare il bagaglio di conoscenza dei protagonisti attraverso una numerosa serie di azioni e abilità effettuabili secondo le rispettive caratteristiche peculiari. Resta da capire come il tutto si andrà a collocare all'interno di un contesto più ampio ed evoluto anche a livello di gameplay.

Una collezione mostruosa
Una della feature più interessanti è il Monster Collection System. La Namco ha voluto subito sottolineare che non si tratta di una copia del gioco Pokémon. Quando affronterete dei mostri in battaglia, a volte, avrete la possibilità di catturarli ed usarli nel vostro team come rinforzo. Le creature del vostro party possono salire di livello, combattere al vostro fianco e, ancor più interessante, evolversi in mostri più potenti. Nelle demo viste all’E3, durante alcune battaglie abbiamo visto uno strano orso (probabilmente un Grizzly) aiutare gli eroi a combattere dei nemici volanti. Un’innovazione di spessore che apre molte strade a diversi tipi di gameplay. Purtroppo non sappiamo se ci sarà una limitazione al numero di mostri utilizzabili in battaglia e, cosa ancora più importante, se potranno essere trasportati con noi in tutto il mondo.
In molti si staranno chiedendo come sono stati sviluppati i combattimenti e se l’accoppiata Wii Remote - Nunchuk sia sfruttata nei migliori dei modi. La maggior parte degli attacchi è affidata ai pulsanti ma ci sono anche delle implementazioni per i movimenti del telecomando Wii, utilizzate per lo più durante le cosiddette “Arts”. Quello che risulta interessante è la possibilità di concatenare le azioni usando sia i tasti sia il Wii Remote. Sarà fondamentale capire in che misura questo mix sia libero, ovvero, se ci saranno un numero prestabilito di movimenti e di pulsanti da usare.
Le animazioni dei personaggi durante lo scontro sono davvero ben realizzate, risultando sempre fluide e naturali. Il movimento sulla mappa è affidato alla classica levetta analogica o, come succede in Phantom Hourglass, potrete puntare verso lo schermo il telecomando Wii e indicare dove il personaggio deve andare.

Al momento queste sono le informazioni trapelate dalle prove in game dell’E3. Siamo comunque fiduciosi sulla qualità del prodotto finale, soprattutto per le nuove feature, come il sistema di cattura dei mostri per poi utilizzarli come alleati. Quello che purtroppo ancora non sappiamo è se il sistema delle combo sarà funzionale come in passato o se le bellissime cut scene animate avranno una durata maggiore di quelle viste nel precedente capitolo. Tales of Symphonia: Dawn of the New World potrebbe essere il primo grande Gdr ad approdare sulla console Nintendo. L’attesa per questo titolo è davvero elevata e da quello che abbiamo visto il gioco ha tutte le carte in regola per bissare il successo del primo capitolo. Restate sintonizzati sulle pagine di SpazioGames per la recensione completa.

0 COMMENTI