Recensione di LostWinds

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     WII
  • Genere:

     Platform
  • Sviluppatore:

     Frontier Developments
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1
  • Costo:

     1000 Wii points
  • Data uscita:

     WiiWare maggio 2008 - iOS 21 dicembre - Android Q4 2011
- Gameplay originale e fresco
- Graficamente più che soddisfacente
- Comparto sonoro piacevole e mai invasivo
- Longevità limitata
A cura di (AP) del
Un bambino con un buffo cappello dorme sereno su un prato con accanto dei meravigliosi alberi di ciliegi in fiore mentre una musica onirica suona sullo sfondo. Queste sono le primissime battute di LostWinds, il bizzarro e decisamente originale platform che grazie a Frontier è approdato sul nuovissimo shop digitale che si nasconde dietro al nome di WiiWare.
Fin dalla presentazione di questa nuova sezione del WiiShop, LostWinds ha sempre attirato l'attenzione di molti giocatori grazie ad uno stile grafico molto simile all'osannato Okami, alla natura di platform 2D nonostante un grafica interamente tridimensionale e ad un gameplay che facendo uso del Wii Remote sembra regalare innovazione ed immediatezza. Vediamo se il prodotto finale ha mantenuto tutte le promesse.

Toku ed Enril
La storia che fa da cornice a questo prodotto è molto semplice e piuttosto banale: il dio del vento Enril chiede aiuto al piccolo Toku per aiutarlo a sconfiggere il perfido Balasar. Per farlo i due dovranno viaggiare in lungo e in largo per l'area di gioco cercando potenziamenti per Enril e manufatti che possano sconfiggere il nemico di turno.
Tutta l'avventura si svolge guidando Toku con lo stick analogico del Nunchuk unito al tasto Z (utile per raccogliere oggetti) e al sensore di movimento del Wii Remote che andrà a muovere un cursore che altri non è se non Enril stesso. Sarà proprio lui a rendere originale il modo di giocare LostWinds, poiché tutte le meccaniche di gioco ruoteranno attorno a questo personaggio. Il salto per esempio verrà eseguito muovendo il cursore su Toku dall'alto verso il basso o secondo la diagonale prescelta. Potrete quindi creare folate improvvise utili per muovere oggetti e colpire nemici, creare correnti d'aria e diverse altre azioni che non vi sveliamo per non rovinarvi la sorpresa. Questo particolare gameplay viene assimilato dal giocatore attraverso un tutorial che spiegherà ogni nuova azione disponibile e dopo alcuni attimi di meraviglia vi ritroverete a giocare con il vento nei modi più disparati.
La struttura non è suddivisa in livelli ma come in un qualunque Metroid, avrete una mappa unica che diventerà sempre più estesa man mano che acquisirete nuovi poteri.
L'esplorazione la fa da padrona in un titolo in cui i nemici sono solo delle comparse e non fungono mai da ostacolo all'avventura vera e propria. Vi capiterà anzi di averne addirittura bisogno in alcuni frangenti per accedere a determinate aree.

Un viaggio lungo un (bel) sogno
Guardando alcune immagini di LostWinds è difficile non rimanere ammaliati. Ancora più difficile se si pensa che il titolo è in vendita solo attraverso WiiWare al prezzo di soli 10 euro (1000Wii Points).
Lo stile che permea il titolo si ispira ad un modello tipicamente orientale fatto di ciliegi in fiore, natura lussureggiante e cascate dal forte impatto emotivo. Ogni oggetto se toccato dal puntatore si muove come se fosse accarezzato da una lieve brezza e questo aumenta sempre più il grado di coinvolgimento e la voglia di giocare di chi siede davanti al video. Sono presenti anche grotte ricche di funghi, rocce e cristalli e villaggi rurali con diversi abitanti, ma la loro presenza sebbene sia possibile dialogare, non risulta mai rilevante. La caratterizzazione dei personaggi non eccelle per stile ma si fa apprezzare così come le musiche tipicamente orientali e con un pizzico di new age che accompagnano il giocatore in questa breve avventura.
Eccoci quindi arrivati al più grosso difetti di LostWinds, ossia la longevità.
Portare a termine questo prodotto porterà via al giocatore medio dalle tre alle quattro ore circa. Nonostante la durata possa sembrare esigua, c'è però da fare una precisazione legittima: in questo lasso di tempo il titolo Frontier diverte e stupisce con soluzione di continuità introducendo sempre nuove abilità e presentando sempre enigmi che nonostante la loro semplicità regalano soddisfazioni e desiderio a proseguire, cosa che molti titoli venduti a prezzo pieno e con durate quadruplicate a volte si sognano. Per questo motivo, e grazie al prezzo budget a cui è proposto non ce la sentiamo di condannare un titolo che poteva sicuramente venire allungato, ma che probabilmente avrebbe perso un po' dello smalto attuale senza aggiungere nulla a quello che è presente nella versione finale.
Recensione Videogioco LOSTWINDS scritta da AP LostWinds è un titolo diverso, sperimentale e decisamente ben riuscito. Se lo stile grafico vi intriga, probabilmente non vi deluderà. Un concept che attinge a piene mani da idee di altri titoli, quali il già citato Metroid e Kirby e che si reinventa e si rinnova grazie al Wii Remote e alle idee dei programmatori, diventando il titolo migliore nella line up di lancio del nuovo servizio Nintendo. Se amate i platform e l'atmosfera pacifica e rilassata di questa produzione Frontier non vi spaventa, fatevi un regalo e acquistate questa perla rara. Dire che rappresenta una ventata d'aria fresca ci sembra proprio il minimo.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.