Recensione di CSI: Prova schiacciante

Copertina Videogioco CSI
  • Piattaforme:

     WII
  • Genere:

     Simulazione
  • Sviluppatore:

     Telltale Games
  • Distributore:

     Ubisoft
  • Lingua:

     inglese (con sottotitoli in italiano)
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     disponibile
- Atmosfere interessanti
- Tecnicamente fedele alla serie tv
- Sistema di controllo ben sviluppato
- Realizzazione tecnica sottotono
- Longevità scarsa
- Assenza di modalità multiplayer
Loading the player ...
A cura di (Melkor) del
Una delle serie televisive che ha rivoluzionato il palinsesto negli ultimi anni è sicuramente C.S.I., le cui avventure attraverso le vicende delle varie squadre di polizia scientifica sparse nel continente americano hanno appassionato milioni di telespettatori in tutto il mondo, generando un effetto di emulazione che ha raggiunto anche l’Italia con la serie tutta nostrana dal nome RIS. Non poteva ovviamente mancare all’appello un videogioco dedicato a questo prodotto made in Usa ed ecco quindi che a sfruttare l’onda del successo arriva “CSI: Prova Schiacciante”.

Dobbiamo rilevare quelle impronte, prendi il Wii Remote
La struttura di CSI: Prova Schiacciante è quella di un classico punta e clicca intervallato da una serie di filmati che riprendono in maniera fedele l’atmosfera della serie televisiva. Vi troverete infatti nei panni di un giovane detective della polizia scientifica alle prese con vari casi al fine di fare carriera dimostrando il proprio valore. Potrete interagire con tutti i protagonisti che hanno reso famoso CSI ed i fans della serie saranno felici di sapere che per le voci sono stati usati i doppiatori ufficiali.
Le indagini del titolo, dopo aver appreso gli elementi iniziali da cui partire, possono essere riassunte in tre fasi e la prima è ovviamente quella di ricerca.Tramite il solo Wii Remote infatti dovrete studiare la scena del crimine al fine di trovare oggetti utili o indizi che potranno essere analizzati in un secondo momento, come da tradizione punta e clicca, senza alcuna evoluzione di sorta. Vi è da segnalare che nonostante gli oggetti chiave si illuminino al passaggio del puntatore per meglio essere visti, l’aggancio con quelli di dimensioni più piccole risulta essere difficoltoso, seppur non pregiudicando comunque il gameplay. Una volta raccolti gli indizi dovrete passare alla fase di analisi e tramite i numerosi strumenti scientifici a vostra disposizione dovrete cercare di carpire moventi e dinamiche degli omicidi. Infine non resta che affrontare una sessione di interrogatorio nel quale il vostro scopo sarà quello di porre le domande migliori in modo da poter svelare l’identità dell’assassino.
Andando nel particolare le indagini che dovrete affrontare sono cinque:

- La moglie di un noto giocatore di casinò viene trovata morta, suicidio o tentato omicidio?
- Un tassista muore bruciato vivo nella sua auto.
- La morte della moglie cieca di un’oculista, pugnalata tra gli occhi.
- Un’intera rock band rimane fulminata sul palco, è stato un incidente?
- Un omicidio ha tre sospettati, ma sono tre gemelli perfettamente identici. Non dovrete fare altro che dare campo libero al detective che è in voi…

Come si può notare già da questa prima descrizione il numero di sfide a disposizione non è particolarmente elevato, tuttavia le indagini risultano sempre interessanti e i casi coinvolgenti.

Salve, sono l’agente Gil Grissom...
L’aspetto grafico del gioco è ben strutturato ma si assesta comunque ad un livello che sembra più adatto ad una PS2 in quanto, soprattutto per quanto riguarda le animazioni, poteva essere fatto un lavoro migliore. I protagonisti sono riprodotti in maniera sufficiente ma anche per quanto riguarda le loro texture, si può denotare una carenza di dettagli che sicuramente non ci si aspetta sulla base di quanto si è già visto sulla console Nintendo.
Il comparto sonoro infine giova molto delle voci originali come detto in precedenza, ma per quanto riguarda il resto degli effetti sonori non ci troviamo sicuramente davanti a qualche cosa di esaltante. Sono inoltre presenti numerosi menu statici che, se da un lato servono a tenere sotto controllo le varie informazioni a disposizione, dall’altro rovinano la dinamicità del gioco rendendo l’azione molto limitata. Uno dei difetti maggiori di CSI: Prova Schiacciante è infatti la lentezza di alcune fasi del gioco. Molte volte infatti il ritmo soffre notevolmente di questi momenti statici che, soprattutto per chi non ama il genere, ben presto porteranno a noia certa. La longevità inoltre è minima ed infatti le sole cinque indagini a disposizione sono sicuramente troppo poche per un titolo che avrebbe molto potenziale da mostrare. Ciò nonostante l’atmosfera è ben resa e per chi ama il genere sicuramente non dispiacerà anche se la rigiocabilità è in pratica nulla. Per quanto riguarda invece il fattore difficoltà, questa è su livelli non eccessivi cercando di evitare situazioni frustranti o comunque molto complesse.
Davvero un peccato che gli sviluppatori abbiano scelto di realizzare in maniera così superficiale e semplice un prodotto tutto sommato con buone possibilità di mostrare qualche idea interessante. L'assenza di modalità aggiuntive, ma soprattutto il fatto di poter affrontare un numero così breve di scene del crimine, appare rende di fatto questa produzione più come una versione evoluta rispetto a quella che si potrebbe avere su una console portatile, senza però considerare tutti quegli aspetti che i possessori di Wii avrebbero potuto maggiormente apprezzare se fossero stati implementati con maggiore profondità e il fatto che il gioco sia venduto ad un prezzo consigliato di poco superiore ai trenta Euro non basta certo a giustificarne seriamente l'acquisto. Il caso è risolto.
Recensione Videogioco CSI: PROVA SCHIACCIANTE scritta da MELKOR CSI: Prova Schiacciante è un titolo che ha molto potenziale e che è stato sviluppato in parte bene. Purtroppo la giocabilità risente notevolmente della lentezza di alcune fasi e la longevità è insufficiente. Si tratta comunque di un gioco che gli amanti della serie televisiva non potranno lasciarsi sfuggire e che anche i fans del genere "punta e clicca" difficilmente lasceranno sugli scaffali. Resta tuttavia un senso di delusione in quanto sarebbe bastato fare molto poco per portare questo titolo ad un livello superiore. Confidiamo comunque in qualche capitolo successivo, sperando che la lezione possa servire. Non basta un nome famoso o poche idee per avere successo, come sempre è l'insieme di numerosi fattori la chiave per un prodotto vincente.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.