Recensione di Cruis'n USA

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     WII
  • Genere:

     Guida
  • Sviluppatore:

     Williams
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1-2
  • Costo:

     1000 Wii Points
  • Data uscita:

     Disponibile
- Si può guiocare in due...
- Buon sistema di controllo
- ...perdendo molto in velocità e dettaglio
- Troppo corto
- Limitato nelle opzioni
- Tecnicamente scadente anche ai tempi dell'uscita
A cura di (Mauro.Cat) del
Cruis’n USA è un titolo di guida arcade pubblicato originariamente in sala giochi nel 1994 e convertito un paio di anni più tardi per Nintendo 64. Il titolo prodotto da Midway e distribuito da Nintendo doveva essere, insieme a Killer Instinct, uno dei titoli di punta della console a 64-bit.
Il gioco, del quale ricordo l’imponente cabinato in una sala giochi di Londra, non riscosse il successo sperato a causa di una struttura decisamente infelice e della concorrenza di altri titoli del genere che risultavano assolutamente superiori. Nintendo, leggermente in ritardo rispetto al lancio per Wii del quinto pessimo episodio della serie, ha deciso di riproporre su Virtual Console questo titolo del passato al costo di 1000 Wii Points.
È interessante osservare come questo Cruis’n USA, pur nella sua complessiva mediocrità, non sfiguri di fronte al Cruis‘n appena giunto su Wii.

Te la do io l’America
Il titolo Midway è un arcade alla Out Run nel quale dovrete attraversare gli Stati Uniti in una corsa coast to coast dal profondo Ovest. Personalmente ho sempre immaginato di vivere un percorso di questo genere nella direzione opposta, ma questo è un gusto personale.
Il tentativo di Midway di toccare alcuni luoghi suggestivi degli Stati Uniti è in parte riuscito, ma alcune mancanze (l’arrivo nella città di New York ad esempio) si fanno notare.
Il giocatore può scegliere di utilizzare una delle quattro autovetture disponibili che, pur senza licenze ufficiali, sono abbastanza riconoscibili. All’inizio del gioco è possibile scegliere solo l’opzione coast to coast e una volta vinta la corsa si sbloccheranno i percorsi singoli (non tutti e quattordici in realtà).
È possibile poi decidere se affrontare la gara con il cambio automatico o con quello manuale. A questo proposito vorrei sottolineare l’assurda implementazione dei comandi utilizzando il joypad del Game Cube. Il titolo è giocabile con il GC Controller e con il Classic Controller in maniera ottima solo dopo avere sistemato l’impostazione dei tasti (operazione che si esegue facilmente dal menu).
I percorsi sono piuttosto vari, a parte Iowa e Indiana che sono praticamente identici, ma non si differenziano molto sul piano della velocità. La difficoltà di ogni singolo tratto di gara, molto altalenante, è influenzata più dalle dimensioni della strada che da altri fattori (condizioni atmosferiche, percorso montano etc.) ed alcuni tragitti finiscono col passare inosservati.
Interessante è notare come l’ambientazione degli Appalachi, che si incontra verso fine corsa, risulti a vista d’occhio più veloce di altre.
Dovrete vincere ogni tappa, gareggiando contro altri nove concorrenti, per passare al percorso successivo fino a giungere a Washington DC. Al termine di ogni breve tragitto, tutti i percorsi di questa corsa illegale si svolgono nel traffico, una prosperosa ragazza vi consegnerà una coppa.

Apparizioni
Una volta iniziata la corsa si cominciano ad avvertire i primi difetti strutturali di Cruis’n Usa. Il titolo è a mio parere divertente per una partita veloce, ma tutta la meccanica di gioco appare poco curata. Graficamente il gioco, già all’epoca non all’altezza, risulta oggi alquanto scadente. Gli oggetti appaiono dal fondale in maniera fastidiosa, imbarazzante la pista ambientata nella foresta di alberi secolari, e la realizzazione fisica dell’auto lascia molto a desiderare. La sensazione di guidare un blocco di cemento con le ruote è fortissima a livello visivo utilizzando le due visuali esterne. La visuale dall'interno risulta invece un po' confusa.
Discreta invece è l’implementazione dei controlli che, una volta sistemata nella pagina delle opzioni, risulta curata. L’auto risponde in maniera positiva ad ogni sollecitazione e la guida risulterà molto piacevole, pur nella sua natura arcade. Scordatevi gli incidenti di Burnout o altre meraviglie moderne e vi godrete una breve ma divertente corsa. Una volta iniziato il viaggio per gli Stati Uniti proseguirete volentieri fino a raggiungere l’incombente finale. Il titolo è davvero corto ed in poco più di mezz’ora avrete già sbloccato quasi tutte le piste disponibili.
In due Cruis’n USA risulta decoroso pur con evidenti perdita di frame rate e velocità che non compromettono più di tanto la giocabilità.
In definitiva questo è un prodotto davvero old style nonostante sia molto più recente di altri titoli per Virtual Console. Tutta la struttura, costruita sullo stile dei titoli di guida da sala di quegli anni, non è stata sufficientemente rivista nella conversione per Nintendo 64. Per questo motivo ci ritroviamo un gioco di guida abbastanza divertente, ma al tempo stesso poco profondo e davvero breve che quasi sicuramente non vale 1000 Wii Points. I fan dei cabinati da sala con i giochi di guida potrebbero trovarlo interessante. Forse titoli del genere, per risultare maggiormente attraenti dovrebbero essere rivisti anche sfruttando i particolari comandi del Nintendo Wii.
Recensione Videogioco CRUIS'N USA scritta da MAURO.CAT Cruis’n USA era originariamente uno di quei titoli di guida costruiti intorno al cabinato con volante presente in sala giochi. Spesso prodotti di questo genere, nelle conversioni su console da casa, perdevano buona parte del loro appeal, risultando inevitabilmente poco profondi. Il titolo Midway perciò, pur potendo contare, dopo qualche aggiustamento, su un buon sistema di controllo, risultava davvero limitato già nel 1996 ed è quasi improponibile oggi. Ci siamo divertiti a scorrazzare per le ampie strade statunitensi, chiudendo un occhio sulle ovvie imperfezioni grafiche, ma in breve tempo abbiamo esaurito quanto di buono questo prodotto poteva offrirci. Cruis’n USA è un arcade vecchio stile che probabilmente non vale i 1000 Wii Points richiesti, e che forse con un po’ più di cura avrebbe potuto essere migliore. Sicuramente è il peggior prodotto per N64 attualmente disponibile su Virtual Console. Evitatelo e non ne sentirete la mancanza.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.