Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
We Ski

We Ski

Chi ha detto che per sciare serva per forza la neve?

WII

Sportivo

JAP: Q1 2008 / USA 13 Maggio / 13 Giugno EU

A cura di del
Come sappiamo tra le principali doti del Wii c’è la possibilità di avvicinare al mondo dei videogames anche persone che non hanno uno stretto e diretto rapporto con questi ultimi, rivolgendosi molto spesso a tutti i componenti della famiglia, grazie anche ad una giocabilità semplice ed intuitiva. Abbiamo già avuto svariati esempi in passato, basti pensare soprattutto a titoli come Wii Sports o Wii Play. Nei prossimi mesi altri due giochi di massa raggiungeranno la piccola console color ceramica: il primo di questi è Wii Fit, il secondo We Ski (o Family Ski). Namco ha confermato da tempo la compatibilità di entrambi con la Balance Board, nuova periferica in grado di rilevare gli spostamenti del peso corporeo e di trasferirli su schermo (sarà venduta in bundle con lo stesso Wii Fit).

Una montagna da esplorare
We Ski si presenta con tutta la carica che contraddistingue questo filone di titoli a largo spettro di pubblico, mostrando la sua immediatezza ma anche una buona dose di personalizzazione. Come è facile immaginare si vestiranno i panni di un improbabile e caricaturale sciatore, che all’occorrenza potrà essere sostituito con i propri Mii personalizzati, come previsto già in altri titoli. La personalizzazione dei personaggi consterà di ben 220 tipi di corporatura e 170 oggetti o indumenti da equipaggiare, come cappelli, giacche, sci e altro ancora.
L’ambientazione è un unico e allegro incrociarsi di piste, ricche di dossi, salti e ripide discese e popolato da una miriade di altri sciatori da poter sfidare. Non verranno posti particolari vincoli, pertanto sarà possibile partire dalla vetta più alta e scendere gradualmente a valle in assoluta libertà, decidendo quali obiettivi portare a termine. Una volta raggiunte le zone più a valle ci verranno date due possibilità: selezionare direttamente i luoghi che si vogliono raggiungere, oppure andare a prendere la seggiovia e risalire gli impianti proprio come nella realtà.
La struttura di gioco si concentrerà sulle sfide con gli altri soggetti presenti sulle piste, per un totale di ben settanta competizioni. Per iniziare un evento basterà avvicinarsi a coloro che recano sulla testa un simbolo distintivo e selezionarli. Ci saranno molteplici alternative come le corse di velocità, gli slalom, ma anche i salti e le acrobazie, tutti con un livello di difficoltà crescente.

Sciatori in salotto
Il sistema di controllo sarà la particolarità e l’aspetto in grado di rendere divertente l’esperienza, soprattutto nelle fasi di gioco con gli amici. La Balance Board fungerà da base d’appoggio per rilevare i propri movimenti corporei e, spostando il peso verso destra e verso sinistra si impartiranno le istruzioni al proprio sciatore, consentendogli di aumentare la velocità, oppure di controllarla attraverso una discesa scandita da una buona dose di slalom, o ancora avvicinare le punte degli sci per rallentare, fino a fermarsi se necessario, in presenza di ostacoli come alberi, dossi o altre persone.
Il Wii Remote ed il Nunchuk, invece, verranno impiegati come racchette, fornendo l’equilibrio necessario all’atleta. Portando i controller verso il petto automaticamente le racchette stesse verranno poste sotto le braccia, nella classica postura che caratterizza i velocisti, mentre nelle altre situazioni potranno fornire supporto, per esempio durante salti e acrobazie, per concludere correttamente l’evoluzione ed atterrare perfettamente dritti.
Nel momento in cui si giungerà nei pressi di un dosso o un salto, basterà scuotere il Nunchuk per compiere alcune evoluzioni e portare a termine vari trick con gli sci, oppure veri e propri giri della morte di 360°. La schermata di gioco sarà libera da qualunque funzione o menù che possa distogliere il giocatore dalla discesa, rendendo tutto il più immediato e accessibile possibile. Gli unici elementi rilevabili saranno la mappa delle piste, che segnala la propria posizione e una barra posizionata centralmente nella parte bassa dello schermo, che indica il bilanciamento dell’atleta e la percentuale di spostamento del peso verso destra o verso sinistra.
Da tutte le dimostrazioni si evince la grande semplicità che contraddistingue il gameplay, tanto immediato quanto capace di coinvolgere grazie all’impiego sia degli arti inferiori che di quelli superiori.
Già da ora sappiamo che mancherà qualsiasi tipo di contenuto sbloccabile nel corso del gioco, nonostante si portino a compimento tutti gli eventi disponibili. Peraltro tutto ciò è abbastanza normale vista soprattutto la natura sociale di questo titolo, non tanto incentrata sul portare a termine necessariamente dei compiti, ma semplicemente sul relax e il divertimento. Questo punto potrebbe scoraggiare le categorie di giocatori più esperti, ma presumibilmente non verrà colto dal panorama casual che è il vero riferimento di questa produzione.

Il multiplayer vanterà venti discese, venti slalom, cinque giganti e la modalità freestyle, in cui dar sfogo alle capacità acrobatiche ed estreme. Il tutto potrà essere sfruttato tramite lo split-screen fino a quattro giocatori, che permetterà in questo modo di organizzare vere e proprie competizioni nel salotto di casa. Per ovvie ragioni l’unica necessità è uno spazio tale da potersi muovere con una ragionevole libertà.

Considerazioni Finali
We Sky sarà un ottimo modo per condividere il Wii con la propria famiglia o in compagnia degli amici. Il sistema di controllo, che comprende l’accoppiata Wiimote Nunchuk e la nuova Balance Board, promette una buona dose di intrattenimento e perché no, anche un minimo di attività fisica, che talvolta nei videogiochi è lasciata in secondo piano. La data d’uscita è fissata per il terzo quarto del 2008, e con ogni probabilità vedremo arrivare il gioco sugli scaffali in concomitanza con l’inizio della prossima stagione invernale.
0 COMMENTI